Frasi, citazioni e aforismi sul funerale

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul funerale. Tra i temi correlati si veda 200 frasi, citazioni e aforismi sulla morte, Frasi di condoglianze per il luttoFrasi, citazioni e aforismi sui cimiteri, Frasi, citazioni e aforismi sulla nascita.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul funerale

funerale

La gente ai funerali ha un’aria strana, spaesata… Bisogna capirla: in realtà partecipa a una cosa di cui non capisce niente. E l’unico che ci capirebbe qualcosa – combinazione – è morto.
(Romano Bertola)

Per quanto la commedia sia stata bella in ogni sua parte, l’ultimo atto è insanguinato. Alla fine ci gettano un po’ di terra sulla testa ed eccoci sistemati per sempre.
(Blaise Pascal)

La tua bara ha raggiunto l’orrenda fossa. E una parte di me se ne è andata nella terra fangosa insieme a te e si è coricata accanto a te ed è morta con te.
(Rosamund Lupton)

Un funerale fra gli uomini è forse una festa fra gli angeli.
(GK Chesterton)

Se al mio funerale vedo qualcuno con il muso lungo, non gli parlerò mai più.
(Nota lasciata dal comico Stan Laurel)

Anche i funerali hanno qualcosa di buono: servono per far riconciliare le famiglie.
(Jules Renard)

Elogio funebre. La metà di questi elogi gli sarebbero bastati quando era vivo.
(Jules Renard)

Bisogna sempre andare ai funerali degli altri, altrimenti loro non verranno al vostro.
(Yogi Berra)

Fu così mediocre che neanche il giorno del funerale riuscì a essere al centro dell’attenzione.
(Millor Fernandes)

L’orrendo della morte è il suo cerimoniale. Quanto più bello sarebbe andarsene al cimitero da soli, a piedi.
(Alessandro Morandotti)

Quando muore un politico, molti partecipano al funerale solo per assicurarsi che venga sepolto veramente.
(Georges Clemenceau)

Ai funerali della madre del ministro si recò moltissima gente in lacrime. Ai funerali del ministro c’erano pochi intimi con gli occhi asciutti.
(Dino Basili)

Io del giornale leggo sempre i necrologi e i cinema. Se è morto qualcuno che conosco vado al funerale. Se no vado al cinema.
(Marcello Marchesi)

Gli applausi ai funerali, abitudine spaventosa (…) I sociologi possono anche farmi una pippa così e raccontarmi che trattasi di consuetudine di chiara derivazione televisiva, roba che una volta non c’era: il primo applauso a un funerale pubblico pare che l’abbia beccato Anna Magnani nel 1973. E infatti non è una cultura, è un’incultura. Ma dovrebbero spiegarmi perché questa cosa esiste solo da noi, come quell’altro orrore che è l’applauso mentre atterra l’aereo.
(Filippo Facci)

Mio nonno era un uomo molto insignificante. Al suo funerale il carro funebre seguiva le altre auto.
(Woody Allen)

E’ così egocentrico che se va a un matrimonio vorrebbe essere la sposa, a un funerale il morto.
(Leo Longanesi).

Dovevo andare a un funerale e fu un vero casino. Era la terza volta che lo rinviavano. La prima volta mancava la bara. La seconda volta pioveva. La terza non poteva lui.
(Gene Gnocchi)

Lionel Rinocerate e’ spirato all’eta’ di 75 anni. Il signor Rinocerate era proprietario di una catena di cinema qui a New York. Il funerale si terra’ giovedi’ alle ore 15, 17.30, 20.10 e 22.30.
(David Letterman)

In città, un funerale è solo un’interruzione del traffico. In un paese è una forma d’intrattenimento.
(George Ade)

3000 amici su Facebook, 7000 follower su Twitter. Ma per capire quanto tengono a te, dovresti vedere in quanti saranno al tuo funerale.
(David_IsayBlog, Twitter)

Fare le condoglianze. Mostrare che la perdita di una persona cara è un male minore rispetto al rituale del cordoglio.
(Ambrose Bierce)

Quanta indifferenza nelle “più sentite condoglianze”!
(Roberto Gervaso)

A un funerale, pur spaventati dall’idea della morte, ci godiamo il piacere di essere vivi.
(Pino Caruso)

Poco importa per chi è morto avere suntuosi funerali: sono vane pompe che lusingano solo la vanità dei superstiti.
(Euripide)

Lo sfarzo dei funerali interessa più la vanità dei viventi che la memoria dei morti.
(François de La Rochefoucauld)

La morte! quel tipo vero dell’uguaglianza che distrugge inesorabilmente ogni superiorità mondana e confonde in un ammasso di putredine gli avanzi dell’imperante e del mendico! la morte deve stupire di tanta differenza fra i funerali del povero e quelli del ricco!
(Giuseppe Garibaldi)

Ho visto un funerale così povero che non c’era neanche il morto nella cassa. La gente dietro piangeva. Piangevo anch’io senza sapere il perché in mezzo alla nebbia.
(Cesare Zavattini)

Non ho potuto partecipare al funerale, ma ho mandato una bella lettera dicendo che lo approvo.
(Mark Twain, a proposito di un politico deceduto)

Mediocrità della mia afflizione ai funerali. Impossibile compiangere i defunti; inversamente, ogni nascita mi precipita nella costernazione. È incomprensibile, è insensato che si possa mostrare un neonato, che si esibisca questo disastro virtuale, e ci si rallegri.
(EM Cioran)

Sarebbe invero opportuno che noi ci radunassimo a piangere la casa dove qualcuno viene alla luce, considerando i molteplici mali dell’umana vita; ma chi morendo pose fine ai gravi travagli, a questo gli amici dovrebbero celebrare le esequie con ogni lode e gioia.
(Euripide)

Peccato che per andare in paradiso si debba salire sul carro funebre.
(Stanisław Jerzy Lec)

C’è chi va ai funerali perché è suo dovere, ma in realtà si compiace d’essere vivo.
(Belva Plain)

La salute è tutto nella vita. Quando c’e’ la salute si affronta meglio anche il proprio funerale.
(Flavio Oreglio)

Il funerale è l’unica celebrazione in cui non sei tu a decidere gli invitati.
(Manuel Pica)

Gli animali hanno sugli uomini questi vantaggi: non hanno teologi che li istruiscano, i funerali costano loro nulla, e nessuno promuove cause legali per i loro testamenti.”
(Voltaire)

Osserviamo tutti le nazioni così barbare come umane, quantunque per immensi spazi di luoghi e tempi tra loro lontane, divisamente fondate, custodire questi tre umani costumi: che tutte hanno qualche religione, tutte contraggono matrimoni solenni, tutte seppelliscono i loro morti.
(Giambattista Vico)

C’è chi trova più animo per porgere le condoglianze che cuore per fare le congratulazioni.
(Guido Rojetti)

Mi sentirei di lodarlo se potessi fare il suo elogio funebre.
(Maria Luisa Spaziani)

L’unico sport che ho praticato nella mia vita è andare ai funerali dei miei amici sportivi.
(Mark Twain)

Due soli giorni felici toccano a colui che prende moglie, quel delle nozze e quello del funerale.
(Salvator Rosa)

Non c’è lutto senza riso e matrimonio senza pianto.
(Proverbio calabrese)

Quel giorno volle esagerare: rise al funerale e, di sera, tossì al concerto.
(Antonio Castronuovo)

Io penso che i matrimoni siano più tristi dei funerali, perché ti fanno ricordare il tuo stesso matrimonio. Non può venirti in mente il tuo stesso funerale perché non è ancora avvenuto. Ma i matrimoni mi fanno sempre piangere.
(Brendan Behan)

Perché ci rallegriamo a una nascita e ci addoloriamo a un funerale? Perché non siamo noi la persona in questione.
(Mark Twain)

Il giorno del funerale di un celebre attore, quando all’uscita della chiesa la bara viene accolta da un applauso, bisogna riportarla dentro e riuscire per l’ultimo bis.
(Dino Verde)

L’idea del mio funerale mi mette un’ansia tremenda. Mi hanno sempre imbarazzato le cerimonie.
(Paolo Burini)

Vorrei come ultimo desiderio che al mio funerale la mia tomba arrivi con mezz’ora di ritardo e che il feretro riporti sul lato una scritta dorata: “Scusate il ritardo”.
(Anonimo)

Ho una gran voglia di vedere il mio funerale prima di morire.
(Maria Edgeworth)

Cosa c’è dopo la morte? Di solito, il funerale.
(Lello Vitello)

Il vagito del neonato è mescolato con il canto funebre per i morti.
(Lucrezio)