Frasi, citazioni e aforismi sulla condanna

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla condanna. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul giudizio e il giudicare, Frasi, citazioni e aforismi sull’accusa, Frasi, citazioni e aforismi sulla colpa e i colpevoli, Frasi, citazioni e aforismi sull’innocenza, Frasi, citazioni e aforismi sulla punizione e il castigo e Frasi, citazioni e aforismi sul carcere.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla condanna

Condanna

Abbiamo la tendenza a condannare ciò che non capiamo.
(Anonimo)

Nessuno può giustamente censurare o condannare un altro, perché veramente nessuno conosce perfettamente un altro.
(Thomas Browne)

La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista.
(Bernardo Bertolucci)

La sensibilità è una condanna ma ti consente di cogliere migliaia di colori in un viaggio in bianco e nero.
(Michelangelo Da Pisa)

Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato.
(Gesù di Nazareth, Vangelo di Luca)

Essere accusato è già una condanna.
(Franz Kafka)

Qualcuno ha detto che ci vuole meno sforzo mentale a condannare che a pensare.
(Emma Goldman)

Non c’è niente di più facile che condannare un malvagio, niente di più difficile che capirlo.
(Fedor Dostoevskij)

Ho imparato a rispettare le idee altrui, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare.
(Norberto Bobbio)

Le menti mediocri condannano abitualmente tutto ciò che è oltre la loro portata.
(Francois de La Rochefoucauld)

L’eterno sogno del boia: i complimenti del condannato per la qualità dell’esecuzione.
(Stanisław Jerzy Lec)

Si potrebbe escogitare una condanna all’ergastolo aggravata dal prolungamento artificiale della vita.
(Stanisław Jerzy Lec)

Perseguire un obiettivo che è per definizione irraggiungibile è condannarsi ad uno stato di infelicità perpetua.
(Emile Durkheim)

Ogni malvagio condannato è una salvaguardia per i buoni.
(Publilio Siro)

Quando viene assolto un colpevole, è condannato il giudice.
(Publilio Siro)

Spesso si è indulgenti nei confronti dei corvi e si condannano le colombe
(Giovenale)

Quanto è triste essere obbligati a condannare chi vorresti salvare.
(Publilio Siro)

Meglio lasciare impunito un colpevole che condannare un innocente.
(Voltaire)

Forse con maggiore timore pronunciate contro di me la sentenza, di quanto ne provi io nel riceverla
(Giordano Bruno)

Una condanna ingiusta può gettare un uomo nella disperazione, ma anche rivelarlo a se stesso.
(Roberto Gervaso)

Silenzio! Chiunque può sputarmi in faccia, e chiamarmi criminale e prostituta. Ma nessuno ha il diritto di giudicare i miei rimorsi.
(Jean-Paul Sartre)

Coloro che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo.
(George Santayana)

Il colpevole si condanna nel momento stesso in cui pecca.
(Publilio Siro)

Se mi assolvete, mi fate un piacere; se mi condannate, mi fate un onore.
(Benito Mussolini, rivolto ai giudici dopo un anno di reclusione a causa della sua partecipazione ai moti del 1911 contro la guerra di Libia)

Sessantanove condanne di fila! Un bel numero!
(Dal film L’avvocato del diavolo)

Stiamo tutti scontando una condanna a vita nella segreta dell’io.
(Cyril Connolly)

Sei stato condannato alla pena di vivere. La domanda di grazia, respinta.
(Ennio Flaiano)

Tutti noi viventi siamo condannati a morte, dei condannati a morte chiamati alla vita da un cieco caso, vagolanti in un universo buio e indifferente.
(Sándor Márai)

L’uomo è un condannato a morte che ha la fortuna d’ignorare la data della propria esecuzione.
(Roberto Gervaso)

È uso della nostra giustizia condannare alcuni per ammonire gli altri. Non si corregge colui che si fa impiccare, si correggono gli altri per mezzo suo.
(Michel de Montaigne)

C’è chi non giudica per paura di condannare, ma c’è anche chi non giudica per timore d’assolvere.
(Roberto Gervaso)

L’errore e il male devono sempre essere condannati e combattuti; ma l’uomo che cade o che sbaglia deve essere compreso e amato.
(Papa Giovanni Paolo II)

La compassione si prende cura di te senza condannarti.
(Henry Ward Beecher)

Se tu penserai e giudicherai da buon borghese
li condannerai a cinquemila anni più le spese.
Ma se capirai, se li cercherai fino in fondo
se non sono gigli son pur sempre figli,
vittime di questo mondo.
(Fabrizio De André)

Nelle condennagioni si deve usare umanità, discrezione e misericordia.
(Niccolò Machiavelli)

Qualsiasi pazzo può criticare condannare e protestare e la maggior parte lo fa.
(Benjamin Franklin)

Se c’è qualcosa da perdonare in ogni cosa, c’è anche qualcosa da condannare.
(Friedrich Nietzsche)

C’è condanna peggiore
di non sapere perché,
senz’odio, e senz’amore,
ha un cuor tanto dolore?
(Paul Verlaine)

La consuetudine ci condanna a molte follie, la più grande delle quali è quella di rendersene schiavi.
(Honoré de Balzac)

Ciecamente sogniamo di superare la morte attraverso l’immortalità anche se da sempre l’immortalità ha rappresentato la peggiore delle condanne, il destino più terrificante.
(Jean Baudrillard)

Colui che avendo frequentato gli uomini si fa ancora delle illusioni sul loro conto, dovrebbe essere condannato alla reincarnazione.
(EM Cioran)

La liberazione non è la libertà; si esce dal carcere, ma non dalla condanna.
(Victor Hugo)

Il senso d’impotenza e di solitudine del condannato incatenato, di fronte alla coalizione pubblica che vuole la sua morte, è già di per sé una punizione inconcepibile.
(Albert Camus)

Non si può giudicare il carattere di un uomo né condannare il suo comportamento se non si conosce lo stato del suo portafoglio.
(Francesco Burdin)

Siamo tutti condannati a diventare noiosi.
(Paul Valéry)

Se Dio fosse improvvisamente condannato a vivere la vita a cui ha relegato gli uomini, si ucciderebbe.
(Alexandre Dumas padre)

Il suicidio è una condanna a morte della cui esecuzione il giudice incarica il condannato.
(Guido Morselli)

A condannare un uomo alla solitudine non sono i suoi nemici ma i suoi amici.
(Milan Kundera)

Ci si domanda il perché di tante cose, ma guai a continuare: si rischia di condannarsi all’infelicità permanente.
(Ray Bradbury)

La gioventù condanna; la maturità perdona.
(Amy Lowell)

Spesso è accaduto che il mondo venisse accusato di essere cattivo per il semplice fatto che colui che lo condanna ha dormito male o ha fatto indigestione. Ed è spesso accaduto che il mondo sia stato proclamato benedetto perché colui che lo lodava aveva baciato un momento prima una ragazza.
(Hermann Hesse)

Il loro metodo era quello dell’asserzione, della supposizione e della condanna. (parlando di coloro che discutono su qualcosa della quale non sanno nulla).
(Jack London)

Il mezzo sicuro di assolvere i robusti scellerati è di condannare i deboli innocenti.
(Cesare Beccaria)

Un colpevole punito è un esempio per la canaglia; un innocente condannato è cosa che riguarda tutti gli uomini onesti.
(Jean de La Bruyère)

La Giustizia condanna qualche scellerato per far credere agli altri di essere delle persone oneste.
(Paul Brulat)

Gli uomini condannano l’ingiustizia perché temono di poterne essere vittime, non perché aborrano di commetterla.
(Platone)

Spesso, ciò che inizia come una vocazione finisce per diventare un mestiere, e ciò che inizia come divertimento termina in una condanna
(Carlos Marzal)

Condannare un giovane di genio alla fatica di una scuola è come mettere un cavallo da corsa su un tapis roulant.
(Samuel Taylor Coleridge)

L’uomo è condannato ad essere libero.
(Jean-Paul Sartre)

Il matrimonio non è una parola, è una sentenza di condanna.
(Anonimo)

Si esalti la vita e si cerchi di condannare invece tutto ciò che può causare la morte dell’umanità.
(Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1980)