Frasi, aforismi e battute divertenti sulla calvizie e i calvi

Presento una raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sulla calvizie e i calvi. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui capelli e 100 Frasi, aforismi e battute divertenti sugli uomini.

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sulla calvizie e i calvi

Calvizie

Senza capelli si può aver successo ed essere felici.
(Pierluigi Collina)

Sono calvo come sono calve le nude cime delle montagne: una calvizie colma di maestà.
(Matthew Arnold)

La bellezza del futuro sarà calva.
(Gabriele D’Annunzio)

L’unica cosa che ferma la caduta dei capelli è il pavimento.
(Maurizio Costanzo)

La perdita dei capelli è il modo che ha Dio per dirmi che sono umano.
(Bruce Willis)

È talmente calvo che gli si vedono i pensieri.
(Boris Makaresko)

Non è che fosse completamente calvo, ma se si metteva le mani nei capelli le dita erano in maggioranza.
(Maddalena Falco)

Non sono calvo, ho i capelli color carne.
(Boris Makaresko)

Alla nascita siamo tutti calvi.
(Telly Savalas, Tenente Kojak)

L’avidità della calvizie non gli diede il tempo di conoscere il colore dei suoi capelli bianchi.
(Gabriel Garcia Marquez)

L’esperienza è un pettine, che la natura dà agli uomini quando sono calvi.
(Proverbio persiano)

Quando gli altri mi prendono in giro per la mia calvizie, io dico loro semplicemente che, per come la vedo, il buon Dio ha dato solo agli uomini così tanti ormoni, e se gli altri vogliono sprecare i loro per far crescere i capelli, è affare loro.
(John Glenn)

Ehi! Non trovo nessun capello sui tuoi vestiti… tu mi tradisci con una donna calva!
(Dylan Dog)

– Intervistatrice: Dicono che un uomo di 60 anni calvo sia molto sexy.
– Sean Connery: Non saprei. Non sono mai stato a letto con un sessantenne calvo.
(Sean Connery)

Quando ero piccolo avevo i capelli mossi. Poi devono essersi mossi troppo e sono caduti.
(Anonimo)

Non sono calvo… ho la riga larga!!!
(Claudio Bisio)

Non sono calvo. I capelli mi crescono già tagliati.
(Anonimo)

Credo di star diventando calvo. Ci metto sempre più tempo per lavarmi la faccia.
(Harry Hill)

Credo nell’uguaglianza. Gli uomini calvi dovrebbero sposare donne calve.
(Fiona Pitt-Kethley)

Strano. Non so se ci avete fatto caso. La maggior parte dei calvi si fa crescere la barba. Quando il cranio si dirada si rinfoltisce il mento. È un gioco di vasi comunicanti. lo credo che sia una questione di tranquillità psicologica. Forse i pelati si vogliono convincere che i loro sono capelli anarchici. Come dire: non crescono nel posto giusto ma crescono.
(Luciana Littizzetto)

Un uomo di solito diventa calvo quattro o cinque anni prima di accorgersene.
(Anonimo)

Io non mi considero calvo; sono semplicemente più alto dei miei capelli.
(Tom Sharpe)

Il vantaggio della calvizie è che, in caso di visite improvvise, devi solo aggiustarti la cravatta.
(Martin De Jonghe)

Alle donne i capelli non cadono di botto. Le donne se li strappano con tutta calma con la spazzola, se li bruciano con la permanente, se li sfibrano con le tinture, oppure se li staccano direttamente dalla testa appendendoci delle estenscion lunghe e pesanti come liane. Gli uomini no. Loro vivono sereni con la testolina ingombra di pelo fino ai vent’anni e poi paf… la scoppola del destino che dal rinculo gli fa cadere i capelli di colpo. E comincia così il grande autunno del bulbo pilifero.
(Luciana Littizzetto)

La cosa migliore è di comportarsi in modo consono alla propria età. Se siete sedicenni, evitate di diventare calvi.
(Woody Allen)

Con l’avanzare dell’età, gli uomini non diventano più saggi. Perdono i loro capelli, questo è tutto.
(Francis Ford Coppola)

Quello che più apprezzo della calvizie è che uno può sentire i fiocchi di neve.
(R.G. Daniels)

Basta con questi uomini calvi come palle da biliardo che, invece di pettinarsi col “vetril”, inventano i modi più ignobili per nascondere la mancanza di capelli. Questi uomini che si fanno il riporto, e quando soffia il vento da destra a sinistra gli viene una basetta di un metro e quaranta. Questi uomini che si mettono parrucchini neri come scarrafoni e da dietro gli escono quattro pelazzi bianchi che li fanno assomigliare ai “Ringo boys”: mezzi bianchi e mezzi neri. Questi uomini che si fanno il trapianto e gli viene la testa tutta a quadretti, come Cicciobello.
(Giobbe Covatta)

L’unica cosa che interessa alle donne della testa di un uomo sono i capelli.
(Enrique J. Poncela)

Calvizie. Sempre precoce e causata dagli eccessi di gioventù, o dalla concezione di grandi pensieri.
(Gustave Flaubert)

I maschietti liberi sono sempre faticosi. Incapaci di affrontare la vita senza crogiolarsi nel guano delle loro depressioni. Prima fra tutte le lamentazioni, la terribile, spaventosa e inarrestabile caduta dei loro capelli. Un argomento che ci sta a cuore meno della coltura della soia nella Bassa Padana. «Ma, secondo te, sono stempiato?» Stempiato… stempiato è una parola grossa… sei praticamente calvo, amore deficiente che riluci al sole col tuo frontone liscio come la ceramica inglese.
(Luciana Littizzetto)

Tra i pelati e i non pelati fa capolino una terza categoria: gli spelati. Gli spelacchiati. Quelli che sono nella fase di passaggio. En train de. Che vivono la lacerante perdita e hanno in testa il manto rado dei gatti randagi.
(Luciana Littizzetto)

Non sono calvo, ho capelli magici che solo le persone intelligenti possono vedere.
(Dlavolo, Twitter)

Non sopporto i barbieri che cercano di conversare a tutti i costi.
E Dio, nella sua infinita provvidenza, mi ha donato la calvizie.
(Frandiben, Twitter)

Il mio cane si chiama Calvo. È un cane da riporto.
(MaxMangione, Twitter)

O Marino, tu raccogli da una parte e dall’altra i tuoi pochi capelli, e nascondi con la chioma che ti cresce sulle tempie l’ampia pelata del tuo lucido cranio; ma i capelli spinti dalla forza del vento tornano dov’erano e riprendono il loro posto, cingendo con ampie volute di qua e di là il capo pelato. […]. Vuoi con maggiore franchezza confessarti vecchio, per poter sembrare una buona volta un uomo solo? Non c’è cosa più spregevole di un calvo con i capelli.
(Marziale)

C’è più felicità al di là della calvizie di quanto i giovani s’immaginino.
(Logan Pearsall Smith)

Certo un uomo è come un manico di scopa: la natura lo invia in questo mondo forte e vigoroso, in condizioni prosperose e con tutti i capelli sulla testa, i veri rami dei vegetali dotati di ragione; poi, la mannaia dell’intemperanza gli taglia tutti i rami verdi e lo lascia come un tronco avvizzito. Allora l’uomo ricorre all’artificio, e decide di indossare il parrucchino, valutando la sua essenza su una massa fasulla di capelli coperti di polvere e incapaci di crescere veramente.
(Jonathan Swift)

È brutto quando piove e ti arriva quella goccia gigantesca sulla testa che ti ricorda che stai diventando calvo.
(David_IsayBlog, Twitter)

Sul capo del calvo cade la grandine più grossa.
(Proverbio)

Chi siamo?
Da dove veniamo?
Ma i pelati si lavano la testa con lo shampoo o il bagnoschiuma?
(darioloc81, Twitter)

Troppi capelli desaparecidi? Le perdite pilifere si fanno così ingenti da sfiorare la catastrofe naturale? La vostra è una tragedia senza scampo. Non state lì a bamblinare. Rasatevi e chiuso il dibattito. Andate sereni per il mondo e siate felici. Avete difetti ben peggiori della calvizie.
(Luciana Littizzetto)

– Caspita, sei calvo! Hai perso i capelli?
– No, il parrucchino
(arcobalengo, Twitter)