Frasi, citazioni e aforismi sugli insetti

Gli insetti sono la biomassa più grande tra gli animali terresti. Secondo le stime di alcuni entomologi gli insetti presenti sulla terra sono circa 10 trilioni. I motivi della proliferazione delle specie di insetti sono da ricercare nella loro storia geologica: la capacità di volo, le piccole dimensioni che permettono la sopravvivenza in diversi habitat e l’incredibile adattabilità e fertilità. Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sugli insetti. Tra i temi correlati si veda Frasi, aforismi e battute divertenti sulle mosche, Frasi, aforismi e battute divertenti sulle zanzare, Frasi, citazioni e aforismi sulle farfalle, Frasi, citazioni e aforismi sui ragni e Frasi, citazioni e aforismi sulla natura.

**

Frasi, citazioni e aforismi sugli insetti

Insetti

Se tutta l’umanità dovesse scomparire, il mondo tornerebbe di nuovo rigenerato al profondo stato di equilibrio che esisteva diecimila anni fa. Se gli insetti dovessero scomparire, l’ambiente crollerebbe nel caos.
(Edward O. Wilson)

Se le api sparissero dalla superficie del globo allora all’uomo resterebbero solo quattro anni di vita.
(Albert Einstein)

Ci auguriamo che, quando gli insetti conquisteranno tutto il mondo, si ricorderanno con gratitudine di come come li abbiamo sfamati duranti tutti i nostri pic-nic!
(Bill Vaughan)

I gatti mi avevano aiutato a conoscermi ma non a pormi interrogativi sull’universo, cosa che invece mi accadeva osservando gli insetti. Queste strane creature mi portavano al di là di me stesso. A chiedermi quale fosse il posto dell’uomo nella natura.
(Giorgio Celli)

Grandi stormi di farfalle, mosche, tutti i tipi di insetti felici, sembrano essere in una febbre perfetta di gioia e letizia.
(John Muir)

Perché amo gli animali?
Perché io sono uno di loro.
Perché io sono la cifra indecifrabile dell’erba,
il panico del cervo che scappa,
sono il tuo oceano grande
e sono il più piccolo degli insetti.
E conosco tutte le tue creature:
sono perfette
in questo amore che corre sulla terra
per arrivare a te.
(Alda Merini)

Nuvole di insetti danzavano e ronzavano nella luce dorata dell’autunno d’oro, e l’aria era piena di melodie e canzoni di uccelli.
(Arthur Conan Doyle)

Nessuno nella storia dell’uomo ha distrutto tanti uomini, quanti ne hanno distrutti gli insetti; non le guerre, non le rivoluzioni, non i grandi cataclismi naturali come i terremoti, le eruzioni, gli uragani.
Paragonati agli insetti, i grandi distruttori di uomini come Alessandro Magno, Giulio Cesare, Carlo Magno, Napoleone, Stalin, Hitler, sono dei piccoli giocatori di birilli.
(Vittorio G. Rossi)

Un insetto può portare la morte e un altro la vita, e l’uomo beve il bene e il male della stessa tazza.
(Vittorio G. Rossi)

Nessuna delle creature di Dio può essere considerata disprezzabile per la sua natura. La mosca più meschina, il più povero insetto ha una sua utilità e virtù.
(Mary Astell)

Le api sono una risorsa economica, enorme e «a libro paga» della natura. Un alveare contiene fino a 50.000 insetti, in Europa ci sono miliardi di api e ogni volta che una esce dall’alveare impollina un centinaio di fiori, «lavoro» che produce, solo nell’Unione Europea, miliardi di euro. L’importanza dell’impollinazione è incommensurabile per l’ecosistema: senza api centinaia di piante scomparirebbero.
(Carlo Grande)

Tutto il mondo è Dio. Noi stiamo camminando su Dio, e là indietro le mosche volano e gli insetti strisciano su Dio, anzi anche gli insetti sono Dio.
(Stephen King)

Niente che appartiene a questo mondo è inutile agli occhi di Dio. Né una foglia che si stacca dall’albero, né un capello che cade dalla testa, né un insetto che viene ucciso perché fastidioso. Ogni creatura o cosa possiede una ragione d’essere.
(Paulo Coelho)

Il più pericoloso tra gli organismi che ci minacciano non è un insetto ma un uomo.
(Michael Crichton)

Un solo urlo dell’insetto, e il senso di colpa schiaccerebbe noi.
(Guido Rojetti)

Nessun grido atroce all’orecchio come il silenzio dell’insetto sotto il dito che lo schiaccia.
(Camillo Sbarbaro)

Se ami il sole che ti illumina, forse ami, e se ami l’insetto che ti morde, ami.
(Antonio Porchia)

Tutti gli esseri viventi, a partire dagli insetti, desiderano essere felici e non vogliono soffrire. Tuttavia, mentre ognuno di noi è un solo individuo, gli altri sono infiniti in numero. Ne consegue chiaramente che è più importante la felicità altrui della tua sola.
(Dalai Lama)

Non ho mai ucciso gli insetti. Se vedo formiche o ragni nella stanza, li prendo in mano e li porto fuori. Il Karma è tutto.
(Holly Valance)

Facile è amare insetti che troviamo bellissimi, rari, figli del musicale ronzare lontano dei Tristi Tropici – difficile l’amore per mosche, scarafaggi, zanzare. Se li ami, se gli concedi un angolo della tua carne perché si sfamino, sei già rinato Buddha.
(Guido Ceronetti)

Credi di sapere tutto sulla Natura? Aspetta di sentire le formiche che il Giorno del Giudizio si alzeranno a cantare.
(Fabrizio Caramagna)

Schiacciare un insetto aggrava il debito karmico.
(Guido Ceronetti)

Se gli insetti fossero scomparsi, l’umanità si sarebbe già estinta da tempo. E non ci sarebbero stati nemmeno più i fiori. Tutta la superficie terrestre sarebbe lentamente marcita e le sostanze nutritive che alimentano il grande pasto della vita si sarebbero disseccate.
(Mario Tozzi)

Impollinazione e decomposizione semplicemente non avvengono, se mancano gli insetti, la vita stessa come noi la conoscevamo non sarebbe nemmeno concepibile.
(Mario Tozzi)

Beh, lasciate che ve lo dica, le formiche sono gli insetti dominanti. Essi costituiscono un quarto della biomassa di tutti gli insetti nel mondo. Sono i principali predatori. Sono gli operai del cimitero.
(EO Wilson)

Ci sono insetti che imitano i fiori e fiori che imitano gli insetti.
(Ernesto Cardenal)

I muscoli del volo di un insetto sono ancora più potenti che negli uccelli: hanno un tasso di contrazione eccezionale, che permette un rapidissimo battito d’ali. Una forza tanto esplosiva richiede naturalmente combustibile adeguato: ecco perché gli insetti passano gran parte del loro tempo a nutrirsi. L’Argyra diaphana, mosca dal corpo argentato che non è raro incontrare nei boschi di montagna, è capace di manovre strabilianti. E la potenza di volo della Locusta migratoria è leggendaria, grazie ad ali portentose, trine leggere ma robustissime
(Carlo Grande)

E’ primavera: nella serra in ogni fiore c’e’ un’orgia. Chi riuscisse ad inventare un motel per insetti farebbe i milioni.
(Stefano Benni)

Spesso ad alcuni uomini viene dato il nome di genio nello stesso modo in cui a certi insetti viene dato il nome di millepiedi: non perché abbiano mille piedi, ma perché la maggior parte delle persone non sa contare oltre quattordici.
(Georg Christoph Lichtenberg)

La mente è il più capriccioso degli insetti: svolazza inquieta, si agita, batte le ali.
(Virginia Woolf)

Quest’oggi – per un istante – un’esplosione, un attimo di felicità eterna, prima di ritornare nel Tempo, nella fissità delle abitudini, come un insetto imprigionato nell’ambra.
(Fabrizio Caramagna)

L’entusiasta che entra nel duomo di Santa Sofia può essere tentato di supporre che fosse la residenza, o anche l’opera della divinità. Tuttavia quanto è sciocco l’artificio, quanto insignificante il lavoro, se viene confrontato con la formazione del più umile insetto che striscia sulla superficie del tempio!”
(Edward Gibbon)

Gli insetti non hanno diplomazia, sono molto brutali, non hanno comprensione, non hanno compromessi: non c’è da fidarsi degli insetti. Io, invece, avrei voluto diventare il primo insetto politico.
(Dal film La mosca)

Mentre aspettavo ammazzai quattro mosche. Accidenti, la morte era dappertutto. Uomini, uccelli, belve, rettili, roditori, insetti, pesci, nessuno aveva la minima probabilità di sfuggirle. Li sistemava tutti. Non sapevo che cosa fare, al riguardo. Mi venne la depressione.
(Charles Bukowski)

Quando Eschilo o Tacito vi sembrano troppo tiepidi, aprite una Vita degli insetti − rivelazione di rabbia e di inutilità, inferno che, fortunatamente per noi, non avrà né drammaturgo né cronista. Che cosa resterebbe delle nostre tragedie se una bestiola letterata ci presentasse le sue?
(EM Cioran)

Tutto è determinato… da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Lo è per l’insetto come per le stelle. Esseri umani, vegetali, o polvere cosmica, tutti danziamo al ritmo di una musica misteriosa, suonata in lontananza da un pifferaio invisibile.
(Albert Einstein)

Gregorio Samsa, svegliatosi una mattina da sogni agitati, si trovò trasformato, nel suo letto, in un enorme insetto immondo. Riposava sulla schiena, dura come una corazza, e sollevando un poco il capo vedeva il suo ventre arcuato, bruno e diviso in tanti segmenti ricurvi, in cima a cui la coperta del letto, vicina a scivolar giù tutta, si manteneva a fatica. Le gambe, numerose e sottili da far pietà, rispetto alla sua corporatura normale, tremolavano senza tregua in un confuso luccichio dinanzi ai suoi occhi.
(Franz Kafka)

Signore e signori insetti, larve di tutti gli stati, battete le zampette per il più grande circo di insetti del mondo!
(Dal cartone animato A Bug’s Life)

Noi sappiamo che le formiche sono insetti sociali, costruttori di case e di colonie, architetti incredibili. Lavorano sodo come noi. Seppelliscono i loro morti come noi. Hanno persino le loro guerre tra razze diverse, nere contro rosse. Tutto questo noi lo sappiamo, ma non per questo presumiamo che le formiche siano intelligenti.
(Stephen King)

Non ignorate con noncuranza il povero insetto caduto in acqua, ma pensate che cosa significhi lottare per non affogare. Aiutatelo dunque, servendovi di un uncino o di un legnetto; e se poi si pulirà le ali, vi mostrerà qualcosa di meraviglioso: la fortuna di aver tratto in salvo la vita… di aver agito per incarico e per conto dell’onnipotenza di Dio.
(Albert Schweitzer)

Il domani è forse per noi come la fascinazione della fiamma per l’insetto.
(Paul Valéry)

In Africa, nelle serate di pioggia, degli insetti chiamati efemerotteri volano in picchiata e cadono nei piatti, sbattono contro i muri e cadono a terra tramortiti… il loro problema è che non resistono all’attrazione della luce, il desiderio di vivere è troppo grande e girano frenetici intorno alla lampadina. Al mattino sembrano minuscole foglie morte, sparpagliate sulla tavola, mentre la sera prima erano ancora farfalle. Mi auguro che nessuno di noi sia come gli efemerotteri.
(Dal film Samba)

La maggior parte della gente considera tutti gli insetti nocivi mentre, in realtà, solo poche centinaia su oltre quarantamila specie italiane si possono definire dannose. Per dannose, intendo quelle che interferiscono con le attività dell’uomo, che danneggiano cioè le colture e così via. Senza dubbio, i nocivi stessi sarebbero di ben diverso parere e molte delle specie, non solo vivono senza intralciare la nostra vita, ma ci sono di grande utilità.
(Tony Soper)

Di una possibile serenità: lasciare perdere il resto e per i miei ultimi anni farmi naturalista. Imparare i costumi delle erbe, degli insetti; studiare la vita e le opere della lucciola, della salamandra, della lucertola.
(Gesualdo Bufalino)

La persona etica ha cura di non schiacciare nessun insetto. Se in estate sta lavorando con la lampada accesa, egli preferisce tenere la finestra chiusa e respirare aria cattiva piuttosto che vedere gli insetti cadere sul suo tavolo con le ali bruciacchiate.
(Albert Schweitzer)

Casa. Costruzione cava eretta per essere abitata da uomini, topi, scarafaggi, mosche, zanzare, pulci, batteri e microbi.
(Ambrose Bierce)

Il primo insetto a spiaccicarsi sul parabrezza pulito lo farà esattamente di fronte agli occhi del guidatore.
(Arthur Bloch, Legge di Drew sulla biologia autostradale, La legge di Murphy)

Ho letto in merito ad alcune specie di insetti. Deprimente questo vivere per rimpinzarsi e deporre uova. Deprimente questa durata di così spaventosa brevità. Assurdo pensare di potersi immedesimare in esseri del genere!
(Elias Canetti)

È possibile che là, tra le stelle, vi sia una specie progredita che sa che esistiamo, ma ci lascia cuocere nel nostro brodo primitivo. Però è difficile che abbia tanti riguardi verso una forma di vita inferiore: forse che noi ci preoccupiamo di quanti insetti o lombrichi schiacciamo sotto i piedi?
(Stephen Hawking)

Gli insetti divorano tutto ciò che di verde esce dalla terra e noi agricoltori soffriamo la fame. Ebbene, mangiamo gli insetti e ingrasseremo.
(V. M. Holt)

“L’amore è il più antico degli assassini. L’amore non è cieco. L’amore è un cannibale con una vista estremamente acuta. L’amore è un insetto che ha sempre fame”.
“Che cosa mangia?” domandai senza pensare.
“L’amicizia”, mi rispose George Lebay”
(Stephen King)

Gli insetti pungono non per cattiveria, bensì perché vogliono vivere anch’essi: così anche i nostri critici; essi vogliono il nostro sangue, non il nostro dolore.
(Friedrich Nietzsche)

Ritornava una rondine al tetto:
l’uccisero: cadde tra spini:
ella aveva nel becco un insetto: la cena de’ suoi rondinini.
(Giovanni Pascoli)

Ad un mio giovanissimo amico era stato assegnato in terza elementare un tema di ricerca sugli insetti, e lui lo aveva incominciato trionfalmente in questo modo: «Gli insetti si chiamano cosi perché hanno sei zampe». La maestra gli aveva fatto notare che il nome sarebbe stato appropriato se le zampe fossero state sette, e lui aveva risposto che fra sei e sette la differenza è piccola.
(Primo Levi)

Voi sventrate gli Animali e io li studio vivi. Voi ne fate oggetto di orrore ed io li faccio amare. Voi lavorate in un laboratorio di torture ed io osservo sotto il cielo azzurro al canto dei grilli e delle cicale. Voi sottomettete ai reattivi il protoplasma e le cellule ed io studio l’istinto in tutte le sue manifestazioni.
(Jean-Henri Fabre, Ricordi di un entomologo)

In via approssimativa e mettendo da parte lo sciovinismo vertebrato, possiamo dire che, in sostanza, tutti gli organismi sono insetti.
(Robert May)

Davanti a quell’insetto, grosso come un punto, che correva sul mio tavolo, la prima reazione fu caritatevole: schiacciarlo; poi deliberai d’abbandonarlo al suo smarrimento. Perché liberarlo? Però, mi sarebbe tanto piaciuto sapere dove andava!
(E.M. Cioran)

La “vita” è un’occupazione da insetti.
(E.M. Cioran)

Uomini. Insetti che si divorano gli uni cogli altri sopra un piccolo atomo di fango.
(Voltaire)

Nessuno sa in anticipo fino a dove la propria età lo porterà. Come degli insetti, entriamo al contrario dentro la nostra metamorfosi.
(Roger Judrin)