Frasi, citazioni e aforismi sulla legge

Quante sono le leggi in Italia? Nessuno lo sa con precisione. Secondo “Normattiva”, un progetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Senato e della Camera dei Deputati, nel 2009, in Italia, il corpus normativo statale dei provvedimenti numerati (leggi, decreti legge, decreti legislativi, altri atti numerati), dalla nascita dello Stato unitario è valutato in “circa 75.000? unità. Ma secondo altre fonti il numero di leggi del nostro paese è decisamente superiore a questa cifra. Di sicuro siamo ben lontani dalla Gran Bretagna (3000 leggi), dalla Germania (5500 leggi) e dalla Francia (7000 leggi).

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla legge. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulle regoleFrasi, citazioni e aforismi sulla giustizia e i giusti.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla legge

Legge_Law

Tre cose formano una nazione: la sua terra, il suo popolo, e le sue leggi.
(Abraham Lincoln)

Tu che hai fatto la legge, chiunque tu sia, obbedisci alla legge.
(Pittaco)

La legge nasce da uno stato di disperazione circa la natura umana.
(Josè Ortega Y Gasset)

Alcune leggi non sono scritte, ma sono più precise e salde di quelle scritte.
(Detti giuridici)

Le leggi, anche le migliori si possono solo rispettare o temere, ma non amare.
(George Christoph Lichtenberg)

Le buone leggi rendono più facile fare la cosa giusta e più difficile quella sbagliata
(William E. Gladstone)

La legge deve esprimere l’aspirazione generale, promuovere l’utile di tutti, rispondere a un battito del cuore della Nazione. La Nazione intera deve esser dunque, direttamente o indirettamente, legislatrice.
(Giuseppe Mazzini)

Molti furono i casi in cui la giustizia potè trionfare soltanto facendosi beffe delle leggi.
(Thomas Hardy)

La legge degli uomini è come la banderuola di un vecchio campanile che varia e si muove secondo come spirano i venti.
(Lev Tolstoj)

Dove finisce la legge comincia la tirannia.
(William Pitt Conte di Chatham)

Trovi una nazione forte dove le leggi valgono qualcosa.
(Publilio Siro)

Fare una legge e non farla rispettare equivale ad autorizzare la cosa che si vuole proibire.
(Richelieu)

Se vogliamo che la legge venga rispettata, per prima cosa dobbiamo fare leggi rispettabili.
(Louis Brandeis)

Dove troverai le leggi più numerose, lì troverai anche le più grandi ingiustizie.
(Re Agesilao II)

In fuga dalle leggi della giungla, si è imbattuto nella giungla delle leggi.
(Nicolae Petrescu Redi)

Ci sono dei casi in cui la giustizia e la legge sono dei cugini così lontani che neanche si parlano.
(Elis Râpeanu)

Più uno Stato è corrotto, più fa leggi.
(Publio Cornelio Tacito)

Una proliferazione di nuove leggi crea una proliferazione di nuove scappatoie.
(Arthur Bloch)

La giustizia è uguale per tutti. Non è colpa nostra se non tutti sono uguali.
(Altan)

Se esistono diecimila norme si distrugge ogni rispetto per la legge.
(Winston Churchill)

Se vediamo che non possiamo imporre una legge, imporremo un’altra legge per farla rispettare.
(Victor Martin)

Le cattive leggi sono la peggior sorte di tirannia.
(Edmund Burke)

Se le leggi potessero parlare, per prima cosa si lamenterebbero dei giuristi.
(Lord Halifax)

Le leggi più benevole vengono raramente rispettate; quelle più severe, raramente messe in atto.
(Benjamin Franklin)

Per i cittadini le leggi si applicano, per gli amici si interpretano, per alcuni si eludono.
(Giovanni Giolitti)

Impossibile contare le leggi «ad castam», per proteggere i privilegi della classe politica. E le leggi «ad aziendas», per tutelare il bottino dei soliti noti imprenditori, anzi prenditori.
(Marco Travaglio)

Le leggi sono come le tele di ragno, in cui solo i deboli restano inviluppati, mentre i potenti le spezzano e se ne liberano.
(Anacarsi, citato da Solone)

Le donne hanno ragione a ribellarsi contro le leggi, perché noi le abbiamo fatte senza di loro.
(Michel de Montaigne)

Perché, o stolti, far birberie fuor della legge? c’è tanto posto di farne dentro!
(Carlo Dossi)

Non c’è tirannia peggiore di quella esercitata all’ombra della legge e sotto il calore della giustizia.
(Montesquieu)

Non possiamo aspettarci che le persone abbiano rispetto per la legge e l’ordine fino a quando non insegneremo il rispetto a chi abbiamo affidato il compito di fare rispettare tali leggi.
(Hunter S. Thompson)

“La legge è uguale per tutti” è una bella frase che rincuora il povero, quando la vede scritta sopra le teste dei giudici, sulla parete di fondo delle aule giudiziarie; ma quando si accorge che, per invocar la uguaglianza della legge a sua difesa, è indispensabile l’aiuto di quella ricchezza che egli non ha, allora quella frase gli sembra una beffa alla sua miseria.
(Piero Calamandrei)

La legge è uguale per tutti gli straccioni.
(Carlo Dossi)

Esclamò: “La legge è uguale per tutti”, e l’eco gli arispose: “Ma lei esaggera!”
(Luigi Locatelli)

La legge, nella sua solenne equità, proibisce così al ricco come al povero di dormire sotto i ponti, di elemosinare nelle strade e di rubare pane.
(Anatole France)

Meno le persone sanno di come vengono fatte le salsicce e le leggi e meglio dormono la notte.
(Otto von Bismarck)

Occorre che la legge sia breve, in modo che l’inesperto possa comprenderla facilmente.
(Lucio Anneo Seneca)

Le leggi troppo lunghe sono calamità naturali.
(Louis de Saint-Just)

Le leggi inutili indeboliscono le leggi necessarie.
(Montesquieu)

Per la legge è di grande importanza essere chiara poiché questo è il presupposto, affinché essa non sia ingiusta.
(Sir Francis Bacon)

Quante più parole si adopera in distendere una legge, tanto più scura essa può diventare.
(Ludovico Antonio Muratori)

Una volta votate tutte le leggi, dovremo fare una legge per il loro utilizzo
(Victor Martin)

In Italia sono in vigore duecentomila leggi diverse, per fortuna temperate da una generale inosservanza.
(Luigi Carnelutti)

Si dice anche che la civiltà di una nazione si misuri dalle sue leggi. Insomma la legge è legge e va rispettata. Il problema sorge solo nel momento in cui un buon italiano, diligente e volenteroso, vuole mettersi in regola e cominciare pazientemente a superare la sua ignoranza applicandosi a studiare cosa si può e cosa non si può fare. (…) Purtroppo tutta questa premessa è inutile perché gli italiani, non solo la gente qualunque, ma anche fior fiore di giudici e avvocati, devono scartabellare in polverosi volumi tra Regi Decreti di fine Ottocento fino alle più recenti leggi repubblicane. Non basta, bisogna anche conoscere la dottrina, le consuetudini, le sentenze che spesso fanno legge a sè. E quindi probabilmente ignoranti siamo e ignoranti resteremo.
(Pino Aprile)

Se la legge non ammette ignoranza, allora è diritto di ogni cittadino che ogni legge sia comprensibile senza che gli necessiti una laurea in Giurisprudenza.
(Dario de Judicibus)

Finché la legge del senso comune non entra in vigore, si applica la legislazione vigente.
(Ilija Markovic)

Si può osservare come la classe di coloro che fanno le leggi parla una propria lingua o dialetto che nessun altro comprende. Tutte le leggi vengono scritte in questa lingua ed esse lavorano attivamente per aumentarne il numero.
(Jonathan Swift)

Nel momento in cui si legge qualcosa che non si può capire, si può quasi essere certi che è stata scritta da un legislatore.
(Will Rogers)

Non esiste modo migliore di esercitare l’immaginazione che lo studio della legge. Nessun poeta interpreterà mai la natura così liberamente come un avvocato la verità.
(Jean Giraudoux)

Vi sono leggi che il legislatore ha compreso tanto poco che nell’applicarle risultano contrarie allo scopo stesso che egli si è prefisso.
(Montesquieu)

Abbiamo scritto milioni e milioni di leggi per far rispettare i dieci comandamenti. Come possiamo pensare che ci sia giustizia in queste leggi?
(Anonimo)

Non mi trovo con il sistema di vita occidentale. Se devo vivere secondo la legge allora che siano le leggi di Dio. Se non sono le leggi di Dio allora vivrò secondo le mie leggi. Tutte le loro leggi sono fatte dagli uomini. E io sono un uomo. E chi sono loro per essere superiori a me?
(Bob Marley)

Il buon cittadino è quello che non può tollerare nella sua patria un potere che pretende d’essere superiore alle leggi.
(Cicerone)

Non ci sono abbastanza prigioni, non abbastanza poliziotti, non abbastanza tribunali per applicare una legge non sostenuta dal popolo.
(Hubert Horatio Humphrey)

Se il governo infrange la legge, alimenta il disprezzo per la legge.
(Louis Brandeis)

È meno male non avere leggi, che violarle ogni giorno.
(Ugo Foscolo)

Quando gli uomini sono puri, le leggi sono inutili; quando gli uomini sono corrotti, le leggi vengono infrante.
(Benjamin Disraeli)

Di legale in Italia c’è solo l’ora. E anche quella non è per tutto l’anno.
(Anonimo)

Mi ricordo quando ‘legale’ si riferiva a una cosa di giustizia, ora significa un certo tipo di scappatoia.
(Charles Whiting

La Natura ha strane leggi, ma lei, almeno le rispetta.
(Leo Longanesi)

Più passa il tempo e più i processi non finiscono mai, giunge prima la prescrizione, si diffonde in ognuno un più che giustificato senso di impunità. E le regole progressivamente spariscono.
(Gherardo Colombo)

Le leggi son, ma chi pon mano ad esse?
(Dante Alighieri)

Uno stato è governato bene quando i cittadini obbediscono ai magistrati, e i magistrati alle leggi.
(Solone)

Il legislatore non deve proporsi la felicità di un certo numero di cittadini escludendone altri, ma bensì la felicità di tutti.
(Platone)

La legge non può persuadere dove non può punire.
(Thomas Fuller)

Dove non c’è legge non c’è libertà.
(John Locke)

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi.
(Cicerone)

Le leggi sono le condizioni, colle quali uomini indipendenti ed isolati si unirono in società, stanchi di vivere in un continuo stato di guerra e di godere una libertà resa inutile dall’incertezza di conservarla.
(Cesare Beccaria)

Senza l’istruzione, le migliori leggi restano inutili.
(Vincenzo Cuoco)

Nessuno uomo è sopra la legge, e nessun uomo è al di sotto di essa.
(Teddy Roosevelt)

Chiunque si arroga il diritto di non rispettare la legge sbagliata autorizza gli altri a non rispettare quelle valide.
(Denis Diderot)

Una legge ingiusta rende ingiusto uno stato.
(Mahatma Gandhi)

Il miglior modo per far abrogare una pessima legge consiste nel farla applicare rigorosamente.
(Abraham Lincoln)

Una stessa legge per il leone e per il bue è oppressione.
(William Blake)

La legge ingiusta è in sé e per sé una specie di violenza. A maggior ragione lo è il venire arrestati per averla infranta.
(Gandhi)

Le persone buone non hanno bisogno di leggi che dicano loro di agire in modo responsabile, mentre la persone malvage troveranno un modo per aggirare le leggi.
(Platone)

Se giudichi secondo coscienza – dimentica la legge; se giudichi secondo la legge – scordati la coscienza.
(Sergei Sidorov)

La giustizia coincide solo occasionalmente con la legge e con l’ordine.
(Michael Connelly)

Una legge, per quanto rispettabile sia la pena, non può trasformare improvvisamente il temperamento dei tempi.
(Edward Gibbon)

Le leggi e le istituzioni, al pari degli orologi, devono periodicamente essere pulite, ricaricate e regolate sull’ora esatta.
(Henry Ward Beecher)

La storia è l’unica scienza che cambia le leggi da un momento all’altro, da un’epoca all’altra. Se la fisica e la chimica facessero lo stesso, saremmo morti all’istante.
(Corneliu Vadim Tudor)

Con cattive leggi e buoni funzionari si può pur sempre governare. Ma con cattivi funzionari le buone leggi non servono a niente
(Otto von Bismarck)

Vi è un solo giustizia fondamentale che cementa la società, e una legge che stabilisce questa giustizia. Questa legge è la retta ragione, che è la vera regola di tutti i comandamenti e divieti. Chi trascura questa legge, scritta o non scritta, è necessariamente ingiusto e malvagio.
(Cicerone)

Le leggi di Dio sono più semplici di quelle degli uomini
(Carlos Saavedra Weise)

Lo Stato chiama «legge» la propria violenza, e «crimine» quella dell’individuo.
(Max Stirner)

Fra le armi tacciono le leggi.
(Cicerone)

Non v’è vita senza legge. Qualunque cosa esiste, esiste in un certo modo, secondo certe condizioni, con una certa legge.
(Giuseppe Mazzini)

A vergogna degli uomini, si sa che le leggi del gioco sono le sole che dappertutto siano giuste, chiare, inviolabili e osservate.
(Voltaire)

Essere sordo tra il silenzio della legge e la legge del silenzio – l’omertà.
(Nicolae Petrescu Redi)

I criminali che fanno le leggi. È il delitto perfetto.
(Slobodan Simi?)

Non è contro la legge di essere un idiota.
(Cassandra Clare)

Deve stimarsi poco vivere in una città dove possano meno le leggi che gli uomini.
(Niccolò Machiavelli)

Ogni legge è inutile e anche fatale (per quanto eccellente possa essere di per sé), se la nazione non è degna della legge e fatta per la legge.
(Joseph de Maistre)

Tutti i diritti hanno la loro origine in una legge, e voi, ogni qualvolta non potete invocarla, potete essere tiranni o schiavi, non altro: tiranni se siete forti, schiavi dell’altrui forza se siete deboli.
(Giuseppe Mazzini)

È pericoloso dire al popolo che le leggi non sono giuste, perché obbedisce proprio per il fatto che le crede giuste. Perciò bisogna dirgli al tempo stesso che deve obbedire loro perché sono leggi, così come deve obbedire ai superiori non perché sono giusti, ma perché sono superiori.
(Blaise Pascal)

Ogni Paese ha le sue leggi, ogni famiglia le sue regole.
(Proverbio cinese)