Frasi, aforismi e battute divertenti sull’arbitro

Presento una raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sull’arbitro. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul calcio e i calciatori e Frasi, citazioni e aforismi sull’allenatore.

 

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sull’arbitro

arbitro

L’italiano ha un solo vero nemico: l’arbitro di calcio, perché emette un giudizio.
(Ennio Flaiano)

In Italia la questione arbitrale è più importante della questione meridionale.
(Fabio Baldas)

Dio era dalla nostra parte, ma l’arbitro era francese.
(Hristo Stoichkov)

C’è qualcosa che accomuna arbitri e radiocronisti. Entrambi usano i loro occhi e la loro esperienza per fare il loro lavoro: decidere e raccontare una partita. Dentro lo stadio; in campo gli uni, in tribuna gli altri. Non sul divano di casa o in uno studio TV con 24 telecamere e decine di replay. Decidono e raccontano in tempo reale, cercando di capire e rischiando di sbagliare.
(Riccardo Cucchi)

L’arbitro è arbitrario per definizione. È lui l’abominevole tiranno che esercita la sua dittatura senza possibilità di opposizione, l’ampolloso carnefice che esercita il suo potere assoluto con gesti da melodramma. Col fischietto in bocca, l’arbitro soffia i venti della fatalità del destino e convalida o annulla i gol. Cartellino in mano, alza i colori della condanna: il giallo, che castiga il peccatore e lo obbliga al pentimento, e il rosso che lo condanna all’esilio.
I guardialinee, che aiutano ma non comandano, guardano da fuori. Solo l’arbitro entra nel campo di gioco e giustamente si fa il segno della croce al momento di entrare, appena si affaccia davanti alla folla ruggente. Il suo lavoro consiste nel farsi odiare. Unica unanimità del calcio: tutti lo odiano. Lo fischiano sempre, non lo applaudono mai.
(Eduardo Galeano)

Rare volte, qualche decisione dell’arbitro coincide con la volontà del tifoso, ma neppure così riesce a provare la sua innocenza. Gli sconfitti perdono per colpa sua e i vincitori vincono malgrado lui. Alibi per tutti gli errori, spiegazione di tutte le disgrazie, i tifosi dovrebbero inventarlo se non esistesse. Quanto più lo odiano, tanto più hanno bisogno di lui.
Per più di un secolo l’arbitro ha portato il lutto. Per chi? Per se stesso. E ora lo nasconde coi colori.
(Eduardo Galeano)

Un paese avrà raggiunto il suo massimo grado di civiltà quando le partite si terranno senza arbitri.
(José Luis Coll)

Saggio è chi pensa. L’arbitro non può essere saggio. Deve essere impulsivo. Deve decidere in tre decimi di secondo.
(Pierluigi Collina)

La nostra professione è crudele perché possiamo prendere 199 decisioni giuste ma poi il primo sbaglio può essere fatale.
(Viktor Kassai)

L’arbitro è un po’ magistrato e un po’ sacerdote.
(Gianni Brera)

Giocatore dopo essere stato ammonito: “Ma Arbitro, è il primo fallo!”
Arbitro: “Sappi che è anche il penultimo”
(Anonimo)

Di questi tempi non si può più parlare con gli arbitri. Se dici qualcosa ti ammoniscono, se non dici nulla ti espellono per l’insolenza di tacere.
(Jack Charlton)

Dicono che gli errori degli arbitri cor tempo se compensano. Allora dico: fate presto perché io sto quasi per andà in pensione e sto sempre in rosso. (L’allenatore Carlo Mazzone)

Arbitrare: l’unico lavoro al mondo in cui puoi far cavolate tutti i giorni senza venire mai licenziato.
(Andy Roddick)

Errare è umano, perseverare è da arbitri.
(Franco Rossi)

Rigore è quando arbitro fischia.
(Vujadin Boškov)

Mi erano più simpatici quando, in A almeno, guadagnavano meno di un cardiochirurgo, ma mi sforzo di pensare a quelli delle serie inferiori, molto più a rischio, anche fisicamente, e molto meno ricompensati
(Gianni Mura)

La più grossa banalità che sia mai stata detta nel calcio è che l’arbitro bravo è quello che non si nota.
(Pierluigi Collina)

Il mio punto di vista è che l’arbitro è un uomo e può sbagliare, anche se sono stati commessi errori marchiani e lo sbaglio pesa tutto su una delle due squadre e favorisce chiaramente l’altra. Vede, io ho girato il mondo nel mio lavoro, e posso assicurarle che i nostri arbitri sono i migliori di tutti. Purtroppo nei loro confronti esistono molte pressioni e il malcostume di chi fa parte di questo ambiente. L’arbitro può sbagliare, è un uomo, e purtroppo la sudditanza psicologica esiste e continuerà ad esistere. È una molla che scatta a livello inconscio, qualcosa di inevitabile.
(Pietro Lo Monaco)

Ci sono arbitri che preferiscono non sapere niente della partita. È un errore colossale. Io entravo in campo cercando di avere il massimo delle informazioni possibili sui protagonisti.
(Pierluigi Collina)

Noi in campo ci accorgiamo subito quando un direttore di gara è sereno. In questo modo siamo tutti più garantiti. Se un arbitro è sereno in campo uno accetta anche un errore.
(Rafael Benitez)

Non è la prima volta che la mia squadra viene fortemente penalizzata dalle decisioni del direttore di gara. Perché non istituire una classifica dedicata agli arbitri? Facciamo votare tutti gli allenatori della Premier League e alla fine della stagione avremo una graduatoria di gradimento. Gli ultimi tre della lista “retrocedono” a dirigere nelle serie minori, come accade ai club. Sarebbe più equo.
(Tony Pulis)

Preparando bene la partita e conoscendo gli schemi delle squadre, le caratteristiche dei giocatori, si riesce quasi sempre a trovarsi nelle migliori condizioni per giudicare e decidere.
(Pierluigi Collina)

Ventidue gambe hanno loro; ventidue gambe abbiamo noi; il pallone è rotondo; la porta quadrata; l’arbitro è cornuto.
(Oronzo Canà nel film L’allenatore nel pallone)

Non vivo il rigore o l’espulsione come gratificazione. L’arbitro non è felice quando espelle un giocatore. L’espulsione è una piccola sconfitta. Non c’è nessuna libido nel tirare fuori il cartellino rosso.
(Pierluigi Collina)

Nel 1872 apparve l’arbitro. Fino ad allora i giocatori erano stati giudici di se stessi e loro stessi sanzionavano i falli che commettevano. Nel 1880, cronometro alla mano, l’arbitro decideva quando terminava la partita e aveva il potere di espellere chi si comportava male, ma dirigeva dal di fuori gridando. Nel 1891 l’arbitro entrò per la prima volta in campo, con un fischio sanzionò il primo rigore della storia, e camminando per dodici passi decise il punto dell’esecuzione
(Eduardo Galeano)

L’allenatore al suo pugile: abbiamo pagato l’arbitro perché ti dichiari vincitore. Abbiamo pagato l’avversario perché ti lasci vincere. Il resto dipende da te.
(Groucho Marx)

Sul rigore l’arbitro ha deciso di chiudere un’occhio……l’unico che era aperto.
(ilmarziano1, Twitter)

Non mi fido delle donne arbitro perchè temo che mi fischino il fallo.
(postofisso2012, Twitter)

Se volete davvero che gli italiani facciano la rivoluzione, date loro almeno un arbitro con cui prendersela.
(marcosalvati, Twitter)

La vita era un pasticcio della malora… Una partita di rugby con tutti fuori gioco e senza arbitro: ognuno persuaso che l’arbitro sarebbe stato dalla sua parte.
(Francis Scott Fitzgerald)

Il problema non è l’arbitro, ma l’arbitrio.
(lddio, Twitter)

C’è troppa gente per cui è sempre colpa della maestra, della sfiga, dell’arbitro e del giudice. Io preferisco fare i conti coi miei difetti.
(purtroppo, Twitter)

Arbitro, dammi una vita di recupero.
(Fenicearde, Twitter)