Frasi, citazioni e aforismi di Nelson Mandela – Mandela International Day

Tra gli aforismi più citati oggi ci sono sicuramente quelli di Nelson Mandela, considerato una delle persone più importanti del Ventesimo secolo, per le cose che ha fatto e quelle che ha detto. Alcune sue frasi sono famosissime, citate sul web, stampate sulle magliette, scritte su muri e diari: parlano di speranza, della caparbietà di non arrendersi davanti ai fallimenti e al desiderio di libertà e giustizia per tutti.

Qui di seguito, in occasione del Nelson Mandela International Day, giornata di festa internazionale in onore di Nelson Mandela, celebrata il 18 luglio (il compleanno di Mandela), propongo le 60 frasi e citazioni più belle di Nelson Mandela. Tra i temi correlati si veda Le più belle frasi di Mahatma Gandhi e Frasi, citazioni e aforismi di Martin Luther King.

**

Frasi, citazioni e aforismi di Nelson Mandela

nelson-mandela

1) Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è arreso.

2) L’istruzione è l’arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo.

3) Quando a un uomo è negato il diritto di vivere la vita in cui crede, questi non ha altra scelta che diventare un fuorilegge

4) Sembra sempre impossibile finché non viene realizzato.

5) Non sono un santo, a meno che non si pensi a un santo come un peccatore che continua a provarci.

6) Se potessi ricominciare da capo, farei esattamente lo stesso. E così farebbe ogni uomo che ha l’ambizione di definirsi tale.

7) Esseri liberi non significa semplicemente rompere le catene ma vivere in modo tale da rispettare e accentuare la libertà altrui.

8) I veri leader devono essere in grado di sacrificare tutto per la propria gente.

9) Non c’è nulla in grado di dimostrare quale sia la vera anima di una società se non il modo in cui i bambini vengono trattati.

10) Date ai bambini l’amore, le risate e le pace, non l’AIDS.

11) Nel mio paese prima si va in prigione, poi si diventa presidente.

12) Non c’è passione nel vivere in piccolo, nel progettare una vita inferiore a quella che potresti avere.

13) Non c’è niente come tornare in un posto rimasto identico per scoprire in quanti modi sei cambiato.

14) Provare risentimento è come bere veleno sperando che ciò uccida il nemico.

15) Conosci il tuo nemico e impara dal suo sport preferito.

16) La libertà è una sola: le catene imposte a uno di noi pesano sulle spalle di tutti.

17) Il perdono libera l’anima, rimuove la paura. È per questo che il perdono è un’arma potente.

18) Noi ci chiediamo: “Chi sono io per essere così brillante, così grandioso? Pieno di talenti, favoloso?” In realtà chi sei tu per non esserlo?
Tu sei un figlio di Dio.

19) Sapevo che l’oppressore era schiavo quanto l’oppresso, perché chi priva gli altri della libertà è prigioniero dell’odio, è chiuso dietro le sbarre del pregiudizio e della ristrettezza mentale. L’oppressore e l’oppresso sono entrambi derubati della loro umanità.

20) Lasciate che la libertà regni. Il sole non tramonterà mai su una così gloriosa conquista umana.

21) Non mi giudicate per i miei successi ma per tutte quelle volte che sono caduto e sono riuscito a rialzarmi.

22) Si dice che uno non conosce davvero un paese finché non è stato nelle sue carceri. Un paese non dovrebbe essere giudicato da come tratta i suoi cittadini più in alto, ma quelli più in basso.

23) La libertà senza civiltà, la libertà senza la possibilità di vivere in pace non è vera libertà.

24) Una persona che viaggia attraverso il nostro paese e si ferma in un villaggio non ha bisogno di chiedere cibo o acqua: subito la gente le offre del cibo, la intrattiene. Ecco, questo è un aspetto di Ubuntu, ma ce ne sono altri. Ubuntu non significa non pensare a sé stessi; significa piuttosto porsi la domanda: voglio aiutare la comunità che mi sta intorno a migliorare?

25) Odio intensamente le discriminazioni razziali, in ogni loro manifestazione. Le ho combattute tutta la mia vita, le continuo a combattere e lo farò fino alla fine dei miei giorni.

26) Nell’uomo la bontà è una fiamma che può rimanere celata, ma mai estinguersi completamente.

27) La pace non è un sogno: può diventare realtà; ma per custodirla bisogna essere capaci di sognare.

28) È meglio guidare da dietro e spingere gli altri davanti, specialmente quando festeggi la vittoria, quando accadono cose belle.

29) Ho imparato che il coraggio non è l’assenza di paura, ma il trionfo sulla paura. L’uomo audace non è quello che non ha paura, ma quello che conquista la paura

30) Una buona testa e un buon cuore sono una combinazione formidabile. Ma quando ci aggiungi una lingua o una penna colta, allora hai davvero qualcosa di speciale.

31) La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati: la nostra paura più profonda è di essere potenti oltre misura. È la nostra luce, non la nostra ombra, quella che ci spaventa di più.

32) Non c’è passione nel vivere in piccolo, nel progettare una vita che è inferiore alla vita che potresti vivere

33) Le difficoltà piegano alcuni uomini ma ne rafforzano altri. Non esiste ascia sufficientemente affilata da poter tagliare l’anima di un peccatore che continua a provare, armato solo di speranza, con la convinzione che alla fine riuscirà a rialzarsi.

34) Se tu voli basso, non puoi servire bene il mondo.

35) L’istruzione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’istruzione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.

36) Non c’è niente di più incoraggiante per un detenuto politico del sapere che la sua vita non è andata sprecata.

37) Quando ho varcato la porta camminando verso il cancello che mi avrebbe portato alla libertà, sapevo che se non avessi dietro di me lasciato l’ amarezza e l’odio, sarei rimasto ancora in prigione.

38) Quando la proverbiale mancanza di elasticità del burocrate si combina con la meschinità del razzismo il risultato può fare vacillare la mente.

39) La politica può essere rafforzata dalla musica, ma la musica ha una potenza che sfida la politica.

40) Ho camminato sulla lunga strada per la libertà. Ho cercato di non barcollare; ho fatto passi falsi lungo il cammino. Ma ho imparato che solo dopo aver scalato una grande collina, uno scopre che ci sono molte altre colline da scalare. Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un’occhiata da dove ero venuto. Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito.

41) Sconfiggere la povertà non è un atto di carità, è un atto di giustizia. Come la schiavitù e l’apartheid, la povertà non è naturale. È causata dall’uomo e può essere superata e sradicata solo dalle azioni degli esseri umani.

42) Possano le tue scelte riflettere le tue speranze, non le tue paure.

43) Nessuna singola persona può liberare un paese. Si può liberare solo un paese solo se ti comporti come una collettività.

44) Un cieco perseguimento di popolarità a buon mercato non ha nulla a che fare con la rivoluzione.

45) Quando l’acqua inizia a bollire, è da sciocchi spegnere il fuoco.

46) Non sono l’unico che non vuole vendetta. Quasi tutte le persone che erano in carcere con me non vogliono vendetta, perché non c’è tempo per fare qualcosa che non sia provare a salvare la tua gente.

47) Nessuno è nato odiando qualcun altro per il colore della pelle, o il suo ambiente sociale, o la sua religione. Le persone odiano perché hanno imparato a odiare, e se possono imparare a odiare possono anche imparare ad amare, perché l’amore arriva in modo più naturale nel cuore umano che il suo opposto.

48) Per fare la pace con un nemico, dovete lavorare con questo nemico, e questo nemico diventerà vostro complice.

49) Mi piacciano gli amici dalle menti indipendenti che ti consentono di vedere i problemi da angolazioni diverse.

50) Nessuno è nato schiavo, né signore, né per vivere in miseria, ma tutti siamo nati per essere fratelli.

51) Ci sono momenti in cui un leader deve uscire dal gregge, andare in una nuova direzione, fiducioso che egli sta conducendo il suo popolo nella direzione giusta.

52) Se c’è qualcosa che avrebbe potuto uccidermi è svegliarmi la mattina senza sapere cosa fare.

53) Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuore.

54) Unitevi! Mobilitatevi! Lottate! Tra l’incudine delle azioni di massa ed il martello della lotta armata dobbiamo annientare l’Apartheid!”

55) n combattente per la libertà impara la dura lezione che è l’oppressore a definire la natura dello scontro, e all’oppresso talvolta non resta altra scelta se non usare metodi che rispecchiano quelli dell’oppressore. A un certo punto, si può solo rispondere al fuoco col fuoco.

56) Più potente della paura per l’inumana vita della prigione è la rabbia per le terribili condizioni nelle quali il mio popolo è soggetto fuori dalle prigion

57) Io sogno un’Africa che è in pace con se stessa.

58) Nei paesi in cui le persone innocenti stanno morendo, i leader seguono il loro sangue piuttosto che i loro cervelli.

59) Vivi la vita come se nessuno ti stesse guardando, e esprimi te stesso, come se ognuno ti stesse ascoltando.

60) La morte è qualcosa di inevitabile. Quando un uomo ha fatto quello che ritiene il suo dovere per la sua gente e il suo paese, può riposare in pace. Credo di aver fatto quello sforzo ed è per questo che riposerò per l’eternità