Frasi e battute divertenti di Robin Williams

Presento una raccolta delle frasi e battute più divertenti del grande attore americano Robin Williams (Chicago, 21 luglio 1951 – Paradise Cay, 11 agosto 2014). Tra i temi correlati si veda anche Le più belle frasi del film L’attimo fuggente.

**

Frasi e battute divertenti di Robin Williams

Robin Williams

Dio ha dato all’uomo un pene e un cervello, ma sfortunatamente non lo ha provvisto di abbastanza sangue da far funzionare entrambi nello stesso momento.

Ti do un consiglio: mai sputare in un tornado!

La cocaina è il modo che usa Dio per dirti che stai facendo troppi soldi.

Una donna non costruirebbe mai una bomba nucleare. Non costruirebbe mai un’arma che uccide. Costruirebbe un’arma che ti farebbe sentire male per un po’.

Per farmi addormentare mio padre mi lanciava in aria. Purtroppo non era mai là quando tornavo giù.

Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse finire tutto solo. No, non lo è. La cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente solo

I maschi americani oggi sono spaventati da due cose: una donna col coltello e una col cervello.

La notte scorsa abbiamo avuto in casa dei ladri gay. Sono entrati dentro e hanno riarredato l’appartamento.

Urla come una matta… Hai questo mito di poter condividere con lei l’esperienza del parto. A meno che non stai espellendo dal tuo corpo una palla da bowling, io non ci credo. A meno che non ti fai una circoncisione con una motosega, io non ci credo. A meno che non ti apri un ombrello nel culo, io non ci credo.

Se ti seppelliranno col sedere fuori allora saprò dove posare la mia bicicletta!

La teoria di Einstein è relativamente semplice.

La primavera è il modo che ha la natura per dire:”Che il party abbia inizio!

Il soffitto di un uomo è il pavimento di un altro uomo.

Qui in America tutti sono armati: la gente e la polizia. Se commetti un crimine senti: “Fermo o sparo!” e non sai chi l’ha detto. Ma pensate all’Inghilterra… La polizia non ha armi, e neanche la gente, così capita di sentire: “Stop! Oppure dico di nuovo stop!”.

Adulterio: comprare la frutta quando a casa hai già due bei meloni!

Avete un sistema sanitario che vi passa il Viagra ma non vi paga gli occhiali: avete un’erezione, ma non sapete dove infilarlo.

Bada a come parli se no ti strappo le labbra e te le appiccico agli occhi, così vedi quello che devi dire!

Reagan non è stato un Presidente, è stato l’ultima volontà di Walt Disney.

Poi è venuta la marijuana… Quando fumi la marijuana poi vuoi correre in macchina… Il vento ti scompiglia i capelli, ed il finestrino non è neanche aperto! E quando ti ferma un poliziotto, tu mangi tutto quello che c’è nel posacenere, poi ripassi la frase da dire: “C’è qualche problema agente?” C’è qualche problema, agente?” e quando lui ti si avvicina, gli dici: “Da wagga yagababa gagana waka waka?”.

Oh mio Dio, lei ha una magnifica pelliccia! Davvero una splendida pelliccia… E magari da qualche parte c’è un branco di animali che si sta dicendo: “Cazzo, che freddo!”

I politici sono come i pannolini: bisogna cambiarli spesso. E per lo stesso motivo.

Se riesci a ricordare gli anni Sessanta vuol dire che non li hai vissuti veramente.

Spiacente, se avesse ragione, sarei d’accordo con lei.

– Il dolore rende più forti.
– No, non è vero. Se ti rompi una gamba quella non diventa più forte.

Da giovane bevevo molto. Ce se ne accorge perche’ camminavo come Elephant man in un autolavaggio… Ho smesso quando mi sono ritrovato in autostrada, nudo e con le chiavi dell’auto nel culo.

– Professore: Hunter, tu hai studiato un po’ di urologia?
– Patch Adams: Si, certo.
– Professore: Bene, vedi di togliermi davanti questo coglione!

Bere caffè decaffeinato è come masturbarsi con un guanto da forno!

Il golf è l’unico sport dove i bianchi si possono vestire come i neri e non sembrano neanche ridicoli.

La migliore era la polizia di Nixon… Agenti piccoli, furbi… Avevano gli occhiali a specchio con gli specchi all’interno.

La satira è viva, sta bene e vive alla Casa Bianca.

La morte è il modo che ha la natura di dire, “Il suo tavolo è pronto”.

Il cricket è il baseball con il Valium.

La realtà è una stampella per la gente che non regge le droghe.

Sei un coglione! Ce ne vogliono due come te per fare una testa di cazzo!

Io ti amo: secondo me tu sei la più bella invenzione dopo i profiteroles, e credo che mi sarebbero venute le convulsioni se non avessi potuto avere quel primo bacio.

Certo che esiste il Santo Graal. Altrimenti che cosa erano le crociate, un giro promozionale del Papa?

Per anni ho pensato di suicidarmi: è stata l’unica cosa che mi ha tenuto in vita.

Ah, sì, divorzio. Dal latino: “Strappare i genitali di un uomo attraverso il suo portafogli”.

Le tette finte sono come i nazisti: non ridono, non danzano, sono sempre solo dure e sull’attenti.

Un ostetrico imbranato alle prime armi fa al neopapà: “Complimenti, è una femmina. Almeno, se non ho sbagliato a tagliare il cordone ombelicale”.

Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina.

Trovo strana quest’abitudine della stampa americana – che è anche degli Studios – di classificare gli attori per categorie a seconda del loro valore commerciale. Mi fa venire in mente il mercato degli schiavi: “Quanto vale questo schiavo? Lavatelo e portatelo nella mia tenda!”