Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @seriotonina (reuptake).

@seriotonina, che a proposito della sua biografia mi scrive "Vivo a Milano ma sono del sud", si è iscritta a Twitter nel dicembre 2011. "Mi sono trovata su Twitter per caso, e mi ci sono addentrata molto gradualmente: la cosa che mi attirava è che potevo leggere e interagire liberamente, senza il preconcetto che involontariamente ti costruisci con le persone che conosci".

seriotonina_aaa.jpg

I tweet di @seriotonina sono sospesi tra un lucido e ironico cinismo (tra i tanti si veda questo tweet fulminante ""vi hanno messo troppa empatia nel caffè") e una spiccata sensibilità, due stati d'animo che l'autrice gestisce con grande intelligenza ("solo l'intelligenza permette di gestire il cinismo e la sensibilità contemporaneamente").

Quello che risalta è una "chiarezza disarmante", che altro non è che un modo "semplice e onesto" di descrivere "la vita contorta". Talora questa chiarezza - nella sua lucidità e chiaroveggenza - sembra quasi trasformarsi in uno spietato ritratto di persone, sentimenti e situazioni come se l'autrice - che di professione fa il medico - usasse la sua particolare lente di ingrandimento o il suo steteoscopio per rivelarci delle verità che ci lasciano senza fiato. Si veda come con poche parole @seriotonina ci restituisca quadri limpidi e disarmanti, inducendo a una analisi della nostra coscienza che forse non avremmo voluto fare: "esiste l'onestà, non la fedeltà", "l'apparenza inganna e convince anche", "è stato bello finché non è cominciato", "non è amore, è una dinamica collaudata", "non li fanno più i carnefici di una volta, ormai sono tutte vittime", "sei pronto anche a godere del vuoto che viene dopo l'attimo che hai colto?", "voi non volete l'amore, voi volete dipendere da qualcun altro", "è enfasi, non sono ali".

Se l'aforisma - a partire dal medico Ippocrate - ha sempre avuto un intrinseco scopo curativo, (quasi pillole per la mente), i tweet di @seriotonina vanno letti in questa chiave, sono frasi e aforismi che con la precisione di un bisturi tracciano pochi segni precisi nella realtà e ci invitano a prendere coscienza della sofferenza e dell'inevitabile male del mondo. Forse non ci danno le istruzioni per l'uso ("troppe istruzioni e poco uso" scrive l'autrice in un suo tweet) ma ci aiutano a ridimensionare - grazie al sorriso ironico e allo sguardo disincantato dell'autrice - le proporzioni del mondo.

Presento una selezione dei migliori tweet di @seriotonina. Nella sua sua timeline i tweet si succedono uno dopo l'altro senza lettere maiuscole come se si trattasse di un discorso continuo, uno scorrere solo brevemente sospeso dai punti e dagli intervalli degli spazi bianchi ("continuo l'allenamento, vado a scorrere" scrive in uno dei suoi tweet).

**

@seriotonina, Tweet scelti

-come lo vuole il risvolto?
-positivo.

tutto è impossibile. basta volerlo.

ti sfido ad abbraccio di ferro.

la verità è che vorremmo essere sorpresi con effetti normali.

non li fanno più i carnefici di una volta, ormai sono tutte vittime.

troppe istruzioni e poco uso.

vorrei avvalermi della facoltà di non esserci, vostro dolore.

io le distanze le misuro in anni senza luce.

la notizia buona è che abbiamo ancora voglia di spiegare.
quella cattiva è che abbiamo bisogno di troppe spiegazioni.

si dice "ho un debole", ma è forte.

a noi donne non è permesso entrare dentro col corpo, solo con l'anima.

ritenta, sarai più torturato.

più che una ruota che gira, mi sembra una vanga che scava sempre nello stesso punto.

nessuno ha mai inventato una favola che comincia con "c'è, ora...".

è che io, in superficie, affogo.

Che cosa c'è in fondo al tunnel? Una luce, dei fuochi d'artificio o al contrario una rotonda che ci fa tornare indietro? Se il laboratorio creativo si chiama Twitter, da un tormentone apparentemente così semplice, e anche inflazionato, ("c'è una luce in fondo al tunnel"), possono generarsi decine di aforismi e frasi e sorprendenti all'insegna del paradosso e dell'ironia.

Riporto qui di seguito i migliori tweet.

**

C'è una luce in fondo al tunnel

tunnel

Dopo tutta questa fatica, io in fondo al tunnel non voglio la luce, voglio come minimo i fuochi d'artificio
(cchiara3)

La soluzione è dietro l'angolo, la luce è in fondo al tunnel, la felicità è dietro la porta, oh, mai una cosa che si trovasse dove sto io!
(mlicenza)

Speriamo che la luce in fondo al tunnel non abbia la batteria di un iPhone o la vedo buia per tutti.
(PerryBoone)

Economia: si vede la luce in fondo al tunnel.
Non si vede più.
Ora si vede.
Ora no.
Ah, è un codice morse.
E dice "S I E T E F O T T U T I".
(lddio)

Mi chiedevo perché non si vedesse la luce, sono arrivato in fondo al tunnel e ho scoperto che ce n'è un altro più lungo, puttana la miseria.
(comeprincipe, Twitter)

Prima o poi scopriremo che non era un tunnel, era una rotonda
(saraturchina)

Sto svitando le lampadine della luce in fondo al tunnel.
(TristeMietitore)