Frasi, citazioni e aforismi sugli occhiali

Con molta probabilità l’invenzione degli occhiali risale al XIII secolo. Il nome dell’inventore è rimasto sconosciuto come per molte altre invenzioni significative della storia. Alcune fonti hanno creduto di poter attribuire la scoperta a Ruggero Bacone a cui va il merito di molte intuizioni nel campo dell’ottica. Secondo altri storici l’invenzione avvenne in Toscana per merito di un frate dell’Ordine Domenicano: Padre Alessandro Spina. Tuttavia studi accreditati e numerose riproduzioni iconografiche giustificano l’ipotesi che i primi occhiali siano invece stati costruiti in Veneto; probabilmente fu un anonimo maestro vetraio veneziano del 1200 l’inconsapevole esecutore materiale di questa piccola, grande scoperta che ha cambiato la qualità della vita di una grande parte dell’umanità.

Presento la più ampia raccolta in lingua italiana di frasi, citazioni e aforismi sugli occhiali. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sugli occhiali da soleFrasi, citazioni e aforismi sugli occhi e la bellezza degli occhiAforismi e frammenti sul corpo umano.

**

Frasi, citazioni e aforismi sugli occhiali

occhiali

Nessun uomo ti farà sentire protetta e al sicuro come un cappotto di cachemire e un paio di occhiali.
(Coco Chanel)

Un nuovo paio di lenti o occhiali da sole è un modo semplice per trasformare completamente il tuo sguardo – proprio come un nuovo taglio di capelli.
(Brad Goreski)

Non posso pensare senza i miei occhiali.
(Vivienne Westwood)

Io sono un po’ miope, e i miopi, quando si tolgono gli occhiali, hanno l’aria di un piccolo cucciolo che vuole farsi adottare.
(Karl Lagerfield)

Mi tolse gli occhiali e disse: “Uh, senza occhiali sei bellissima!”.
Gli risposi: “Anche tu, senza i miei occhiali, non sei male”.
(Kit Hollerbach)

Gli occhiali da sole ti consentono di fissare le persone senza essere scoperti: sono come i social nella vita reale.
(Anonimo)

Un miope dotato di eleganza non deve considerare i suoi occhiali come una protesi, ma come un accessorio. Deve avere degli occhiali assortiti per i suoi molteplici bisogni e uno stile adatto alle circostanze, per lo sport, le passeggiate, la sera.
(Maurice Denuzière)

La fronte spaziosa ospitava le sue svariate paia di occhiali: un paio per leggere, uno per scrivere, uno per ammirare il paesaggio, uno al disopra dei quali guardare la gente, e infine uno per ritrovare le altre paia quando le perdeva, fatto che accadeva spesso.
(Norman Hunter)

No… Quand’ero piccola soffrivo di mal di testa, così sono andata da un medico e mi ha detto che dovevo mettermi gli occhiali. Io non lo capivo, non aveva senso per me, perché io ci vedevo bene. Poi ho preso gli occhiali, me li sono messi e mentre tornavo a casa in macchina, io, io… all’improvviso ho urlato. Perché le grandi macchie verdi che avevo fissato per tutta la mia vita non erano grandi macchie verdi, erano foglie! Sugli alberi! E riuscivo a vedere le foglie! E non sapevo neanche che mi stessi perdendo le foglie!
(Dal film Grey’s Anatomy)

Vorrei poter ricordare dove ho messo le cose. Ho trascorso metà della mia vita a cercare le chiavi. L’altra metà a cercare i miei occhiali.
(Sara Paretsky)

Secondo gli astronomi moderni, lo spazio è finito. È un pensiero confortante, specie per chi non ricorda mai dove ha lasciato gli occhiali.
(Woody Allen)

La natura è fantastica. Un miliardo d’anni fa non avrebbe mai sospettato che noi avremmo portato gli occhiali, eppure ci ha fatto le orecchie!
(Milton Berle)

– Ma certo che Dio esiste: siamo fatti a sua immagine!
– E io sarei a sua immagine? Guardami: credi che Lui porti gli occhiali?
– Uhm… certo non con quella montatura.
(Woody Allen)

Spesso cerchiamo la felicità come cerchiamo gli occhiali, quando li abbiamo sul naso.
(André Maurois)

Gli amici sono come gli occhiali, danno un’aria intelligente, ma si rigano con facilità e poi sono faticosi. Per fortuna a volte si trovano degli occhiali veramente forti.
(Dal film Amami se hai coraggio)

Penso sempre a cosa significa indossare gli occhiali da vista. Quando ci si abitua alle lenti non si sa fino a che punto si potrebbe davvero vedere. Penso a tutte le persone che esistevano prima che gli occhiali fossero inventati. Deve essere stato strano perché ognuno vedeva in modo diverso a seconda di come vedevano i propri occhi. Ora, gli occhiali standardizzano la visione di tutti a 10 decimi. Questo è un esempio di come tutti quanti diventiamo simili. Ognuno potrebbe vedere a diversi livelli, se non fosse per gli occhiali.
(Andy Warhol)

– Sono uno scrittore.
– E che cosa scrivi?
– Tabelle per oculisti.
(Daniele Luttazzi)

– Papà, non dovresti portare occhiali che non ti sono stati prescritti!
– Lisa, solo perché sei alta tre metri non significa che tu possa dirmi cosa fare!
– Io sono Bart!
– Dammi quei cosi.
(I Simpson)

Il simbolo della nostra nazione meteoropatica non è l’elmo di Scipio: sono gli occhiali scuri. Non li togliamo nemmeno nelle presentazioni, lasciando i presenti nel dubbio: è un mafioso, soffre di congiuntivite o è soltanto maleducato? Nulla di tutto questo, naturalmente. Siamo soltanto antichi adoratori del sole.
(Beppe Severgnini)

C’è chi si mette degli occhiali da sole
per avere più carisma e sintomatico mistero.
(Franco Battiato)

Una celebrità è una persona che lavora duramente per tutta la vita per il solo scopo di essere conosciuto, poi in un secondo momento indossa occhiali scuri per evitare di essere riconosciuto.
(Fred Allen)

Alcune stelle del cinema portano gli occhiali da sole anche in chiesa. Hanno paura che Dio possa riconoscerli e chiedere un autografo.
(Fred Allen)

Gli occhiali da sole in realtà li metto per proteggermi dalle persone.
(Noebasta, Twitter)

Chi porta gli occhiali a specchio non ha diritto di arrabbiarsi se la gente lo fissa dritto negli occhi e poi comincia ad aggiustarsi i capelli.
(Hal Rubenstein)

Una volta incontrai questi occhiali bianchi, mi piacquero, avevano un’aria di vacanza che mi apparteneva, quando li ho ricercati non li ho più trovati allora sono andata in una fabbrica e ho chiesto: “al minimo quanti me ne potete fare?”, hanno detto 5000. Da allora è stato un’amore per sempre.
(Lina Wertmuller)

Frenchie: Sono nuovi quegli occhiali, Marty?
Marty: Sì, li ho comprati per la scuola. Non mi danno un’aria più intelligente?
Rizzo: No, ti si vede ancora la faccia!
(Dal film Grease)

Ci vedo pochissimo. Quando vado dall’oculista, il dottore mi indica le lettere, dà la risposta, e mi chiede: “Vero o falso”?
(Woody Allen)

E va bè, è un po’ strabica! Quando piange, le lacrime del suo occhio destro cadono sulla sua guancia sinistra…
(Louise A. Safian)

Mi hanno detto che dovrei guardare le cose in un’ottica diversa. Per questo ho deciso che cambierò ottico.
(Mauroemme)

Ho un amico talmente miope che deve portare gli occhiali anche mentre dorme, altrimenti non vede i sogni.
(Paolo Burini)

E’ triste invecchiare. Miope e presbite a un tempo, devo portare degli occhiali con la doppia lente. Sono bigamo negli occhi.
(Guy Bedos)

Ho fatto il giro del mondo in 80 giorni per cercare gli occhiali con gli occhiali in testa
(igorunigor, Twitter)

Perdo chiavi, ombrelli, perdo occhiali da sole e persone, ma oh, perdessi mai una taglia.
(laradiceno, Twitter)

Da quando porto gli occhiali per guidare, il traffico è aumentato di molto.
(Anonimo)

Occhiali fumé. Foularino al collo. Gnocca dell’est a fianco. Più che un uomo, un luogo comune
(Robgere, Twitter)

Sono 126 miglia per Chicago. Abbiamo il serbatoio pieno, mezzo pacchetto di sigarette, è buio, e portiamo tutt’e due gli occhiali da sole
(Dal film Blues Brothers)

– Sono un po’ miope, ma non porto gli occhiali perché invecchiano da morire…
– Pensa che anch’io ho un amico zoppo che preferisce attraversare la strada strisciando piuttosto che portare il bastone…
(Diego Abatantuomo)

Non possiamo, per quanto ci sforziamo, vederci come ci vedono gli altri, ma questa non è una buona ragione per non portare gli occhiali.
(Walter de la Mare)

Su un viso pigro di giovinetta le lenti, spie d’una intelligente miopia, non sono un oggetto di feticismo più plausibile delle stravaganti calzature e pellicce tanto citate nei libri?
(Gesualdo Bufalino)

È impressionante pensare ai lunghi secoli precedenti l’invenzione degli occhiali, durante i quali i lettori avanzavano faticosamente fra le pagine di un libro come in una foresta avvolta da una fitta nebbia, e al loro straordinario sollievo quando, inforcate finalmente le lenti, videro d’un tratto le parole scritte diventare chiaramente leggibili.
(Alberto Manguel)

Portare gli occhiali non vuol dire sapere leggere
(Proverbio)

Raramente gli uomini offrono passaggi alle ragazze che portano gli occhiali.
(Dorothy Parker)

Occhiali da sole. Lo dice il nome: vanno portati soltanto quando c’è il sole. Niente di peggio di quei tenebrosi e di quelle malmostose con gli occhiali scuri in casa o quando cade la notte. Non acquistano un’aria di mistero, ostentano solo un accessorio sbagliato.
(Lina Sotis)