Frasi, citazioni e aforismi sull’Inghilterra e gli inglesi

Annunci

Presento la più ampia raccolta in lingua italiana di frasi, citazioni e aforismi sull’Inghilterra e gli inglesi. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi su Londra, Frasi, citazioni e aforismi sull’America e Frasi, citazioni e aforismi sull’Italia e gli italiani.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’Inghilterra e gli inglesi

Inghilterra

Quando due inglesi si incontrano, il loro primo argomento di conversazione è il tempo.
(Samuel Johnson)

Ogni inglese è un’isola.
(Novalis)

Gli inglesi vanno esplorati con attenzione, perchè ancora costituiscono un continente misterioso.
(Beppe Severgnini)

Se una commedia è divertente, gli Inglesi vi cercano un messaggio serio, e se è seria, cercano una battuta.
(Sacha Guitry)

L’Inghilterra è il paradiso dell’individualità, eccentricità, eresia, anomalia, hobby e umorismo.
(George Santayana)

Essere un inglese significa appartenere al club più esclusivo del mondo.
(Ogden Nash)

Il sesso lo puoi trovare in tutti i posti del mondo. Ma la classe, dico, la vera classe la puoi trovare solo in Gran Bretagna.
(Malcom Bradbury)

Gli inglesi, quando tre di loro si ritrovano assieme, la prima cosa che fanno è formare un club, e la seconda stabilire le regole per impedire a un quarto di farne parte.
(Antonio Caprarica)

Gli inglesi amano molto se stessi e tutto ciò che loro appartiene. Esso sostengono che non esistono altri uomini come loro e nessun altro Paese come l’Inghilterra e quando vedono uno straniero di bell’aspetto dicono che «egli assomiglia ad un inglese» e che «è un gran peccato che non debba essere un inglese».
(Anonimo)

Come può conoscere l’Inghilterra colui che conosce solo il mondo?
(Gilbert Keith Chesterton)

Gli inglesi sono speciali. Il mondo lo sa. Nei nostri pensieri più intimi lo sappiamo. Questa è la più grande nazione sulla terra.
(Tony Blair)

E poi l’Inghilterra – l’Inghilterra meridionale, probabilmente il paesaggio più curato del mondo. Quando lo si attraversa, soprattutto se, reduci dal mal di mare, si è tranquillamente sprofondati fra i morbidi cuscini del treno che dal porto va a Londra, riesce difficile credere che qualche cosa da qualche parte accada veramente. Terremoto in Giappone, catastrofi per fame in Cina, rivoluzioni in Messico? Nessuna preoccupazione, domattina il latte sarà come sempre davanti alla porta di casa e il «New Statesman» uscirà venerdì.
(George Orwell)

Era una dolce visione, dolce all’occhio e alla mente. Vegetazione inglese, coltivazioni inglesi, comodità inglesi, viste sotto un sole che splendeva senza essere opprimente.
(Jane Austen)

Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire.
(Samuel Johnson)

L’Inghilterra non è, in fondo, che una vasta, opulenta e vigorosa aristocrazia.
(Benjamin Constant)

Suppongo che non c’è posto al mondo dove lo snobismo è sempre così presente o viene coltivato in forme così raffinate e sottili come in una scuola pubblica inglese.
(George Orwell)

Annunci

Il tè per gli inglesi è un vero picnic a casa.
(Alice Walker)

In Inghilterra il caffè ha sempre il gusto di un esperimento chimico.
(Agatha Christie)

Adesso so perché gli inglesi preferiscono il tè: ho appena assaggiato il loro caffè.
(Pierre-Jean Vaillard)

L’Inghilterra è l’unico paese in cui il cibo è più pericoloso del sesso.
(Glenda Jackson)

Inglese è uno che cena in una stanza piena di altri eremiti.
(James Fenimore Cooper)

Dio abbia misericordia degli inglesi per il cibo orribile che questa gente deve mangiare.
(Frank Zappa)

Gli inglesi sarebbero di gran lunga il primo popolo della terra, se non mancassero loro due virtù elementari e indispensabili per un popolo di cultura: il gusto per la buona cucina e quello per la musica.
(Hermann Hesse)

La qualità della conversazione inglese è di essere dissossata, così che, almeno per quanto ne ho udito io, essa è tutta forma e niente contenuto.
(Margaret Halsey)

In Inghilterra è primavera. L’anno scorso l’ho mancata. Ero in bagno.
(Michael Flanders)

C’è qualcosa, nel modo in cui la primavera si manifesta in Inghilterra, che mi ricorda un cucciolo timido che cerca di farsi degli amici. Fa un avventato passo avanti, se la svigna terrorizzato, poi striscia di nuovo in avanti, timoroso, e infine, acquistata fiducia, si avventa con impeto e gioia.
(P. G. Wodehouse)

Danno ancora uno stupido film di fantascienza inglese. Si capisce che è inglese perché tutti i marziani hanno l’ombrello.
(Henny Youngman)

Per vivere piacevolmente in Inghilterra basta trascorrere l’inverno sulla Costa Azzurra, l’estate in Scozia e il resto dell’anno nel proprio letto.
(Bernard Shaw)

Non è vietato pensare che se l’Inghilterra non è mai stata invasa dal 1066, è perché gli stranieri hanno paura di passarci la domenica.
(Pierre Daninos)

Sono sposata a un inglese. Un tipico inglese. E’ molto riservato. Infatti, è stato solo dopo esserci sposati che ho saputo che voleva fidanzarsi con me.
(Kit Hollerbach)

Sul continente le persone hanno un buon cibo; in Inghilterra le persone hanno buone maniere a tavola.
(George Mikes)

Il motivo per cui gli inglesi sono i migliori mariti del mondo è perché sanno essere fedeli. Un francese o un italiano si svegliano la mattina e si chiedono che ragazza incontreranno. Un inglese si sveglia e chiede informazioni sul cricket.
(Barbara Cartland)

A volte mi sembra che il sistema divino somigli alla monarchia inglese: Dio regna, ma non governa.
(Stanisław Jerzy Lec)

Londra abbonda troppo di nebbie e di gente seria. Se siano le nebbie che producono la gente seria o se sia la gente seria che produce le nebbie non saprei dire.
(Oscar Wilde)

Il sole non vive in Inghilterra; viene qui solo in vacanza.
(Benny Bellamacina)

Anche quando un inglese gode, ha l’aspetto di uno che prende olio di fegato di merluzzo.
(David Frost)

Un inglese non si diverte, tranne che per uno scopo nobile.
(Alan Patrick Herbert)

Chi è privo della vista è cieco, chi è privo dell’udito è sordo, chi è privo del senso del gusto è inglese.
(Marco Malvaldi)

Un’indifferenza alla logica, laddove possa condurre facilmente a gravi affanni, è una delle più spiccate peculiarità inglesi.
(Winston Churchill)

Un inglese non scherza mai quando si tratta di una cosa importante come una scommessa.
(Jules Verne)

Gli Inglesi hanno inventato il cricket per far sembrare interessanti le altre attività umane.
(Bill Bryson)

Il gentiluomo inglese di campagna che galoppa dietro una volpe – L’ineffabile in pieno inseguimento dell’immangiabile.
(Oscar Wilde)

Inizialmente l’Inghilterra ti sembra piena di bambini che guidano. Poi noti che il volante é a destra.
(frandiben, Twitter)

Ad un inglese non può piacere la musica – perché ama in modo assoluto solo il rumore che provoca.
(Thomas Beecham)

Se i francesi fossero stati davvero intelligenti, avrebbero parlato inglese.
(Wilfred Sheed)

Uno dei vantaggi dell’Inghilterra, sui paesi che hanno un clima ragionevole è quello di permettere più di una volta all’anno l’esclamazione: “questo è il primo giorno di primavera!
(Jan Struther)

Gli inglesi non si aspettano la felicità. Ho avuto l’impressione per il periodo che sono stato là, che essi non aspirano ad essere felici, ma giusti.
(Quentin Crisp)

L’Inghilterra non sarà mai civilizzata fino a quando non annetterà l’Utopia ai suoi domini.
(Oscar Wilde)

Come la maggior parte dei miei compatrioti ho la ferma convinzione che Dio sia un inglese e che molto probabilmente Gesù Cristo abbia studiato a Oxford.
(Sir Laurence Olivier)

La differenza tra la vanità di un francese e quella di un inglese sembra essere questa: uno pensa che sia giusto tutto ciò che è francese, l’altro pensa che sia sbagliato tutto ciò che non è inglese.
(William Hazlitt)

Un inglese, anche se è solo, forma ordinatamente una fila di una persona.
(George Mikes)

Ho capito vivendo a Londra, che due inglesi fanno un popolo, ma 57 milioni di italiani no.
(Claudio Ranieri)

In Inghilterra l’arte della conversazione consiste nel saper tacere.
(Pierre Daninos)

Gli inglesi sono proprio strani: al mattino fanno pranzo, al pomeriggio fanno colazione. Sarà per questo motivo che guidano al contrario?
(Antonio Riscetti)

Le opere di Shaw mi fanno ammirare la magnifica tolleranza e apertura mentale degli inglesi.
(James Joyce)

Ricordati che sei un inglese, e di conseguenza hai vinto il primo premio nella lotteria della vita.
(Cecil Rhodes)

Gli inglesi oggi hanno veramente tutto in comune con gli americani, tranne naturalmente la lingua.
(Oscar Wilde)

Inghilterra e Stati Uniti sono due nazioni separate dalla stessa lingua.
(George Bernard Shaw)

Essere in disaccordo con tre quarti del pubblico inglese è uno dei requisiti della sanità mentale.
(Oscar Wilde)

L’Inghilterra ha due libri, la Bibbia e Shakespeare. L’Inghilterra ha fatto Shakespeare, ma la Bibbia ha fatto l’Inghilterra.
(Victor Hugo)

Molte delle cose più belle in Inghilterra sono malinconiche.
(Dodie Smith)

Un inglese è una persona che fa le cose perché sono state fatte prima.
Un americano è una persona che fa le cose perché non sono mai state fatte prima.
(Mark Twain)

Sulla natura dell’Inghilterra non dico nulla! Pare che essa non esista e che sia coltivata in modo che tutto cresca e viva secondo un programma. Gli uomini l’hanno dominata e hanno livellato le sue caratteristiche. I campi sono come parquets dipinti: con gli alberi e con l’erba è stato fatto lo stesso lavoro che con i cavalli e con i buoi. L’erba ha l’aspetto, il colore e la morbidezza del velluto. Nei campi non trovi un pugno di terra incolta, nei parchi non c’è un cespuglio nato spontaneamente. E gli animali subiscono la stessa sorte. Sono tutti di razza: pecore, cavalli, buoi e cani.
(Ivan Aleksandrovič Gončarov)

La coscienza anglosassone non impedisce all’anglosassone di peccare, impedisce solo che egli si goda il suo peccato.
(Salvador de Madariaga y Rojo)

Il paradiso è un poliziotto inglese, un cuoco francese, un tecnico tedesco, un amante italiano: il tutto organizzato dagli svizzeri. L’inferno è un cuoco inglese, un tecnico francese, un poliziotto tedesco, un amante svizzero e l’organizzazione affidata agli italiani.
(Anonimo)

Il pane è l’energia della vita, ma la birra è la vita stessa.
(Proverbio inglese)

Immagino l’inferno in questo modo: la puntualità italiana, l’umorismo tedesco e il vino inglese.
(Peter Ustinov)

Io so perché il sole non tramonta mai sull’Impero britannico. Dio non si fida di un inglese al buio.
(Duncan Spaeth)

Non avremo mai il fascismo in Inghilterra; nessun Inglese si metterà mai in divisa, nemmeno per una rivoluzione.
(William Bolitho)

L’Inghilterra non ha mai in fretta perché è eterna.
(Henryk Sienkiewicz)

Non ci preoccupiamo molto degli abiti e delle maniere in Inghilterra, perché come nazione non ci vestiamo bene e non abbiamo maniere.
(George Bernard Shaw)

Una sottile nebbia grigia era appesa sopra la città, e le strade erano molto fredde; era l’estate in Inghilterra.
(Rudyard Kipling)

Gli inglesi non saranno mai schiavi. Avranno sempre la libertà di fare ciò che il governo e l’opinione pubblica pretendono da loro.
(George Bernard Shaw)

L’unica seria forma di intelligenza che conosco è l’intelligenza britannica. E su di essa gli analfabeti battono il tamburo.
(Oscar Wilde)

Ci sono tre cose da cui bisogna guardarsi: lo zoccolo di un cavallo, il corno di un toro e il sorriso di un inglese.
(Seumas MacManus)

Gli altri europei hanno una vita sessuale; gli inglesi hanno le borse dell’acqua calda.
(George Mikes)

Com’è difficile far riconoscere a un inglese che è felice!
(William Makepeace Thackeray)

Ti rendi conto che la gente muore di noia nella periferia di Londra? E’ la seconda causa di morte in Inghilterra. Noia pura …
(Alexander McCall Smith)

Lezione di inglese: “Where do you live”.
“Che ha detto?”.
“Ha detto se vuoi due olive!”
(Totò)

Gli inglesi non hanno messo per scritto le loro leggi, se le portano addosso.
(Elias Canetti)

Una nazione che parla poco rumorosamente di sé, e tuttavia presenta senza dubbio il più stabile senso nazionale che il mondo oggi conosca: l’Inghilterra.
(Elias Canetti)

È più facile avere da un inglese venti giuramenti e venti imprecazioni che una lacrima.
(Walter Savage Landor)

L’Inghilterra è una nazione di bottegai.
(Napoleone Bonaparte)

L’Inghilterra si aspetta che ogni uomo faccia il suo dovere.
(Lord Horatio Nelson, frase pronunciata alla battaglia di Trafalgar)

La massima del popolo inglese è: “Business as usual” – “Affari come sempre”.
(Winston Churchill)

Le imprese di navigazione oceanica degli inglesi iniziarono relativamente tardi e con lentezza […] Ciò nonostante, alla fine furono gli inglesi a imporsi, sconfiggendo ogni rivale e ottenendo un dominio sul mondo costruito sul dominio degli oceani […] L’Inghilterra diventò così l’erede, l’erede universale del grande risveglio dei popoli europei […] Qui siamo di fronte a un caso essenzialmente unico. La sua peculiarità, la sua unicità consistono nel fatto che l’Inghilterra compì una trasformazione elementare in un momento storico e in un modo del tutto differenti da quelli delle precedenti potenze marittime, trasferendo cioè veramente la sua esistenza dalla terra all’elemento del mare.
(Carl Schmitt)

L’italiano è cerimonioso nella religione, il tedesco serio, l’inglese devoto, il francese zelante, lo spagnolo superstizioso.
(Proverbio)

L’italiano è nei consigli acuto, il tedesco lento, l’inglese ardito, il francese pronto, lo spagnolo cauto.
(Proverbio)

La Francia è il paese delle mode, l’Inghilterra delle stravaganze, la Spagna degli antenati, l’Italia delle pompe, e la Germania dei titoli.
(Proverbio)

Se non lo trovi a Londra forse non esiste!
(I Grandi Magazzini Harrods)

Gli inglesi hanno un cordone ombelicale che non è stato mai tagliato, attraverso cui scorre un flusso continuo di tè. E’ curioso osservarli in occasione di improvvisi eventi tragici, orribili, o catastrofici. Il cuore sembra arrestarsi, tutte le membra paiono paralizzate, finché qualcuno non prepara velocemente “una buona tazza di tè”, che non manca di produrre in breve tempo il suo effetto benefico e rinfrancante. E’ un vero peccato che non tutte le nazioni siano altrettanto consapevoli del potere del tè.
(Marlene Dietrich)

L’Inghilterra è un esperienza che lascia il segno: una lenta scuola di tolleranza e ironia; un posto magari di troppe birre, ma di grande civiltà.
(Beppe Severgnini)

Questo splendido trono di re a forma di Isola, questa terra di maestà, questa dimora di Marte, questo nuovo Paradiso Terrestre, questa fortezza che la natura si è creata contro le pestilenze e la violenza della guerra, questa felice razza di uomini, questo microcosmo, questa pietra preziosa incastonata nel mare d’argento che la difende contro l’invidia di paesi meno felici, come un muro e un fossato difendono una casa; questo benedetto luogo, questa terra, questo regno, questa Inghilterra, questa nutrice e grembo fecondo di re straordinariamente regali, temuti per la loro razza, famosi per la loro nascita, rinomati per le gesta, per i servigi resi alla fede sino nella pervicace Giudea dov’è il sepolcro del Redentore, del Figlio della Vergine benedetta; questa terra di nobili cuori, questa dilettissima terra diletta per la sua reputazione in tutto il mondo.
(William Shakespeare, Riccardo II)

Ho viaggiato tra gli uomini sconosciuti,
In terre oltremare.
Oh Inghilterra! Non sapevo fino ad allora
Quale amore avevo per te.
(William Wordsworth)

Annunci