Frasi, citazioni e aforismi sull’agnosticismo

Che cos’è l’agnosticismo? Il termine “agnostico” significa essenzialmente “senza conoscenza”. L’ateismo afferma che non esiste Dio: una posizione, questa, indimostrabile. L’agnosticismo sostiene che l’esistenza di Dio non possa essere né provata né confutata, essendo impossibile sapere se Dio esista.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’agnosticismo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi su Dio, Frasi, citazioni e aforismi sull’ateismo e gli atei, Frasi, citazioni e aforismi sullo scetticismo e gli scettici.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’agnosticismo

agnosticismo

L’unico atteggiamento intellettuale onesto riguardante l’esistenza di Dio o di Cristo consiste nel dire: «Non so». L’agnosticismo deve restare la nostra base, per tutti.
(Eric Emmanuel Schmitt)

Avevo una ragazza e dovevamo sposarci, ma c’era un conflitto religioso. Lei era atea e io agnostico. Non
sapevamo senza quale religione educare i figli.
(Woody Allen)

Non lo considero un insulto, ma piuttosto un complimento essere chiamato un agnostico. Io non pretendo di sapere laddove molti uomini ignoranti sono sicuri. ­ questo è tutto ciò che significa l’agnosticismo
(Clarence Darrow)

L’ateismo è una forma di fede, preferisco l’agnosticismo.
(Anonimo)

Una persona completamente razionale dovrebbe essere agnostica, vista l’impossibilità di stabilire scientificamente l’esistenza o la non esistenza di Dio.
(Margherita Hack)

L’agnosticismo è la disciplina di colui che “non conosce” e quindi non sapendo non si esprime.
(Anonimo)

Il credente crede in un “sì”, il miscredente crede in un “no”, l’agnostico non crede nei monosillabi.
(solitudinario, Twitter)

Può darsi che Dio esista, però è meglio non fidarsi.
(Alberto Casiraghy)

Non posso credere in un Dio che vuole essere lodato per tutto il tempo.
(Friedrich Nietzsche)

Come si fa a credere che Dio esiste? E come si fa a credere che non esiste? Sia il credente che il non
credente sono due presuntuosi. Non a caso presumono.
(Luciano De Crescenzo)

Chi è più umile? Lo scienziato che guarda l’universo con una mente aperta e accetta tutto ciò che l’universo ha da insegnarci, o qualcuno che dice che tutto quello che appare nei libri della religione deve essere considerato la verità letterale.
(Carl Sagan)

La ragione si deve dichiarare agnostica e nessuna delle ipotesi tradizionali riguardanti l’esistenza di Dio è “concepibile”.
(Herbert Spencer)

Dovremmo essere agnostici riguardo quelle cose per cui non c’è nessuna prova. Non dovremmo affidarci alle fedi semplicemente perché gratificano i nostri desideri di vita dopo la morte, immortalità, paradiso, inferno, ecc.
(Julian S. Huxley)

L’agnostico è scettico, solitario, un outsider. Ha un orientamento meno dogmatico che concreto, la sua visione del mondo è meno una confessione di fede che – come già per Thomas Huxley – un metodo critico, un punto di vista sperimentale. L’agnostico tende a porre delle riserve, tende al provvisorio. Non ama i fiancheggiatori e i seguaci, le «grandi convinzioni», i forti nella fede e le teste vuote di ogni genere. Non fonda partiti e sette, non organizza missioni e non paga funzionari. Il mondo per lui non è così univoco come per gli ortodossi di ogni provenienza e provincia. È più incline a mettere in dubbio che a dire di sì, più all’obiezione e spesso anche alla ripulsione che a un qualsivoglia consenso, più alla demolizione degli idoli che all’antropolatria, e la realtà, tutto intorno al globo, gli fornisce conferme.
(Karlheinz Deschner)

Agnostico. Uno che non crede a niente e pretende che gli altri credano come lui.
(John Garland Pollard)

L’opposto del fanatico religioso non è il fanatico ateo ma il cinico gentile al quale non importa se dio esista oppure no.
(Eric Hoffer)

L’agnosticismo significa semplicemente che un uomo non dice di sapere o credere in ciò in cui non ha ragioni per credere.
(Thomas Henry Huxley)

Mi hanno detto agnostico. Ma intendono: colui che crede che quel dato problema sia insolubile, mentre assai più spesso io dico: colui che crede che il problema non esista − non abbia senso.
(Paul Valéry)

Ogni cosa, per essere vera, deve diventare una religione, e l’agnosticismo, come una qualunque altra religione, dovrebbe avere le sue cerimonie.
(Oscar Wilde)

L’agnosticismo oggi largamente imperante hai suoi dogmi ed è estremamente intollerante verso ciò che lo
mette in questione”
(Papa Benedetto XVI)

Anche quando dicevo che ero agnostico e che cercavo di capire i miei pensieri, sentivo che Dio stava permettendo che lo facessi.
(Alfred Woodard)

Non l’agnosticismo, ma lo gnosticismo è il pericolo per la fede cristiana
(Don Luigi Giussani)

La maggior parte degli uomini di oggi non sono tanto atei o non credenti, quanto increduli. Ma colui che è incredulo non è fuori dalla sfera della religione. […] Lo stato d’animo di chi non appartiene più alla sfera del religioso non è l’incredulità, ma l’indifferenza, in non saper che farsene di queste domande. Ma l’indifferenza è veramente la morte dell’uomo.
(Norberto Bobbio)

Commenti:

  • Federico

    ” Il vero ateo non è colui che non crede in Dio, ma colui che se ne frega”
    (il mio professore di lettere del liceo)

    settembre 16, 2015

Sorry, the comment form is closed at this time.