Frasi, citazioni e aforismi sulla negligenza

Che cos’è la negligenza? E’ l’atteggiamento di chi adempie svogliatamente e con scarso impegno e attenzione i propri doveri. Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla negligenza. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi su ordine e disordine, Frasi, citazioni e aforismi sulla distrazione e i distratti, Frasi, citazioni e aforismi sull’apatia e Frasi, citazioni e aforismi sulla diligenza.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla negligenza

Negligenza

Una semplice negligenza, un errore ci fa perdere, qualche volta senza rimedio, tutto il frutto di parecchi anni di prudenza e lavoro.
(David Augustin de Brueys)

Uno dei motivi per cui molte persone non hanno ciò che vogliono è la negligenza.
(Jim Rohn)

La negligenza è un difetto ben più pericoloso di molti vizi.
(Henri-Frédéric Amiel)

La negligenza fa fare mille idiozie a cui essa non permette più di porre rimedio, non avendole sapute prevenire.
Henri-Frédéric Amiel

Ogni negligenza è un motivo di risentimento che non si dimentica più.
(Henri-Frédéric Amiel)

A volte una piccola negligenza prepara un gran male.
(Benjamin Franklin)

Non sono le male erbe che soffocano il grano, è la negligenza del contadino.
(Proverbio cinese)

La vigilanza è il cammino del regno immortale. La negligenza quello che conduce a morte.
(Buddha)

La felicità viene dall’attenzione prestata alle piccole cose, e l’infelicità dalla negligenza delle piccole cose.
(Proverbio cinese)

Se stai in guardia, non hai niente da temere; se sei negligente, nulla riesce secondo i tuoi desideri.
(Demostene)

L’indifferenza, la negligenza, fanno talvolta molto più disastri che l’ostilità dichiarata.
(Harry Potter)

La più importante e la più negletta di tutte le conversazioni è la conversazione con noi stessi.
(Axel Oxenstiern)

L’amore è senza pazienza. Forse spera troppo, e la minima negligenza gli appare come una sorta di insulto.
(Alain)

Certi momenti ci vengono strappati via, altri ci vengono sottratti furtivamente e altri ci sfuggono senza che ce ne accorgiamo. Tuttavia, la perdita più vergognosa è quella che avviene per nostra negligenza.
(Lucio Anneo Seneca)

Da dove, mi chiedevo spesso, deriva il principio della vita? Era un interrogativo ben arduo, uno di quelli che sono sempre stati considerati senza risposta, e tuttavia di quante cose potremmo venire a conoscenza se codardia e negligenza non ostacolassero la nostra ricerca!
(Mary Shelley)

L’accidia è pigrizia, negligenza nel fare il bene, nel compiere i propri doveri verso se stessi e verso la collettività.
(Cesare Marchi)

Chi pensa di potersi permettere di essere negligente non è lontano dalla povertà.
(Samuel Johnson)

Dall’abito della rassegnazione sempre nasce noncuranza, negligenza, indolenza, inattività, e quasi immobilità.
(Giacomo Leopardi)

Far le cose con negligenza è doverle fare due volte.
(Anonimo)

Una sregolata negligenza è quasi dolo – Dissoluta negligentia prope dolum est.
(Detto Latino)

La negligenza fugge sempre l’audacia.
(Tito Livio)

Nessuno ammira la celerità più dei negligenti.
(William Shakespeare)

Quel che vediam la notte, è lo sfortunato residuo di quanto abbiamo negletto durante la veglia. Il sogno è sovente la rivincita delle cose disprezzate o il rimprovero degli esseri abbandonati
(Anatole France)

Quando il padre e la madre hanno lo stesso figlio preferito o lo stesso figlio negletto, la situazione è più difficile, quasi intollerabile. Fortunatamente, dal momento che il legame tra genitore e bambino poggia su basi diverse a seconda delle parti in causa, questa situazione è estremamente rara e alla grande maggioranza dei bambini è risparmiata una simile “sciagura”.
(Marcel Rufo)

La negligenza, crimine nella vita pubblica, è anche un crimine nell’amicizia.
(Henri-Frédéric Amiel)

Lo scrittore che trascura la punteggiatura o che non la sa usare corre il rischio di non essere capito, e questo, per comune convinzione, non è altro che il risultato della negligenza o dell’ignoranza.
(Edgar Allan Poe)

Come la negligenza nel vestire rivela disprezzo per la società nella quale si va, così lo stile affrettato, trascurato, cattivo rivela un offensivo disprezzo per il lettore, il quale poi lo ripaga giustamente non leggendo.
(Arthur Schopenhauer)

Niente è più facile che perdonare una menzogna, è sufficiente un po’ di negligenza o ottimismo.
(Jean Dutourd)

La paura di essere perseguitati per negligenza è una delle peggiori tragedie della medicina moderna. Questa ladra della gioia nella pratica medica ha rubato l’umanità dei medici. La nostra società ci sta dicendo che non abbiamo diritto di commettere errori. I dottori di famiglia sanno che commettiamo degli sbagli ogni giorno, anche solo trascorrendo troppo poco tempo con i nostri pazienti. Dobbiamo avere il diritto di fare degli errori. La scienza medica è così imperfetta che è impossibile sapere per certo, prima di trattare un paziente, quale sarà il risultato. Ogni terapia è sperimentale e ogni medico sollecito deve correre dei rischi, se vuole aiutare i suoi pazienti. L’incompetenza è un’altra questione: se un medico è incompetente non dovrebbe praticare la medicina e basta.
(Patch Adams)

Scoprii che l’ossessione che ogni cosa fosse al suo posto, ogni faccenda a suo tempo, ogni parola nel suo stile, non era il premio meritato di una mente in ordine, ma tutto il contrario, un intero sistema di simulazione inventato da me per nascondere il disordine della mia natura. Scoprii di non essere disciplinato per virtù, ma per reazione alla mia negligenza; di sembrare generoso per nascondere la mia meschinità, di passare per prudente solo perché sono malpensante, di essere arrendevole per non soccombere alle mie collere represse, di essere puntuale solo perché non si sappia quanto poco mi importa del tempo altrui.
(Gabriel García Márquez)

Per indecisione o negligenza o altre ragioni, non mi sono mai sposato e adesso vivo solo. Non soffro di solitudine. E’ già abbastanza faticoso sopportare se stessi e le proprie manie.
(Jorge Luis Borges)

Ma Gottlieb era là, acuto come una spada; non c’era viluppo burocratico, non barriera di negligenza, non ostinazione di funzionario che egli non riuscisse a sgominare, in pochi minuti, ogni volta in modo diverso. Ogni difficoltà si sfaceva in nebbia davanti alla sua sfrontatezza, alla sua alta fantasia, alla sua prontezza di spadaccino.
(Primo Levi)

Il padrone indulgente fa il servo negligente
(Proverbio)

In una giornata d’inverno le formiche stavano facendo seccare il loro grano che s’era bagnato.
Una cicala affamata venne a chiedere loro un po’ di cibo.
E quelle le dissero: Ma perché non hai fatto provvista anche tu, quest’estate?.
Non avevo tempo, rispose lei, dovevo cantare le mie melodiose canzoni.
E tu balla, adesso che è inverno, se d’estate hai cantato!,
le dissero ridendo le formiche.
La favola mostra che, in qualsiasi faccenda, chi vuol evitare dolori e rischi non deve essere negligente.
(Esopo, La cicala e la formica)