Frasi, citazioni e aforismi sulla psicoanalisi e gli psicoanalisti

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla psicoanalisi e gli psicoanalisti. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’ansia, Frasi, citazioni e aforismi sulla disperazione e Frasi, citazioni e aforismi sulla felicità.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla psicoanalisi e gli psicoanalisti

psicoanalisi

Essere psicoanalista, è semplicemente aprire gli occhi a questa evidenza che non c’è niente di più pasticciato della realtà umana.
(Jacques Lacan)

A quanto possiamo discernere, l’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere.
(Carl Gustav Jung)

Saremo veramente poveri se fossimo solamente sani.
(Donald Winnicott)

“Oh, sei in analisi”. Sì da 15 anni”. “15 anni? “. “Sì, adesso gli do un altro anno di tempo e poi vado a Lourdes”.
(Woody Allen)

Ero molto depresso, in quel periodo. Intendevo uccidermi ma, come ho già detto, ero in analisi, e i freudiani sono molto severi al riguardo, ti fanno pagare le sedute che perdi.
(Woody Allen)

Se non esistessero i genitori non ci sarebbe nemmeno la psicoanalisi.
(Anonimo)

Non è del tutto giusto dire che la psicoanalisi sia un dialogo tra due. Si potrebbe dire con maggiori giustificazioni che si tratta di un monologo tenuto alla presenza di un interprete.
(Jacob Levi Moreno)

La psicoanalisi in sé stessa non è né religiosa né irreligiosa, bensì uno strumento imparziale di cui può servirsi sia il religioso che il laico, purché venga usato per liberare l’uomo dalle sofferenze. Sono rimasto molto colpito nel rendermi conto che non avevo pensato all’aiuto straordinario che il metodo psicoanalitico può fornire alla cura delle anime, ma questo è certo successo perché un malvagio eretico come me è troppo lontano da questa sfera d’idee
(Sigmund Freud)

Seduta psicoanalitica. Un grembo materno migliorato.
(Géza Róheim)

Che cos’è la psicoanalisi? È la confessione fatta dal medico, per scardinare le idee fisse.
(Giuseppe Moscati)

La psicoanalisi è una confessione senza assoluzione.
(GK Chesterton)

Nell’antica Grecia per farsi ascoltare bastava varcare le soglie dell’agorà. Oggi per farsi ascoltare bisogna varcare la soglia di uno psicanalista.
(Fabrizio Caramagna)

Il modo più semplice con cui mi spiego la ragione della terapia psicoanalitica è che si nasce in un modo, poi si viene spinti ad essere diversi, e dunque si spende la vita intera provando a sgarbugliare la matassa e finalmente riallinearsi con chi veramente siamo. La vita, le esperienze, i traumi –qualsiasi cosa– si aggiungono per renderti diverso. Così c’è questo conflitto tra ciò che sei e ciò che divieni, ed è stato molto importante per me discernere ciò che mi è stato detto di essere o ciò che sono diventato.
(Billy Corgan)

Tutti dovrebbero andare in analisi ma pochi ci vanno, per due motivi: perché l’analisi costa e perché la maggior parte delle persone non ha il coraggio di guardare dentro il proprio sé.
(Anonimo)

L’atteggiamento spontaneo di un essere umano è: “non voglio saperlo”, una resistenza fondamentale all’accesso di conoscenza.
(Jacques Lacan)

Un’analisi deve essere dolorosa, non perché vi sia per forza qualche valore nel dolore, ma perché non si può ritenere che un’analisi nella quale il dolore non venga osservato e discusso, affronti una delle ragioni centrali per le quali il paziente è lì.
(Wilfred Bion)

Preferirei di gran lunga rimanere nelle tenebre in cui si trova chi non è stato psicanalizzato.
(Albert Einstein)

La psicoanalisi è un’archeologia dell’anima
(Sigmund Freud)

La psicoanalisi, è aiutare le persone a diventare quelle che esse sono.
(Françoise Dolto)

La psicoanalisi è un rimedio contro l’ignoranza. Essa è senza effetti sulla stupidità.
(Jacques Lacan)

La nostra terapia opera trasformando in conscio ciò che è inconscio, e sortisce qualche effetto solo nella misura in cui è in condizioni di effettuare questa trasformazione.
(Sigmund Freud)

Se non si può raggiungere il cielo (la conoscenza assoluta), si può provare a raggiungere gli inferi (inconscio).
(Sigmund Freud)

La parola dell’analista è il corrispettivo dell’osta consacrata. E, come questa non va masticata ma ingoiata nella sua interezza, così l’interpretazione va incorporata e lasciata cadere nel preconscio, dove fertilizzerà l’anima, il sè profondo del paziente.
(Davide Lopez)

In psicoanalisi le cose sono solite essere un po’ più complicate di quel che vorremmo. Se fossero così semplici, non ci sarebbe forse stato bisogno della psicoanalisi per portarle alla luce.
(Sigmund Freud)

L’analisi, rendendo cosciente l’inconscio personale, rivela all’individuo cose che egli di regola già conosceva negli altri, ma non in sé stesso.
(Carl Gustav Jung)

Non credo che l’analisi mi possa aiutare. Mi ci vorrebbe una lobotomia.
(Woody Allen)

Essere una psicanalista significa sapere che tutte le storie finiscono per parlare d’amore.
(Julia Kristeva)

Noi psicoanalisti non eliminiamo le cause determinanti delle nevrosi: ci limitiamo ad aiutare il paziente a trasformare meglio le frustrazioni nevrotiche in valide compensazioni.
(Helene Deutsch)

Il proposito di ogni psicanalista ed ogni uomo è sconfiggere la miseria delle malattia per poter accettare la comune infelicità dell’essere umano.
(Sigmund Freud)

Lo psicoanalista differisce da tutti gli altri medici per il fatto di non aver alcun contatto fisico col paziente, il che contrasta con l’estrema intimità sul piano verbale. […] Per di più, l’analista partecipa al paziente ciò che sa e ciò che scopre molto più di qualsiasi altro medico, cosa che lo avvicina alla professione dell’insegnante.
(Ralph Greenson)

La stessa espressione “strizza cervelli” rivolta genericamente agli analisti è fuorviante ed equivoca, assolutamente inadeguata, ancora una volta un residuo di una concezione psichiatrica localistica, in quanto non viene strizzato nessun cervello, ma semmai, nell’analisi valorizzato l’individuo con il suo disagio emotivo, esistenziale, fisico e spirituale insieme.
(Vittorio Craia)

La psicoanalisi ha scarse possibilità di diventare beneamata o popolare. A parte che parecchi suoi contenuti offendono i sentimenti di molte persone, quasi altrettanto disturbante è il fatto che la nostra scienza comprende alcune ipotesi – non si sa se annoverarle fra i presupposti o fra i risultati della nostra ricerca – che certamente appaiono quanto mai stravaganti per il normale modo di pensare della maggior parte delle persone, e si pongono in radicale contraddizione con la mentalità imperante. Ma non c’è nulla da fare…
(Sigmund Freud)

Psicoanalisi: concertare lo sconcerto.
(Ángel de Frutos Salvador)

La psicoanalisi intesa come tecnica terapeutica consta essenzialmente di numerose analisi dei sogni, poiché i sogni portano successivamente a galla, nel corso del trattamento, i contenuti dell’inconscio per esporli alla forza disinfettante della luce del giorno, riscoprendo anche elementi importanti creduti perduti.
(Carl Gustav Jung)

L’ES gioca tiri straordinari, guarisce, fa ammalare, costringe ad amputare arti sani e fa correre la gente incontro alle pallottole. In breve, è un essere lunatico, imprevedibile e spassoso.
(George Groddeck)

Tutto ciò che rimane alla madre nella moderna società dei consumi è il ruolo di capro espiatorio. La psicoanalisi utilizza enormi quantità di denaro e di tempo per convincere i pazienti e imporre i loro problemi alla madre assente, che non ha la possibilità di pronunciare una parola in sua difesa.
(Anonimo)

La psicanalisi è un mito tenuto in vita dall’industria dei divani.
(Woody Allen)

Se tra di voi vi dovesse essere qualcuno che non si sentisse soddisfatto di una tale conoscenza fugace della psicoanalisi, ma volesse entrare in una relazione durevole con essa, non solo glielo sconsiglierei, ma lo metterei in guardia dal farlo. Per come stanno le cose attualmente con una tale scelta professionale egli si distruggerebbe qualsiasi possibilità di successo universitario, e se scegliesse di vivere come medico praticante si troverebbe in una società che non comprende i suoi sforzi, che tratta con diffidenza e in modo ostile chi li compie, e gli scatena contro tutti gli spiriti maligni che si annidano in essa.
(Sigmund Freud)

L’anno scorso, ebbi difficoltà col fisico. Volevo dedurre dal reddito imponibile la spesa per lo psicanalista, in quanto “cure mediche”, ma all’Ufficio Imposte Dirette mi dissero che rientrava sotto la voce “divertimenti”. Si arrivò a un compromesso, rubricandola come “contributi religiosi”.
(Woody Allen)

– Zelig: Devo andare, non posso trattenermi.
– Che devi fare?.
– Zelig: (che crede di essere un psicoanalista) Ho un caso interessantissimo: 2 gemelli siamesi che soffrono di doppia personalità.
– E allora?.
– Zelig: Sto per essere pagato da otto persone in una volta sola.
(Woody Allen)

Quando ho detto al mio psicanalista che cominciavo ad avere tendenze suicide, mi ha replicato che da quel momento dovevo pagarlo in anticipo.
(Woody Allen)

Una straordinaria scoperta, la psicoanalisi: fa sentire complesse anche le persone più semplici.
(Samuel Nathaniel Behrman)

La psicoanalisi si impara innanzitutto su sé stessi, mediante lo studio della propria personalità.
(Sigmund Freud)

Psicoanalisi. Una professione di curatori laici di anime, i quali non hanno bisogno di essere medici, e non dovrebbero essere sacerdoti.
(Sigmund Freud)

Non credo che i nostri successi terapeutici possano competere con quelli di Lourdes; le persone che credono ai miracoli della Santa Vergine sono molto più numerose di quelle che credono all’esistenza dell’inconscio.
(Sigmund Freud)

La psicoanalisi è quella malattia mentale di cui crede di essere la terapia.
(Karl Kraus)

Eppoi Freud – altro grande pessimista! Gesù, sono stato in analisi per anni. Non è successo niente. Il mio analista, per la frustrazione, cambiò attività. Aprì un self-service vegetariano.
(Woody Allen)

La psicoanalisi è più una passione che una scienza: perché le manca la mano ferma nelle sue indagini, anzi perché questo difetto costituisce già da solo l’unico requisito per fare psicoanalisi.
(Karl Kraus)

Dei sei casi clinici pubblicati da Freud quali pilastri della psicoanalisi, uno riguarda un paziente che abbandonò disgustato la terapia dopo appena tre mesi, due non furono realmente tratti da lui e un altro non implicò alcuna vera terapia. Dei casi effettivamente seguiti, solo due comportarono vere o supposte cure, ma uno dei pazienti ebbe in seguito a dire che la “cura” si era basata su un completo fraintendimento dei fatti.
(Frank J. Sulloway)

I due principali rischi della psicoanalisi: che può fallire, e che se ha successo, non riuscirai mai a perdonare te stesso per tutti gli anni sprecati.
(Mignon McLaughlin)

Il transfert designa in generale la condizione emotiva che caratterizza la relazione del paziente nei confronti dell’analista, e in senso specifico il trasferimento sulla persona dell’analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente. Il transfert dell’analista sul paziente è comunemente denominato controtransfert.
(Umberto Galimberti)

Nella psicoanalisi il paziente dice la verità perché, grazie al trasfert, riproduce in parte il processo che si attua spontaneamente nell’innamoramento. Però la forza dello stato nascente spezza, in poche ore o in pochi istanti, barriere inconsce che, nella psicoanalisi, resistono talvolta per anni.
(Francesco Alberoni)

Direi che la mia paranoia è in fase calante. Continuo a credere che la gente mi segua… ma adesso ho l’impressione che lo faccia senza un vero interesse”.
(Woody Allen)

Lo psichiatra è un tizio che vi fa un sacco di domande costose che vostra moglie vi fa gratis.
(Woody Allen)

Meglio dallo psicanalista che dal confessore. Per questo è sempre colpa tua, per quello è sempre colpa degli altri.
(Marcello Marchesi)

La psicoanalisi non è il solo modo di risolvere i conflitti interiori. La vita stessa rimane ancora uno psicoterapeuta molto efficace.
(Karen Horney)

Se sei in contatto con Freud, fatti ridare i miei soldi!
(Woody Allen)

La dimenticanza di nomi è estremamente contagiosa. Basta che, in una conversazione tra due persone, una dica di aver dimenticato un certo nome, ed anche l’altra lo dimentica. Ma la persona per cui la dimenticanza è un fenomeno indotto riesce più facilmente a ricordarlo. Questa amnesia «collettiva», uno dei fenomeni in cui si manifesta la psicologia della massa, non è stata ancora sottoposta a ricerca psicoanalitica.
(Sigmund Freud)

Mostratemi un uomo sano di mente e lo curerò per voi.
(Carl Gustav Jung)

La psicoanalisi ha inculcato nei genitori della classe istruita il terrore del male che possono inconsciamente fare ai loro figli. Se li baciano, possono far nascere in loro un complesso di Edipo; se non li baciano, possono provocare una manifestazione di gelosia. Se ordinano al bambino di fare questa o quella cosa, possono far nascere in lui il senso della colpa; se no, i bambini prendono delle abitudini che i genitori giudicano indesiderabili. Quando vedono il bambino succhiarsi il pollice, ne traggono ogni sorta di spaventose deduzioni, ma non sanno assolutamente che fare per indurlo a smettere. La paternità, che un tempo era un trionfante esercizio del potere, è diventata timida, ansiosa e piena di scrupoli di coscienza.
(Bertrand Russell)

Psicoanalisi: massaggio dell’anima.
(Italo Tavolato)

I miei film sono una forma di psicoanalisi, salvo che vengo pagato io, e questo cambia tutto!
(Woody Allen)

Nella psicoanalisi, solo la parcella è esattamente quello che sembra essere.
(Mason Cooley)

La salute è il vuoto che rimane dopo che è guarita la cosiddetta nevrosi.
(R. May)

Fin troppo sovente filosofia e letteratura si sono gingillate con l’inconscio, mentre la scienza non sapeva che farsene. La psicoanalisi si è impadronita di questo concetto, lo ha preso sul serio e gli ha dato un nuovo contenuto. Le sue ricerche hanno portato alla conoscenza di caratteri finora insospettati dell’inconscio psichico e alla scoperta di alcune delle leggi che lo governano.
(Sigmund Freud)

Vi ho detto che la psicoanalisi è nata come terapia, ma non è questa la ragione per cui ho inteso raccomandarla al vostro interesse, bensì per il suo contenuto di verità per quanto essa ci insegna su ciò che all’uomo sta a cuore al di sopra di ogni altra cosa – la sua stessa essenza – e per le connessioni che mette in luce fra le più diverse attività umane. Come terapia, è fra le tante, senza dubbio prima inter pares. Se fosse priva di valore terapeutico, non sarebbe stata scoperta sugli ammalati, né avrebbe potuto perfezionarsi per oltre trent’anni
(Sigmund Freud)