Frasi, citazioni e aforismi sulla pubblicità

La prima pubblicità televisiva andò in onda in Italia nel febbraio del 1957 sui canali RAI. Lo spot durava la bellezza di 10 minuti, e veniva ripetuto una sola volta al giorno. Fu inserito infatti tra il telegiornale serale ed il programma in prima serata. Tra i primi prodotti pubblicizzati, c’erano il celebre liquore Cynar, e l’ammorbidente AVA che da li lanciò il famosissimo spot “Ava, come lava!”.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla pubblicità. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla comunicazione, Frasi, citazioni e aforismi sulla persuasioneFrasi, citazioni e aforismi sulla televisione.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla pubblicità

pubblicità_advertising

La pubblicità ha lo scopo di indurre la gente a comprare delle cose di cui non ha bisogno, con denaro che non ha, per impressionare altre persone che le sono antipatiche.
(Anonimo)

Anche Dio crede nella pubblicità; infatti ha messo campane in ognuna delle sue chiese.
(Sacha Guitry)

Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece schiamazzano come impazzite. Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina.
(Henry Ford)

La pubblicità emoziona, innamora, seduce. Suscita emozioni. Un chilo di pubblicità può contenere 999 grammi di razionalità, ma brillerà e si distinguerà per il suo grammo di follia.
(Luis Bassat)

Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia
(Seth Godin)

Nella nostra fabbrica, facciamo il rossetto. Nella nostra pubblicità, vendiamo speranza.
(Peter Nivio Zarlenga)

Il novanta per cento del successo di qualsiasi prodotto o servizio sta nella sua promozione e marketing.
(Mark Victor Hansen)

Più il programma è interessante, più sarà interrotto dalla pubblicità.
(Arthur Bloch)

Il giorno in cui saremo in grado di mettere la pubblicità sulle nuvole, lo faremo di sicuro.
(Guido Jonckers)

Se dovessi fare della pubblicità commerciale, mi affiderei all’agenzia che ha inventato il natale.
(vincenzruggero, Twitter)

La maggior parte della pubblicità non fa tanto appello alla ragione quanto all’emozione.
(Erich Fromm)

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo.
(Henry Ford)

La pubblicità è vecchia come il mondo. Infatti, come tutti sanno, cominciò il serpente a decantare a Eva le virtù della sua frutta.
(Cesare Marchi)

Con tutta questa gente che guarda in basso, io riempirei i marciapiedi di pubblicità.
(lab_jazz, Twitter)

Si possono conoscere gli ideali di una nazione attraverso la sua pubblicità.
(Norman Douglas)

La pubblicità non è una scienza. È persuasione. E la persuasione è un’arte.
(Bill Bernbach)

La pubblicità è la più grande forma d’arte del XX secolo.
(Marshall McLuhan)

La pubblicità è l’unica forma d’arte che l’America ha inventato e sviluppato.
(Gore Vidal)

Vendere un prodotto senza fare pubblicità è come ammiccare a una ragazza nel buio: tu sai quello che stai facendo ma nessun altro lo sa.
(Edgar Watson Howe)

Nessuno, a parte la zecca, può fare soldi senza pubblicità.
(Thomas Macaulay)

Il televisore è un contenitore pieno di prodotti. Dentro ci sono detersivi, automobili, macchine fotografiche, cereali per la prima colazione e altri televisori. Non sono i programmi a essere interrotti dalla pubblicità, ma è il contrario. Un televisore è una forma di imballaggio elettronico. Non è altro. Senza i prodotti, non esiste nulla. Il concetto di programma educativo è un’idiozia.
(Don DeLillo)

Ho un bel darmi la pena di scrivere a chiare lettere sul mio televisore NIENTE PUBBLICITA’. GRAZIE, i canali continuano a diffonderla comunque!
(Eric Chevillard)

A vedere certi film penso quanto sia bella la pubblicità.
(Oliviero Toscani)

Senza annunci pubblicitari, che tiene in piedi i media? La fatina buona?
(Samuel Thurm)

Per permettere alla società dei consumi di continuare il suo carosello diabolico sono necessari tre ingredienti: la pubblicità, che crea il desiderio di consumare, il credito, che ne fornisce i mezzi, e l’obsolescenza accelerata e programmata dei prodotti, che ne rinnova la necessità.
(Serge Latouche)

La pubblicità è un mezzo studiato per rendervi scontenti di ciò che avete e farvi desiderare ciò che non avete.
(Serge Latouche)

La prima legge della pubblicità è di evitare le promesse concrete e coltivare il deliziosamente vago.
(Bill Cosby)

In generale, i miei figli si rifiutano di mangiare tutto ciò che prima non ha ballato in tv.
(Erma Bombeck)

È terribile vivere in un mondo di spot pubblicitari di dieci secondi, dove tutti ti spingono a comprare qualcosa, a fare qualcosa, o a pensare qualcosa. In passato, gli esseri umani non subivano una tale aggressione. E penso che questi continui attacchi abbiano reso l’uomo eccessivamente arrendevole. Estromessi dall’esperienza diretta, estromessi dai nostri sentimenti e talvolta persino dalle nostre stesse emozioni, assumiamo troppo prontamente il punto di vista offertoci e che non è il nostro.
(Michael Crichton)

Una buona pubblicità vende il prodotto senza attirare l’attenzione su di sé.
(David Ogilvy)

La migliore pubblicità è un cliente soddisfatto.
(Bill Gates)

La pubblicità è vendere aria, ma è proprio quell’aria che fa girare il mulino.
(Marcel Bleustein)

Investire in pubblicità in tempi di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano.
(Steve Jobs)

Quando scrivo un testo pubblicitario non voglio che lo si consideri creativo, ma tanto interessante da far comprare il prodotto. Il popolo quando sentì parlare Eschine disse “come parla bene”, ma dopo aver ascoltato Demostene gridò “prendiamo le armi contro Filippo”.
(David Ogilvy)

Con la pubblicità non dobbiamo vendere al consumatore la bistecca, bensì lo stuzzicante momento in cui la soffriggerà nella padella.
(Ernest Dichter)

La pubblicità è una componente economica preziosa perché è il modo più economico di vendere prodotti, in particolar modo se questi prodotti sono senza valore.
(Sinclair Lewis)

Non esiste qualcosa come una cattiva pubblicità ad eccezione del tuo stesso annuncio funebre.
(Brendan Behan)

La pubblicità si può descrivere come la scienza di fermare l’intelligenza umana per il tempo necessario a spillarle quattrini.
(Stephen Leacock)

La pubblicità è solo un modo per far spostare più rapidamente un prodotto dagli scaffali del supermercato alle borse della spesa.
(Gavino Sanna)

Quel business che si ritiene immune dalla pubblicità prima o poi si ritrova immune da ogni tipo di business.
(Dwarf Brown)

La moda e la pubblicità producono uniformità, mentre pretendono di soddisfare la passione del pubblico per la diversità.
(Marshall McLuhan)

Pubblicità – Una miscela giudiziosa di lusinghe e minacce.
(Stephen Leacock)

Ho sempre pensato che lo scrivere annunci pubblicitari si collochi al secondo posto tra le attività di scrittura più lucrative. Al primo posto c’è la richiesta di riscatto.
(Philip Dusenberry)

Le reclames dei dentifrici, dei deodoranti, dei vari spray, dei disinfettanti della bocca, sono piene di messaggi psicologici: devi ricevere approvazione, e un modo per ottenerla consiste nell’acquistare il tale prodotto. Come mai i pubblicitari si abbassano a tali tattiche? Perché lavorano! Vendono! Sanno che la gente è affetta dal bisogno di approvazione, e lo sfruttano per comporre piccoli sketch che inviino i messaggi giusti.
(Wayne Dyer)

In una società opulenta come la nostra, dove l’identità di ciascuno è sempre più consegnata agli oggetti che possiede, i quali non solo sono sostituibili, ma “devono” essere sostituiti, ogni pubblicità è un appello alla distruzione.
(Umberto Galimberti)

Più che farci conoscere un prodotto, la pubblicità deve farcelo desiderare.
(Roberto Gervaso)

Vale la pena fare pubblicità, se giustificata da una buona causa. Il Buddha pubblicizzò l’illuminazione o il nirvana. Se la pubblicità è ragionevole e benefica, va bene; ma se è motivata solo dal profitto, dalla truffa e dallo sfruttamento, oppure se è fuorviante, allora è sbagliato metterla in atto.
(Dalai Lama)

Le promesse, le grandi promesse, sono l’anima della pubblicità.
(Samuel Johnson)

Ci sono enormi budget pubblicitari solo quando non c’è alcuna differenza tra i prodotti. Se i prodotti fossero davvero diversi, la gente comprerebbe quello che è migliore. La pubblicità insegna alla gente a non fidarsi del proprio giudizio. La pubblicità insegna alla gente ad essere stupida.
(Carl Sagan)

Non è possibile che la pubblicità nel suo complesso sia una fantastica frode, che presenta un’immagine dell’America presa sul serio da nessuno, men che meno da tutti gli uomini che lavorano nella pubblicità?
(David Riesman)

La pubblicità è l’anima del commercio.
(Proverbio)

La pubblicità è il commercio dell’anima.
(Marcello Marchesi)

La pubblicità ci mette nell’invidiabile posizione di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto possiamo ammazzarci in lavori che odiamo per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto.
(Dal film Fight Club)

I valori della nostra società vengono danneggiati dalla insistenza della pubblicità sull’equazione: gioventù uguale popolarità, popolarità uguale a successo, successo uguale a felicità.
(John Fisher)

Tra i volti stanchi e melanconici della gente nella metropolitana e i sorrisi beati delle “famiglie felici” della “Pubblicità di massa” non esiste la benché minima possibilità di identificazione.
(Mary McCarthy)

La pubblicità ha soltanto una ragione d’essere: quella di agganciare la curiosità del pubblico con la massima originalità, la massima sintesi, il massimo dinamismo, la massima simultaneità e la massima portata mondiale.
(Filippo Tommaso Marinetti)

La pubblicità è il rumore di un bastone in un secchio di rifiuti.
(George Orwell)

Il problema che abbiamo in America non è che la poesia della vita si sia trasformata in prosa, me che si sia trasformata in slogan pubblicitario.
(Louis Kronenberger)

Per avere in mano la propria vita, si deve controllare la quantità e il tipo di messaggi a cui si è esposti.
(Chuck Palahniuk)

Oggi i modelli di eloquenza non sono i classici, ma le agenzie pubblicitarie.
(Marshall McLuhan)

La pubblicità oggi sembra basarsi sull’avanzatissimo principio secondo il quale la più piccola unità modulare, se ripetuta in modo rumoroso e ridondante, finirà gradatamente per imporsi. Il principio del rumore viene spinto così fino al livello della persuasione, e ciò corrisponde di fatto alle tecniche del lavaggio del cervello.
(Marshall McLuhan)

Tutti gli scandali aiutano la pubblicità, perché non c’è migliore pubblicità della cattiva pubblicità.
(Andy Warhol)

La musica liturgica, o composizioni votate all’elevazione morale del credente era il solito, massiccio, lavoro pubblicitario pagato dalla Chiesa per promuovere il suo prodotto.
(Alessandro Baricco)

Perché continuo a investire in forti campagne pubblicitarie anche adesso che la mia azienda è diventata il maggior produttore mondiale di chewing gum? Per lo stesso motivo per cui il pilota di un aereo tiene i motori accesi anche dopo il decollo.
(J. Wrigley, industriale statunitense)

Sono a casa seduto davanti alla TV quanto il telefono suona, e una voce dall’altra parte dice: “Le piacerebbe essere l’uomo vodka di quest’anno?”; io rispondo: “No, sono un artista, e non faccio pubblicità, non sono un ruffiano, non bevo vodka e se lo facessi non berrei la vostra!”; e lui: “Peccato, paghiamo 5 milioni di dollari…”; e io: “Attenda in linea, per favore, le passo il signor Allen…”.
(Woody Allen)

La moderna Cappuccetto Rosso, allevata a suon di pubblicità, non ha nulla in contrario a lasciarsi mangiare dal lupo.
(Marshall McLuhan)

Pubblicità, s.f.: demone terrificante che manipola la volontà degli uomini facendo sì che un brano musicale meraviglioso e sublime che adorate sia associato in modo definitivo all’immagine dei pannolini e della pasta adesiva per dentiere.
(Anonimo)

Super-SuperGnomo fa il bucato cosi’ bianco, ma cosi’ bianco, ma cosi’ bianco che la neve si vergogna e il giglio va a cagare.
(Marcello Marchesi)

L’inflazione della pubblicità ha distrutto il potere degli aggettivi più potenti.
(Paul Valéry)

Alla radio la notizia del fumo, come principale causa del cancro ai polmoni, è stata seguita da una pubblicità di sigarette.
(Alexander Kendrick)

Ogni pubblicità non è altro che il tentativo di separare l’uomo dal proprio denaro.
(John Priestley)

Potete fregare tutti, e sempre, se la pubblicità è ben fatta e il budget è abbastanza alto.
(Joseph E. Levine)

La prima lezione del marchio: memorabilità. E’ molto difficile comprare qualcosa non riesci a ricordare.
(John Hegarty)

La metà dei soldi che spendo in pubblicità è sprecato; il problema è che non so quale metà.
(John Wanamaker)

La pubblicità è il piede sull’acceleratore, la mano sul gas, lo sprone al fianco che mantiene a galla la nostra economia.
(Robert W. Sarnoff)

Il vero nocciolo della questione è che nessuno legge un annuncio. La gente legge quello che gli interessa, e a volte è un annuncio.
(Howard Luck Gossage)

La pubblicità non sceglie per nessuno. Permette di scegliere meglio. E basta.
(Jacques Séguéla)

Al giorno d’oggi comunicare significa anzitutto farsi notare. Nella massa di due o trecento esposizioni ai messaggi pubblicitari che ogni consumatore subisce quotidianamente solo due o tre vengono ricordati. Guai ai messaggi scialbi!
(Jacques Séguéla)

La pubblicità è il moderno surrogato della discussione: la sua funzione è far apparire migliore ciò che è pessimo.
(George Santayana)

La pubblicità, infatti, può basarsi sull’impressione, può limitarsi a colpire l’immaginazione, mentre la propaganda deve indurre alla riflessione, al ragionamento, suscitando l’interesse per un argomento specifico, fornendo determinate informazioni e possibilmente, quando su un certo tema vi sono opinioni divergenti, controbattendo in maniera diretta o in modo allusivo la propaganda avversaria.
(Albe Steiner)

Molte cose piccole sono diventate grandi con un appropriato uso della pubblicità.
(Mark Twain)

Il bruco fa tutto il lavoro, ma è la farfalla che si prende tutta la pubblicità.
(George Carlin)

Pubblicità. L’arte d’insegnare alla gente a desiderare determinate cose.
(Herbert George Wells)

Gli occhi innamorati vendono pubblicità al cuore
(Lilaschon, Twitter)

Mai epoca fu come questa tanto favorevole ai narcisi e agli esibizionisti. Dove sono i santi? Dovremo accontentarci di morire in odore di pubblicità.
(Ennio Flaiano)

La democrazia è in pericolo? Lo sapremo dopo la pubblicità.
(Ellekappa)