Frasi, citazioni e aforismi sulla biblioteca

Il Gran Visir persiano Abdul Kassem Ismail, possedeva 400 cammelli che portava sempre con sé. Questi cammelli trasportavano la sua biblioteca, ricca di 117.000 libri. I cammelli erano allenati a procedere in un certo ordine, in modo che i libri fossero sempre classificati in ordine alfabetico dal primo all’ultimo di questa carovana letteraria.

Presento la più ampia raccolta in lingua italiana di frasi, citazioni e aforismi sulla biblioteca. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui libri e la lettura.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla biblioteca

biblioteca_library

Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca.
(Jorge Luis Borges)

Una città non è una città senza una biblioteca. Magari pretende di chiamarsi città lo stesso, ma se non ha una biblioteca sa bene di non poter ingannare nessuno.
(Neil Gaiman)

Tutto quello di cui hai bisogno per migliorare il tuo futuro è già stato scritto. È tutto disponibile. E indovina dove? Tutto quello che devi fare è andare in biblioteca.
(Jim Rohn)

Quando ho fatto la mia prima tessera della biblioteca, in quel momento la mia vita è cominciata.
(Rita Mae Brown)

Una biblioteca è il crocevia di tutti i sogni dell’umanità.
(Julien Green)

Se Dio esistesse, sarebbe una biblioteca.
(Umberto Eco)

La biblioteca è il luogo ove i morti aprono gli occhi ai vivi.
(Sul frontone della biblioteca pubblica della città di Murcia in Spagna)

La Biblioteca è una sfera il cui vero centro è un esagono qualunque e la cui circonferenza è inaccessibile
(Jorge Louis Borges)

Una biblioteca è un luogo dove si impara ciò che gli insegnanti hanno paura di insegnare.
(Alan M. Dershowitz)

Quando tutto il resto fallisce, lascia perdere e vai in biblioteca.
(Stephen King)

Ho saccheggiato le biblioteche pubbliche, e le ho trovate piene di tesori affondati.
(Virginia Woolf)

La biblioteca era la mia porta per l’altrove.
(Jeannette Winterson)

Una biblioteca è uno dei più bei paesaggi del mondo.
(Jacques Sternberg)

La cosa più vicina all’ordine universale a cui si possa mai arrivare è una buona biblioteca.
(Ashleigh Brilliant)

Il destino di molti uomini dipese dall’esserci stata o non esserci stata una biblioteca nella loro casa paterna.
(Edmondo De Amicis)

Dare un ordine a una biblioteca è un modo silenzioso di esercitare l’arte della critica.
(Jorge Luis Borges)

Fondare biblioteche è un po’ come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.
(Marguerite Yourcenar)

“Medicina per l’anima”.
(Iscrizione sopra la porta della Biblioteca di Tebe)

I bibliotecari sono generali nella guerra contro l’ignoranza.
(Anonimo)

I bibliotecari sono sempre stati tra le persone più gentili e disponibili. Sono insegnanti senza una classe. Nessuna biblioteca, nessun progresso.
(Willard Scott)

Senza biblioteche cosa abbiamo? Non abbiamo né passato né futuro.
(Ray Bradbury)

Se volete diventare pigri e stupidi andate al college o all’università. Ma se volete farvi un’educazione andate in biblioteca.
(Frank Zappa)

Che se potessi disegnare il futuro lo disegnerei con più biblioteche e meno Wikipedia, con più nonni e meno Social Network
(NickBiussy, Twitter)

Ci si può sedere nella nostra biblioteca e ancora essere in tutte le parti della terra.
(John Lubbock)

Una biblioteca mi fa star male.
(Friedrich Nietzsche)

Non c’è nulla che mi faccia sentir male come la porta chiusa di una biblioteca.
(Barbara W. Tuchman)

Ho appreso meno da una scuola che da una biblioteca: quella di mio padre.
(Jorge Louis Borges)

Se possedete una biblioteca e un giardino, avete tutto ciò che vi serve.
(Marco Tullio Cicerone)

La biblioteca di un uomo è una specie di harem.
(Ralph Waldo Emerson)

“Una biblioteca”, dice Ralph Waldo Emerson, “è un harem”. E se fosse una polveriera?
(Gesualdo Bufalino)

Una biblioteca è un luogo dove puoi perdere la tua innocenza senza perdere la verginità.
(Germaine Greer)

Se una biblioteca non è “pericolosa”, probabilmente non sta facendo il suo lavoro.
(John Berry)

Con le biblioteche sono cresciuto. Io non credo nei colleges e nelle università, credo nelle biblioteche perché la maggior parte degli studenti non ha soldi. Quando mi sono laureato alla scuola superiore, è stato durante la Depressione e non avevamo soldi. Non potevo andare al college, così sono andato alla biblioteca tre giorni alla settimana per dieci anni.
(Ray Bradbury)

La mia biblioteca era per me un ducato grande abbastanza.
(William Shakespeare)

La biblioteca non è un santuario per il culto dei libri. Non è un tempio dove l’incenso letterario deve essere bruciato o la propria devozione al libro rilegato si esprime in un rituale. Una biblioteca, per modificare la famosa metafora di Socrate, dovrebbe essere la sala parto per la nascita di idee, un posto dove la storia viene alla luce.
(Norman Cousins)

Qui è dove si viene
per leggere.
Abbassa la voce
E alza il volume della tua mente.
(Cartello in una biblioteca)

Le tre regole dei bibliotecari sono: 1) Silenzio; 2) I libri devono essere restituiti entro e non oltre l’ultima data indicata; e 3) Non interferire con la natura della causalità.
(Terry Pratchett)

Mi piacciono le biblioteche. Mi fa sentire sicuro e a mio agio avere delle pareti di parole belle e sagge, tutto intorno a me.
(Roger Zelazny)

Il segreto di tutti i bravi bibliotecari è di non leggere mai, dei libri a loro affidati, se non il titolo e l’indice. Chi si impiccia del resto è perduto come bibliotecario! Non potrà ma vedere tutto l’insieme.
(Robert Musil)

In una buona libreria si sente, in qualche modo misterioso, che si sta assorbendo in modo epidermico la saggezza contenuta in tutti i libri, senza nemmeno aprirli.
(Mark Twain)

Aiutavo la bibliotecaria a sistemare i libri, un compito che amavo molto perché mi piaceva trasportarli, sentirne il peso e vedere come s’infilavano alla perfezione negli scaffali.
(Jeannette Winterson)

Ogni biblioteca traduce il caos della scoperta e della creazione in un sistema strutturato di gerarchie o in una frenesia di libere associazioni.
(Alberto Manguel)

Qualunque sia il costo delle nostre biblioteche, il prezzo è conveniente rispetto a quella di una nazione ignorante.
(Walter Cronkite)

La scrittura crea i libri, i libri creano biblioteche e una biblioteca è il luogo più forte e radicato di una casa privata, come lo è di una città − se biblioteca pubblica. Una biblioteca sostituisce la realtà assente o malvagia, e ne costituisce il luogo della beatitudine, del piacere: il luogo pagano della gioia.
(Antonio Castronuovo)

Ogni biblioteca è, per necessità, una creazione incompleta, un work-in-progress, e ogni scaffale vuoto preannuncia i libri che verranno.
(Alberto Manguel)

Una biblioteca non si limita a raccogliere i tuoi libri, li legge anche per conto tuo.
(Umberto Eco)

La mia aspirazione era di vivere tra i libri. A sedici anni, nel 1964, trovai un lavoro dopo la scuola presso Pygmalion, una delle tre librerie anglo-tedesche di Buenos aires. Purtroppo molti libri non suscitavano in me solo la voglia di pulirli; mi chiedevano di essere aperti e ispezionati, e spesso anche questo non bastava. A volte la tentazione era così forte che li portavo con me, nella tasca della giacca, perché non mi bastava leggerli: dovevo possederli, farli miei
(Alberto Manguel)

La cultura è un bene primario come l’acqua; i teatri, le biblioteche e i cinema sono come tanti acquedotti.
(Claudio Abbado)

Facciansi biblioteche speciali, acciocchè le biblioteche non diventino paesi difficili a viaggiare come terre inesplorate; e più tempo non si perda a cercare un libro e prenderlo dal suo ripostiglio, che a scorrerlo.
(Nicolò Tommaseo)

Forse nessun luogo, in nessuna comunità, è così totalmente democratico come una biblioteca comunale. L’unico requisito per l’ingresso è l’interesse.
(Lady Bird Johnson)

Una buona biblioteca non sarà mai troppo pulita, o troppo polverosa, perché qualcuno vi sarà sempre dentro, prendendo i libri dagli scaffali e tirando fino a tardi per leggerli.
(Lemony Snicket)

Divertirsi non è difficile
Quando hai una tessera della biblioteca.
(Marc Brown)

Mi innamoro di qualsiasi ragazza che abbia l’odore della carta di biblioteca.
(Charles M. Schulz)

Un mondo migliore è quello dove ci sono meno stupidoteche e più biblioteche.
(Fabrizio Caramagna)

Non è bella.
Ma ha l’aspetto stupito di coloro che guardano il mondo e non intendono adattarsi.
Ma parla come se avesse letto una biblioteca.
Anche questa è bellezza.
(Fabrizio Caramagna)

Auguri per la nuova libreria, perché non è solo una libreria. Si tratta di una nave spaziale che ti porterà fino agli estremi confini dell’universo, una macchina del tempo che ti porterà in un lontano passato e in un futuro lontano, un insegnante che ne sa più di ogni essere umano, un amico che ti divertirà e consolerà – e soprattutto, un ponte, per una vita migliore e più felice e più utile.
(Isaac Asimov)

Questo posto è un mistero. Un santuario. Ogni libro, ogni volume che vedi, ha un’anima. L’anima di chi lo ha scritto e di quelli che lo hanno letto e vissuto e sognato. Ogni volta che un libro cambia di mano, ogni volta che qualcuno fa scorrere lo sguardo sulle sue pagine, il suo spirito cresce e si rafforza. In questo posto i libri che nessuno più ricorda, i libri che si sono perduti nel tempo, vivono per sempre, in attesa di arrivare tra le mani di un nuovo lettore, di un nuovo spirito.
(Carlos Ruiz Zafon)

Una delle istituzioni più sovversive degli Stati Uniti è la biblioteca pubblica.
(Bell Hooks)

Ma i libri sono stati i miei uccelli e i miei nidi, i miei animali domestici, la mia stalla e la mia campagna; la biblioteca era il mondo colto in uno specchio; ne aveva lo spessore infinito, la varietà, l’imprevedibilità. Io mi lanciavo in incredibili avventure; bisognava arrampicarsi sulle sedie, sui tavoli, con il rischio di provocare delle valanghe che mi avrebbero seppellito.
(Jean Paul Sartre)

Uno dei malintesi che dominano la nozione di biblioteca è che si vada in biblioteca per cercare un libro di cui si conosce il titolo. In verità accade sovente di andare in biblioteca perché si vuole un libro di cui si conosce il titolo, ma la principale funzione della biblioteca, almeno la funzione della biblioteca di casa mia e di qualsiasi amico che possiamo andare a visitare, è di scoprire dei libri di cui non si sospettava l’esistenza, e che tuttavia si scoprono essere di estrema importanza per noi.
(Umberto Eco)

Biblioteche in fiamme – Il destino ultimo delle biblioteche, tranne quella che Bachelard colloca in paradiso, è sempre stato il fuoco.
(Giuseppe Pontiggia)

Con tutto quello che so ci si potrebbe scrivere un libro, mentre con quello che non so si potrebbe riempire una biblioteca.
(Sacha Guitry)

Siedo e leggo un poeta. Nella sala c’è molta gente, ma non si avverte. Sono nei libri. A volte si muovono tra le pagine, come persone che dormono e si rigirino tra due sogni. È bello stare in mezzo a uomini che leggono. Perché non sono sempre così? Puoi avvicinarti a uno e sfiorarlo: non sentirà nulla. E se nell’alzarti urti appena un vicino e ti scusi, lui accenna col capo dalla parte in cui sente la tua voce, il suo viso si volge senza vederti, e i suoi capelli sono quelli di un uomo che dorme. Come fa bene questo. Ed io siedo e ho un poeta.
(Rainer Maria Rilke)

Le biblioteche dovrebbero essere aperte a tutti – tranne che ai censori.
(John F. Kennedy)

Le biblioteche immagazzinano l’energia che alimenta l’immaginazione. Si aprono finestre sul mondo e ci ispirano a esplorare e realizzare e contribuire a migliorare la qualità della nostra vita. Le biblioteche cambiano la vita in meglio.
(Sidney Sheldon)