Frasi, citazioni e aforismi sul calcio e i calciatori

La partita con più gol è quella tra AS Adema – SO de l’Emyrne, finita 149-0 e giocata il 31 ottobre 2002. La squadra del SO de l’Emyrne scese in campo nel campionato del Madagascar contro l’AS Adema e per protesta contro alcune decisioni arbitrali delle partite precedenti iniziò dal primo minuto a buttare palloni nella propria porta, segnando alla fine 149 autogol.

La partita con più gol tra nazionali è invece dell’11 aprile 2001. Australia e Samoa Americane si affrontarono per una partita valida per le qualificazioni ai mondiali del 2002. Finì 31 a 0 per l’Australia che pochi giorni prima aveva battuto 22-0 anche Tonga.

Presento qui di seguito una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul calcio e i calciatori, con un’ampia selezione di inediti mai apparsi prima in lingua italiana.

Per gli altri temi correlati si veda anche Le frasi più belle e celebri di Lionel Messi, Le frasi più belle e celebri di Cristiano Ronaldo, Le frasi più belle di Diego Armando Maradona, Frasi, citazioni e aforismi sull’allenatore, Frasi, aforismi e battute divertenti sull’arbitro, Frasi, citazioni e aforismi sul calcio di rigoreFrasi, citazioni e aforismi sullo sport.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul calcio

calcio_10171782_10203148197979183_2342993851877062897_n

Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci.
(Diego Armando Maradona)

Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio.
(Albert Camus)

Un giornalista chiese alla teologa tedesca Dorothee Solle: “Come spiegherebbe a un bambino che cosa è la felicità?”. “Non glielo spiegherei” rispose. “Gli darei un pallone per farlo giocare”.
(Eduardo Galeano)

Il calcio ha le sue ragioni misteriose che la ragione non conosce.
(Osvaldo Soriano)

Il calcio è una cerimonia di iniziazione maschile a cui le donne (ma tra i giovani dilagano le appassionate di calcio) partecipano con sbadataggine leziosa, sforzandosi di capire perché i loro uomini assumano posizioni innaturali sulla poltrona, si tuffino sul tappeto insieme con Buffon e insultino di continuo un arbitro che non può ascoltarli.
(Massimo Gramellini)

Ci sono alcuni paesi e villaggi del Brasile che non hanno una chiesa, ma non ne esiste neanche uno senza un campo di calcio.
(Eduardo Galeano)

Tutte le mattine, in ogni angolo del mondo, dalla praterie dell’Islanda ai confini della Terra del Fuoco, dalla Siberia più orientale al Brasile, il calcio abbraccia i cuori di miliardi di uomini che si svegliano.
(René Frégni)

Agli uomini interessano solo due cose: il calcio e le donne. Una partita tra 11 donne nude contro 11 donne nude sarebbe il massimo.
(postofisso2012, Twitter)

Il calcio è un gioco ma anche un fenomeno sociale. Quando miliardi di persone si preoccupano di un gioco, esso cessa di essere solo un gioco.
(Simon Kuper)

Il calcio è più semplice della teoria di Einstein e più difficile che fare due più due.
(Jacques Tibert)

L’ideologia, la religione, la moglie o il marito, il partito politico, il voto, le amicizie, le inimicizie, la casa, le auto, i gusti letterari, cinematografici o gastronomici, le abitudini, le passioni, gli orari, tutto è soggetto a cambiamento e anche più di uno. La sola cosa che non sembra negoziabile è la squadra di calcio per cui si tifa.
(Javier Marías)

Migliaia di anni fa, le religioni furono inventate perché non esisteva ancora il calcio.
(Landeyves, Twitter)

Il calcio è l’unica religione che non ha atei.
(Anonimo)

La difesa sballata, il centrocampo endemicamente fioco, l’attacco scomposto di gente molto sollecitata a impaurirsi. E dove credevamo di andare?
(Gianni Brera, dopo la sconfitta dell’Italia con la Corea nel 1966)

Nulla è paragonabile ad una pausa di silenzio di quarantamila tifosi in un colpo.
(Rolando Fonseca)

Gli uomini. Chiedi loro come era vestita la sposa e rispondono “Di bianco”.
Di un gol in uno stadio descrivono persino il fruscio dell’erba e il sibilo del pallone nell’aria
(Fabrizio Caramagna)

Ho segnato molti goals all’Inghilterra e al Brasile, prima di addormentarmi, dopo una fuga sulla sinistra.
(Gesualdo Bufalino)

Il gol, anche se è un golletto, risulta sempre un goooooooooooool nella gola dei radiocronisti, un “do di petto” capace di lasciare Caruso muto per sempre, e la folla delira, e lo stadio dimentica di essere di cemento e si stacca dalla terra librandosi nell’aria.
(Eduardo Galeano)

Nessuna maturità potrà mai farti reprimere l’impulso di dare un calcio a un pallone quando incontri dei bambini che giocano per strada.
(matteograndi, Twitter)

Il giocatore è un attore obbligato a recitare un’opera sconosciuta davanti a un avversario che fa di tutto per impedirglielo.
(Jorge Valdano)

Le cose stanno così. Il calcio è progredito come il traffico. Prima circolare era facile, adesso è diventato un inferno. Essendoci molte gambe che ti ostacolano, giocare con la palla a terra è difficile.
(Jorge Valdano)

Il pallone attraversa l’atmosfera viaggiando verso il territorio nemico e, nel momento in cui si avvicina a terra, si trasforma in una lotteria.
(Jorge Valdano)

Lo specialista del dribbling è un giocatore di poker che bluffa con tutto il corpo e si gioca il pallone faccia a faccia con il suo avversario: chi vince se lo porta via.
(Jorge Valdano)

Garrincha morì senza spiegare perché aveva lasciata con il sedere per terra i migliori difensori del mondo. La sua elementare teoria era assai poco scientifica: “Come fa per seminare gli avversari?” gli chiese un giornalista. “Facile. Loro si distraggono e io passo” rispose l’angelo dalle gambe storte.
((Jorge Valdano)

Corrono dietro al pallone. Chi arriva prima è l’astro, chi arriva secondo non è nessuno, è uguale all’ultimo; ma attenzione, se l’astro perde il pallone, ha corso per il nemico.
(Jorge Valdano)

Quando il calcio è azione, il tanto desiderato equilibrio consiste in una semplice verità lapalissiana: allargare il campo se si attacca e restringerlo se si difende.
(Jorge Valdano)

La giovinezza finisce quando il tuo calciatore preferito ha meno anni di te.
(David Trueba)

Il calcio è l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti.
(George Bernard Shaw)

Per un tifoso ci sono molte più terre inesplorate in un campo da calcio che in ogni altro angolo del mondo. E ogni partita è un viaggio alla scoperta di qualcosa di mai visto.
(Fabrizio Caramagna)

Il Brasile mangia, dorme e beve calcio. Vive di calcio
(Pelè)

Il calcio è iscritto nel dna dell’uomo e ciascuno dei suoi spermatozoi è un calciatore in potenza che sogna di essere un giorno selezionato per andare in finale.
(Vincent Roca)

“Dottore” domandò a Oliva “come devo allenare Maradona?”
“Tu hai mai visto allenarsi un gatto?” gli ribattè il dottore.
“No” ammise.
“Bene, Maradona è come un gatto, gli basta nutrirsi e riposare per essere il migliore”.
(Jorge Valdano)

Dieci secondi sono un lasso di tempo lungo nella vita di un eroe. Diego Armando Maradona danzò e partì come un proiettile impazzito. Con il pallone, il corpo e la velocità, si prese gioco di cinque sudditi dell’Impero britannico e alla fine segnò un gol meraviglioso nella memoria di tutti. Accadde in Messico nel 1986, sul campo Inghilterra e Argentina.
(Jorge Valdano)

Quando finisce la partita, quando terminano i novanta minuti di gioco regolamentari, quando lo spettacolo calcistico è passato, è storia, è morto, comincia il periodo della dissezione, l’autopsia, l’analisi attenta degli accadimenti recenti.
(Jorge Valdano)

Capisco di aver guardato troppo calcio quando vedo cadere una persona per strada e invece di aiutarla aspetto il replay
(Zziagenio78, Twitter)

– Amore aspetto un bambino
– Ma ti sembra il caso di ospitare bambini proprio stasera che gioca l’Italia?!!
(thegeroz, Twitter)

Il Brasile non perdeva in casa da quando non esisteva il Brasile.
#BrasileGermania
(Itacetty, Twitter)

Dallo stadio calcistico il tifoso retrocede ad altro stadio: a quello della sua stessa infanzia.
(Eugenio Montale)

La ragione per cui le donne non giocano a calcio è che undici di loro non indosserebbero mai lo stesso completo in pubblico.
(Phyllis Diller)

A volte gli uomini preferiscono il calcio alla figa perché la Champions League, quando pensi ai cazzi tuoi, non ti dice ‘Ti sento distante’.
(albertosorge, Twitter)

Quando una donna ti fa cambiare vita è roba da ridere, ma quando ti fa cambiare la squadra di calcio del cuore, la situazione è seria.
(Stefano Benni)

Nel calcio tutto è complicato dalla presenza della squadra avversaria.
(Jean-Paul Sartre)

Dategli 22 palloni, così la smettono di litigare.
(Cesare Zavattini)

PROVA SPIEGAZIONE FUORIGIOCO A UNA DONNA: Se sei oltre l’ultima cassa, ti lancio un paio di scarpe e tu vai alla porta, l’allarme fischia.
(Zziagenio78, Twitter)

In fin dei conti il calcio è fantasia, un cartone animato per adulti.
(Osvaldo Soriano)

Gli inglesi hanno inventato il calcio, i francesi l’hanno organizzato, gli italiani l’hanno messo in scena.
(Serge Uzzan)

Il calcio non è come il ciclismo. Nel calcio non esiste mai la discesa, c’è solo la salita.
(Maurizio Ganz)

Gli attaccanti vincono le partite. Le difese i campionati.
(John Gregory)

Il calcio è la cosa più importante delle cose non importanti.
(Arrigo Sacchi)

Il calcio è dubbio costante e decisione rapida.
(Osvaldo Soriano)

E’ più difficile colpire una traversa che fare gol. Perché, dunque, non si da alla traversa colpita il valore di due gol? Chissà, però: proprio perché cercherebbero di colpire la traversa, gli attaccanti così farebbero più gol.
(Mario Soldati)

Ci sono giocatori che vanno verso il pallone, quasi tutti. E ci sono palloni che vanno dai giocatori. Succede solo ai più bravi.
(Nils Liedholm)

Il pallone è una bella cosa, ma non va dimenticato che è gonfio d’aria.
(Giovanni Trapattoni)

Il pallone, è come una donna, ama le carezze.
(Eric Cantona)

Io non gioco contro una squadra in particolare. Io gioco per battermi contro l’idea di perdere.
(Eric Cantona)

I calciatori sono gladiatori inzaccherati, il cui unico fine nella vita è infilare un surrogato del cranio umano in mezzo ai pali.
(Elizabeth Hogg)

Sarò soddisfatto soltanto quando si parlerà più dei miei piedi che della mia faccia.
(Franck Ribèry)

Il rugby è uno sport bestiale giocato da gentiluomini. Il calcio è uno sport da gentiluomini giocato da bestie. Il football è uno sport bestiale giocato da bestie.
(Henry Blaha)

C’è sempre qualcosa da salvare da una mediocre partita di calcio: un tackle, un tiro… Si legge un libro incompleto con la convinzione che il prossimo sarò migliore.
(Bernard Pivot)

La tecnica e l’immaginazione, la fatica e la disciplina, il caso e l’errore arbitrale, gli stati che salgono su per una gradinata e scendono giù come un ottovolante… Cosa decide una partita?
(Jorge Valdano)

Rigore.
Il pallone riposa su una luna di calce (luna due volte piena), un fischio impartisce l’ordine e il carnefice aggredisce la sua vittima. L’ordine è quello di una fucilazione, ma il tiro ha l’inconveniente di poter finire fuori bersaglio. Il giornalista e scrittore brasiliano Armando Noguiera ha definito il rigore da questa prospettitiva: “Sentenza di morte nella quale il carnefice può diventare vittima”.
(Jorge Valdano)

Quando un uomo guarda tre partite di calcio di fila, dovrebbe essere dichiarato legalmente morto.
(Erma Bombeck)

Il calcio è il balletto delle masse.
(Dmitri Shostakovich)

Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada, lì ricomincia la storia del calcio.
(Jorge Luis Borges)

Il calcio è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l’unica rimastaci. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro.
(Pier Paolo Pasolini)

Ci sono nel calcio dei momenti che sono esclusivamente poetici: si tratta dei momenti del «goal». Ogni goal è sempre un’invenzione, è sempre una sovversione del codice: ogni goal è ineluttabilità, folgorazione, stupore, irreversibilità. Proprio come la parola poetica.
(Pier Paolo Pasolini)

Il capocannoniere di un campionato è sempre il miglior poeta dell’anno.
(Pier Paolo Pasolini)

Il mio fugace amico uruguagio si chiama Carlos Lorenzo e gridava gol con tutta l’anima ogni volta che vedeva Ghiggia segnare, in televisione, il gol che fece vincere all’Uruguay il mondiale del 1950: “A volte mi capita di vederlo sei volte in un pomeriggio, e tutte e sei le volte non posso fare a meno di gridare come un pazzo”. Era della stirpe di Mario, il tifoso che durante Spagna 82 viveva avvolto in una bandiera argentina. Aveva poco più di cinquant’anni e mi confessò di aver venduto la casa per poter essere a quel mondiale. “E quando torni come farai” gli chiesi. “Non lo so, ma adesso lo sto vivendo e da qui non me lo toglie nessuno”.
(Jorge Valdano)

Può succedere che una partita venga dilatata a saga, a poema epico, e che ogni suo episodio si colori come nessuno avrebbe mai pensato assistendovi o addirittura prendendovi parte.
Il calcio è straordinario proprio perché non è mai fatto di sole pedate. Chi ne delira va compreso, non compatito; e va magari invidiato, non deriso. Il calcio è davvero il gioco più bello del mondo per noi che abbiamo giocato, giochiamo e vediamo giocare.
(Gianni Brera)

L’allenatore di calcio è il più bel mestiere del mondo, peccato che ci siano le partite.
(Nils Liedholm)

Nel calcio c’è una legge contro gli allenatori: giocatori vincono, allenatori perdono.
(Vujadin Boškov)

Il calcio è già difficile per chi ne capisce, figuriamoci per gli allenatori.
(Franco Rossi)

A pallone ci possono giocare tutti; a calcio soltanto in pochi.
(Arrigo Sacchi)

Non si può essere fenomeni tutti i giorni dell’anno. Anche Maradona non sempre giocava da Maradona.
(Diego Armando Maradona)

S’agita a ogni crocevia, a ogni vigilia. Ricorda quei calciatori che invocano sempre il pallone e quando l’hanno tra i piedi non azzeccano né un tiro né un passaggio.
(Dino Basili)

Per calciatori come Maradona, Van Basten, Cruijff, Pelè, la porta iniziava 16 metri prima. Era troppo facile, per loro.
(Gianluigi Buffon)

Corro come un nero per guadagnare come un bianco.
(Samuel Eto’o)

Il sogno di ogni giocatore (condiviso da ogni spettatore) è partire da metà campo, dribblare tutti e segnare. Se, entro i limiti consentiti, si può immaginare nel calcio una cosa sublime, è proprio questa. Ma non succede mai.
(Pier Paolo Pasolini)

Ho sempre sperato che lo spettatore potesse seguire una partita di calcio come un’enigma, e che provasse la stessa sorpresa per un gol come per la soluzione di un giallo di Hitchcock.
(Giacinto Facchetti)

Il calcio è come un pianoforte: otto persone lo caricano in spalla, e tre sanno suonare quel dannato strumento.
(Bill Shankly)

Nel calcio, come nel settore dell’orologeria, il talento e l’eleganza non significano nulla, senza rigore e precisione.
(Lionel Messi)

Alcuni credono che il calcio sia una questione di vita o di morte. Non sono d’accordo.
Il calcio è molto, molto di più.
(Bill Shankly)

La maglia della nazionale Colombia pesa almeno 15 chili.
(Hernán Darío Bun Gomez)

Se sei in area di rigore e non sai cosa fare con la palla, buttala in rete, poi parleremo delle alternative più tardi.
(Bill Shankly)

Cruyff era più bravo, ma il campione del mondo sono stato io.
(Franz Beckenbauer)

In cosa somiglia il calcio a Dio? Nella devozione con cui lo seguono molti credenti e nella sfiducia con cui lo qualificano molti intellettuali…
(Eduardo Galeano)

Strano che non abbia ancora detto che il calcio è uno sport stupendo, ma è chiaro che lo è. I gol hanno quel valore della rarità che i punti e i set non hanno, e quindi ci sarà sempre quel fremito, il fremito di vedere qualcuno fare qualcosa che può essere fatto solo tre o quattro volte in tutta una partita se sei fortunato, neanche una se non lo sei. E mi piace la velocità, la mancanza di una formula prestabilita; e adoro come gli uomini piccoli possano distruggere quelli grandi in un modo che in altri sport è semplicemente impossibile, e il fatto che la squadra migliore non necessariamente vince
(Nick Hornby)

Il football fa sì che i giocatori appaiano splendidi e armonici come altri sport non permettono: un tuffo con colpo di testa perfettamente sincronizzato o un preciso al volo consentono al corpo di raggiungere una compostezza e una grazia che certi atleti non riusciranno mai ad esibire.
(Nick Hornby)

Calcio è calcio.
(Vujadin Boškov)

Prima della partita, ho pensato: “è carne e ossa, come me”. Poi ho capito che mi sbagliavo.
(Tarcisio Burgnich, il difensore italiano incaricato di marcare Pelè)

Ronaldinho è più grande di me? Esattamente di 4 centimetri.
(Pelè)

La palla è rotonda, la partita dura 90 minuti e tutto il resto è solo teoria.
(Sepp Herberger)

Goal è termine inglese e significa scopo, fine, meta d’arrivo. Goal è divenuto universale come il calcio e non ha mai trovato surro­gato in nessuna lingua, neppure in Italia al tempo dei furori xenofobi (a parole): si è tentato di eliminare il termine goal e si è adottato rete in sostituzione. Qualche volta, per necessità di scrittura, capita anche al cronista di servirsi dell’Ersatz, ma lo fa con impaccio, perché «se­gnare una rete» è piuttosto arduo
(Gianni Brera)

Giocare a calcio in contropiede? In nessun modo. Il contropiede è come l’amore: si incontra, non si può pianificare.
(Menotti)

In una squadra di calcio c’è una Santa Trinità: i giocatori, il tecnico e i tifosi. I dirigenti non c’entrano. Loro firmano solo gli assegni.
(Bill Shankly)

E’ sempre meglio far correre la palla, la palla non suda.
(Roberto Baggio)

La cosa che mi manca di più è l’odore dell’erba.
(Dino Zoff)

Non c’è niente di più triste di un pallone sgonfio…
(Pelè)

Odio chi trova colpe anche nella sconfitta. La sconfitta è un dono non richiesto: accresce lo spirito comune e forgia l’anima.
(Mario Kempes)

Che tu vinca o che tu perda, porta sempre a casa una cosa: la dignità.
(Franz Anton Beckenbauer)

Questi sono i calciatori: uomini che giocano con la testa, ma soprattutto con il cuore.
(Ferenc Puskas)

Ho vissuto un calcio in cui certi liberi tiravano una riga vicino alla loro area e dicevano ‘se la passi ti spacco’…”
(Gigi Riva)

Mantieni la calma e passami la palla.
(Frase scritta sulla maglietta di Dimitar Berbatov)

Il calcio costituisce oggi con la musica leggera il solo sfogo dinamico e culturale d’una popolazione nelle cui vene è ormai dubbio che perdurino molti globuli ereditati dai santi e dagli eroi, dai navigatori e dai martiri ai quali si rifà graziosamente la storia imparata a scuola.
(Gianni Brera)

Il calcio è semplice, ma è difficile giocare semplice.
(Johan Cruyff)

Chiunque è capace giocare a calcio se gli si lascia cinque metri di spazio.
(Johan Cruyff)

Ci sono due motivi per cui non gioco a calcio: il primo è la gamba sinistra, il secondo è la gamba destra.
(Roberto Fontanarrosa)

Ventidue gambe hanno loro; ventidue gambe abbiamo noi; il pallone è rotondo; la porta quadrata; l’arbitro è cornuto.
(Oronzo Canà)

In una squadra di calcio esistono nove ruoli e due professioni: il portiere e il centravanti.
(Dadà)

Gavemo un centravanti che no ‘l tira gnanca la cadena del cesso.
(Nereo Rocco a proposito di Alberto Bigon)

La più grossa banalità che sia mai stata detta nel calcio è che l’arbitro bravo è quello che non si nota.
(Pierluigi Collina)

Rigore è quando arbitro fischia.
(Vujadin Boškov)

Saggio è chi pensa. L’arbitro non può essere saggio. Deve essere impulsivo. Deve decidere in tre decimi di secondo.
(Pierluigi Collina)

Dio era dalla nostra parte, ma l’arbitro era francese.
(Hristo Stoichkov)

Non ho toccato io quella palla, è stata la mano di Dio.
(Diego Armando Maradona)

L’ultima volta che ho pronunciato correttamente Schweinsteiger era mattina e stavo dicendo “spegni la sveglia”.
(igorunigor, Twitter)

Il calcio è quella cosa che mentre vai a pisciare la tua squadra del cuore segna.
(David_isayblog, Twitter)

Il mondo del calcio è simile a quello dello spettacolo: il presidente della squadra è il produttore, l’allenatore è il regista, il direttore sportivo equivale al direttore di produzione, i calciatori sono ovviamente gli attori e la partita è il film.
(Mario Cecchi Gori)

Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre.
(Winston Churchill)

Siamo un paese di psicanalisti di Balotelli.
(LucaSofri, Twitter)

Non ci sarà mai un altro Pele. Mio padre e mia madre hanno chiuso la fabbrica.
(Pelè)

Quando avrò vinto tutto, sarò meno egocentrico.
(Josè Mourinho)

L’essenza del calcio attuale? Il Calciomercato. Oggi tutti i giocatori possono cambiare casacca da un momento all’altro. E’ il regno dell’Insecuritas totale. La lotta di tutti contro tutti.
(Maurizio Mosca)

Calcio in sciopero, niente prima giornata. I calciatori protestano, col loro stipendio mensile non arrivavano a fine decennio.
(David_isayblog, Twitter)

Calcioscommesse: scoperte 30 partite sospette.
Nel senso che sembrano le uniche oneste nella storia del calcio.
(lddio, Twitter)

Massa, uccide l’ex moglie, il nuovo compagno, ferisce due ragazzi e si uccide. Queste domeniche senza calcio sono tremende.
(Lia Celi)

Se si ribaltasse una nave carica di calciatori dopo 5 minuti avremmo pronta una legge per asfaltare il mare. #Lampedusa
(Zziagenio78)

Italiani: gli aumenti le tasse, li affami, li porti in rovina e osservano immobili. Gli tocchi la squadra di calcio e diventano belve feroci
(matteograndi, Twitter)

Gli Italiani in piazza scendono solo per il calcio. Bisognerebbe trovare qualcuno che glielo dia
(Lapausacaffè, Twitter)

Su un quotidiano, due immagini: un bambino siriano che muore sotto i colpi di artiglieria del nemico e un calciatore che fa il segno della croce dopo aver fatto un goal. Spero che Dio non legga i nostri quotidiani.
(Fragmentarius)

L’italiano ha un solo vero nemico: l’arbitro di calcio, perché emette un giudizio.
(Ennio Flaiano)

Un paese avrà raggiunto il suo massimo grado di civiltà quando le partite si terranno senza arbitri.
(José Luis Coll)

Commenti:

  • alimadhi alessio

    il calcio è vita, il resto è solo un gioco

    gennaio 10, 2015
  • fabriziocaramagna

    E’ un bel paradosso!

    gennaio 11, 2015
  • adama

    Ho capito che giocato nel sud Italia potevo avere il mondo ai miei piedi e segnato mi potevo avvicinare a Dio.

    gennaio 18, 2016
  • adama

    Il calcio e come un bozzo senza fine quando ci metti il piede non esci più.

    gennaio 18, 2016
  • Tempi Rossoneri

    «Rivera non corre tanto, ma se io voglio avere il gioco, la fantasia, dal primo minuto al novantesimo l’arte di capovolgere una situazione, tutto questo me lo può dare solo lui con i suoi lampi. Non vorrei esagerare, perché in fondo è soltanto football, ma Rivera in tutto questo è un genio» (Nereo Rocco)

    febbraio 3, 2018

Sorry, the comment form is closed at this time.