Frasi, aforismi e battute divertenti sull’economia

La parola economia significava nel mondo antico “amministrazione della casa”. Il termine economia deriva infatti dalle parole greche “oikos” (casa) e “nomia” (norma). Oggi l’economia è uscita dalle nostre quattro mura domestiche per influenzare in modo sempre più rilevante le decisioni politiche degli stati nazionali.

Presento una selezione di frasi, aforismi e battute divertenti sull’economia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul denaro e i soldi, Frasi, citazioni e aforismi sulla globalizzazione e Frasi, citazioni e aforismi sul capitalismo. Per gli altri temi economici (banche, inflazione, Euro, etc) si veda la sezione Frasi e aforismi finanziari.

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sull’economia

economia

Il capitalismo non è intelligente, non è bello, non è giusto, non è virtuoso e non produce i beni necessari. In breve, non ci piace e stiamo cominciando a disprezzarlo. Ma quando ci chiediamo cosa mettere al suo posto, restiamo estremamente perplessi.
(John Maynard Keynes)

L’economia sa tutto di te e tu non sai niente dell’economia. La tua banca sa tutto di te, di quanti soldi hai, e quando li spendi; ma tu non sai niente di cosa fa la banca dei tuoi soldi e dove li mette, e se ce li ha!
(Beppe Grillo)

1. Se è verde o si muove, è biologia.
2. Se puzza, è chimica.
3. Se non funziona, è fisica.
4. Se non si capisce, è matematica.
5. Se non ha senso, è economia o psicologia.
(Arthur Bloch Guida pratica alla scienza moderna, Legge di Murphy)

L’economia mondiale è oggi un gigantesco casinò.
(Fidel Castro)

L’economia mondiale sta diventando una nozione così astratta che molti non hanno neanche più il conto in banca!
(Achille Chavee)

Globalizzazione. Seduti su una sedia svedese, useremo un operatore spagnolo per chiamare una compagnia francese. E prenotare un Roma-Milano.
(matteograndi, Twitter)

Mentre le funzioni economiche un tempo rappresentavano solo una parte secondaria, esse ora stanno al primo posto. Di fronte a loro vediamo arretrare sempre più le funzioni militari, amministrative, religiose.
(Emile Durkheim)

L’economia ha i suoi alti e bassi. Oggi cala l’occupazione, domani sale la disoccupazione.
(Anonimo)

Non puoi fare una buona economia con una cattiva etica.
(Ezra Pound)

Chi non s’intende di economia non capisce affatto la storia.
(Ezra Pound)

Non sono uno che capisce molto di economia. Per esempio, mi aspettavo che la notizia che l’universo è infinito facesse crollare il prezzo delle case.
(Teo Guadalupi)

Se tutti gli economisti confrontassero le loro teorie, non raggiungerebbero mai una conclusione
(George Bernard Shaw)

Quando un economista vi risponde, non ci si ricorda più che cosa gli avete domandato.
(André Gide)

Ci sono due problemi nella mia vita. Quelli politici sono insolvibili, mentre quelli economici sono incomprensibili.
(Alec Douglas-Home)

L’economia dipende tanto dagli economisti quando il tempo dalle previsioni meteorologiche.
(Jean Paul Kauffmann)

La sola funzione delle previsioni in campo economico è quella di rendere persino l’astrologia un po’ più rispettabile.
(John Kenneth Galbraith)

L’economista non farebbe l’economista, ma vivrebbe di rendita, se conoscesse l’arte di prevedere.
(Sergio Ricossa)

La borsa ha ormai raggiunto una notevole stabilità.
(Irving Fisher, docente americano di economia, dieci giorni prima del 28 ottobre 1929, data che segna il crollo di Wall Street)

Prevedo che il 1929 sarà un anno di prosperità.
(Roger Babson, economista)

Il crollo del ventinove. Uno dei tanti simboli negativi dell’uomo. Uno in meno dei trenta denari.
(Fabrizio Caramagna)

Gli uomini si riprendono assai meglio dalle delusioni amorose che da quelle economiche.
(George Bernard Shaw)

Economia. Fare a meno del necessario per risparmiare denaro e comprare il superfluo.
(John Garland Pollard)

Spendiamo soldi che non abbiamo ancora guadagnato, per comprare cose di cui non abbiamo bisogno, per fare colpo su persone che non ci piacciono.
(Will Rogers)

L’uomo non è un fattore economico in più, o un bene scartabile, ma qualcosa che ha una natura e una dignità non riducibili a semplici calcoli economici.
(Papa Francesco)

Ogni teoria o azione economica e politica devi adoperarsi per fornire ad ogni abitante della terra quel minimo benessere che consenta di vivere con dignità, nella libertà, con la possibilità di sostenere una famiglia, di educare i figli, di lodare Dio e di sviluppare le proprie capacità umane.
(Papa Francesco)

Mercati e denaro devono tornare ad essere i servi e non i padroni della nostra visione e dei nostri valori.
(Jakob von Uexkull)

Uomini e donne stanno morendo di fame. Dobbiamo comprendere il fatto che le leggi economiche non sono fatte dalla natura. Sono fatti da esseri umani.
(Franklin D. Roosevelt)

La preoccupazione per il bene pubblico deve diventare la forza che anima il nostro ordine economico.
(Marjorie Kelly)

La razza umana vale cento volte di più dei principi economici.
(Antoine de Saint-Exupery)

Il futuro è nelle mani di Dio, non di maghi e economisti.
(Papa Ratzinger)

I mercati possono rimanere irrazionali più a lungo di quanto tu possa rimanere solvibile.
(John Maynard Keynes)

Un grande economista deve possedere una rara combinazione di doti: deve essere allo stesso tempo e in qualche misura matematico, storico, politico e filosofo; deve saper decifrare simboli e usare le parole; deve saper risalire dal particolare al generale e saper passare dall’astratto al concreto nelle stesso processo mentale; deve saper studiare il presente alla luce del passato, per gli scopi del futuro. Nessun aspetto della natura dell’uomo o delle istituzioni umane gli deve essere aliena: deve essere concentrato sugli obiettivi e disinteressato allo stesso tempo; distaccato e incorruttibile, come un artista, ma a volte anche terragno come un politico.
(John Maynard Keynes)

Ma questo lungo termine è una guida fallace per gli affari correnti: nel lungo termine siamo tutti morti.
(John Maynard Keynes)

Se devi alla tua banca cento sterline, tu hai un problema. Ma se ne devi un milione, il problema è della banca.
(John Maynard Keynes)

Recessione è quando il tuo vicino perde il posto; depressione è quando lo perdi tu.
(Harry Truman)

La “recessione a V”, divenne a U, poi a L, poi a W. Di sicuro con una W rovesciata si vorrebbe scrivere: “M gli economisti”
(Fragmentarius)

La recessione è finita. Ora inizia la miseria.
(Anonimo)

ECONOMIA SOMMERSA Fondata sul doppio lavoro e sul lavoro nero, è l’economia che ha permesso all’Italia di emergere in anni in cui l’economia emersa affondava.
(Giuseppe Pontiggia)

I derivati sono armi finanziarie di distruzione di massa.
(Warren Buffett)

“Derivati”. Uno compra una cosa che non esiste, fatta da un’azienda che non c’è ancora, con i soldi che non ha. Questa è la grande lesione cerebrale.
(Beppe Grillo)

Il fine dello studio dell’economia non è acquisire una serie di soluzioni bell’e pronte per i problemi economici, ma imparare a non lasciarsi ingannare dagli economisti.
(Joan Robinson)

Il deficit è ciò che si ha, quando si ha meno di quando non si ha nulla.
(Curt Goetz)

Credo che dovrei mettervi in guardia che, se risultassi essere particolarmente chiaro, probabilmente fraintendereste quello che ho detto.
(Alan Greenspan, governatore della Fed)

Dai giornali non si capisce nulla. Niente si capisce. Quando trattano di economia è come se parlassero in aramaico stretto. Tu apri il quotidiano e leggi: “RBS e SANTANDER a un passo da ABN. Golden share contro l’avanzata di GAZPROM. OPA di ENEL su SUEZ, alt di MINC sì di CONSOB”. Che uno pensa di avere il giornale al contrario. È tutto un kamasutra di sigle, abbreviazioni, non si capisce qual è il soggetto e qual è il complemento oggetto, cioè chi l’ha messo in quel posto a chi.
(Luciana Littizzetto)

Nel nostro tempo la sventura consiste nell’analfabetismo economico, così come l’incapacità di leggere la semplice stampa era la sventura dei secoli precedenti.
(Ezra Pound)

E’ molto apprezzabile che il popolo di questa nazione non comprenda nulla del sistema bancario e monetario. Perché se lo comprendesse, penso che ci troveremmo di fronte a una rivoluzione entro domani mattina.
(Henry Ford)

Un economista e’ un uomo che esprime l’ovvio in termini di incomprensibilità.
(Alfred Knopf)

Come ci si può attendere dalla Borsa serietà ed affidabilità, dato che nella maggior parte delle lingue è un vocabolo di genere femminile?
(Raoul Bouchat)

Non ci può essere economia dove non c’è efficienza.
(Benjamin Disraeli)

Sembra che sulla scia della crisi dei mercati finanziari occidentali si stia delineando non solo una geopolitica e una geoeconomia dello spread, ma anche una sorta di georeligione del differenziale fra interessi sui titoli di Stato tedeschi e dei Paesi cattolici.
(Massimo Franco)

Tutta la nostra economia si basa su una produttività che ha poco a che fare con l’esigenze umane. Prima o poi l’intero sistema crollerà rivelando la fallacia di un’economia basata sulla finanza.
(Elias Dawlabani)

Tante persone grasse significano tanti contadini contenti, tanti produttori di fertilizzanti felici, tanti dipendenti di fast-food felici anche loro… Felicità e gioia per tutti. Il grasso inonda tutta l’economia, con uno tsunami di prosperità.
(Douglas Coupland)

Oggi l’economia è fatta, per costringere tanta gente, a lavorare a ritmi spaventosi per produrre delle cose per lo più inutili, che altri lavorano a ritmi spaventosi, per poter comprare, perché questo è ciò che da soldi alle società multinazionali, alle grandi aziende, ma non dà felicità alla gente.
(Tiziano Terzani)

Nel capitalismo l’attività economica, il successo, i guadagni materiali diventano fini in se stessi. Diventa destino dell’uomo contribuire allo sviluppo del sistema economico, accumulare il capitale non per la propria felicità o salvezza, ma come fine in sé. L’uomo diventa un semplice ingranaggio dell’immensa macchina economica
(Erich Fromm)

Al posto degli uomini abbiamo sostituito i numeri e alla compassione nei confronti delle sofferenze umane abbiamo sostituito l’assillo dei riequilibri contabili.
(Federico Caffè)

Ciò che non abbiamo oggi, non lo abbiamo avuto ieri e non lo avremo domani. Si chiama stabilità economica.
(Fabrizio Caramagna)

Se pensi che a nessuno importa se sei vivo, prova a saltere un paio di rate della macchina.
(Earl Wilson)

Questa strana economia produce, nel flusso dei suoi affari, prodotti che sono distruttivi o fraudolenti o non necessari o non usabili, ovvero tutte e quattro le cose insieme.
(Wendell Berry)

Ogni volta che risparmi 5 scellini togli a un uomo un giorno di lavoro.
(John Maynard Keynes)

Il vero problema è che le spese sono giornaliere, mentre lo stipendio è mensile.
(Mauroemme)

Secondo gli economisti stiamo attraversando un’epoca di ricchezza senza precedenti: infatti adesso non riusciamo a pagare le tasse di una Mercedes nuova invece che di un’utilitaria usata.
(Sam Ewing)

Il punto di vista del governo sull’economia può essere riassunto in poche, brevi frasi. se qualcosa si muove, tassala; se continua a muoversi, regolala; e se si ferma, sussidiala.
(Ronald Reagan)

Il denaro pubblico non esiste. Non esiste che il denaro dei contribuenti.
(Margareth Thatcher)

Se si mette il governo federale responsabile del deserto del Sahara, entro 5 anni ci sarà una carenza di sabbia.
(Milton Friedman)

Non credo alle statistiche se non quando le ho falsificate.
(Winston Churchill)

Un economista è un esperto che saprà domani perché le cose che ha predetto ieri non sono successe oggi.
(Laurence Johnston Peter)

Un economista è qualcuno che vede funzionare le cose nella pratica e si domanda se esse possono funzionare nella teoria.
(Stephen M. GoldFeld)

Nella storia c’è sempre stato un piccolo gruppo radicale che rifiuta di parlare la stessa lingua degli altri cittadini e nessuno può capire. Si chiamano separatisti. Oggi abbiamo lo stesso tipo di gruppo a livello globale. Si chiamano economisti.
(Jay Leno)

Gli economisti sono dei chirurghi che posseggono un ottimo scalpello e un bisturi sbrecciato: lavorano a meraviglia sul morto e martirizzano il vivo.
(Nicolas de Chamfort)

Il prossimo Nobel per l’economia andrà al tizio che riusciva a vendere i fagiolini 80€ al kg.
(ItsCetty, Twitter)

Qual è quell’animale cieco, sordo, tardigrado, impotente, ostinato, che ogni cosa dimentica, nulla capisce, e persevera nell’errore? – Il risparmiatore, il risparmiatore!
(Arrigo Cajumi)

Mentre le funzioni economiche un tempo rappresentavano solo una parte secondaria, esse ora stanno al primo posto. Di fronte a loro vediamo arretrare sempre più le funzioni militari, amministrative, religiose.
(Émile Durkheim)

Oggi la nostra teologia è l’Economia.
(James Hillman)

Ce n’è abbastanza per i bisogni di ognuno, non per l’avidità di ognuno.
(Mathama Gandhi)

Chi crede che una crescita esponenziale possa continuare all’infinito in un mondo finito è un folle, oppure un economista.
(Kenneth Boulding)

Il problema dell’economia di mercato libera è che richiede così tante guardie per farla funzionare.
(Neal Ascherson)

Ogni cosa vale il prezzo che l’acquirente è disposto a pagare per averla.
(Publilio Siro)

“La ringrazio per la domanda”. Firmato: l’offerta.
(IdeeXscrittori, Twitter)

I bilanci sono come i bikini: le parti più interessanti restano nascoste.
(Cyril Northcote Parkinson)

Gli uomini si riprendono assai meglio dalle delusioni amorose che da quelle economiche.
(George Bernard Shaw)

E’ un dovere di ogni generazione pagare i propri debiti. Rispettare questo principio eviterebbe molte guerre.
(Thomas Jefferson)

Benedetti siano i giovani, perché loro sarà il debito nazionale.
(Herbert Hoover)

Il debito pubblico americano è così grande che può badare a se stesso.
(Ronald Reagan)

I Buoni del Tesoro andranno in paradiso?
(Gino Patroni)

Economia: si vede la luce in fondo al tunnel.
Non si vede più.
Ora si vede.
Ora no.
Ah, è un codice morse.
E dice “S I E T E F O T T U T I”.
(lddio, Twitter)

Negli anni sessanta abbiamo avuto il miracolo economico. Adesso invece solo un miracolo può salvarci.
(Fragmentarius)

Sono proibite le discussioni sulla fame. Questo per quanto riguarda le nuove misure economiche.
(Slobodan Simic)

Questa economia l’hanno costruita uomini con i jeans e ora la stanno distruggendo uomini con la bombetta.
(Slogan di Occupy Wall Street)

La peggior debolezza delle democrazie è la paura economica.
(Albert Einstein)

La fiducia è l’istituzione invisibile che regge lo sviluppo economico.
(Kenneth Arrow)

Le quattro parole più pericolose in un investimento sono “Questa volta è diverso”.
(John Templeton)

Incolpare gli speculatori come causa della crisi finanziaria risale al tempo dei Greci. E’ quasi sempre la risposta sbagliata.
(Larry Summers)

Non ho voglia di fare niente, ma anche questo supera le mie possibilità economiche.
(Zoran Stanojević)

L’economia moderna non si occuperà più di ridistribuzione della ricchezza e comincerà a preoccuparsi della ridistribuzione del tempo e delle opzioni.
(Douglas Coupland)

Il miracolo economico che si è verificato gli Stati Uniti non è stato prodotto da imprese socializzate, da cartelli governo-sindacati o dalla pianificazione economica centralizzata. È stato prodotto da imprese private in un sistema di profitti e perdite.
(Milton Friedman)

Verso la fine degli Anni Settanta è terminata la Prima rivoluzione industriale, nel senso che abbiamo smesso di vivere grazie alla ricchezza che producevamo. Siamo entrati nella Seconda rivoluzione industriale, in cui poco alla volta abbiamo bruciato i nostri risparmi e cominciato a vivere di debito. a crisi finirà solo quando cambieremo il nostro paradigma economico. Dobbiamo passare dalla Seconda rivoluzione industriale alla Terza, per smettere di consumare le ricchezze del passato e tornare a produrre liberando la nostra creatività.
(Jeremy Rifkin)

Le grandi trasformazioni economiche della storia avvengono quando una nuova tecnologia di comunicazione converge con un nuovo sistema energetico.
(Jeremy Rifkin)

E un giorno dobbiamo porci la domanda: “Perché ci sono quaranta milioni di poveri in America?” E quando si inizia a porre la domanda, si sollevano dubbi sul sistema economico, su una più ampia distribuzione della ricchezza. Quando si pone questa domanda, si inizia a mettere in discussione l’economia capitalistica.
(Martin Luther King Jr.)

Sui mercati, i vuoti scambi di proprietà sono stati parzialmente rovesciati dall’accesso condiviso ai servizi commerciali nei network open-source. Gran parte dell’economia, come viene insegnata oggi, è sempre più irrilevante per spiegare il passato, capire il presente e prevedere il futuro
(Jeremy Rifkin)

La presente crisi globale dimostra che l’etica non è qualcosa di esterno all’economia, ma è una parte integrale e ineludibile del pensiero e dell’azione economica.”
(Papa Francesco)

Chi crede che una crescita esponenziale possa continuare all’infinito in un mondo finito è un folle, oppure un economista.
(Kenneth Boulding)

La crescita infinita del consumo materiale in un mondo finito è una cosa impossibile.
(EF Schumacher)

Economia ed ambiente non dovrebbero essere considerati l’una in opposizione all’altra.”
(Jacob Rothschild)

L’economia non riguarda cose e oggetti materiali tangibili; riguarda gli uomini, il loro significato e le loro azioni.
(Ludwig Von Mises)

L’economia è una parte consistente della vita e va considerata con semplicità da una parte e consapevoli che rispondere alle questioni economiche vere è rispondere a questioni umane. (Sergio Ricossa)