Frasi, citazioni e aforismi sulla cipolla

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla cipolla. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’aglio, Frasi, citazioni e aforismi sulle lacrime e il piangere, Frasi, citazioni, aforismi e poesie sull’orto e Frasi, citazioni e aforismi sulla puzza.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla cipolla

La vita è come una cipolla: la sfogli strato dopo strato e alla fine scopri che non vi è nulla all’interno.
(Samuel Butler)

La vita è come una cipolla: se ne stacca un pezzo alla volta e ogni tanto si piange per le sue emanazioni.
(Proverbio cinese)

Ci sono più lacrime in una cipolla, che in cento storie d’amore.
(Carrie Bradshaw in Sex and the City)

E’ sufficiente una cipolla a far piangere le persone, ma non hanno ancora inventato la verdura che le fa ridere.
(Will Rogers)

Cercare la causa prima è come sbucciare una cipolla. Ogni spiegazione dà origine a una nuova domanda a un livello piú profondo.
(Joseph E. Stiglitz)

Forse la verità non ha diciassette strati come le cipolle?
(Paul Claudel)

La cipolla, d’accordo:
il più bel ventre del mondo.
A propria lode di aureole
da sé si avvolge in tondo.
(Wislawa Szymborska)

La cipolla è un’altra cosa.
Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
fino alla cipollità.
Cipolluta di fuori,
cipollosa fino al cuore,
potrebbe guardarsi dentro
senza provare timore.
(Wislawa Szymborska)

Coerente è la cipolla,
riuscita è la cipolla.
Nell’una ecco sta l’altra,
nella maggiore la minore,
nella seguente la successiva,
cioè la terza e la quarta.
Una centripeta fuga.
Un’eco in coro composta
(Wislawa Szymborska)

Le cipolle sono l’unica cosa che giustifichi le lacrime.
(Antonio Fogazzaro)

Difficile non amare la cipolla: a differenza dell’aglio, i detrattori si contano sulle dita di una mano. Quasi impossibile eliminarla, colonna onnipresente di una marea di ricette.
(Licia Granello)

Non conosco la ricetta della felicità ma secondo me c’è tanta cipolla dentro.
(loveandthecity2, Twitter)

La cipolla attraversa l’intera storia dell’uomo moderno, protagonista nelle madie, senza limiti di classe sociale, cultura, geografia, se è vero che dalle dinastie cinesi ai Fenici non esiste dinastia dove non abbia fatto capolino.
(Licia Granello)

Quando sono raffreddato so cosa mi occorre: una cipolla al forno da mangiare prima di andare a letto.
(Attribuita a George Washington)

Così umile -va sempre lavata prima di sbucciarla proprio perché nasce e cresce sprofondata nella terra – da essere diventata il cibo simbolo del mangiare povero: nella casa più derelitta pane e cipolla in dispensa non mancavano mai. Ma anche così elegante da figurare – protagonista adorata – in uno dei piatti culto della cucina storica di Francia, la soupe à l’oignon gratinée.
(Licia Granello)

Unico neo: la cipolla fa piangere. Letteralmente. Però basta trovare la contromisura adeguata: per esempio tenere una candela accesa vicino al piano di lavoro per bruciare gli effluvi acidi, oppure tagliarla immersa nell’acqua, o ancora bagnare sistematicamente la lama del coltello. Ultima chance: riporla in freezer un quarto d’ora prima dell’utilizzo, operazione necessaria per congelare l’essenza volatile, ricca di di glucosidi solforati.
(Licia Granello)

L’odore di cipolla lo associo alla felicità, le tortillas sono fatte di patate che hanno poco profumo, ma è la cipolla che dà personalità al piatto. Le amo, mi ricordano il provino per il mio primo film “Prosciutto prosciutto”, per allenarmi sbucciavo tantissime cipolle. Quell’odore mi dava l’idea di come sarebbe potuta essere la mia vita in seguito
(Penelope Cruz)

La castità per una donna è fatta, come una cipolla, di involucri sovrapposti.
(Nathaniel Hawthorne)

La cipolla è una verdura che conosce le uniche genuine lacrime di donna.
(Robert Lembke)

Dopo aver tagliato una cipolla riuscirei ad interpretare in maniera credibile pure Desdemona in Otello.
(_Luilla_, Twitter)

Per affrontare le temperature, vestiti a cipolla.
Per affrontare gli umani, vestiti a cactus.
(iddio, Twitter)

Calvin: Perché piangi?
Mamma: Sto tagliando una cipolla.
Calvin: Dev’essere difficile fare da mangiare se si antropomorfizzano i vegetali.
(Bill Watterson)

Tre cose fanno piangere gli occhi: fumo, cipolla e mala femmina.
(Proverbio)

Certe spogliarelliste ricordano le cipolle: più si spellano, più ti vengono le lacrime.
(Robert Lembke)

Il cipollotto è una cipolla signorile e dal collo alto.
(Ramon Gomez de la Serna)

Una mela al giorno toglie il medico di torno, ma un buon due chili e mezzo di aglio e cipolla ti tolgono di torno anche i parenti.
(Anatolj Balasz)

Come posso cantare in versi quando vivo in mezzo a orde di capelloni, sono assordato dai suoni della lingua germanica, costretto a fingere di lodare talvolta ciò che canta, quando è ben sazio, il burgundo dai capelli ingrassati di burro rancido. Fortunati sono i tuoi occhi, le tue orecchie e anche il tuo naso. Perché non sente dieci volte ogni mattina il puzzo dell’aglio o della cipolla.
(Sidonio Apollinare, V secolo)

Una volta per tutte:
quando vi hanno detto di vestirvi a cipolla, intendevano per gli strati, non per l’odore.
(Egyzia, Twitter)

+ Ti sei vestita a cipolla?
– Sì,si vede?
+ No,si sente.
(ilmarziano1, Twitter)

Col culo che ho se mi arrivasse un alito di vento, avrebbe prima mangiato cipolla.
(MaxMangione, Twitter)

Se ci passi la serata insieme e il mattino dopo hai ancora il suo sapore sulle labbra allora è un Kebab con la cipolla.
(p_episcopo, Twitter)

Tenetevi strette le persone con cui vi sentite liberi di mangiare la pizza tonno e cipolla.
(NoeBasta, Twitter)

Non bisogna avere che relazioni superficiali con chi respinge agli e cipolle, perché si tratta di caratteri incapaci di profondità.
(Guido Ceronetti)

La coscienza è un conglomerato di infiniti strati trasparenti sottilissimi simile alla cipolla: si annulla sfogliandola, oppure fa piangere.
(Alessandro Morandotti)

A chi ne’ campi sul lavoro stenta, son manna le cipolle e la polenta.
(Cristoforo Poggiali)

Cipollino era figlio di Cipollone e aveva sette fratelli: Cipolletto, Cipollotto, Cipolluccio e così di seguito, tutti nomi adatti ad una famiglia di cipolle. Gente per bene, bisogna dirlo subito, però piuttosto sfortunata. Cosa volete, quando si nasce cipolle, le lacrime sono di casa.
(Gianni Rodari)

L’ultima volta che ho pianto mi sono quasi commosso, ed è una cosa che so fare bene perché io ho fatto il commosso in un negozio di cipolle per quasi sei mesi da oggi
(Alessandro Bergonzoni)

Meglio pane e cipolla in casa tua che arrosto in casa d’altri.
(Proverbio)

Cipolla cruda sana lo stomaco.
(Proverbio)

Cipolle e agli, coprigli la testa.
(Proverbio)

Chi coltiva la cipolla non ne sente gli odori.
(Proverbio tedesco)

Cipolla
luminosa ampolla,
petalo su petalo
s’è formata la tua bellezza
squame di cristallo t’hanno accresciuta
e nel segreto della terra buia
s’è arrotondato il tuo ventre di rugiada
(Pablo Neruda)

Stella dei poveri,
fata madrina
avvolta
in delicata
carta,esci dal suolo,
eterna,intatta,pura,
come semenza d’astro,
e quando ti taglia
il coltello in cucina
sgorga l’ unica lacrima
senza pena.
Ci hai fatto piangere senza affliggerci.
(Pablo Neruda)