Frasi, citazioni e aforismi sulla guarigione

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla guarigione. Tra i temi correlati si veda 200 Frasi, aforismi e battute divertenti sui medici e la medicina, Frasi, aforismi e battute divertenti sui farmaci e Frasi, citazioni e aforismi sulla salute e il benessere.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla guarigione e il guarire

Guarigione

La cosa che più ti aiuta a guarire è il buon umore.
(Pindaro)

Il desiderio di guarire è sempre stato metà della salute.
(Lucio Anneo Seneca)

La mattina, quando vi alzate, fate un sorriso al vostro cuore, al vostro stomaco, ai vostri polmoni, al vostro fegato. Dopo tutto, molto dipende da loro.
(Thich Nhat Hanh)

I farmaci non sono sempre necessari. La fede nella guarigione lo è sempre.
(Norman Cousins)

Non appena la guarigione è avvenuta, esci e guarisci qualcun altro.
(Maya Angelou)

L’ho sempre saputo fin da quando ero bambino: la vita ci ferisce, tutti quanti. E non c’è modo di sottrarsi ai suoi colpi.
Ma ora ho imparato un’altra cosa: possiamo guarire, se ci curiamo a vicenda.
(Veronica Roth)

La guarigione è la libertà dalle preoccupazioni.
La guarigione è vivere e non far finta di vivere.
La guarigione è la gratitudine.
La guarigione è l’equilibrio.
La guarigione è lasciarsi andare.
La guarigione è l’energia del momento.
(Terri guillemets)

La sofferenza è un istante, la bellezza della vita è infinita. Buona guarigione.
(Anonimo)

L’obiettivo di ogni intervento è la piena guarigione, uscire meglio di come si è entrati. Alcuni pazienti guariscono in fretta e stanno subito bene. Per altri la guarigione è più lenta, e solo dopo mesi o persino dopo anni si rendono conto di non soffrire più. Quindi dopo ogni intervento la sfida è avere pazienza. Ma se riesci a superare le prime settimane e i mesi, se credi che guarire sia possibile, allora puoi riavere la tua vita di prima. È un grosso se.
(Dal film Grey’s Anatomy)

Realizzai che il viaggio verso la guarigione, per quanto breve, era stato un’esperienza meravigliosa dall’inizio alla fine. Realizzai che anche nella monotonia della vita di tutti i giorni viviamo momenti a stretto contatto con la morte, e che la sofferenza è la prova del nostro essere. Nel vortice della malattia, ero sicura di avere annusato l’odore della morte, l’odore della fine. Un sentore flebile ma reale. E da lì, piano piano, avevo cominciato a ristabilirmi.
Mentre si guarisce, si percepisce qualsiasi cosa come una gioia.
Forse è il flusso della vita stessa che man mano riprende vigore.
(Banana Yoshimoto)

Per noi guarire non è solo prescrivere medicine e terapie, ma lavorare insieme condividendo tutto in uno spirito di gioia e cooperazione.
(Patch Adams, inventore della clownterapia)

Io dico sempre una gran parte della guarigione è nelle tue mani.
(Hayley Mills)

Guarire significa agire, non è un evento passivo.
(Caroline Myss)

La coscienza di esser malati è il primo sintomo di guarigione.
(Anonimo)

L’attesa è un fiore semplice. Germoglia sui bordi del tempo. È un fiore povero che guarisce tutti i mali.
(Christian Bobin)

I medici non guariscono le persone. Danno solo un aiuto perché le persone guariscano. Chi guarisce… è la persona stessa. È la forza di volontà della persona in questione!
(Anonimo)

Le cellule del nostro corpo reagiscono a tutto ciò che dice la mente. La negatività abbatte il nostro sistema immunitario.
(Anonimo)

Quando non ricordi più come ti sei fatto male allora sei guarito.
(Jane Fonda)

Le persone possono guarire dalle malattie – le malattie possono guarire le persone.
(Gerhard Uhlenbruck)

La sofferenza è insita nella natura umana; ma non soffriamo mai, o almeno molto di rado, senza nutrire la speranza della guarigione; e la speranza è un piacere.
(Giacomo Casanova)

Perfino essere malato è piacevole quando sai che ci sono persone che aspettano la tua guarigione come una festa.
(Anton Cechov)

Se alle ferite dai il giusto tempo di guarire, togliere la crosta diventa piacevole
(IlReQuieto, Twitter)

La guarigione è un processo biologico, non un’arte. E’ dovuta in gran parte alle funzioni proprie dell’organismo vivente come respirazione, digestione, circolazione, escrezione, proliferazione cellulare, o attività nervosa. Si tratta di un processo incessante, costante, come la rotazione della terra sul suo asse.
(Herbert Shelton)

Era la mente quella che ci metteva più tempo a guarire.
(Sylvia Day)

“Nel frattempo”, disse Abrenuncio “suonatele musica, riempite la casa di fiori, fate cantare gli uccelli, portatela a vedere i tramonti sul mare, datele tutto quanto può farla felice”. Si congedò con uno svolazzo del cappello per aria e la sentenza latina di rigore. Ma questa volta la tradusse in onore del marchese: “Non c’è medicina che guarisca quello che non guarisce la felicità”.
(Gabriel García Márquez)

Il male è già mezzo guarito quando se n’è scoperta la causa.
(San Francesco di Sales)

Ognuno di noi ha 100 desideri. Il malato di cancro ne ha uno solo: guarire.
(Anonimo)

L’uomo passa la prima metà della vita a rovinarsi la salute, e la seconda metà a cercare di guarirsi.
(Joseph Leonard)

Guarire è toccare con amore ciò che abbiamo precedentemente toccato con paura.
(Stephen Levine)

Nulla accelera tanto la guarigione quanto le parcelle periodiche del medico.
(Alec Guinness)

Guariamo quando siamo amati e quando amiamo gli altri. Non guariamo fondando una società segreta di cui siamo i soli membri, rimuginando incessantemente sull’“altro” che potremmo ammettervi, per poi restarne inevitabilmente delusi.
(Jeannette Winterson)

La causa principale della guarigione è l’amore.
(Paracelso)

La preghiera è una guarigione diceva Mohammad secondo Al-Bukhari. E’ profondo che abbia detto guarigione, ed è molto più esatto che guarisce. La preghiera non può guarire, ma è una guarigione; non dà la salute, è la salute.
(Guido Ceronetti)

Molte delle ferite dello spirito che vengono costantemente riaperte durante il giorno sono guarite dal sonno, che le copre e le protegge da nuove offese. L’azione terapeutica del tempo è basata in parte su questo.
(Sigmund Freud)

I difetti e le tare dell’anima sono come le ferite del corpo: nonostante gli sforzi inimmaginabili fatti per guarirle, rimane sempre una cicatrice.
(Francois de La Rochefoucauld)

La ferita provocata da una parola non guarisce.
(Proverbio)

Nessuno guarisce dalla malattia dell’essere nato, una ferita mortale se mai ce n’è stata una.
(EM Cioran)

Guarire il cancro è una cosa, guarire la società è tutto un altro paio di maniche.
(Douglas Coupland)

Di tutti i miracoli di Gesù menzionati nei Vangeli, nemmeno uno si riferisce alla guarigione di un stupido. Tanto è incurabile la stupidità.
(Constantin Stoica)

La vecchiaia. E’ la sola malattia dalla quale non si può sperare di guarire.
(Orson Welles)

Nulla è più contrario alla guarigione che cambiare spesso rimedi.
(Lucio Anneo Seneca)

Mi piace la convalescenza: è la cosa per cui vale la pena ammalarsi.
(George Bernard Shaw)

Medicina alternativa, alla guarigione.
(Maurizio Sangalli)

Mi chiedo perché si riesce sempre a leggere la fattura di un medico e non si riesce mai a leggere la sua prescrizione.
(Finley Peter Dunne)

L’ultima volta che sono andato dal dottore mi ha dato tante medicine che, una volta guarito, sono stato male per un mese intero.
(Groucho Marx)

Il miglior medico è la natura: guarisce tre quarti delle malattie e non sparla dei suoi colleghi.
(Louis Pasteur)

Tre cose sono impossibili: insegnare, guarire, governare.
(Anna Freud)

Ci sono mali dei quali non bisogna cercar di guarire, perché sono i soli a proteggerci contro altri più gravi.
(Marcel Proust)

Il grande successo che incontrano ciarlatani e guaritori non si spiega solo con la credulità delle masse, ma anche con la diffidenza verso l’industria medica, soprattutto per il modo in cui si è automatizzata. Per quanto rozzi siano nella loro arte, questi taumaturghi si distinguono pur sempre dai medici per due caratteristiche importanti: considerano il malato nella sua interezza, e fanno apparire la guarigione come un miracolo. È proprio questo che l’istinto delle persone ancora sane va cercando, e su cui in effetti si fondano le guarigioni.
(Ernst Jünger)

L’uomo può guarire da tutto, non dall’uomo.
(Georges Bernanos)

Il medico esercita su di me un doppio effetto dal quale non so difendermi: mi spaventa e non mi rassicura. Se mi dice: “Lei ha la tal malattia”, gli credo. Se mi dice: “La guarirò”, non gli credo più.
(Georges Courteline)

Un medico coscienzioso deve morire con il malato se non possono guarire insieme.
(Eugène Ionesco)

L’arte della medicina consiste nel distrarre il paziente mentre la natura opera la guarigione.
(Voltaire)

La pratica del perdono è il nostro più importante contributo alla guarigione del mondo.
(Marianne Williamson)

Il cuore umano ha un modo di farsi di nuovo grande anche dopo che è stato rotto in mille pezzi.
(Robert James Waller)

Commenti:

  • Bellissima raccolta, bellissimo blog,… sempre gradito 😉
    Aggiungo due scritti affini: un pensiero di Karl Jaspers e una poesia di Borges
    “Il medico non è nè un salvatore, nè un tecnico, ma è un’ esistenza di fronte a un’ altra esistenza, è una natura umana fragile che porta nell’altro e con l’altro la libertà e la dignità di vivere ed essere riconosciuti”
    Karl Jaspers, filosofo e psichiatra
    * * *
    Se potessi vivere di nuovo la mia vita.
    Nella prossima cercherei di commettere più errori.
    Non cercherei di essere così perfetto, mi rilasserei di più.
    Sarei più sciocco di quanto non lo sia già stato,
    di fatto prenderei ben poche cose sul serio.
    Sarei meno igienico.
    Correrei più rischi,
    farei più viaggi,
    contemplerei più tramonti,
    salirei più montagne,
    nuoterei in più fiumi.
    Andrei in più luoghi dove mai sono stato,
    mangerei più gelati e meno fave,
    avrei più problemi reali, e meno problemi immaginari.
    Io fui uno di quelli che vissero ogni minuto
    della loro vita sensati e con profitto;
    certo che mi sono preso qualche momento di allegria.
    Ma se potessi tornare indietro, cercherei
    di avere soltanto momenti buoni.
    Chè, se non lo sapete, di questo è fatta la vita,
    di momenti: non perdere l’adesso.
    Io ero uno di quelli che mai
    andavano da nessuna parte senza un termometro,
    una borsa dell’acqua calda,
    un ombrello e un paracadute;
    se potessi tornare a vivere, vivrei più leggero.
    Se potessi tornare a vivere
    comincerei ad andare scalzo all’inizio
    della primavera
    e resterei scalzo fino alla fine dell’autunno.
    Farei più giri in calesse,
    guarderei più albe,
    e giocherei con più bambini,
    se mi trovassi di nuovo la vita davanti.
    Ma vedete, ho 85 anni
    e so che sto morendo.
    (Borges)

    maggio 30, 2015
  • fabriziocaramagna

    Gentile Sabine, grazie per i complimenti… in effetti queste sono raccolte fatte “ancora a mano” e non tramite un aggregatore che prende gli aforismi a caso e costruisce una raccolta, come spesso succede…
    Grazie anche per la condivisione… Non conoscevo né la frase di Karl Jaspers né la poesia di Borges, davvero molto bella… Grazie ancora!

    maggio 30, 2015
  • elisa

    è davvero bellissima, emozionante, fa’ capire le cose più importanti della vita, fa’ riflettere, quando si avvicina la morte, il rammarico di non avere fatto tante cose, anche le più semplici…complimenti all’ autore

    febbraio 27, 2018

Sorry, the comment form is closed at this time.