L’aforisma in Scozia, Don Paterson

Don Paterson, personaggio eccentrico e complesso, è nato a Dundee, Scozia, nel 1963. “Ho lasciato la scuola a 16 anni. E ‘colpa mia. Ero ossessionato dalla musica, non vedevo l’ora di essere chitarrista jazz” afferma in uno dei suo libri. Dopo quattro anni passati a suonare in alcuni gruppi musicali a Dundee, Don Paterson si trasferisce a Londra dove lavora con il batterista e percussionista jazz Ken Hyder. Fu in quel periodo che comincia a scrivere i primi versi.

Come ha notato il critico Catherine Lockerbie, Don Paterson, è uno dei poeti più talentuosi della generazione britannica nata dopo il 1960. Le sue raccolte di poesie (tra le più importanti si ricordano Nil Nil 1993, God’s Gift to Women 1997, The Eyes 1999, Landing Light 2003, Rain 2009), gli hanno attirato le lodi della critica e una vera e propria cornucopia di riconoscimenti e premi letterari, tra i quali per ben due volte il T.S. Eliot Prize, uno dei maggiori riconoscimenti inglesi per la poesia, il Forward Prize et il The Geoffrey Faber Memorial Award.

Don Paterson è anche editore della collana Picador e insegna scrittura creativa presso l’Università di St Andrew’s. In ambito aforistico ha pubblicato le raccolte di aforismi The Book of Shadows (2004) e The Blind Eye. A Book of Late Advice (2007). Nel 2008 ha pubblicato negli Stati Uniti una raccolta di aforismi Best Thought, Worst Thought. Aphorisms On Art, Sex, Work and Death (2008) che raccoglie una selezione dei suoi precedenti aforismi.

La ricezione di Don Paterson in Italia è avvolta da luci e ombre. Lo scrittore scozzese ha partecipato qui in Italia a numerose manifestazioni e incontri letterari (essenzialmente come poeta), alcune sue poesie sono state incluse in antologie, ma nessuna sua opera è mai stata integralmente tradotta e pubblicata. In ambito aforistico poi Don Paterson (che a mio parere è uno dei più brillanti aforisti europei della sua generazione) è praticamente uno sconosciuto (a parte una manciata di aforismi tratti dal libro Book of shadows e inclusi nella pubblicazione Incroci di poesia contemporanea, edito dall’Università Ca Foscari nel marzo 2010, non c’è nessuna traduzione in italiano di nessun aforisma).

Eppure lo stile aforistico di libri come The Book of the shadows o Blind Eye è davvero originale e geniale, “irreverent and the very opposite of pompous”, irreverente e l’esatto opposto della pomposità, per citare un suo aforisma. Per le meditazioni filosofiche, lo scetticismo, la “bile elegante”, la noia anche con se stesso (che talora arriva vicina all’autovilipendio), per la sua capacità di affrontare con leggerezza temi metafisici pesanti come l’amore, la morte, la letteratura, il sesso, Don Paterson è stato paragonato a Cioran (citato più volte nei suoi libri e definito come la reincarnazione occidentale del filosofo Nagarjiuna, un “Buddha scettico”). Se ne distacca per il suo tono più divertente, più rude, più sfrontato, a volte allegro oppure “maudit”.

Le raccolte aforistiche di Don Paterson sono straordinariamente varie per tono e stile: a volte, accessibile e immediato, fino al punto di crudezza emotiva, in altri, opaco nella sua allusività denso. La lingua è l’inglese classico non senza compromessi con il dialetto scozzese che rendono alcuni suoi aforismi di difficile traduzione.

Sintatticamente alcuni aforismi sono davvero molto simili al modello di Cioran, per la loro capacità descrittiva e per la lunghezza argomentativa che lascia il lettore con il fiato sospeso prima di arrivare al paradosso finale. Ma altri aforismi sono invece più brevi, di una o due righe al massimo.

Gli aforismi che riporto qui di seguito nel mio blog sono tratti da The book of Shadows, The blind eye e Best Thought, Worst Thought. La traduzione è mia e confesso di aver avuto non pochi problemi di fronte a un linguaggio inglese denso, a volte anche ermetico, con qualche inflessione dialettale scozzese:

**

Don Paterson, from “Best Thought, Worst Thought”, 2008, Graywolf Press

Conosco un pianista che aveva una dipendenza senza speranza e semplicemente neurotica dallo spartito, e non riusciva a suonare una nota senza un foglio di fronte a lui. Dopo mesi in cui tentò di curarsi, riuscì finalmente a portarsi solamente un foglio di carta bianca sul palco, sebbene non sia mai riuscito a fare completamente a meno di questo artificio. Uso a malapena la mia biblioteca di opere di consultazione, eppure mi sentirei perso senza quella. Idealmente, vorrei avere i muri tappezzati di libri vuoti: non solo le solite grammatiche e i dizionari per le rime, ma Il libro dei versi futuri, Un lessico delle cadenze, Tavole per la conversione delle metafore, Immagini rare e mai usate

A pianist I know had a hopeless and purely neurotic dependency on sheet music, and couldn’t play a note without a chart in front of him. After months of trying to cure himself, he was finally able to take just a blank sheet of paper on stage, though he never managed to dispense with this crutch
entirely. I hardly use my reference library at alli, yet I’d be lost without it. Ideally, I’d have the walls covered with empty books: not just the usual grammars and rhyming dictionaries, but The Book of Next Lines; A Lexicon of Cadence; Metaphor Conversion Tables; Rare and Unused Images

**

Sono in grado di vedere esattamente cosa non fare al momento. Non c’è dubbio che attraverso il solito processo di eliminazione io arriverò alla mia strategia preferita di paralisi totale.

I can see exactly what not to do at the moment. No doubt through the usual process of elimination I’ll arrive at my favourite strategy of total paralysis

**

Quasi tutto nella stanza vi sopravviverà. Per la stanza voi siete già un fantasma, una soffice cosa patetica, che va e viene.

Almost everything in the room will survive you. To the room, you are already a ghost, a pathetic soft thing, coming and going.

**

Tradizionalmente il momento cruciale nella vita di un uomo arriva quando si riflette nel vetro di un bicchiere per la barba e guardando all’indietro ritrova suo padre; ma c’è un giorno così terribile che raramente se ne parla – quando si sorprende nudo dentro uno specchio intero e vede sua madre…

Traditionally, the defining moment in a man’s life arrives when he looks in his shaving glass and finds his father staring back; but there is a day so much more terrible we rarely speak of it – when he catches himself naked in a full-length mirror and sees his mother . . .

**

Ogni volta che vedeva qualcuno che leggeva una bibbia, avrebbe voluto rovinare tutto sussurrando: “Alla fine Egli muore, lo sai.” Io sono sempre tentato di fare lo stesso ogni volta che vedo qualcuno consultare il suo diario.

Whenever he saw someone reading a bible, he would spoil it for them by whispering, ‘He dies in the end, you know.’ I’m always tempted to do the same to anyone I see consulting their diary.

**

A volte mi chiedo se esiste un amanuense invisibile a portata di mano all’inizio del nostro amori, che scarabocchia le improvvisazioni delle prime ore. Troppo spesso sembra che egli fornisca l’intero copione del melodramma a venire, da cui ben presto ci troviamo incapaci di sconfinare di una parola.

Sometimes I wonder if there is an invisible amanuensis on hand at the beginning of our love affairs, scribbling down the improvisations of the first few hours. Too often it seems that they provide the entire script of the melodrama to come, from which we soon find ourselves incapable of straying a word.

**

La sua amicizia è stata agganciata alla mia popolarità, e prima era fredda e poi calda e di nuovo fredda nel corso di un’unica serata. Subito dopo una fortuita ma piuttosto spettacolare spiritosaggine, mi ha offerto l’uso della sua villa a Turks e Caicos. Ahimè, mi sono fatalmente imbandalzito per questo piccolo successo, e quando è arrivato il caffè costui aveva dimenticato il mio nome di nuovo.

His friendship was index-linked to my popularity, and would cool and warm and cool again in the course of a single evening. Immediately after one fortuitous but rather spectacular witticism, he offered me the use of his villa in the Turks and Caicos. Alas, I was fatally emboldened by this small success, and by the time the coffee had arrived he had forgotten my name again.

**

Con le spalle al muro, un complimento paga sempre. Anche il vostro rapinatore o torturatore non è immune alle lusinghe, ed è ancora in grado di essere quasi disarmato da una parola di congratulazioni per la scelta di un paio di calzature o per la superiorità di una sua tecnica.

With your back to the wall, always pay a compliment. Even your mugger or torturer is not immune to flattery, and still capable of being a little disarmed by a word of congratulation on their choice of footwear or superior technique.

**

I genitali maschili sono indossati esternamente come risultato evolutivo del processo di espulsione dal corpo. Un altro milione di anni e saranno riposti in un cassetto.

The male genitals are worn externally as evolution is in the process of expelling them from the body. Another million years and they’ll be stored in a drawer.

**

La caduta e il volo sono delle sensazioni quasi identiche in tutto salvo che in un piccolo dettaglio. Dovremmo ricordarcelo quando vediamo questi uomini e queste donne apparentemente innamorati del loro declino.

Falling and flying are near-identical sensations, in all but one final detail. We should remember this when we see those men and women seemingly in love with their own decline.

**

Una email permette di abbandonarmi alla mia nuova tecnica meditativa: l’annientamento attraverso la perdita di identità. Ad ogni lettera rispondo con la voce del mio interlocutore e nelle risposte, in seguito, io sono tutti e non sono nessuno.

Email allows me to indulge my new meditative technique: annihilation via impersonation. I answer each letter in my interlocutor’s voice, and forty responses later I am no one and everyone.

**

Coloro che sono totalmente estraniati da se stessi hanno solo due case reali: il monastero e il palcoscenico.

Those wholly estranged from themselves only have two real homes: the monastery or the stage.
 
**

Sembrava aver perso così tanto nella traduzione, io invece ho cominciato a sospettare che ne avesse guadagnato.

He seemed to have lost so much in traslation, i began to suspect him of having gained.

**

In una parte neandertahliana di me, ogni marito di un’altra suona come un affronto.

In some Neanderthal part of me, every husband poses an affront.

**

Tutti i nostri stumenti sono esatti, tranne l’orologio. L’orologio tira due lancette in aria e traccia delle conclusioni.

All our instruments are accurate, except the clock. The clock hold up two sticks in the air and draws a conclusion.

**

Anche se abbiamo acquisito un’aria di inviolata religiosità nella nostra solitudine, niente ci rende meno simili all’uomo che una solitudine interrotta. La monocorde tripla oscenità della suoneria del Guglielmo Tell nel cellulare del ragazzo di fronte a me in treno. I suoi enormi occhiali rossi, la sua bonomia urlante…Mi ritrovo a pregare che la sua prossima chiamata gli annunci la morte di sua madre.

Though we acquire an air of inviolate religiosity in our solitude, nothing makes us less human than a solitude interrupted; specifically, the monophone treble obscenity of the William Tell Overture on the mobile phone of the guy opposite me on the train, his huge red spectacles, his yelled bonhomie… I find myself praying that his next call will bring him news of the death of his mother.

**

Tutti miei insegnanti sono state donne. Nonostante numerosi uomini mi abbiano preso da parte per un’ora per dirmi quello che essi sapevano.

All my teachers have been women. Although several men have taken me aside for an hour to tell me things they know.

**

Una prova simpatetica di “iloizismo”: immaginare una pietra sdraiata su una spiaggia, indisturbata per cinquant’anni; impossibile pensare che, passeggiando, non si possa prenderla in mano e gettarla nel mare, e che essa non senta nulla

Sympathetic proof of hylozoism: imagine a stone lying on a beach, undisturbed for fifty years; impossible to think that, walking by, we could pick it up and throw it into the sea, and that it could feel nothing . . . 

**

Gli scrittori possono riscattare un giorno sprecato in due minuti. Ahimé questa sapienza li porta a sprecare intere giornate come nessun altro.

Writers can redeem a wasted day in two minutes; alas this knowledge leads them to waste their days like no one else

**

Lo stile è una strategia di evasione.

A style is a strategy of evasion.

**

Il desiderio deve scomodare il suo oggetto. Lourdes non è Lourdes se tu vivi a Lourdes.

Desire is the inconvenience of its object. Lourdes isn’t Lourdes if you live in Lourdes. 

Questa voce è stata pubblicata in L'aforisma in Scozia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>