Frasi, citazioni e aforismi sul castello

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul castello. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla fantasia e l’immaginazione e Frasi, citazioni e aforismi sulla favola e la fiaba.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul castello

Castello

Smetterò di amarti solo quando un pittore sordo dipingerà il rumore che fa un petalo di rosa quando cade su un pavimento di cristallo di un castello mai esistito…
(Anonimo)

Il nevrotico costruisce un castello sulle nuvole.
Lo psicotico è colui che ci abita e lo psicanalista
è quello che incassa l’affitto.
(Anonimo)

Possiamo considerare la nostra anima come un castello fatto di un sol diamante o di un tersissimo cristallo, nel quale vi siano molte mansioni, come molte ve ne sono in cielo.
(Madre Teresa di Calcutta)

In mezzo a un fitto bosco, un castello dava rifugio a quanti la notte aveva sorpreso in viaggio: cavalieri e dame, cortei reali e semplici viandanti. Passai per un ponte levatoio sconnesso…
(Italo Calvino)

La mia casa è il mio castello
(Proverbio ungherese)

Da piccolo i miei mi mandavano in una colonia di bambini così poveri che sulla spiaggia, invece dei castelli, facevamo le case popolari di sabbia.
(Mario Zucca)

Mura merlate,
torri arrotondate,
profondi fossati,
viali acciottolati,
portoni a forma di conchiglia:
l’acqua del mare attacca
e se li piglia…
Ma il fido secchiello
non mi tradisce
e un nuovo castello
con me costruisce.
(Corinne Albaut)

Oh stagioni, oh castelli
Quale anima è senza difetti?
(Arthur Rimbaud)

Il Castello ha molti ingressi. Ora è in voga l’uno, e tutti passano di lì, ora l’altro, e il primo è disertato. Secondo quali regole avvengano questi cambiamenti non s’è ancora potuto scoprire.
(Franz Kafka)

Non ci sono regole di architettura per un castello tra le nuvole.
(GK Chesterton)

Costruisco castelli di sabbia, castelli di carte e castelli in aria. Se fossi uno dei tre porcellini, sarei spacciato.
(Twilla_ria, Twitter)

Costruisci il tuo castello dei sogni, ma non vivere in esso.
(Marty Rubin)

Qual è il tuo talento? -Costruisco castelli in aria grandissimi. -E poi? -Tappo le orecchie per non sentire il rumore che fanno crollando
(AlbertHofman72)

Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non deve andare perduto; è quello il luogo dove devono essere. Ora il vostro compito è di mettere sotto quei castelli le fondamenta.
(Henry David Thoreau)

Oggi, se mi cercate, sono nella torre più alta di un castello, a filare le nuvole per farne un maglione.
(AlbertHofman72)

Facevo castelli in aria, ma poi diventai una persona seria e precisa. Ora costruisco castelli nella mesosfera.
(ideeXscrittori, Twitter)

Annunci

Unisci e poi separi.
Costruisci e poi frantumi.
Monti castelli di emozioni e illusioni
– quello che chiami amore –
e poi passi come un colpo di vento,
spegni tutte le luci, ti riprendi i mattoni,
i sorrisi, i sogni, le promesse,
e vai a ricomporli altrove, con qualche altra persona.
I tuoi castelli crollano appena nati,
è il tuo modo di ingannare le persone
e anche te stesso.
(Fabrizio Caramagna)

Cedesi castello in aria. Come nuovo. Trattative riservate.
(Nonfaretardi, Twitter)

Svenni colpito dal ponte levatoio di uno dei suoi castelli in aria.
(Alessandro Bergonzoni)

Ci potremmo sedere qui, costruire castelli in aria. E poi lasciarli abitare dai fantasmi di quello che non siamo stati.
(AlbertHofman72)

Situazione sentimentale: mi rifiuto di pagare gli oneri di urbanizzazione per i miei castelli in aria
(rosafantasia, Twitter)

Il seduttore guarda alla vita come fa il guerriero. Vede in ogni individuo un castello cinto da mura da assediare.
(Robert Greene)

La famiglia si può immaginare come una ragnatela, un fiore, una tomba, una prigione, un castello.
(Ronald David Laing)

Da bambini: Castelli di sabbia.
Da adolescenti: Castelli in aria.
Da grandi: Monolocali col mutuo per 30 anni.
(masse78, Twitter)

Se hai l’intenzione di costruire qualcosa nell’aria è meglio costruire castelli che case di carta.
(Georg Christoph Lichtenberg)

I castelli in aria che si costruiscono con poca spesa sono costosi da demolire
(François Mauriac)

In tutto ciò che riguarda la nostra felicità e infelicità, dobbiamo tenere a freno la fantasia, ciò anzitutto non fare dei castelli in aria; questi infatti sono troppo costosi, poiché subito dopo dobbiamo demolirli sospirando.
(Arthur Schopenhauer)

Papà facciamo un castello di sabbia? – Non ora amore. – Allora dico alla mamma che puoi accompagnarla per bancarelle. – Quante guglie?
(MaxMangione, Twitter)

Mi faccio i miei castelli in aria dotati di fossato, così la realtà ci mette un po’ di più a metterli a ferro e fuoco
(AnobianJulie, Twitter)

Psicoanalisi – ristrutturazione dei castelli in aria
(Hans-Horst Skupy)

E di notte com’era calmo e lucente il lago, simile a una striscia s’argento, sotto le finestre del palazzo, alla luce della luna piena, mentre il vecchio castello gettava lunghe ombre sul paese addormentato.
(Edward Lear)

Tanto tempo fa, in un paese lontano lontano, un giovane principe viveva in un castello splendente. Benché avesse tutto quello che poteva desiderare il principe era viziato, egoista e cattivo. Accadde però che una notte di inverno una vecchia mendicante arrivò al castello e offrì al principe una rosa in cambio del riparo dal freddo pungente. Lui, che provava repulsione per quella vecchia dal misero aspetto, rise del dono e la cacciò. Ma lei lo avvertì di non lasciarsi ingannare dalle apparenze, perché la vera bellezza si trova nel cuore. Il principe la respinse di nuovo e in quel momento la bruttezza della mendicante si dissolse ed apparve una bellissima fata. Il principe si scusò, ma era troppo tardi, perché lei ormai aveva visto che non c’era amore nel suo cuore e per punirlo lo tramutò in una orrenda bestia e gettò un incantesimo sul castello e su tutti i suoi abitanti.
(La bella e la bestia)

Il castello era immerso nell’ombra.
Mille, immobile sul marciapiede, alzò gli occhi verso le sue torrette svettanti mentre la carrozza ripartiva, risuonando sull’acciottolato. E il castello la fissò a sua volta. Due occhi spalancati e minacciosi che la guardavano dalla torretta più alta.
“Puaf!” borbottò Mille. “Sono soltanto luci.”
(Robert Bloch)

Dieci anni fa, nel luglio 1926, attraversai per la prima volta il massiccio ponticello di pietra, con ai lati due catene arrugginite, che univa il castello di Roquenval al resto del mondo. Il pesante portone che avevo di fronte, aprendosi, lasciava intravedere il verde-azzurro di un probabile giardino, mentre sotto il ponte che stavo percorrendo, in una umida oscurità, cresceva abbondante l’erbaccia, fioriva una pallida ortica e sulle pareti scoscese del fossato medioevale erano incollate grosse lumache rosse.
(Nina Nikolaevna Berberova)

Vicino al castello del re c’era un gran bosco tenebroso e nel bosco, sotto un vecchio tiglio, c’era una fontana: nelle ore più calde del giorno, la principessina andava nel bosco e sedeva sul ciglio della fresca sorgente; e quando si annoiava, prendeva una palla d’oro, la buttava in alto e la ripigliava; e questo era il suo gioco preferito.
(Fratelli Grimm)

La pallida morte batte ugualmente al tugurio del povero come al castello dei re.
(Quinto Orazio Flacco)

Chi ha bella donna e castello in frontiera,
non ha mai pace in lettiera
(Proverbio toscano)

Il tuo amico ti fa un castello e il tuo nemico una tomba.
(Proverbio russio)

Un uomo senza amici è castello senza mura.
(Proverbio)

Quando la marea sale, non ha più importanza sapere a chi appartiene un castello di sabbia.
(José Artur)

Il cielo era pieno di castelli in aria e allora fu chiamata un’impresa di demolizioni: la realtà.
(IdeeXscrittori, Twitter)

Annunci