Scrittori di aforismi su Twitter, NoEbasta

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @NoEbasta (I’ve Got My Period). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autrice scrive di sé: “Sono una donna di 56 anni nel corpo di una 23enne. Il mio hobby preferito è accumulare cose non dette”.

@NoEbasta (che recentemente ha vinto il Twitter Pride 2014 categoria “Nuove Proposte”) si è iscritta a Twitter nel giugno 2012. “Scrivo per esigenza, perché spesso ho difficoltà a dire a voce quello che penso” mi dice l’autrice. “La difficoltà nasce dal fatto che ho sempre faticato ad essere la persona che sono nell’ambiente che mi circonda. Su Twitter i perfezionisti vengono chiamati ‘psicopatici’: sono sempre stata una psicopatica attenta ai dettagli e alle parole in un mondo pieno di persone approssimative e imprecise, e questo mi ha creato non pochi disagi”.

noebasta_aa.jpg

Nei suoi tweet @NoEbasta mette in scena importanti dinamiche psicologiche in maniera così semplice e immediata (e soprattutto ironica) da dissimulare quasi la loro profondità. In pochi caratteri riesce a descrivere concetti complessi come l’autostima, l’insicurezza, l’insoddisfazione, l’accidia tanto che il lettore legge molti tweet e dice: “E’ vero, questo sono io!”.

@NoEbasta è giovane, ha solo 23 anni, ma spesso – con ironia e delicatezza – si diverte a fare un bilancio della sua vita, “bilancio” che in realtà deve leggersi come “bilancia”, il vero e paradossale metro di misura del valore delle cose. E così nei suoi tweet la vediamo alle prese con numeri e pesi e kg dalla cui misura dipende l’autostima: “Sono salita sulla bilancia e mi ha mostrato il valore di un bilocale a Milano centro. In lire” e anche “Prima dell’estate mi ero prefissata di perdere 5 kg. Dai che me ne rimangono solo 10” e “Vedo gente in palestra che alza pesi di 120 kg che è più o meno quello che dovrei perdere io prima dell’estate” e infine ‘Se un uomo di 100 kg si trovasse su Marte peserebbe soltanto 38 kg’. Ciao mamma, vado su Marte”.

L’oscillazione della bilancia diventa la metafora dell’oscillazione dell’autostima dell’autrice: “Essere me significa sentirsi principessa, verme, grassa, strafiga, oca ignorante, Einstein a intervalli di 3 minuti”. E il divano diventa il luogo dello spreco di talento pensando alle tante cose che si possono fare e non vengono fatte per quello strano senso di pigrizia, accidia, inettitudine che avvolge la vita dell’autrice: “Dal divano ho una vista meravigliosa su come spreco i migliori anni della mia vita” e anche “Oggi piove e io andrei al cinema con la mia dolce metà, ma non mi fanno entrare con il divano” e “La vita è quella cosa che anche se sei a casa sul divano a fare niente stai comunque sbagliando qualcosa”.

Quello che colpisce – e che piace – dei tweet di @NoEbasta è la capacità di rappresentare le proprie debolezze senza ipocrisie e filtri, quando invece il mondo circostante possiede quasi sempre un concetto sovradimensionato del proprio io: “Vorrei avere l’autostima di quelli che si fanno le selfie dal basso con il doppio e il triplo mento in primo piano” e anche “I migliori sono quelli che vogliono girare il mondo con lo zaino in schiena ma se mamma li manda alla Coop vicino a casa prendono l’auto” e “Va benissimo l’autostima alta ma ogni tanto prendete anche in considerazione l’ipotesi di fare schifo che male non vi fa”.

Tutti ci riconosciamo in @NoEbasta, perché è come noi (al posto della dieta e del divano ci sarà sicuramente qualche altro simbolo della goffa e imprecisa valutazione delle nostre qualità), mentre quasi nessuno si riconosce o vorrebbe riconoscersi nei personaggi dall’io straripante, quelli che @Noebasta chiama la gente (“- Che schifo! Cos’è quella cosa?- È la gente. Chiudi gli occhi, non guardare”). Ma quello che ci piace di @NoEbasta è anche il fatto che, se descrive se stessa come una “perdente” (si veda questo magnifico paradosso “L’importante è porsi obiettivi raggiungibili, come per esempio diventare un fallito. Ed ecco che sei già un campione), in realtà è tutto fuor che una “perdente”. Grazie all’ironia, alla caricatura, alla esasperazione delle immagini, @NoEbasta allontana sufficientemente da sé i suoi insuccessi e i suoi fallimenti e li contempla a distanza, ridendone – con delicatezza e leggerezza – insieme a tutti noi.

Presento una selezione di tweet di @NoEbasta

**

NoEbasta, Tweet scelti

– Salve, vorrei fare un abbonamento annuale.
– La palestra è al piano di sopra. Questa è una piadineria.
– Si, lo so.

Quello di cui tutti hanno bisogno è qualcuno con cui si sta bene sia a parlare per 3 ore che a stare zitti per 3 ore.

Fra 30 anni vi dispiacerà per tutte le cose che non avete fatto da giovani.
Non perdete tempo: cominciate a dispiacervi fin da subito.

Dal divano ho una vista meravigliosa su come spreco i migliori anni della mia vita.

Vi fidanzate con le stupide perché se ci litigate in 5 minuti è finita lì. Con una intelligente ci discuti per 5 mesi.

Mi immagino i carboidrati che dicono: “Tieni, ti diamo l’energia necessaria. Ah non la usi? Allora ci appoggiamo qui sul culo un attimino.”

Le notti estive e le passeggiate romantiche fino al frigo.

– Descriviti in 3 parole.
– Lo mangi quello?

– Mamma, guarda fuori dalla finestra. Sta crollando qualcosa.
– Non è niente amore, solo le tue prospettive per il futuro.

Scusate ma quindi anche gli ex hanno una vita?
Cioè non passano il resto dei giorni ad amarmi e a rimpiangermi riguardando vecchie foto?

Un minuto fa ero sdraiata sul fianco destro e all’improvviso mi sono girata su quello sinistro. La mia vita è così piena di avventura.

Vorrei sdraiarmi sul divano e dimagrire.

Non credo all’amicizia fra uomo e insalata.

Che bello essere una larva: mangi, mangi, mangi, fai il bozzolo, vai in letargo, dormi, dormi, ti risvegli e sei una gnocca da paura.

Ci sono madre e nonna in cucina che discutono della mia vita sentimentale, praticamente stanno in silenzio da un’ora.

Guida per risolvere ogni problema
1) Analizzare il problema
2) Mettersi sotto le coperte
3) Assumere una posizione fetale
4) Aspettare

Potrei dirti che ti amo ma tu non mi risponderai, perché sei solo una pizza.

La miopia è quella cosa che “Quella la conosco o non la conosco? Si, la conosco, ora la saluto. E se poi…ah no, è solo un cespuglio.”

Da un lato va tutto alla grande e dall’altro io.

– Si ma, un tatuaggio è per tutta la vita. E se poi non ti piace più?
– Anche la tua faccia è per tutta la vita, ma vedo che te la cavi.

A cosa serve la droga se puoi alzarti di scatto dal divano e ottenere lo stesso risultato?

Non è amore, non è l’anima gemella: siete solo entrambi brutti come la fame e vi siete trovati.

Oggi piove e io andrei al cinema con la mia dolce metà, ma non mi fanno entrare con il divano.

Mi ha detto che vorrebbe che fra di noi tutto fosse come in un film così gli ho sparato in una gamba.

Conosco una che quando deve dire qualcosa comincia la frase con “se ti può interessare” e poi però non so per quale motivo continua.

– Che schifo! Cos’è quella cosa?
– È la gente. Chiudi gli occhi, non guardare.

Essere me significa sentirsi principessa, verme, grassa, strafiga, oca ignorante, Einstein a intervalli di 3 minuti.

Un giorno capirò come funziona questa cosa che il momento fra l’essersi svegliati e l’essersi alzati dura 40 minuti.

Capisci di aver sbagliato qualcosa quando il tuo ragazzo ti chiede come mai sei ancora single.

– Dammi un solo motivo per cui io ora non ti sbatta la porta in faccia.
– Ho portato da mangiare.
– Entra, cosa stai sull’uscio!?

Come quando al supermercato tu tendi la mano per prendere il resto in monete e la cassiera lo appoggia sul piano con lo spigolo arrotondato

Comunque mi viene male a pensare che i nostri nonni hanno fatto la guerra e io non riesco manco a dimagrire.

Riuscirò a dimagrire prima dell’estate.
Resta solo da capire di quale anno.

– Piangi?
– No, è che mi è entrata la bilancia in un occhio.

Prima dell’estate mi ero prefissata di perdere 5 kg. Dai che me ne rimangono solo 10.

Quello che ha detto che i soldi non fanno la felicità con cosa la compra la pizza, con le foglie di alloro?

Sento che da qualche parte in fondo al cuore sto dimagrendo.

Ignoro così intensamente che poi alle persone vengono i dubbi sulla propria esistenza.

– Ciao mamma, vado a ubriacarmi e drogarmi nei peggiori locali della città.
– Prendi l’immondizia.

Le persone si dividono in quelle per le quali prima di uscire ti fai i peli e il resto del mondo.

L’estate mi fa paura per due motivi:
1. Ho paura di vedere gente grassa in shorts.
2. Anche io sono grassa.

Ogni volta che declino un invito ad uscire da qualche parte nel mondo nasce uno dei 50 gatti con cui passerò la vecchiaia.

– No guarda, non sei proprio il mio tipo.
– E com’è il tuo tipo?
– Tipo i biscotti.

Voi che scrivete da Salerno, Ibiza, Grecia, Dublino e io che mi alzo solo per scuotere le briciole da sotto la maglietta.

Ogni volta che decido di mettermi a dieta, da qualche parte nel mondo nasce un bombolone alla nutella.

Alla domanda “Hai fame?” lascio rispondere il canto delle balene proveniente dalla mia pancia.

Mi hanno detto “fai come se fossi a casa tua” quindi sono andata in bagno a piangere.

La vita è quella cosa che anche se sei a casa sul divano a fare niente stai comunque sbagliando qualcosa.

Dopo anni di prove ed esperimenti ho verificato che l’unico modo per zittire la vocina che dice “mangia quella brioche” è mangiarla.

Quando mi chiedono come va, rispondo “tutto normale”, perché se mi va male è tutto nella norma.

Ci sono dei momenti nella mia vita in cui sono bellissima e in quei momenti generalmente non mi vede nessuno.

È cominciato ad andare tutto storto dal momento in cui sono nata persona e non gattino.

“Se un uomo di 100 kg si trovasse su Marte peserebbe soltanto 38 kg.”
Ciao mamma, vado su Marte.

Dentro di me ci sono due me: la prima ti pensa in continuazione, l’altra è quella intelligente.

La pizza non vi farà mai una scenata di gelosia se tornate a casa con il profumo di un’altra pizza addosso.

Tutta la poesia del mondo non avrà mai la dolcezza di un semplice “vieni qui”.

L’importante è porsi obiettivi raggiungibili, come per esempio diventare un fallito.
Ed ecco che sei già un campione.

Noi ridiamo e scherziamo ma fra 2 mesi è giugno e abbiamo ancora tutti le ossa grosse.

Parlate tanto di giustizia ma i peli sulle gambe continuano a crescere più veloce dei capelli e nessuno fa niente.

Quando vi sentite brutti e inutili ricordatevi che un giorno sarete anche morti.

Vorrei ringraziare le adolescenti di oggi per farmi sembrare più giovane rispetto a loro che hanno 17 anni.

Il confine tra “faccio uno spuntino” e “mi mangio il frigo insieme a tutti i mobili” è veramente sottilissimo.

Se stai zitto la gente pensa che sei misterioso e intelligente: nessuno sospetta che immagini di fare le treccine agli unicorni.

Correvo per dirti che ti amo ma per fortuna sono inciampata e mi sono rotta il setto nasale appena in tempo.

Nessun fondotinta vi fa belle come la vodka.

Su instagram spopolano i collage di più selfie: perché una sola foto non è abbastanza per contenere tutto l’ego.

Sorella: Cos’è il sarcasmo?
Io: E’ come sparlare alle spalle di qualcuno ma dirglielo direttamente in faccia.

Tweet che nella mia testa sembrano perfetti ma quando li vado a scrivere viene fuori una cosa tipo “Il sole è caldo, che buoni i corn flakes”

Ma che ne sapete voi del dolore se non vi siete mai visti portare via il piatto da davanti prima di fare la scarpetta.

– Nascondere la data del compleanno su facebook.
– Aspettare che i veri amici se la ricordino e ti facciano gli auguri.
-Piangere.

Avete già deciso che disoccupati volete essere da grandi?

Non conosco nessun problema che non possa essere risolto con un pianto isterico sbattendo i piedi a terra come una 5enne.

1^ regola del post sbornia: se lo spazzolino non entra in bocca vuol dire che è la spazzola per i capelli.

Non vado mai a dormire senza prima essermi inventata un problema su cui crogiolarmi tutta la notte fino al mattino

I migliori sono quelli che vogliono girare il mondo con lo zaino in schiena ma se mamma li manda alla Coop vicino a casa prendono l’auto.

Bella l’estate ma volete mettere in inverno quando fa buio presto e potete uscire senza che vi si veda la faccia da scorfano?

Non mangio niente da 40 minuti DOV’È LA MIA TAGLIA 38?

Le mie amiche fanno figli, accendono mutui e io ancora tutte le volte cerco la parte asciutta dell’asciugamano per asciugarmi le mani.

– Amore sembro grassa con questi jeans?
– In che senso “con questi” scusa?

– Mamma cosa c’è da mangiare?
– Niente.
– Ma anche ieri non c’era niente.
– Esatto, ne ho fatto di più così ne bastava anche per oggi.

“Ciao, ti devo chiedere un favore” e io:
Blocca
Esci
Cancella account
Prenota aereo
Cambia identità
Bunker antiatomico in Oklahoma

Se mentre parlate vi guarda spesso le labbra è ora di farsi la ceretta ai baffetti.

La cosa più importante in una relazione è che a entrambi piaccia la pizza, altrimenti non funzionerà mai.

La differenza tra vivere soli o con qualcuno sta nel fatto che quel qualcuno lascia sempre il pacco dei biscotti aperto e diventano mosci.

Come scegliere la foto profilo:
– Farsi 200 selfie
– Scegliere le 4 migliori
– Ricordarsi che si è grassi
– Mettere la foto di un gattino

Regalatemi i mazzi di pizza.

Comunque la matita contorno-labbra scura non va più di moda dal millenovecentomai.

Voglio rassicurarvi dicendovi che se su IG non postate la foto dell’ala dell’aereo con le nuvole vi fanno uscire lo stesso dall’Italia.

Sono quella che quando ascolta le canzoni si concentra su quegli istanti in cui il cantante riempie i polmoni d’aria.

Va bene i cornetti, i muffin i cappuccini ma la colazione migliore di sempre resta la pizza avanzata dalla sera prima.

Ogni uomo ha diritto a una seconda possibilità ma se sa cucinare può averne quante ne vuole.

I vicini mi hanno denunciato al WWF perché tengo in casa un panda poi hanno scoperto che ero io che ho dimenticato di mettere il correttore.

Ho sempre una risposta a tutto e di solito è “posponi”.

L’amore è attaccarsi a vicenda le etichette delle banane in fronte.

– Ti amo.
– Ma ci conosciamo solo da una settimana!
– Lo so, è 6 giorni che voglio dirtelo.

“Sono fatto così” lo andate a raccontare a qualcun altro perché non siamo tronchi, siamo esseri umani e ci dobbiamo sempre migliorare.

Girare a piedi nudi per casa dovrebbe essere consigliato dai medici per combattere lo stress.

Io non capisco cosa aspetti l’Ikea a fare le candele al profumo di voglia di vivere.
E poi quella voglia improvvisa di sfiorarti.
Con un manganello elettrico.

Siamo proprio dei barbari se usiamo ancora la sperimentazione sugli animali e non su quelli che “allora, che mi racconti?”

Quando vedo una foto di una con un enorme mazzo di rose penso a quante pizze poteva comprarsi con tutti quei soldi.

È vero amore quando lo ami nonostante sia solo un gelato.

Mi sorride e io ho già cercato la nostra compatibilità per segno zodiacale e ho provato l’abito da sposa in quel negozietto in centro.

Sono salita sulla bilancia e mi ha mostrato il valore di un bilocale a Milano centro. In lire.

Quindi i cellulari dello spessore di 1mm riuscite ad inventarli invece uno smalto che si asciughi in 5 secondi no.

Gli occhiali da sole in realtà li metto per proteggermi dalle persone.

Vorrei avere l’autostima di quelli che si fanno le selfie dal basso con il doppio e il triplo mento in primo piano.

Apro la borsa e trovo il telefono, le chiavi, un monopattino, un koala, un cuscino, una grattugia, il gatto, l’entrata per Narnia, ecc.

Il miglior modo per spiegare l’argomento “tasse” a un bambino è mangiare il 40% del suo gelato.

Il tuo problema è che prendi tutto troppo seriamente quando l’unica cosa che dovresti prendere sono le goccine.

Non conosco nulla di più pericoloso di una donna a dieta con il ciclo.

– Se ti ho detto “no” una volta non significa che ti dirò di “no” anche la seconda.
– Quindi se te lo richiedo mi dici “si”?
– No.

Vedo gente in palestra che alza pesi di 120 kg che è più o meno quello che dovrei perdere io prima dell’estate.

Mi stava antipatico, poi ho visto che mandava giù 3 Brufen alla volta con la vodka e ho capito che è l’uomo della mia vita.

Non capisco perché la giornata abbia solo 24 ore. Ho bisogno di molto più tempo per non fare niente.

La mia delusione quando ho capito che i followers non si possono usare come buoni in pizzeria voi non avete neanche idea.

Se cercate un’idea regalo per quest’inverno potete regalarmi un collier di diamanti e rubini Cartier, che così non prendo freddo al collo.

Regalatemi mazzi di sistemi nervosi.

– Cos’è che mi è appena volato sopra la testa?
– È un anno. Volano spesso da queste parti.

Fine agosto è quella cosa che scelgo diario, penne colorate, evidenziatori, quaderni bellissimi poi ricordo che ho 22 anni e un lavoro.

Che voglia di tornare ai tempi in cui il problema più grosso era abbinare i quaderni alle varie materie.
L’amore è un’invenzione dell’Ikea.

Non sei tu, sono io che sono troppo per te.

Quel momento in cui guardo il cellulare e sorrido, la gente pensa che io riceva messaggi carini dal mio fidanzato invece leggo twitter.