Frasi, citazioni e aforismi sul lupo

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul lupo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul bosco, Frasi, citazioni e aforismi sugli animali e Frasi, citazioni e aforismi sui cani.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul lupo

lupo

La paura non è così difficile da capire. Dopo tutto, non siamo stati tutti spaventati da bambini? Nulla è cambiato da quando Cappuccetto Rosso ha affrontato il lupo cattivo. Ciò che ci spaventa oggi è esattamente la stessa cosa che ci spaventava ieri. E’ solo un lupo diverso. Questo complesso di paura è radicato in ogni individuo.
(Alfred Hitchcock)

Allora s’avvicinò al letto e scostò le cortine: la nonna era coricata, con la cuffia abbassata sulla faccia e aveva un aspetto strano.
– Oh, nonna, che orecchie grosse!
– Per sentirti meglio.
– Oh, nonna, che occhi grossi!
– Per vederti meglio.
– Oh, nonna, che grosse mani!
– Per meglio afferrarti.
– Ma, nonna, che bocca spaventosa!
– Per meglio divorarti!.
E subito il lupo balzò dal letto e ingoiò il povero Cappuccetto Rosso
(Cappuccetto Rosso, Fratelli Grimm)

I lupi però diventavano sempre più arditi e i due uomini furono spesso svegliati. Quelle bestiacce si avvicinavano talmente tanto, che i cani diventavano pazzi di terrore, ed era necessario ravvivare il fuoco di tanto in tanto, per tenere a distanza quegli audaci predoni.
– Ho sentito dei marinai che raccontavano di navi inseguite dai pescicani – osservò Bill, infilandosi sotto le coperte, dopo aver ravvivato il fuoco. – Ecco, questi lupi sono dei pescicani di terra. Conoscono i propri interessi meglio di noi e ci seguono in questa maniera per la loro stessa salvezza. Sanno che ci avranno, sono sicuri che ci avranno
(Jack London, Zanna bianca)

I lupi sono coraggiosi, inseguono i camosci sui versanti più scoscesi della montagna, dove l’uomo rischia a ogni passo di ammazzarsi. I lupi sono scaltri, risalgono le valanghe in cerca degli animali uccisi e camminano in fila sulla neve, ricalcando le orme dei compagni per fare meno fatica. I lupi sono liberi: si inchinano alle leggi del branco, ma quando non c’è più posto tra i fratelli abbracciano la vita solitaria e vanno in cerca di nuovi spazi.
(Carlo Grande)

Quando nelle lunghe notti gelate levava il muso alle stelle gettando lunghi ululati nello stile dei lupi, erano i suoi antenati morti e ridotti in polvere, che levavano il muso alle stelle e ululavano nei secoli attraverso di lui.
(Jack London)

Abbiamo condannato il lupo non per quello che è, ma per quello che abbiamo deliberatamente ed erroneamente percepito che fosse – l’immagine mitizzata di uno spietato assassino selvaggio -. Che, in realtà, non è altro che l’immagine riflessa di noi stessi.
(Farley Mowat)

Il pastore tiene lontano il lupo dalla gola della pecora, per questo la pecora ringrazia il pastore per essere il suo liberatore, mentre il lupo lo denuncia per il medesimo fatto ma come distruttore della libertà. Chiaramente la pecora e il lupo non sono d’accordo sulla definizione della parola libertà
(Abraham Lincoln)

I lupi sono animali nobili, non sono come i cani. Nella lingua Yupik, la parola lupo è Kegluneq e gli Aleuti li rispettano come onorevoli cugini.
(Metal Gear Solid)

I lupi vogliono sfamarsi da soli, è una questione di dignità, cacciano le loro prede a rischio della propria vita, sono guerrieri. Se privi un lupo della sua fierezza, se gli impedisci di uccidere, e gli insegni a temere la morte, quale guerriero sarà mai?
(Dal film L’ultimo lupo)

L’inverno sembrava non avere una fine, e il branco moriva di fame. Il capobranco, il più vecchio di tutti, procedeva in testa e rassicurava i giovani, dicendogli che presto sarebbe arrivata la primavera. Ma, a un certo punto, un giovane lupo decise di fermarsi. Disse che ne aveva abbastanza del freddo e della fame e che sarebbe andato a stare con gli uomini. Perché la cosa importante era di restare vivo. Così, il giovane, si fece catturare e col passare del tempo, dimenticò di essere mai stato un lupo. Un giorno, di molti anni dopo, mentre accompagnava il suo padrone a caccia, lui corse servile a raccogliere la preda. Ma, si rese conto che la preda era il vecchio capobranco. Divenne muto per la vergogna, ma il vecchio lupo parlò e gli disse così: “io muoio felice perché ho vissuto la mia vita da lupo, tu invece, non appartieni più al mondo dei lupi e non appartieni al mondo degli uomini”. La fame viene e scompare, ma la dignità, una volta persa, non torna mai più.
(Nicolai Lilin, Educazione Siberiana)

Tutti conosciamo la versione di Cappuccetto Rosso e nessuno conosce quella del lupo. Forse ci parlerebbe di solitudine e di orgoglio, di lune favolose e di boschi cancellati dagli uomini.
(Fabrizio Caramagna)

Con il giusto lupo al tuo fianco qualunque foresta, di notte, è piena di rivelazioni.
(Fabrizio Caramagna)

Fu un unico Dio a creare il lupo e l’agnello e poi a sorridere “vedendo che questo era buono”.
(André Gide)

Homo homini lupus. – L’uomo è lupo all’uomo.
(Thomas Hobbes)

L’uomo per l’uomo o è un Dio o è un lupo.
(Erasmo da Rotterdam)

Se si vive in mezzo ai lupi si deve agire come un lupo.
(Nikita Kruscev)

L’età ci insegna a riconoscere i lupi cattivi, non ad evitare di subirne il fascino.
(barbarahammer1, Twitter)

La psicoanalisi ci ha insegnato che l’uomo è un lupo non soltanto per il prossimo, ma anche per sé stesso.
(Jean Rostand)

Perché la forza del branco è il lupo, e la forza del lupo è il branco.
(Rudyard Kipling)

Puoi addomesticare i cani col cibo, gli uomini con il denaro, ma i lupi non li addomestica nessuno!
(Dal film Wolf’s Rain)

Parlò dei viaggi invernali nel vasto impero, viaggi durati notti intere con freddi tremendi, coricato nella slitta, sotto pelli di pecora, e raccontò di aver visto, svegliandosi, gli occhi dei lupi, fiammeggianti come stelle sopra la neve.
(Thomas Mann, La montagna incantata)

E’ follia per le pecore a parlare di pace con un lupo.
(Thomas Fuller)

I lupi sani e le donne sane hanno in comune talune caratteristiche psichiche: sensibilità acuta, spirito giocoso, e grande devozione. Lupi e donne sono affini per natura, sono curiosi di sapere e possiedono grande forza e resistenza. Sono profondamente intuitivi e si occupano intensamente dei loro piccoli, del compagno, del gruppo. Sono esperti nell’arte di adattarsi a circostanze sempre mutevoli; sono fieramente gagliardi e molto coraggiosi. Eppure le due specie sono state entrambe perseguitate.
(Clarissa Pinkola Estés)

Il lupo è un predatore quasi puro e nella caccia, specialmente quando si tratta di selvaggina grossa, deve poter contare sulla solidarietà dei compagni di branco. Per soddisfare le sue notevoli esigenze alimentari un branco di lupi è costretto a superare grandi distanze. Durante queste migrazioni deve mantenersi ben compatto per poter sopraffare le prede più grosse. Una rigida organizzazione sociale, una perfetta ubbidienza al capo del branco e una assoluta solidarietà nella lotta contro gli animali più pericolosi sono le condizioni preliminari per il successo nella precaria esistenza dei lupi.
(Konrad Lorenz)

Da un punto di vista culturale, il lupo è il complesso di istinti ferini che non riusciamo mai a dominare completamente. Suscita sempre una opinione, non lascia mai indifferenti. Il lupo spesso diventa anche l’incarnazione di cambiamenti sociali ed economici traumatici, ad esempio l’abbandono della campagna e di conseguenza il rinselvatichimento. In Italia, e in Piemonte, sui lupi si sono concentrate le angosce di un mondo in transizione. Il nostro stile di vita è sempre più dipendente da supporti tecnologici che mediano il rapporto con la realtà e fanno perdere il contatto con il selvatico. Ormai lo immaginiamo come nei cartoni animati. E poi la domesticazione del lupo, che ha portato al cane, ne ha fatto una specie molto vicina, forse troppo vicina a noi. Il lupo ha una vera famiglia, non è un solitario come la lince. I giovani vanno in dispersione, come i ragazzi che escono di casa a venti o trenta anni. Si va a formare un nuovo branco!
(Francesca Marucco)

I branchi sono in genere delle unità familiari al cui vertice si trovano un maschio e una femmina dominanti detti alpha. La coppia alpha è monogama ed in genere la capostipite del branco è l’unica che si riproduce. Quest’ultimo fattore si rivela di fondamentale importanza in quanto rappresenta un meccanismo di regolazione della dimensione del branco. La cucciolata è composta in media da 2-4 cuccioli che generalmente rimangono all’interno del branco fino ai due anni di vita. Al sopraggiungere dell’età adulta i lupi possono adottare due strategie alternative: entrare in dispersione e tentare di formare un nuovo branco oppure restare in quello d’origine e tentare di acquisire la posizione dominante
(Francesca Marucco)

Il lupo in vesti di agnello è meno pericoloso che l’agnello in qualunque altra veste che lo faccia apparire qualcosa di più d’un agnello.
(Johann Wolfgang Goethe)

A quasi ogni politico capita talvolta, in certe circostanze, di avere cosi bisogno di un uomo onesto, da irrompere nell’ovile simile a un lupo affamato : ma non per divorare poi il montone rubato, bensì per nascondersi dietro il suo dorso lanoso.
(Friedrich Nietzsche)

Se non ci fossero tante pecore, non ci sarebbero tanti lupi.
(Arturo Graf)

Il “migliore amico dell’uomo” è un lupo travestito da cane. E la chiave per comprendere appieno lo stretto legame che esiste tra noi e il cane è proprio questa sua personalità “da lupo”. Per alcune persone l’idea che tutti i cani – dai bastardi arruffati agli altezzosi campioni delle mostre, dai randagi rognosi agli stupendi esemplari di razza purissima, dai minuscoli chihuahua ai giganteschi danesi – in realtà non siano altro che dei lupi addomesticati è una faccenda un po’ difficile da digerire. È un pensiero che li spaventa, forse per via delle vecchie storie che circolano da sempre sul lupo: basti pensare al lupo mannaro della superstizione popolare o al lupo cattivo di Cappuccetto Rosso.
(Desmond Morris)

Voglio dirvi la differenza fra il lupo e l’uomo: nessuna, salvo una, in vecchiaia… il lupo va nei boschi ad aspettare la fine da solo: l’uomo, più la sente venire, più cerca compagnia, anche se le è noioso e gli è noiosa.
(Riccardo Bacchelli)

È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un’opinione diversa.
(William Ralph Inge)

Si può passar sopra a un morso di lupo, ma non a un morso di pecora.
(James Joyce)

Il lupo cambia il pelo, non il vizio. L’uomo, neanche il pelo.
(Roberto Gervaso)

Un gentleman è semplicemente un lupo paziente.
(Lana Turner)

Ci sono solo tre predatori che mettono paura all’uomo medio; lo squalo mangia uomini, un branco di lupi, e il dipartimento delle tasse.”
(Sir Charles J.C. Lyall)

Un cane in cui scorra prevalentemente sangue di lupo, nonostante la sua incommensurabile fedeltà e il suo attaccamento, non è mai del tutto sottomesso. Se lo abbandonate muore, ma voi potete crepare senza poter ottenere da lui una reale ubbidienza.
(Konrad Lorenz)

È interessante notare che i lupi solitari – cioè, quelli che sono stati cacciati dal branco – non si uniscono agli ululati dai loro angolini reconditi. Né cercano di riunirsi al gruppo di cui facevano parte in origine. Però di tanto in tanto ululano per conto loro, quando il resto del branco sta in silenzio. Se risponde qualche altro lupo “reietto”, ecco che gli animali si riuniscono e danno inizio a un nuovo branco in qualche altro territorio libero.
(Desmond Morris)

Date ragione al lupo, ma non lasciategli la fame.
(Jules Renard)

Chi ha paura del lupo, non entri nel bosco.
(Proverbio)

Dal lupo non nascono agnelli.
(Proverbio)

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
(Proverbio)