Frasi, citazioni e aforismi sul popolo

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul popolo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul potere, Frasi, citazioni e aforismi sulla folla e la massa e Frasi, citazioni e aforismi sulla democrazia.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul popolo

popolo

Tre cose formano una nazione: la sua terra, il suo popolo, e le sue leggi.
(Abraham Lincoln)

Un popolo che non sa né leggere né scrivere, è un popolo facile da ingannare.
(Che Guevara)

Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.
(Nicolás Gómez Dávila)

Invece di dare al popolo sacerdoti, soldati e maestri, sarebbe opportuno sapere se non stia morendo di fame.
(Lev Tolstoj)

Noi, il Popolo siamo i padroni legittimi sia del Congresso che dei tribunali, non per rovesciare la Costituzione, ma per rovesciare gli uomini che pervertono la Costituzione.
(Abraham Lincoln)

I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, ma sono i governi che devono aver paura dei propri popoli.
(Thomas Jefferson)

Quando il governo teme il popolo, c’è libertà. Quando il popolo teme il governo, c’è tirannia.
(Benjamin Franklin)

I padroni del popolo saranno sempre quelli che potranno promettergli un paradiso.
(Rémy de Gourmont)

Il popolo preferisce esser blandito che capito, ingannato che responsabilizzato, istigato che pungolato, corrotto che purificato, tradito che deluso.
(Roberto Gervaso)

Il popolo è lo stesso ovunque. Quando gli fai d’oro le catene, non odia il vincolo.
(Napoleone Bonaparte)

Per manipolare efficacemente il popolo, è necessario convincere tutti che nessuno li sta manipolando.
(John Kenneth Galbraith)

In fondo la politica non è altro che un certo modo di agitare il popolo prima dell’uso.
(Talleyrand)

Per poter conoscere l’indole dei popoli non conviene paragonarli nei momenti normali ma quando, sciolti da ogni freno, si trovano in assoluta balia del loro istinto.
(Camillo Benso, Conte di Cavour)

Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente.
(Indro Montanelli)

Il potere è del popolo, l’autorità del senato – Potestas in populo, auctoritas in senatu.
(Cicerone)

I nomi collettivi servono a fare confusione. ‘Popolo, pubblico…’ Un bel giorno ti accorgi che siamo noi; invece credevi che fossero gli altri.
(Ennio Flaiano)

Annunci

Voce di popolo, voce di Dio – Vox populi, Vox Dei
(Detto latino)

Non dobbiamo ascoltare coloro che dicono: ‘Voce di popolo, voce di Dio’, perché la sfrenatezza della folla è sempre molto vicino alla follia.
(Alcuino da York)

L’intelligenza sul nostro pianeta è costante mentre la popolazione è in crescita.
(Arthur Charles Clarke)

Bisogna offrire al popolo delle feste rumorose; gli sciocchi amano il rumore e la massa è costituita da sciocchi.
(Honoré de Balzac)

Il popolino ormai chiede a gran voce solo due cose: pane e divertimenti – atque duas tantum res anxius optat: panem et circenses
(Giovenale)

Il popolo sopporta di essere derubato, purché non si smetta di adularlo.
(Nicolás Gómez Dávila)

Il popolo è salito di prezzo, ma è un aumento solo stagionale. Immediatamente dopo le elezioni il prezzo scenderà.
(Ranlo Guzina)

Il leader è affetto da mania di persecuzione. Ha sempre la sensazione che il popolo lo segua
(Zoran T. Popović)

La commedia è quando un illusionista diverte il popolo, la tragedia quando diventa il suo capo.
(Milovan Vitezovic)

Quando il governo protesta contro il popolo lo fa con la polizia!
(Milovan Vitezovic)

Sicuramente, o Popolo, / ben grande è il tuo potere, / poiché ciascun temere / ti deve come un re! / Però, pel naso è facile menarti; e troppo godi di chi ti liscia e abbindola; / e chi discorre, l’odi a bocca aperta; / ed esule va il senno tuo da te!
(Aristofane)

Un leader intelligente perdona sempre al popolo tutti gli errori che il leader ha fatto.
(Brana Crnčević)

Chi disse uno popolo disse veramente uno animale pazzo, pieno di mille errori, di mille confusione, sanza gusto, sanza diletto, sanza stabilitá.
(Francesco Guicciardini)

La plebe è tumultuante per abito, malcontenta per miseria, onnipotente per numero.
(Giuseppe Mazzini)

Il popolo, tra un ladro e un giusto, votò per il ladro: Barabba.
(Anonimo)

È più facile trarre in inganno una moltitudine che un uomo solo.
(Erodoto)

Si può indurre il popolo a seguire una causa, ma non far sì che la capisca.
(Confucio)

Quando un popolo non ha più senso vitale del suo passato si spegne. La vitalità creatrice è fatta di una riserva di passato. Si diventa creatori anche noi, quando si ha un passato. La giovinezza dei popoli è una ricca vecchiaia.
(Cesare Pavese)

Al popolo non resta che un monosillabo per affermare e obbedire. La sovranità gli viene lasciata solo quando è innocua o è reputata tale, cioè nei momenti di ordinaria amministrazione.
(Benito Mussolini)

Lo Stato è come un secchio il popolo come l’acqua: la natura di quest’ultima è di prendere la forma del secchio.
(Proverbio cinese)

I governi sono le vele, il popolo è il vento, lo stato è l’imbarcazione, il tempo è il mare.
(Ludwig Börne)

Ogni potere emana dal popolo, e non torna più.
(Gabriel Laub)

Il popolo ha indubbiamente diritto al potere, ma quel che vuole il popolo non è il potere (solo un due per cento lo desidera), bensì, prima di tutto, un ordine stabile.
(Aleksandr Solzhenitsyn)

Il popolo recita il ruolo più difficile. Quello di non salire sul palco.
(Ratko Dangubić)

C’è stato un lavaggio del cervello preventivo, e il popolo, ancora una volta, è stato salvato da possibili infezioni.
(Ratko Dangubić)

Affinché un popolo sia libero, occorrerebbe che i governati fossero dei saggi e i governanti degli dèi.
(Honoré de Balzac)

Felice il popolo i cui annali sono vuoti nei libri di storia.
(Thomas Carlyle)

Non è libero un popolo che ne opprime un altro.
(Karl Marx)

Sforzarsi di operar sul volgo con fine sentimento è come tentare di tagliar sassi con un rasoio.
(Jonathan Swift)

La moltitudine, questa enorme bruttura che, ridotta ai suoi elementi, sembra fatta di uomini e di ragionevoli creature di Dio; ma, confusi insieme, formano una grande bestia e una mostruosità più orrenda dell’Idra.
(Sir Thomas Browne)

Se i popoli si conoscessero meglio, si odierebbero di più.
(Ennio Flaiano)

La massa ha scarsissima capacità di giudizio e assai poca memoria.
(Arthur Schopenhauer)

È quando rischia di perderla che un popolo è più disposto a rinunciare alla propria libertà.
(Roberto Gervaso)

Il popolo, tutti i popoli, sono esasperatamente, disperatamente incoscienti, ignoranti, deviati e corrotti nel cuore, negli istinti, nei sentimenti e nella mente dall’esempio e dalla volontà dei governanti.
(Bartolomeo Vanzetti)

Diffidiamo del popolo, del buonsenso, del cuore, dell’ispirazione e dell’evidenza.
(Charles Baudelaire)

Sono i popoli deboli che rendono possibili i governi forti.
(Roberto Gervaso)

Quanto più il popolo si lascia blandire, tanto più chi lo blandisce lo disprezza.
(Roberto Gervaso)

La democrazia è l’arte di far credere al popolo che esso governi.
(Anonimo)

Il popolo, sono tutti quelli che non comprendono.
(Remy de Gourmont)

Il popolo è fatto di molti vuoti zeri, cui volentieri s’aggiunge chi si sente una cifra.
(Franz Grillparzer)

Il popolo ascolta avidamente, occhi verso l’alto e bocca aperta, crede quel che gli piace, e meno capisce, più ammira.
(Jean de La Bruyère).

L’intero scopo della pratica politica è di tenere in allarme la popolazione (per poi condurla clamorosamente alla salvezza) tramite la minaccia di una serie infinita di mali indefiniti, tutti quanti immaginari.
(Henry Louis Mencken)

C’era una volta un popolo così ignorante che conosceva di più le regole del calcio che i propri diritti.
(Anonimo)

Suprema prova di maturità d’un popolo: non meritarsi nessun governo.
(Lorenzo Morandotti)

Si può giudicare un popolo dal suo caffè, le sue sigarette, la sua birra…
(Michel Beaulieu)

La gloria presso il popolo, ecco ciò a cui bisogna aspirare. Niente varrà mai quanto lo sguardo sperduto della salumiera che ci ha visto in televisione
(Jean Baudrillard)

Se volete conoscere un popolo, dovete ascoltare la sua musica.
(Platone)

Un popolo comincia a corrompersi quando si corrompe la sua grammatica e la sua lingua.
(Octavio Paz)

Sono nato popolo, non sono mai stato altro, altro non voglio essere; disprezzo chiunque abbia la pretesa di essere qualcosa di più.
(Robespierre)

Che cosa vuol dire libertà, che cosa vuol dire democrazia? Vuol dire prima di tutto fiducia del popolo nelle sue leggi: che il popolo senta le leggi dello Stato come le sue leggi, come scaturite dalla sua coscienza, non come imposte dall’alto.
(Piero Calamandrei)

Il benessere del popolo è la legge più importante.
(Cicerone)

Il primo bene di un popolo è la sua dignità.
(Camillo Benso, Conte di Cavour)

Se fai progetti per un anno,
semina del grano.
Se i tuoi progetti si estendono a dieci anni,
pianta un albero.
Se essi abbracciano cento anni,
istruisci il popolo.
Seminando grano una volta,
ti assicuri un raccolto.
Se pianti un albero,
tu farai dieci raccolti.
Istruendo il popolo,
tu raccoglierai cento volte.
(Chuang Tzu)

Annunci