Frasi, citazioni e aforismi sulla memoria

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla memoria. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni, aforismi e poesie sulla Giornata della MemoriaFrasi, citazioni e aforismi sui ricordi, Frasi, citazioni e aforismi sull’oblio e il dimenticareFrasi, citazioni e aforismi sulla storia.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla memoria

memoria

Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo.
(La frase si trova incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau)

Dimenticanza è sciagura, mentre memoria è riscatto.
(Anneliese Knoop-Graf)

La vera arte della memoria è l’attenzione.
(Samuel Johnson

Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità? A che serve la memoria?
(Anonimo)

Perdere il passato significa perdere il futuro.
(Wang Shu)

La memoria è tesoro e custode di tutte le cose.
(Cicerone)

La memoria assomiglia essenzialmente a una biblioteca dove regna il disordine alfabetico e dove non esiste l’opera completa di nessuno.
(Iosif Brodskij)

Quando il giardino della memoria inizia a inaridire, si accudiscono le ultime piante e le ultime rose rimaste con un affetto ancora maggiore. Per non farle avvizzire, le bagno e le accarezzo dalla mattina alla sera: ricordo, ricordo, in modo da non dimenticare.
(Orhan Pamuk)

Noi siamo la nostra memoria,
noi siamo questo museo chimerico di forme inconstanti,
questo mucchio di specchi rotti.
(Jorge Luis Borges)

La memoria è uno strumento molto strano, uno strumento che può restituire, come il mare, dei brandelli, dei rottami, magari a distanza di anni.
(Primo Levi)

Dio ci ha donato la memoria, così possiamo avere le rose anche a dicembre.
(James Matthew Barrie)

La memoria ha cinque porte d’entrata: i cinque sensi; e una sola d’uscita: l’immaginazione.
(Malcolm de Chazal)

La memoria può cambiare la forma di una stanza, il colore di una macchina. I ricordi possono essere distorti; sono una nostra interpretazione, non sono la realtà; sono irrilevanti rispetto ai fatti.
(Dal film Memento)

La memoria umana è veramente qualcosa di strano. Sfioro un braccio e trovo la voce di un’altra persona. Tocco dei volti e i loro occhi si allontanano. Scopro un cielo azzurro e tutte le forme intorno si nascondono. Attraverso un ponte e non c’è nessun fiume sotto. Come sono inafferrabili taluni ricordi nel loro essere appesi a niente, forme in continuo movimento che restituiscono il niente in un niente più grande.
(Fabrizio Caramagna)

L’uomo con la coscienza pulita ha probabilmente una scarsa memoria.
(Anonimo)

La memoria è determinante. È determinante perché io sono ricco di memorie e l’uomo che non ha memoria è un pover’uomo, perché essa dovrebbe arricchire la vita, dar diritto, far fare dei confronti, dar la possibilità di pensare ad errori o cose giuste fatte. Non si tratta di un esame di coscienza, ma di qualche cosa che va al di là, perché con la memoria si possono fare dei bilanci, delle considerazioni, delle scelte, perché credo che uno scrittore, un poeta, uno scienziato, un lettore, un agricoltore, un uomo, uno che non ha memoria è un pover’uomo. Non si tratta di ricordare la scadenza di una data, ma qualche cosa di più, che dà molto valore alla vita.
(Mario Rigoni Stern)

Una cattiva memoria preserva da tanti rimorsi.
(John James Osborne)

Dove vien meno l’interesse, vien meno anche la memoria.
(Goethe)

Tutti abbiamo bisogno della memoria. Tiene il lupo dell’insignificanza fuori dalla porta.
(Saul Bellow)

Ci sono un sacco di persone che scambiano la loro immaginazione con la loro memoria.
(Josh Billings)

Il mondo grida e affonda gli artigli nei nostri cuori. Questo è ciò che chiamiamo memoria.
(Tim O’Brien)

La memoria non è ciò che ricordiamo, ma ciò che ci ricorda. La memoria è un presente che non finisce mai di passare.
(Octavio Paz)

Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere.
(José Saramago)

Il futuro in ogni istante preme il presente perché sia una memoria.
(Louis Aragon)

Guardare indietro è un po’ come rinnovare i propri occhi, risanarli. Renderli più adeguati alla loro funzione primaria, guardare avanti.
(Margaret Fairless Barber)

La memoria si blocca. Ma è ancora lì tutta intera. Anche le cose più dimenticate si ripresentano, ma quando vogliono loro.
(Elias Canetti)

Quando lo metti in memoria, ricordati dove lo metti.
(Arthur Bloch, Primo assioma di Leo Beiser sui computer, La legge di Murphy)

La scarsa memoria delle generazioni consolida le leggende.
(Stanislaw Jerzy Lec)

Rumori di passi echeggiano nella memoria
Giù nel passaggio che non abbiamo percorso
Verso la porta che non abbiamo mai aperto
(Thomas Stearns Eliot)

Ricordare è come buttarsi in una piscina, ma al contrario: il corpo che esce dall’acqua, prima con i piedi, e ritorna nel trampolino.
(Sir Laurence Olivier)

La memoria di ciascun uomo è la sua letteratura privata.
(Aldous Huxley)

La memoria: specchio in cui guardiamo gli assenti.
(Antonio Castronuovo)

La memoria è uno specchio che mente spudoratamente.
(Julio Cortàzar)

Era ancora troppo giovane per sapere che la memoria del cuore elimina i brutti ricordi e magnifica quelli belli, e che grazie a tale artificio riusciamo a tollerare il passato.
(Gabriel Garcia Marquez)

La memoria è un mostro: tu dimentichi… essa no. Archivia le cose, ecco tutto. Le conserva per te, o te le nasconde e le richiama, per fartele ricordare, a sua volontà. Credi di avere una memoria. Ma è la memoria che ha te.
(John Irving)

La memoria ci presenta non ciò che scegliamo, ma ciò che le piace. Anzi, non c’è nulla che ci imprima così vivamente qualcosa nella memoria come il desiderio di dimenticarla.
(Michel de Montaigne)

Il fascino, uno potrebbe dire il genio, della memoria è che è selettiva, casuale e capricciosa; essa rifiuta l’edificante cattedrale e fotografa indelebilmente il piccolo ragazzo seduto accanto, che mastica una fetta di melone nella polvere.
(Elizabeth Bowen)

La memoria è un essere capriccioso e bizzarro, paragonabile a una giovane ragazza: ora rifiuta in modo del tutto inaspettato ciò che ha dato cento volte, e poi, quando non ci si pensa più, ce lo porta da sé.
(Arthur Schopenhauer)

La memoria è una rete; uno la trova piena di pesci quando la solleva dal ruscello, ma una dozzina di miglia d’acqua sono passate attraverso essa senza attaccarsi.
(Oliver Wendell Holmes)

Come mai abbiamo abbastanza memoria per rammentare fin nei minimi particolari quel che ci è capitato, e non ne abbiamo a sufficienza per ricordarci quante volte l’abbiamo raccontato alla stessa persona?
(François de La Rochefoucauld)

Noi abbiamo una memoria immensa, presente in noi a nostra insaputa.
(Denis Diderot)

E anche voi foste in qualche prigione, le cui mura non lasciassero giungere ai tuoi sensi alcun rumore del mondo – non avreste allora ancora la vostra infanzia, quel bene prezioso, regale, quel forziere che sono le vostre memorie.
(Rainer Maria Rilke)

Sembra che la nostra vita sia migliore quando possiamo porla nella memoria degli altri. È una nuova vita che abbiamo acquisito e che ci risulta preziosa.
(Montesquieu)

“Ho fatto questo” dice la mia memoria. “Non posso aver fatto questo” dice il mio orgoglio e resta irremovibile. Alla fine, è la memoria a cedere.
(Friedrich Nietzsche)

I creditori hanno miglior memoria dei debitori.
(Benjamin Franklin)

Bisogna avere buona memoria per poter mantenere le promesse.
(Friedrich Nietzsche)

La memoria di una donna innamorata è spaventosa. Ricorda tutto quello che voi avete dimenticato.
(Roberto Gervaso)

La memoria non solo è fallace perché viene meno quando più ce ne sarebbe bisogno, ma è anche sciocca perché vigila quando meno dovrebbe: è fedelissima nelle cose che possono causare pena ed è invece labile in quelle che potrebbero fare piacere.
(Baltasar Gracián)

Nulla apre gli occhi della memoria come una canzone.
(Stephen King)

Quando la memoria dura solo un giorno, in realtà si chiama “oblio”.
(PamelaFerrara, Twitter)

La cattiva memoria fabbrica mentitori.
(Paul Valéry)

Quando non si riesce a dimenticare, si prova a perdonare.
(Primo Levi)

La nostra voce, e quella dei nostri figli, devono servire a non dimenticare e a non accettare con indifferenza e rassegnazione, le rinnovate stragi di innocenti. Bisogna sollevare quel manto di indifferenza che copre il dolore dei martiri! Il mio impegno, in questo senso, è un dovere verso i miei genitori, mio nonno, e tutti i miei zii. È un dovere verso i milioni di ebrei ‘passati per il camino’, gli zingari, figli di mille patrie e di nessuna, i Testimoni di Geova, gli omosessuali e verso i mille e mille fiori violentati, calpestati e immolati al vento dell’assurdo; è un dovere verso tutte quelle stelle dell’universo che il male del mondo ha voluto spegnere… I giovani liberi devono sapere, dobbiamo aiutarli a capire che tutto ciò che è stato storia, è la storia oggi, si sta paurosamente ripetendo.
(Elisa Springer)

Le guerre negano la memoria dissuadendoci dall’indagare sulle loro radici, finché non si è spenta la voce di chi può raccontarle. Allora ritornano, con un altro nome e un altro volto, a distruggere quel poco che avevano risparmiato.
(Carlos Ruiz Zafón)

Prima se ne va la bellezza, poi la forza e quindi la memoria.
(Proverbio)

La memoria diminuisce se non la eserciti.
(Marco Tullio Cicerone)

La nostra memoria è un mondo più perfetto di quanto lo sia l’universo: essa restituisce la vita a coloro che non esistono più.
(Guy de Maupassant)