Scrittori di aforismi su Twitter, Vento Tagliente

Negli ultimi decenni molte riviste di satira come “L’arcibraccio” e “Il male” fino ad arrivare agli anni 90 con “Cuore” si sono estinte, e una parte dell’energia satirica si è riversata su Twitter dando luogo a un movimento di autori davvero vario e di qualità (da alcuni di essi sono poi nate nuove e importanti riviste satiriche online).

Uno degli autori satirici di punta di Twitter è senza dubbio @VentoTagliente (Vento Tagliente). Nella breve nota biografica che compare sul suo personale, l’autore scrive di sé: “Davide Delmiglio nasce il 24 ottobre 1985 a Milano con il sogno di fare il cantastorie, e si innamora fin dall’infanzia di cinema, letteratura e fumetti. Ateo di sinistra, diventa un partigiano del web grazie al microblog fazioso Vento Tagliente, nel quale dà libero sfogo ai pensieri, alle idee e alle idiozie che gli passano per il cervello. Sciamano del LoLington Post, di certo non ha tutte le rotelle a posto, e ne è una prova il fatto che stia scrivendo questa presentazione in terza persona. Un consiglio: prenderlo troppo sul serio, può nuocere gravemente alla salute”.

Da diversi anni Vento Tagliente è autore di contenuti per il web, per la TV e per la radio, in particolar modo ha collaborato con “The Hashtag FightShow” su La3TV, e con “TweetAndShout” su Rai Radio2, ed è uno dei fondatori e redattori del “LoLington Post”, uno dei siti umoristico-satirici italiani più visitati e apprezzati.

Vento Tagliente scrive su Twitter dal maggio 2010. In una intervista apparsa sul blog di Andrea Delogu, l’autore spiega la scelta del suo nome: “Vento Tagliente. Il ‘vento’, una forza inarrestabile della natura, è da sempre la metafora del cambiamento, della rivoluzione; mentre l’aggettivo “tagliente”, oltre alle mie amate lame (Sì, sono uno psicopatico che colleziona coltelli e spade!), rimanda anche ad altri significati: graffiante, sarcastico, ironico”.

BeFunky_Vento_tagliente_aa.jpg

La satira è un mezzo che permette di descrivere con ironia, sarcasmo – e a volte anche con uno sberleffo atroce – personaggi ed eventi della nostra quotidianeità. Fa sempre sorridere, talora fa anche ridere, ma di un riso cattivo, molto amaro. La satira è una grande descrittrice dei nostri tempi e spesso con il suo giudizio critico si prefigge lo scopo – quasi sempre utopico – di dissacrare e castigare i costumi corrotti e ipocriti dei potenti di turno e non solo (“castigat ridendo mores”), cercando di spiegare argomenti importanti, di far ragionare sulle situazioni, di andare oltre la limitazione di pensiero imposta dall’alto. E questo è quello che fa anche @VentoTagliente nella sua scrittura. I tweet di @VentoTagliente sono piccole bombe buttate nella timeline di Twitter che colpiscono un po’ tutti: personaggi della politica (“Un tempo mi si rimproverava che facevo satira di parte; che attaccavo il PdL e il M5S, e mai il PD. Grazie Renzi, per questa opportunità!”), personalità dello spettacolo, della chiesa, e persino la gente comune colta nelle sue ipocrisie e finzioni (“Quando vedo quelli che si infervorano per i guadagni di Fazio, me li immagino rabbiosi e indignati per i compensi dei loro amati calciatori”). “La satira è come un Vento Tagliente: soffia su tutti, amici e nemici. Che poi ferisca o meno, dipende dall’intelligenza di chi ne è vittima” scrive l’autore. Che poi aggiunge: “Le mie armi sono umorismo e satira. Sì, posso infastidire a volte, ma non rischio mai di uccidere qualcuno per sbaglio. Neanche i ladri”.

Presento una selezione di tweet di @VentoTagliente

@Ventotagliente, Tweet scelti

Berlusconi: «Io sono stato l’ultimo premier scelto dal popolo». Sarà per quello che ora non vogliono farci scegliere più?

#QuelloCheLeDonneVogliono é sempre l’opposto di ció che capisci tu. E se avevi capito bene, appena l’hai capito è diventato l’opposto.

Barbara D’Urso: “Saluto tutti i ciechi dell’istituto di Milano: so che ci stanno guardando”. E anche tutti i sordi, che ti ascoltano sempre!

Il nuovo Papa è del 1936, inizia per B e conosce tante sudamericane. Ber… Vi siete cagati addosso? Tranquilli, è Bergoglio. #HabemusPapam

Alfano: «Non siamo disponibili ad un governo di centrosinistra». Immediata la risposta di Renzi: «Nemmeno noi!»

Berlusconi: “Nelle nostre liste il 50% dei candidati verrà dal mondo del lavoro”. Il più antico del mondo.

Grillo attacca Renzi. «È come Mussolini», ha detto prima di espellere altri tre senatori e di segnalare qualche giornalista da censurare.

Leggo che «le donne vanno difese». Non sono d’accordo. Ciò le presuppone deboli e in pericolo. Le donne vanno rispettate. È diverso.

Tutti i mammiferi svuotano la vescica in circa 21 secondi. Ancora ignote le cause della lunga permanenza alla toilette delle donne.

Buffon, infortunato, rischia di non giocare e riceve messaggi minatori: «Gigi, se non giochi, niente sesso per un anno. Te lo dico D’Amico».

Chi pensa di conoscerci per via di quello che scriviamo su Twitter, probabilmente pensa anche che Harrison Ford sia davvero Indiana Jones.

Il PdL inneggia: “Tutti con Silvio!” Non lo so mica se ci state tutti nella stessa cella! #TuttiConSilvio

Grillo incita contro Boldrini: «Cosa faresti in macchina con Laura?» Beppe, fossi in te, in auto guarderei la strada… Visti i precedenti!

Il 2 giugno 1946, gli italiani scelgono di trasformare l’Italia in una repubblica. Oggi, 67 anni dopo, stiamo ancora aspettando. #2Giugno

Grillo esulta per Livorno: «Siamo un virus inarrestabile». Come l’herpes labiale: torna sempre, rompe le balle, e non combina nulla. #radio1

Avevo 6 anni. Non capivo perché tutti i “grandi” guardassero la TV piangendo. Lo capii anni dopo, e piansi anch’io. Piango ancora. #CapaciDi

CEI: «I vescovi non sono obbligati a denunciare i preti pedofili». Ricordate, nemmeno voi siete obbligati ad essere cristiani.

Il Papa ai sacerdoti: «San Paolo non aveva un conto in banca». Non era una battuta, ma loro così l’hanno Intesa.

Il rispetto per i mostri sacri della TV dovrebbe anche essere quello di non trasformarli in mostri da circo davanti a tutti. #Sanremo2014

Prendi una donna, twittala male, lascia che RT per ore. Non farti vivo e se la menzioni fallo come fosse un favore. #LAmoreAiTempiDelTwitter

Basilico nello spazio: la NASA progetta una serra sulla Luna. Un piccolo passo per un uomo, un grande pesto per l’umanità.

Oggi è il compleanno di Obama. A metà di una qualsiasi telefonata, urlate all’improvviso: «Happy birthday, Mr. President!» Lui saprà.

Ok, è un Papa figo col nome di Totti, il sorriso da nonno, e l’accento di Belen. Ma finché non si pronuncia sui temi base… #HabemusPapam

Berlusconi: “Restituiremo i soldi dell’IMU con versamento o in contanti”. In banconote di piccolo taglio. Vieni al Molo 3. Solo e disarmato.

Schettino: “Manca giusta causa per licenziamento”. Una nave da 550 milioni di euro, 30 morti, 2 dispersi, reputazione a puttane… Pignoli!

Oliviero Toscani: «Per evitare stupratori e assassini, via tacchi e rossetto». Oppure via piselli e armi! Mi sembra una valida alternativa!

Ossessionato da Ken, il fidanzato di Barbie, si sottopone a 20 interventi per assomigliargli. Spero gli abbiano anche piallato l’inguine.

Arrestato il boss di YouPorn per evasione fiscale. L’ha messo nel sedere al fisco per anni, e non ha nemmeno pubblicato il video?! Vergogna!

Fa sesso con il cane e muore: era allergica al suo sperma. Così impara a fare le cose senza informarsi, un po’ così… Alla cazzo di cane!

Il dramma non è che ci sia in politica qualcuno paragonabile a Mussolini, ma che non ci sia nessuno paragonabile a Berlinguer!

La Minetti si tocca la pancia e scatta l’ipotesi di una gravidanza. Fortuna che non si è toccata la testa o avrebbero pensato a un cervello!

Muore a 88 anni Alexander Shulgin, l’inventore dell’ecstasy. Insegna agli angeli a cavalcare gli unicorni su arcobaleni infiniti a spirale.

La morte di Mandela rattrista il cuore, ma deve rallegrare il cervello. Da troppo tempo era prigioniero di una nuova prigione: il suo corpo.

Francesca Pascale: «Silvio pagava i fagiolini a 80€/Kg». Non mi stupisce, sapendo quello che pagava le patate!

Belen si sposa. Grande attesa per la conferma del nome dello sposo.

In Canada, nasce la prima chiesa per atei, dove i miscredenti possono riunirsi e socializzare. Non capisco: in Canada non esistono i pub?

Femen si spoglia in Piazza del Popolo contro il PdL. Un po’ come portare una cotoletta umana ad Hannibal Lecter per fargli dispetto.

Due Papi vivi, #2PapiSanti, e un papi condannato. Ah, l’Italia!

Gasparri su Littizzetto: «Se fossi suo padre mi butterei da finestra». Ragazzi, non c’è un modo di falsificare un test di paternità, vero?

Commercialista ferisce cliente con un’ascia per un debito. Se si fa un debito, bisogna accettarlo.

La Sampdoria venduta al produttore dei film di Tinto Brass. Sicuramente d’ora in poi avranno più culo in campo.

Lui era un poeta del Twitter, lei una poser di Instagram. Si amarono a prima lista. #FidanzatiSuTwitter

Osservate con che rabbia questo pericoloso manifestante si butta di schiena contro il manganello del pacifico celerino!

L’Italia si aggiudica due medaglie a #Sochi2014 grazie a Christof Innerhofer e Armin Zoeggeler. Entusiasta il nostro premier Angela Merkel.

I gatti non obbediscono al padrone per cause evolutive. Se discendeste dalle tigri, nemmeno voi ubbidireste ai pronipoti delle scimmie!

Twitter, quasi la metà degli iscritti non cinguetta. Ma scassa i coglioni che è una meraviglia!

Buon #1maggio a tutti i lavoratori. Dopo li chiamo ad uno ad uno per fargli gli auguri. Tanto cinque telefonate posso permettermele…

Nel M5S, dopo le espulsioni, molti parlamentari propendono per l’addio. Gli altri vanno a cercare “propendono” sul dizionario.

Gelmini: «Senza Berlusconi in campo non si vince!» La disperazione del burattino che scopre di poter vivere solo grazie a chi tira i fili.

E quando fai una battuta su Grillo che è cattiva e violenta un quarto di quanto lo sono le sue, i grillini si scandalizzano. La coerenza.

Quando vedo quelli che si infervorano per i guadagni di Fazio, me li immagino rabbiosi e indignati per i compensi dei loro amati calciatori.

Gli inglesi cambiano: il caffè surclassa il tè. Si stanno civilizzando. Altri vent’anni e inizieranno a guidare nel verso giusto.

Maroni: «Sarò un segretario più cattivo». È già andato all’anagrafe per far aggiungere “Spacca” davanti al suo cognome.

Berlusconi: «Per i tedeschi i lager non sono mai esistiti». Un po’ come la mafia per certi italiani…

TgCom: «Orgasmo femminile più frequente grazie a un farmaco presto in commercio». Darà la sensazione di aver appena comprato scarpe nuove.

Mesi fa, Gwyneth Paltrow: «Con il sesso orale, risolvo tutto». Oggi, Gwyneth Paltrow e Chris Martin: «Ci separiamo». Maledetta tonsillite!

Il sito PornHub pianterà un albero ogni 100 video visualizzati. Incredibile, per la prima volta le seghe faranno crescere gli alberi!

Roma, picchia la compagna mentre fanno sesso: «Credevo fosse posseduta». Sì, da un deficiente!

Repubblica: «Piacenza dedica via a Braille, ma ha scelto un vicolo cieco». Vabbè, ma se le battute le fanno loro, noi che ci stiamo a fare?

È provato: se lei è soddisfatta del matrimonio, l’uomo dorme meglio. In effetti, il divano non è sempre così comodo…

Ad Arcore è arrivata Dudina, una escort minorenne a quattro zampe con cui Dudù intrattiene solo cene eleganti. Non buttiamola in cagnara.

Dopo Alfano, anche Fitto si rivolta a Berlusconi. Il prossimo sarà Dudù. Se non li si addestra bene da cuccioli, il rischio c’è!

Uno studio conferma: «La felicità fa paura». Fortuna che appena la raggiungi, qualcuno te la toglie!