Frasi, citazioni e aforismi sulla tolleranza e l’intolleranza

In occasione della Giornata Internazionale della Tolleranza (“International Day for Tolerance”), presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla tolleranza e l’intolleranza. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi contro il razzismo e Frasi, citazioni e aforismi sul fanatismo.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla tolleranza e l’intolleranza

tolleranza_tolerance

La tolleranza non ha mai provocato una guerra civile; l’intolleranza ha coperto la terra di massacri.
(Voltaire)

Non condivido con ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.
(Attribuito a Voltaire)

Io non amo affatto la parola tolleranza, ma non ne ho trovate di migliori.
(Mahatma Gandhi)

Abitua il tuo intelletto al dubbio e il tuo cuore alla tolleranza.
(Georg Christoph Lichtenberg)

Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la verità per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola della nostra condotta è la tolleranza reciproca.
(Mahatma Gandhi)

Cristiano, ebreo, musulmano, sciamano, zoroastriano, pietra, terra, montagna, fiume, ognuno ha un modo segreto e unico di relazionarsi con il mistero, e non può essere giudicato.
(Rumi)

La tolleranza è il più grande dono della mente; essa richiede al cervello lo stesso sforzo necessario per stare in equilibrio su una bicicletta.
(Helen Keller)

La piaga del genere umano è la paura e il rifiuto della diversità: il monoteismo, la monarchia, la monogamia e, nella nostra epoca, la monomedicina. La convinzione che ci sia un solo modo giusto per vivere, un solo modo giusto per regolare le questioni religiose, politiche, sessuali, mediche è la causa principale della più grande minaccia per l’uomo: i membri della sua stessa specie, decisi ad assicurare la sua salvezza, la sicurezza e la sanità mentale.
(Thomas Szasz)

Non ci vuole una grande arte né un’eloquenza molto ricercata, per provare che dei cristiani devono tollerarsi a vicenda. Dirò di più: vi dirò che bisogna considerare tutti gli uomini come nostri fratelli. Che! Mio fratello il turco? Mio fratello il cinese, l’ebreo, il siamese? Sì, senza dubbio: non siamo tutti figli dello stesso padre, e creature dello stesso Dio?
(Voltaire)

Non pensare di dare botte in testa alla gente che non la pensa come te. Sarebbe altrettanto razionale darti botte in testa da solo perché sei tu stesso diverso da come eri dieci anni fa.
(Horace Mann)

Che cos’è la tolleranza? È la prerogativa dell’umanità. Siamo tutti impastati di debolezze e di errori; perdoniamoci reciprocamente le nostre sciocchezze: questa è la prima legge di natura.
(Voltaire)

La tolleranza appare fra tutte le cose del mondo la più adatta a riportarci all’età dell’oro, a creare un concerto e un’armonia di più voci e strumenti di diversi toni e note, almeno altrettanto gradevole quanto l’uniformità di una voce sola.
(Pierre Bayle)

Il più grande risultato dell’educazione è la tolleranza. Tanto tempo fa, gli uomini combattevano e morivano per le loro credenze, ma ci sono volute ere per insegnare loro un altro tipo di coraggio – il coraggio di riconoscere e rispettare le credenze e la coscienza dei loro fratelli. La tolleranza è il principio primo della comunità, è lo spirito che conserva il meglio del pensiero dell’uomo.
(Helen Keller)

La tolleranza più importante è quella dell’individuo da parte della società e dello stato… Quando lo stato prevale sull’individuo e ne fa uno strumento privo di volontà propria, si smarriscono i valori più alti.
(Albert Einstein)

Tolleranza è concedere a ogni altro essere umano tutti i diritti che si reclamano per sé stessi.
(Robert Green Ingersoll)

Ho imparato a rispettare le idee altrui, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare.
(Norberto Bobbio)

“Libertà, Fraternità, Uguaglianza”, d’accordo. Ma perchè non aggiungervi “Tolleranza, Intelligenza, Conoscenza?”
(Laurent Gouze)

Per poter criticare, si dovrebbe avere un’amorevole capacità, una chiara intuizione e un’assoluta tolleranza.
(Mahatma Gandhi)

La tolleranza è una fase provvisoria. Essa permette a coloro che si amano di sopportarsi mutualmente, attendendo il momento in cui potersi amare.
(Vladimir Jankélévitch)

Non la diversità di opinioni, che non si può evitare, ma il rifiuto della tolleranza a quelli che hanno opinioni diverse, che avrebbe potuto essere concessa, ha prodotto la maggior parte delle contese e delle guerre di religione che sono sorte nel mondo cristiano.
(John Locke)

Dobbiamo tollerarci a vicenda, perché siamo tutti deboli, incoerenti, soggetti all’incostanza e all’errore. Un giunco piegato dal vento nel fango dirà forse al giunco vicino, piegato in senso contrario: “Striscia come me, miserabile, o presenterò un’istanza perché ti si strappi dalla terra e ti si bruci”?
(Voltaire)

Se tutta l’umanità meno uno fosse della stessa opinione, e solo un individuo dell’opinione contraria, l’umanità non avrebbe maggior diritto di ridurre al silenzio quell’uomo, di quanto ne avrebbe questo, se lo potesse, di ridurre al silenzio l’umanità.
(John Stuart Mill)

La prova del coraggio avviene quando siamo in minoranza. La prova della tolleranza avviene quando siamo in maggioranza.
(Ralph W. Sockman)

Il risultato del più alto grado di istruzione è la tolleranza.
(Helen Keller)

Nella pratica della tolleranza, il nemico è il miglior insegnante.
(Dalai Lama)

La tolleranza verso coloro che hanno opinioni diverse in materia di religione è a tal punto consona al Vangelo e alla ragione, che appare una mostruosità che ci siano uomini ciechi, di fronte a una luce così chiara.
(John Locke)

Mostrarsi tolleranti nei confronti degli altri e del loro modo di stare al mondo implica il riconoscimento di una sottile superiorità della propria posizione o del proprio punto di vista.
(Richard Carlson)

La tolleranza dovrebbe in verità essere solo un sentimento transitorio: essa deve portare al rispetto. Tollerare significa offendere.
(Johann Wolfgang Goethe)

Vi è un limite oltre il quale la tolleranza cessa d’essere virtù.
(Edmund Burke)

La tolleranza illimitata porta alla scomparsa della tolleranza. Se estendiamo l’illimitata tolleranza anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo disposti a difendere una società tollerante contro gli attacchi degli intolleranti, allora i tolleranti saranno distrutti e la tolleranza con essi.
(Karl Popper)

La tolleranza diventa un crimine quando si applica al male.
(Thomas Mann)

La tolleranza perde l’aureola se premia la mediocrità.
(Dino Basili)

Chi tollera un torto ne chiama cento.
(Proverbio)

La tolleranza è come il vino: un po’ fa bene, troppa è dannosa.
(Beppe Severgnini)

La tolleranza delle opinioni, se è veramente piena, consiste nel non esercitare pressioni su nessun tipo di opinione finché non provoca un’azione criminale.
(Bertrand Russell)

Ho visto dimostrare una grande intolleranza per difendere la tolleranza.
(Samuel Taylor Coleridge)

L’intolleranza è una forma di egoismo, e condannare l’egoismo in maniera intollerante significa condividerlo.
(George Santayana)

La tolleranza è un altro nome per l’indifferenza.
(William Somerset Maugham)

La tolleranza è composta da nove parti di apatia ed una di amore fraterno.
(Frank Moore Colby)

Non diventare così tollerante da tollerare l’intolleranza.
(Bill Maher)

La tolleranza è una virtù straordinaria, ma i vicini immediati della tolleranza sono l’apatia e la debolezza.
(Sir James Michael Goldsmith)

Nel mondo viene definita Tolleranza, ma all’inferno si chiama Disperazione; è il peccato di non credere in nulla, di non curarsi di nulla, di non interessarsi di nulla, di non interferire in nulla, di non godersi nulla, di non odiare nulla, di non trovare scopo in alcunché, di vivere per niente e restare vivi soltanto perché non c’è alcun scopo per cui morire.
(Dorothy L. Sayers)

Si diventa tolleranti soltanto nella misura in cui si perde di vigore, si cade amabilmente nell’infanzia, e si è troppo stanchi per tormentare gli altri con l’amore o con l’odio.
(EM Cioran)

La tolleranza è la virtù del debole.
(Marchese de Sade)

La società moderna si concede il lusso di tollerare che tutti dicano ciò che vogliono perché oggi, di fondo, tutti pensano allo stesso modo.
(Nicolás Gómez Dávila)

Nella tolleranza c’è forza; nell’intolleranza, prepotenza.
(Roberto Gervaso)

Nessuna qualità umana è più intollerabile nella vita ordinaria, né in fatti tollerata meno, che l’intolleranza.
(Giacomo Leopardi)

Amare tutta l’umanità può riuscire più facile del tollerare una sola persona.
(Alessandro Morandotti)

Molto pochi sono gli uomini che possono tollerare negli altri i propri difetti.
(Arturo Graf)

Se dovessimo tollerare negli altri tutto quello che permettiamo a noi stessi, la vita non sarebbe più sopportabile.
(Georges Courteline)

La tolleranza non può sedurre i giovani
(EM Cioran)

In materia di sessualità oggi noi, uno per uno, siamo, malati o sani, nient’altro che degli ipocriti. Sarebbe un bene per tutti noi se, come risultato di tale onestà generale, venisse raggiunto un certo grado di tolleranza nelle cose sessuali.
(Sigmund Freud)

L’italiano tollera solo per non avere grane.
(Roberto Gervaso)

Siamo tolleranti e civili, noi italiani, nei confronti di tutti i diversi. Neri, rossi, gialli. Specie quando si trovano lontano, a distanza telescopica da noi.
(Indro Montanelli)

Bisogna che gli uomini, per meritare la tolleranza, comincino col non essere fanatici.
(Voltaire)

L’intolleranza è di tutti i tempi. Non esiste religione che non abbia avuto i suoi fanatici. Siamo tutti inclini all’adorazione. Tutto ci pare eccellente in quel che amiamo, e ci infastidiamo quando ci viene mostrato il difetto dei nostri idoli.
(Anatole France)

L’esercizio dell’intolleranza trae origine dall’insicurezza.
(Zygmunt Bauman)

Se dovessimo svegliarci una mattina e scoprire che tutti sono della stessa razza, credo e colore, troveremmo qualche altra causa di pregiudizio entro mezzogiorno.
(George Aiken)

La verità è che gli uomini animati da una fede comune non hanno nulla di più urgente che sterminare quelli che la pensano diversamente, soprattutto se la differenza è minima.
(Anatole France)

Gli uomini si sono creati degli Dei diversi pur di avere qualche motivo di intolleranza in più.
(Stellario Panarello)

L’intolleranza è segno d’impotenza.
(Aleister Crowley)

L’uomo è in grado di comprendere tutto; e come si agita il vento e cosa avviene sul sole, ma capire come un altro uomo possa soffiarsi il naso in modo diverso da quello in cui se lo soffia lui, questo no, non lo può capire.
(Ivan Turgenev)

Tutte le leggi mettono un freno alla tolleranza, anche quelle promulgate per rafforzarla.
(George Bernard Shaw)

L’intolleranza nasce da una proterva presunzione d’infallibilità.
(Roberto Gervaso)

Le verità sona intolleranti e, tra loro, si detestano.
(Alessandro Morandotti)

Bisogna che lo spirito d’intolleranza sia poggiato su ben cattive ragioni, perché cerchi dappertutto i più vani pretesti.
(Voltaire)

L’intolleranza non produce che ipocriti o ribelli: quale funesta alternativa!
(Voltaire)

Gli intolleranti, spesso, sono soltanto ignoranti. Non dispongono di termini di paragone, giudicano il mondo chiusi nel loro angolo. La possibilità di confronto è una ricchezza, una gioia e una fortuna. Insegna la prospettiva, i modelli e le relazioni. Essere aperti è un vantaggio.
(Beppe Severgnini)

Ho appreso il silenzio dai loquaci, la tolleranza dagli intolleranti, e la gentilezza dagli scortesi; stranamente, tuttavia, non sono riconoscente a questi insegnanti.
(Khalil Gibran)

Il viaggio insegna la tolleranza.
(Benjamin Disraeli)

La tolleranza non è non avere credenze. E’ come le tue credenze ti portano a trattare le persone che sono in disaccordo con te.
(Timothy Keller)

La discordia è il male più grande del genere umano, e la tolleranza ne è il solo rimedio.
(Voltaire)

Per avere fede nel mio percorso, non ho bisogno di dimostrare che il percorso di qualcun altro è sbagliato.
(Paulo Coelho)

E se le nostre divergenze non possono essere risolte oggi, almeno possiamo cercare di rendere il mondo un luogo sicuro per le diversità. Perché, in fin dei conti, il nostro più elementare legame è che tutti noi abitiamo questo piccolo pianeta, respiriamo la stessa aria, ci preoccupiamo per il futuro dei nostri figli, e siamo tutti mortali.
( John F. Kennedy, dal discorso alla American University, 10 giugno 1963)