Scrittori di aforismi su Twitter, Masse78

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @Masse78 (Tommy 78). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Sono un tipo sentimentale, una volta ho scritto OMA’T sull’ambulanza.

@Masse78 è su Twitter da aprile 2013 “Scrivo su Twitter perché ormai è diventata una droga e ancora non hanno inventato il metadone per i Social Network” mi confida ironicamente.

masse78_aaa.jpg

Nei suoi tweet @Masse78 si muove con l’ironia e l’umorismo di un giocoliere (il “fool” shakesperiano) che ha la percezione dell’assurdità nascosta all’interno dei valori socialmente costituiti e accettati, e decide quindi di farsene beffe sovvertendo la logica che li sostiene e mostrando la percentuale di contraddizione che alligna in essi. Così l’autore cerca di smascherare i tanti tic della nostra società, e lo fa prendendo di mira i due attori principali, l’uomo e la donna, che si cercano continuamente e che non si comprendono mai del tutto, perché alla fine dei conti sono proprio due specie diverse, profondamente estranee l’una all’altra, che vanno in direzioni opposte, con i loro umori, i loro schemi mentali e le loro manie (“Donna che litiga: -Dopo 1 giorno continua -Dopo 1 mese smette -Dopo 1 anno lo rinfaccia. Uomo: -Dopo 1 minuto non ricorda neanche il motivo…” o anche “Le donne chiedono se sono grasse e poi: -Dici si: stronzo -Dici no: bugiardo -Stai zitto: chi tace acconsente. Soluzione: Fingiti morto”).

Un altro dei temi su cui si indirizza l’umorismo dell’autore e il rapporto tra reale e virtuale, tra la vita vissuta e i social network dove questi ultimi diventano il sostituto della vita, portando l’uomo all’alienazione e alla perdita di contatto con i propri simili. La cronologia di navigazione del browser diventa il luogo delle nostre emozioni, la ricerca del segnale wifi diventa più importante della ricerca delle persone, mentre le notifiche dei social network sostituiscono i rapporti reali (“Ti taggano su Facebook. Ti cuorano su Instagram. Ti stellinano su Twitter. Era meglio quando ti limonavano su una panchina”). Ovviamente con la grande autoironia che gli è propria (“L’autoironia è come il doping. Se ce l’hai parti sempre in vantaggio”), @Masse78 appunta i suoi strali e le sue staffilature anche contro se stesso, mostrandosi, con grande leggerezza e autocritica, nelle sue fragilità e debolezze, in bilico tra la ricerca del divano (vera e propria figura simbolica in Twitter), le ore trascorse sui social network e l’inseguimento di una anima gemella che gioca eternamente a nascondino (e che su Whatspapp visualizza e non risponde).

Tra i modelli stilistici che @Masse78 usa per il suo umorismo c’è la cosiddetta elencazione delle cose (dove l’ultimo elemento dell’elenco da una svolta inattesa e imprevista e conferisce all’elenco un tono di comicità) e il cosiddetto dialogo con una voce immaginaria (spesso la donna) dove a un problema posto viene data una soluzione surreale e paradossale, che crea una biforcazione tra il serio e il comico. Da grande umorista qual è, @Masse78 sa bene che è tutta questione di ritmo e così i suoi tweet sono sapientemente calcolati, persino nell’uso delle spaziature, tanto da presentarsi al lettore con un loro stile inconfondibile.

Presento qui di seguito una selezione dei migliori tweet di @Masse78

**

Masse78, Tweet scelti

-Ti innamori: bevi per festeggiare
-Ti lascia: bevi per dimenticare
-Ti manca: bevi per non pensarci
Non sei innamorato, sei alcolizzato.

Meglio un filo di cellulite che un manico di scopa.
Che se volevo toccare solo ossa, nascevo guardiano del cimitero.

-Ti lascio perché non capisci mai quello che voglio dire.
-E dove mi lasci?

E venne Twitter
Che spense Facebook
Che bruciò MSN
Che picchiò Badoo
Che mangiò Google+
Che morse il gatto
Che su Instagram mio padre comprò

-Cosa fai l’8 marzo?
-Festeggio le donne.
-In che modo?
-Metto uno striscione in terrazza con scritto: “C’AVETE TUTTE RAGIONE”.

Le donne chiedono se sono grasse e poi:
Dici si: stronzo
Dici no: bugiardo
Stai zitto: chi tace acconsente.
Soluzione: Fingiti morto.

Cosa dire a una donna incazzata:
-Hai ragione
-Ho torto
-Andiamo all’Ikea?
Se non basta, nasconditi nella sua borsa.
Non ti troverà mai.

Quella voglia irrefrenabile di scrivere:
“SONO UN COGLIONE”
Sotto ai colletti di tutte le polo, per vedere se continuate ad alzarli.

Era meglio quando al posto del Wi-Fi cercavamo la figa.

L’hanno chiamata “Anima gemella”, perché “Campione mondiale di nascondino” pareva brutto.

Li chiamano “Terroni” perché “Persona che offendo perché abita dove vado in vacanza tutti gli anni” sarebbe stato troppo incoerente.

Aver la barba e credere di essere irresistibile, è come aver le sopracciglia ad ali di gabbiano e credere di poter volare.

Se cancelli un ricordo, sei bravo.
Se cancelli il passato, sei saggio.
Se cancelli la cronologia, sei sposato.

Il RT è un po’ come prendere sottobraccio una persona e dirgli:
-“Vieni, ti presento i miei amici”.
Per questo mi piace.

Ti taggano su Facebook.
Ti cuorano su Instagram.
Ti stellinano su Twitter.
Era meglio quando ti limonavano su una panchina.

A voi la notte porta consiglio.
A me ricarica solo il cellulare.

La tua donna cerca le chiavi nella borsa e tu:
-Trovi le tue
-Entri
-Ceni
-Guardi 3 film
-Tutte le stagioni di Lost
Senti urlare: TROVATE!

Donna che litiga:
-Dopo 1 giorno continua
-Dopo 1 mese smette
-Dopo 1 anno lo rinfaccia
Uomo:
-Dopo 1 minuto non ricorda neanche il motivo.

Fidarsi è bene, gettare l’iPhone fuori dalla finestra se lei ti chiede:
“Fammi vedere chi era”, è meglio.

-Cosa vorresti fare nella vita?
-Che giorno è?
-Lunedì.
-Il parrucchiere.

Sarebbe tutto più semplice se i calzini si tenessero per mano dentro la lavatrice.

Visualizzi e non rispondi: Stronzo
Rispondi subito: Sfigato
Elimini l’ultimo accesso: Nascondi qualcosa.
Era meglio col telefono a gettoni.

Se ami veramente una persona lasciala andare, se torna indietro i casi sono due:
1) È amore.
2) È Pietro.

Se ti manda 1 messaggio: è bene
Se ti manda 10 messaggi: è amore
Se ti manda 30 messaggi: è stalking
Se ti manda 50 messaggi: è la Vodafone.

C’è il sesso senza amore,
C’è l’amore senza sesso.
Poi c’è il visualizzato senza risposta, dove capisci che non ci sarà ne sesso ne amore.

Classifica migliori amici:
3) Chi ti ascolta.
2) Chi ti asciuga le lacrime.
1) Chi ti porta via quando sei ubriaco dicendoti: “È un trans”.

La donna al semaforo:
-Si trucca
-Si pettina
-Si veste
-Da il biberon al bambino
-Prepara il pranzo e la cena
L’uomo: si scaccola.

Ho provato ad unire con una penna le punture di zanzara ed è venuta fuori la scritta:
– GRAZIE, STANOTTE È STATO BELLISSIMO –

Sabato: vuoi dormire ma il vicino usa:
-Aspirapolvere
-Martello
-Sega
-Tosaerba
Domenica: vuoi dormire ma devi andare al suo funerale.

Beato chi riesce a dormire con 2 gocce di Chanel N.5.
A me ci vogliono minimo 15 gocce di Valium.

Le coppie più celebri della storia:
5) Dante e Beatrice.
4) Romeo e Giulietta.
3) Renzo e Lucia.
2) Adamo e Eva.
1) Pigiama e Divano.

Dio beve e poi provvede.
Altrimenti non si spiega.

Cerchi l’anima gemella e trovi:
-L’ago nel pagliaio.
-Il pelo nell’uovo.
-Il cuore d’oro nei confetti Crispo.
-Il Boeing malese.
-La morte.

Fidarsi è bene, cancellare la cronologia è meglio.

Quello che ha inventato la crema solare, non aveva la schiena.

Quella sottile differenza tra “Il mondo è piccolo” e lo stalking.

Mi dissero che per farle innamorare dovevo farle ridere.
Ma non capisco perché alla fine si fidanzino sempre con chi le fa piangere.

-Ma da una scala da 1 a 10 secondo te, quanto sono bella?
-Come se fossi caduta dalla scala.

Non ci sorride un Sofficino, figuriamoci la vita.

-Ciao, come va con l’ansia?
-Perché me lo chiedi? Chi ti manda? Sei una spia russa? E se poi ti rispondo e mi pento?

Ogni donna merita un uomo che la guardi come se fosse l’ultima Playstation.

Il fumo uccide.
L’alcool uccide.
La droga uccide.
Ma anche un “Ok” dopo un “Ti amo” non scherza.

Classifica persone perfettamente immobili:
3) Guardie Svizzere.
2) Amanti dentro gli armadi.
1) Donne che si sono appena messe lo smalto.

-Fammi un esempio di truffa premeditata.
-Una volta una donna mi ha detto:
“Decidi tu, per me è uguale”.

Quello che ha inventato il kamasutra aveva la Smart.

L’abito non fa il monaco.
Ma il pigiama fa parecchio domenica.

Prove di coraggio:
1800: Harakiri.
1900: Kamikaze.
1950: Roulette russa.
2000: Bungee Jumping.
2014: Foto senza filtri.

Se lei non risponde al messaggio, smetti di farti mille seghe mentali, la verità è una sola:
Sta ancora cercando il cellulare nella borsa.

Volevo ricordare una cosa agli uomini che hanno passato una vita a dire:
“Le donne son tutte troie”:
Un giorno potreste avere una figlia.

Se sorride 100 volte: è amore.
Se sorride 10 volte: è amicizia.
Se non sorride mai: è Pirlo.
#ItaliaUruguay

-Quando una donna s’incazza è come un diamante.
-Ha mille sfaccettature?
-No, è per sempre.

Per evitare di sentirmi dire dalla mia ragazza:
“Visto che sei in piedi…”
In casa non cammino, gattono.

Se ami davvero una persona c’è solo una cosa da fare:
Andare da lei, dirglielo e passare la vita dallo psicologo perché t’ha detto di no.

-CHI SIAMO NOI?
-Italiani.
-E COSA VOGLIAMO?
-Uscire dalla crisi.
-E QUANDO LO VOGLIAMO?
-Uh, cazzo c’è Sanremo.

Certi amori non finiscono, ti fanno prendere 20 gocce di Xanax al giorno e poi ritornano.

Voi continuate a dire che la vita è una scatola di cioccolatini.
Secondo me assomiglia più ad una di psicofarmaci.

“Non dimenticarmi” lo dici alle password.

Twitter è quella cosa che ti aiuta a non fare un cazzo tutto il giorno, tenendoti impegnato tutto il giorno.

Quando non ho niente da dire, faccio da spettatore.
Leggo.
Se mi piace un Tweet lo stellino.
Se rido lo ritwitto.
E non muoio.

Ti svegli, fai colazione, controlli un attimo Twitter ed è subito cena.

-Stai dormendo?
-No figurati, sto controllando il battito al cuscino.

Errare è umano.
Perseverare è diabolico.
Lamentarsi di Sanremo ma guardarlo tutti gli anni è l’Italia.
#Sanremo2014

Donna al supermercato:
-Telefona all’amica
-Spunta la lista
-Prende cose a 4 mani
-Gioca col figlio.
Uomo:
-Videoconferenza con la moglie.

Nella vita ci son tre cose che non devi mai perdere:
1) La pazienza.
2) La speranza.
3) Le password.

Gente che ritocca talmente tanto le foto per ringiovanirsi che il prossimo filtro su Instagram sarà chiamato:
“Spermatozoo”.

Classifica sport più praticati al mare:
6) Corsa
5) Beach Volley
4) Bocce
3) Racchettoni
2) Nuoto
1) Apnea per tenere in dentro la pancia.

E verrà il giorno in cui tutti i pezzi del puzzle della tua vita combaceranno, e sarà li che apparirà la scritta:
-SEI UN COGLIONE-

Quando distribuivano la capacità di capire le donne, gli uomini erano in fila per la regola del fuorigioco.

Sarebbe tutto più semplice se al posto del cellulare, la mattina tornassimo a guardare i Puffi.

“Visto che sei in piedi” solo se sei Gesù e stai parlando con Lazzaro.

Chissà se hanno inventato prima l’aspirapolvere o il vicino.

A volte non riusciamo a chiudere una scatola di biscotti, figuriamoci col passato.

La vita è una sola.
Eppure c’è gente che la spreca ad invidiare quella degli altri.

Ho sempre pensato di avere qualcosa in più degli altri.
Poi ho capito che era l’ansia.

-Nasci.
-Cresci.
-Ti fidanzi.
-Centro commerciale.
-Ikea.
-Centro commerciale.
-Ikea.
-Centro commerciale.
-Ikea.
-Muori.

Lasci il caricabatterie a casa, chi se ne frega e poi:
60% Ahahahahaha
50% Ahahahaha
40% Ahahaha
30% Ahahah
20% Ahah
10% Ah
3% AAAAAHHHHH!!

Se hai bisogno di uscire sempre tutte le sere, le ragioni sono due:
1) Sei Single.
2) Sei uno che fa la differenziata.

Non illudetevi, farsi crescere la barba è come mettere una tavoletta pelosa ad un WC.
Se sei un cesso, sempre un cesso rimani.

A me sembra inverno.
A lui sembra inverno.
A loro sembra inverno.
A tutti sembra inverno.
Ma alla zanzara non gliene frega un cazzo.

Se ami una persona smetti di fare il misterioso.
Prendi coraggio, chiamala con l’anonimo e chiedile se è interessata a Mediaset Premium.

Se volevo esser cercato dalle donne nascevo in una borsa.

Vai dove ti porta il cuore.
Vai dove ti guida il sesto senso.
Vai dove ti trasporta l’istinto.
Poi torna e vai dallo psicologo.

Dai un problema ad una donna e si metterà a cercarne altri cento.
Dai un problema ad un uomo e si metterà a giocare alla Playstation.

S’i fosse fuoco, arderei il mondo.
S’i fosse vento, lo tempesterei.
S’i fosse acqua, l’annegherei.
S’i fosse donna, c’avrei ragione.

Ne ha salvati più l’autoironia che l’ambulanza.

-Cosa fai dopo aver fatto sesso con la tua donna?
-L’abbraccio forte, tu?
-L’abbraccio piano, sennò la sgonfio.

In amore sarebbe tutto più semplice se le margherite avessero tutte il numero dei petali dispari.

I leggings a fiori, solo se sei un divano.

Nel fine settimana esistono solo tre tipi di uomini:
1) Quelli che vanno all’Ikea.
2) Quelli che vanno al centro commerciale.
3) I single.

L’autoironia è come il doping.
Se ce l’hai parti sempre in vantaggio.

La gente esce dal tunnel della droga ed io non riesco neanche ad uscire da un gruppo di Whatsapp.

Siamo nel 2014, è stato inventato tutto, ma ancora non esiste un orologio per evitare di essere la persona giusta nel momento sbagliato.

-Apri porta
-Scendi scale
-Apri cassonetto
-Butta sacchetto dell’umido
-Sali scale
-Chiudi porta
La mia gita fuori porta di pasquetta.

Sarebbe tutto più semplice se il cuore, prima di inviare segnali, facesse una riunione col cervello.

Se gli entri nel cuore 1 volta: è affetto.
Se gli entri nel cuore 10 volte: è amore.
Se gli entri nel cuore 100 volte: è l’Allegro Chirurgo.

Certi amori non finiscono, ti chiedono una pausa di riflessione di 3 giorni e poi li rivedi dopo 3 anni con due figli per mano.

Su Twitter: Pillole di saggezza.
Nella vita: Gocce di Xanax.

Il meglio deve ancora venire, ma non si sente tanto bene.

Parti per un weekend al mare e trovi:
-Pioggia
-Fulmini
-Tuoni
-Saette
-Uragani
-La balena di pinocchio
-Un’arca
-Noè affogato.

-Non sono ingrassata, è il vestito.
-Si certo, anch’io non sono stempiato, ho i capelli incarniti sotto le tempie.

D’amore non si muore.
Ma a volte si smette di vivere.

Se vuoi farlo innamorare, non gli togliere i vestiti.
Stiraglieli.

Mi da fastidio anche l’etichetta delle mutande, figuriamoci la coda di paglia.

Il caricabatterie è la flebo della vita.

Nella valigia di una donna puoi trovare:
-1295 vestiti
-1295 scarpe
-I 2 liocorni
-L’uomo nero
-Il senso della vita.
-Mai quello che serve.

Ne ha divisi più l’orgoglio che un avvocato divorzista.

Ogni volta che un uomo si fa le sopracciglia ad ali di gabbiano, da un’altra parte del mondo un gabbiano si spenna per penitenza.

Nella vita esiste un rimedio della nonna per tutto.
Tranne per dimagrire.

Fidarsi è bene, non pesarsi è meglio.

Classifica posti più belli del mondo:
5) Grand Canyon.
4) Cascate del Niagara.
3) Muraglia cinese.
2) Caraibi.
1) Dove c’è segnale Wi-Fi.

-Ti lascio perché hai la sindrome di Peter Pan, sei sempre un bambino.
-Ok tanto tu hai la sindrome di Peppa Pig, sei sempre una maiala.

L’amore non si misura in battiti di cuore quando la incontri, ma in gocce di Xanax quando se ne va.

Prima dell’iPad avevamo il PC
Prima del PC avevamo il Commodore
Prima del Commodore avevamo l’Atari
Prima dell’Atari avevamo una vita.

-Amore, dimmi qualcosa che mi faccia capire quanto mi ami.
-Invecchieremo insieme.
-Di più!
-Sarai il mio cantiere.

Le persone:
Si lasciano
Si riprendono
Si lasciano
Si riprendono
Si lasciano
Si riprendono.
Non è amore, è palla avvelenata.

Invece di vantarvi per ore di quello che sapete fare, imparate a fare la cosa più semplice del mondo.
Ascoltare.

Il cervello invia dei segnali.
La mente li interpreta.
La domenica li trasforma tutti in divano.

Nella vita c’è chi conta e chi no.
Poi ci sono io che conto le pecore.

Che bello il fine settimana:
-Il sole.
-Il caldo.
-Il mare.
-La primavera.
-“Amore facciamo il cambio degli armadi?”
-Il lunedì.

Che bello le ferie e poi:
-238 kg di valigie
-53 km di coda
-12 kg presi
-123 ore di pancia in dentro.
Era meglio se restavo a lavorare

Se perdi 1 amico: Pazienza.
Se perdi 2 amici: Rifletti.
Se perdi 10 amici: Lavati.

La gente non nasce pazza, lo diventa per capire meglio le persone.

Da quel che si vede in giro, i leggings dicono sempre la verità a chi li guarda, ma poche volte a chi l’indossa.

Siamo tutti il motivo giusto per fare la cosa sbagliata, di qualcun altro.

Se Dio ha un disegno divino per tutti, quando ha fatto il mio, ho l’impressione che stesse provando le penne.

C’è solo un modo per cambiare una persona.
Da bambini.
Col pannolino.
Dopo che ha fatto la cacca.

Va bene che l’H è muta, ma per alcuni di voi mi sembra anche invisibile.

Quando vi fate un selfie in bagno vicino al cesso, assicuratevi almeno di essere abbronzati.
Che a scambiarvi a volte è un attimo.

Il mondo sarebbe un posto migliore se al posto della musica, fosse illegale scaricare la colpa.

È quella giusta se ti guarda come se fossi l’ultima Louis Vuitton.

Chissà nel frattempo quante composizioni di bagnoschiuma avremmo imparato a memoria stando sul cesso, se non ci fosse stato Twitter.

Sarebbe tutto più semplice se la testa si spegnesse al contatto col cuscino.

Crea più ansia il tuo cellulare in mano di altri, che la roulette russa.

Se ti ama:
Non ti ferisce.
Non ti tradisce.
Non ti mente.
Non ti usa.
Ti dice che all’Ikea ci va da sola.

C’e chi brucia le tappe.
C’è chi brucia le calorie.
C’è chi brucia di passione.
Poi ci son io che per stare su Twitter, brucio la cena.