Frasi, citazioni e aforismi sul debito e i debitori

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul debito e i debitori. Per leggere frasi e aforismi su temi correlati si veda la sezione Frasi e aforismi finanziari.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul debito e i debitori

debito_debt

Se pensi che a nessuno interessi se sei vivo, prova a saltare il pagamento di un paio di rate dell’auto.
(John Belushi)

I debiti sono la schiavitù degli uomini liberi.
(Publilio Siro)

Se hai un debito di diecimila dollari è affar tuo, ma se è di un milione è un problema delle banche.
(John Maynard Keynes)

Se hai cento euro di debiti, sei un poveraccio; se hai diecimila euro di debiti sei un commerciante; se hai un milione di debiti sei un genio della finanza; ma più di un miliardo di debiti può permetterselo soltanto lo Stato.
(Anonimo)

L’Azienda fa debito con la Banca che fa debito con lo Stato che fa debito con l’Europa che fa debito col Mondo che deve coprire Dio.
(Zziagenio78, Twitter)

Beati i giovani perché erediteranno il debito pubblico.
(Herbert Hoover)

Vuoi essere ricordato? Lascia un sacco di debiti.
(Elbert Hubbard)

Il debito è come qualsiasi altra trappola, abbastanza facile cadervi dentro, ma abbastanza difficile poi uscirne.
(Henry Wheeler Shaw)

Bisogna sempre lasciare accumulare i propri debiti, per poter poi venire ad una transazione.
(Guy de Maupassant)

Ai tempi dei tempi, il pilastro principale del trono era la fede, oggigiorno il credito. Nemmeno al papa sta a cuore la fiducia dei suoi credenti più di quella dei suoi creditori. Se una volta si lamentavano i peccati del mondo, oggi si guarda con orrore ai debiti del mondo e, come un tempo il giudizio universale, così oggi si profetizza la bancarotta universale dello Stato, sebbene, al tempo stesso, con la fiduciosa speranza di non dovervi assistere.
(Arthur Schopenhauer)

Abbiamo dimezzato i debiti. Metà dobbiamo restituirli noi, l’altra metà i nostri nipoti.
(Veljko Rajković)

Ero alla bancarotta, il governo era alla bancarotta, il mondo era alla bancarotta.
Ma chi cazzo li aveva, i fottuti soldi?
(Charles Bukowski)

L’unica parte della cosiddetta ricchezza nazionale che entra realmente in possesso della collettività dei paesi moderni è il debito pubblico.
(Karl Marx)

Il bilancio deve essere equilibrato, il tesoro ripianato, il debito pubblico ridotto, l’arroganza della burocrazia moderata e controllata, e l’assistenza alle nazioni estere tagliata, per far sì che Roma non vada in bancarotta.
(Cicerone)

E’ un dovere di ogni generazione pagare i propri debiti. Rispettare questo principio eviterebbe molte guerre.
(Thomas Jefferson)

Il tecnocrate è uno che propone un’ampia operazione chirurgica sul debito pubblico delle nazioni. Prima dell’autopsia finale.
(Fragmentarius)

Il debito pubblico è abbastanza grande da badare a se stesso.
(Ronald Reagan)

Ho trovato questo debito pubblico raddoppiato, avvolto in un grande fiocco in attesa di me, appena ho messo piede nella Stanza Ovale.
(Barack Obama)

Il quoziente intellettivo di Bernake è così alto che è pari a 16 trilioni di debiti.
(Fragmentarius)

Ci sono 10^11 stelle nella galassia. Si riteneva fosse un numero enorme. Ma sono solo cento miliardi. É meno del deficit nazionale degli USA! Eravamo soliti chiamarli numeri astronomici. Ora dovremmo chiamarli numeri economici.
(Richard Feynman)

Mi rifiuto di lasciare i nostri figli con un debito che non potranno ripagare.
(Barack Obama)

Il deficit è ciò che si ha, quando si ha meno di quando non si ha nulla.
(Curt Goetz)

Il credito è un sistema in cui una persona che non può pagare, prende un’altra persona che non può pagare, per garantire che egli può pagare.”
(Charles Dickens)

Quando chi lo interrogava chiese: “Che ne pensi del prestito del denaro?” Catone rispose: “Che ne pensi dell’omicidio?”.
(Cicerone)

Mi hanno clonato tutte le carte di credito. Adesso, da qualche parte, c’e’ un truffatore sommerso di debiti.
(Roberto Gavelli)

Alcune persone usano metà della loro ingegnosità per mettersi nei debiti, e l’altra metà per evitare di pagarli.
(George D Prentice)

Il debito è il padre d’una numerosa figliolanza di follie e di delitti.
(Benjamin Disraeli)

Bisogna accettare il principio che un debito pubblico è una maledizione pubblica.
(James Madison)

Per tre giorni, durante il martedì grasso, i bambini riempiono la testa di noi adulti di coriandoli e stelle filanti. Durante tutto gli altri giorni dell’anno, noi adulti, ammucchiamo sulla testa dei nostri figli la carta straccia del debito pubblico
(Fragmentarius)

Insolvente. Privo di mezzi per pagare i debiti. Quanto alla mancanza di volontà di pagarli, in campo commerciale essa non viene definita insolvenza, bensì lungimiranza.
(Ambrose Bierce)

Non pagare i debiti, ma versare grosse lacrime di acconto ai creditori.
(Leo Longanesi)

Il film della contemporaneità: “Il silenzio degli insolventi”.
(Fragmentarius)

Gli interessi su debiti crescono senza pioggia.
(Proverbio Yiddish)

Chi si indebita rinuncia alla sua libertà e si prepara mille mortificazioni.
(Benjamin Franklin)

Un creditore è peggio di un proprietario di schiavi, perché il padrone possiede solo la tua persona, ma un creditore possiede la tua dignità, e può comandarla.
(Victor Hugo)

L’unica cosa che oggigiorno si possa fare senza denaro sono i debiti.
(Heinz Schenk)

S’ha vergogna di un debito di poche lire, si ha quasi orgoglio di uno di molte. Solletica la propria vanità il poter dire “sono pieno di debiti” e si rialza superbamente la testa, invidiati perfino dai nostri creditori.
(Carlo Dossi)

C’è chi fa debiti per necessità, chi per leggerezza, chi per vizio. Solo il primo, di solito, li paga.
(Roberto Gervaso)

Nessuno è un eroe per il suo creditore, ma tutti un po’ lo siamo per i nostri debitori.
(Roberto Gervaso)

Per quanto uno viva ritirato diventa, quando meno se lo aspetta, debitore o creditore.
(Johann Wolfgang Goethe)

Ogni volta che una banca fa un prestito, un nuovo credito bancario è creato. Un denaro tutto nuovo.
(Napoleone Bonaparte)

Ci sono quattro cose che ogni persona ha più di quello che pensava di avere: i peccati, i debiti, gli anni e i nemici.
(Proverbio Persiano)

Un mutuo getta un’ombra sui terreni più soleggiati
(Robert Green Ingersoll)

L’uomo dimenticato è il pulito, silenzioso, virtuoso cittadino nazionale che paga i suoi debiti e le sue tasse e non si è mai sentito di fuori del suo piccolo ambito. … Egli lavora e vota – generalmente prega – ma la sua attività principale nella vita è quella di pagare.
(William Graham Sumner)

Natale è la stagione in cui si acquistano i regali di quest’anno con i soldi del prossimo anno.
(Anonimo)

Non essere un debitore né un creditore, perché il prestito spesso perde se stesso e l’amico, e il prendere a prestito smussa il filo dell’economia. Questo sopra tutto..
(William Shakespeare)

Presta denaro al tuo nemico e te lo farai amico; prestalo al tuo amico e lo perderai.
(Benjamin Franklin)

Prestate ai poveri e domandate prestito ai ricchi, e voi sarete subito abbandonati dagli uni e dagli altri.
(Sa’di)

Un piccolo debito crea un debitore, uno grande un nemico – Leve aes alienum debitorem facit, grave inimicum.
(Lucio Anneo Seneca)

Debiti e bugie sono generalmente mescolati insieme.
(Francois Rabelais)

Ingrediente sovrano per un matrimonio felice: paga in contanti o fanne a meno. Gli interessi non si limitano a divorare il bilancio familiare: i pensieri dei debiti divorano la felicità domestica.
(Robert Anson Heinlein)

Siamo fatti l’uno per l’altro: io ho i soldi, tu i debiti.
(dal film Il sarto di Panama)

Tu navighi in internet? E io navigo nei debiti…
(Anna Maria Barbera)

Il debito è bello quand’è pagato.
(Aleksandr Puškin)

Non voleva debiti con la giustizia. Prima di salire sulla sedia elettrica pagò la bolletta della luce.
(Mirco Stefanon)

Il debito è il nemico segreto del risparmio, come il vizio e l’ozio sono i suoi nemici aperti.
(James H. Aughey)

Ci sono soltanto due mezzi per pagare i debiti: sforzandosi di aumentare il reddito, sforzandosi di diminuire le spese.
(Thomas Carlyle)

La specie umana, stando alla migliore teoria che posso formarmi su di essa, è composta da due razze distinte: gli uomini che prendono in prestito, e gli uomini che prestano.
(Charles Lamb)

Un debito a lungo termine vuol dire che meno tu puoi pagare e più tu paghi.
(Coluche)

È una frode accettare ciò che non puoi restituire.
(Publilio Siro)

Gli uomini sembrano nati con un debito che non riescono mai a pagare, per quanto ci diano sotto. Il debito cresce sempre davanti ai loro occhi.
(John Steinbeck)

Debito pubblico: un debito mostruoso, che pagheranno le generazioni future. (ecco perché i bambini appena nati piangono disperatamente)
(Anonimo)

Italia. Queste saranno le parole del ministro del tesoro di fronte all’ipotetico default dello stato italiano: “Ho una buona notizia e una cattiva notizia. La buona notizia è, abbiamo abbastanza soldi per pagare il pagare gli interessi sul debito pubblico. La cattiva notizia è che sono nelle vostre tasche…”
(Fragmentarius)

Che farei io se vincessi il superenalotto? Beh, per prima cosa pagherei tutti i debiti. Cosa farei col resto? Beh, che aspettino.
(Mauroemme)

Mi hanno appena raccontato di uno che si è suicidato lanciandosi dalla bacheca di Facebook. Pare avesse un mucchio di debiti su FarmVille.
(Comeprincipe, Twitter)

Neonati con 32 mila euro di debito. Nell’utero c’e’ la rete wireless e giocano a poker online?
(Il Volo Del Mattino)

I bambini italiani nascono con 32000€ di debito. La cartella clinica del neonato è stata rimpiazzata da una cartella esattoriale Equitalia.
(Mauro Dech)

I Buoni del Tesoro andranno in paradiso?
(Gino Patroni)

Progresso vuol dire in modo evidente che, avendo inventato millenni fa un utilissimo strumento – il denaro – usiamo il nostro ingegno per sostituirlo, nel bene o nel male, con assegni, traveller’s cheques, carte di credito e di debito, pagamenti elettronici.
(Manfred Weidhorn)

Siamo nei debiti fino al collo, ma comprano cacciabombardieri e sommergebili… Poveri, ma bellici!.
(Vignazia)

Pensate a tutti i vecchi in giro per le strade senza pensione. Non sottovalutiamolo. Il debito pubblico può tirarci giù come una piovra gigantesca. La gente andrà a dormire nei cimiteri. E nel frattempo, in cima a tutto il marciume c’è una crosta di ricconi (…) I ricchi sono sempre lì. Trovano sempre il modo per mungere il sistema.
(Charles Bukowski)

Il debito è il peggiore della povertà.
(Thomas Fuller)

Dio si dimostrò un cattivo pagatore: noi altri, i suoi innocenti garanti, siamo arrivati ad assumerci i Suoi Debiti.
(Francisco Rodriguez Barrientos)

Verso la fine degli Anni Settanta è terminata la Prima rivoluzione industriale, nel senso che abbiamo smesso di vivere grazie alla ricchezza che producevamo. Siamo entrati nella Seconda rivoluzione industriale, in cui poco alla volta abbiamo bruciato i nostri risparmi e cominciato a vivere di debito. La crisi finirà solo quando cambieremo il nostro paradigma economico. Dobbiamo passare dalla Seconda rivoluzione industriale alla Terza, per smettere di consumare le ricchezze del passato e tornare a produrre liberando la nostra creatività.
(Jeremy Rifkin)

Critone, devo un gallo ad Asclepio; ti ricordi di pagare il debito?
(Socrate)

Siamo debitori e non proprietari di quello che abbiamo perché siamo, prima di tutto, debitori di quello che siamo.
(Francesco Carnelutti)