Frasi, citazioni e aforismi sul pomodoro

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul pomodoro. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni, aforismi e poesie sull’orto, Frasi, citazioni e aforismi sulla pizza, Frasi, citazioni e aforismi sulla pasta e gli spaghetti e Frasi, citazioni e aforismi sul rosso.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul pomodoro

Platone pensava che la perfezione risiedesse nell’Iperuranio, mia nonna nella conserva di pomodoro fatta in casa.
(MaxMangione, Twitter)

La sua polpa vivente,
è una rossa
viscera,
un sole
fresco,
profondo,
inesauribile,
(Pablo Neruda)

Nel mezzo
dell’estate,
il pomodoro,
astro della terra,
stella
ricorrente
e feconda,
ci mostra
le sue circonvoluzioni,
i suoi canali,
l’insigne pienezza
e l’abbondanza
senza ossa,
senza corazza,
senza squame né spine,
ci offre
il dono
del suo colore focoso
e la totalità della sua freschezza.
(Pablo Neruda)

Il pomodoro è il campione della cucina mediterranea, l’ortaggio simbolo, il profumo stesso dell’orto. Metà dei piatti che hanno fatto amare la nostra cucina al mondo intero sarebbero poca cosa senza di lui: pizza, spaghetti, caprese.
(Licia Granello)

Potete addentarli crudi, succosi, dolci. oppure cuocerli e passarli. O saltarli pochi istanti in padella con due baffi d’olio e uno spicchio d’aglio. Affettarli in insalata o farcirli con tutto quello che vi viene in mente, dal riso al tonno.
(Licia Granello)

E’ indispensabile che tutti gli esseri e tutti i popoli saggi della terra capiscano che pane e pomodoro è un paesaggio fondamentale dell’alimentazione umana. Piatto peccaminoso per eccellenza perché comprende e semplifica il peccato rendendolo accessibile a chiunque.
(Manuel Vázquez Montalbán)

La malizia della salsa di pomodoro che tenta sempre il pane.
(Ramon Gomez de la Serna)

Un giorno riuscirò a coronare il mio sogno di mangiare una bruschetta con il pomodoro, senza far cadere tutto il pomodoro ogni morso.
(IlFuGigiBi, Twitter)

Eppure il pomodoro non è roba nostra. L’abbiamo importato dal sudamerica (Perù e Messico) al ritorno dalle spedizioni (e dagli stermini) degli spagnoli, assumendo il nome che identificava la sua tinta originale (pomo d’oro) diventata rossa attraverso innesti e incroci. In altri paesi invece fu adottato il nome originale azteco tomatl (ma anche in Piemonte, dove i pomodori diventano “tomatiche”). Sulle nostre tavole arrivò solo all’inizio del Settecento, cambiando per sempre la tavolozza dei colori delle salse.
(Licia Granello)

Quello che noi mangiamo in realtà è un frutto: il pomodoro è una bacca. Essendo originaria della zona abitata dalla civiltà Maya, era già utilizzata nelle cucine di questi popoli nel 500 a.C.
(Sabrina Lorenzoni)

Sono successi buoni incontri a forza di andare oltre mare: la patata d’America ha trovato l’olio d’olive e il pomodoro è finito sul grano.
(Erri De Luca)

Per addentare la prima forchettata di pasta col pomodoro occorreva attendere il 1839, quando Ippolito Cavalcanti codificò in dialetto napoletano la ricetta dei “vermicielli co’ le pommodore”, precisando che la salsa doveva essere preparata con moltissimi frutti, eliminando “chelli semi e chella acquiccia”.
(Licia Granello)

La cottura del pomodoro, rompendo la parete cullulare, permette un più facile assorbimento in fase digestiva del licopene, il pigmento rosso ad altissimo potere antiossidante.
(Licia Granello)

I nutrizionisti suggeriscono di mangiare prodotti derivati dal pomodoro assieme a piccole quantità (circa due cucchiaini) di grasso per favorire l’assorbimento del licopene: una salsa di pomodoro per condire la pasta con un po’ di olio d’oliva ne è un buon esempio.
(Richard W. Hartel e Anna Kate Hartel)

Nelle nostre stanze di giovedì c’è odore di pomodoro, di domenica c’è odore di oca arrosto e ogni lunedì di bucato. Così sono i giorni: quello rosso, quello grasso e quello insaponato.
(Rainer Maria Rilke)

La conoscenza è sapere che il pomodoro è un frutto. La saggezza è non metterlo in una macedonia di frutta.
(Brian O’Driscoll)

Annunci

Io il pomodoro lo conosco da sempre, fin dai tempi del giardino di zia Marthe, fin dalle estati che impregnavano di un sole sempre più cocente quella piccola ed esile escrescenza, fin dalla lacerazione che le infliggevo con i denti per spruzzarmi sulla lingua un succo generoso, tiepido e ricco il cui altruismo genuino viene mascherato dal freddo dei frigoriferi, dall’oltraggio dell’aceto e dalla falsa nobiltà dell’olio.
(Muriel Barbery)

Zucchero, acqua, frutto, polpa, liquido o solido? Il pomodoro crudo, divorato appena colto in giardino, è la cornucopia delle sensazioni semplici, una cascata che sciama in bocca riunendo ogni piacere. La resistenza della buccia tesa quel poco quanto basta, i tessuti che si sciolgono in bocca, il liquore ricco di semi che ci cola agli angoli delle labbra e che asciughiamo senza paura di sporcarci le dita, quella piccola sfera carnosa che riversa in noi fiumi di natura: ecco il pomodoro, ecco l’avventura.
(Muriel Barbery)

Oggi i pomodori sono morti, come è quasi morta la pittura. Spero che la morte della pittura sia temporanea, ma temo che quella dei pomodori sia irreversibile. I frutti, che, in qualsiasi regione italiana, vengono portati in tavola, hanno quasi tutti la stessa forma: mentre il vero pomodoro ha forme diverse, complicate, con spaccature e screziature, e talvolta generosi aspetti barocchi, che piacevano ai pittori napoletani del diciassettesimo secolo. Non sanno di niente.
(Pietro Citati)

Con la morte del pomodoro abbiamo perduto molto più di quanto sospettiamo. Un tempo la polpa, il succo e il colore passavano al cervello, irrorandolo di sé, come il pomodoro veniva penetrato e irrorato dal sole.
(Pietro Citati)

Pomodori high-tech. Latte colorato. Mais trasgenico. Dovremmo mangiare questa roba? O questa roba sta mangiando noi?
(Annita Manning)

Il pomodoro vuole avere i piedi nell’acqua e la testa al sole.
(Proverbio)

Oso avanzare una timida proposta. Non ci sarà, da qualche parte, in Liguria, o nelle Puglie o in Sicilia, un giovane, audace imprenditore, capace di far rinascere i pomodori? Non ci vogliono molti capitali: eccellenti semi, poca acqua, sole, diligenza, attenzione, precisione, accordo con qualche supermercato. I veri pomodori hanno un grande pubblico.
(Pietro Citati)

Il messaggio più sexy che può spedirti una donna è: stasera ho voglia di cucinare la pasta al pomodoro per te.
(David_isayblog, Twitter)

Tra i predatori più pericolosi c’è il sugo di pomodoro che può aspettare anche molte settimane prima che tu ti metta la camicia bianca.
(Ftzj, Twitter)

Gli spettatori erano davvero cattivi. Legavano i pomodori a degli yo-yo per tirarceli due volte.
(Bop Hope)

Io fisso un pomodoro verde nella speranza di farlo arrossire, voi?
(ChiaraBottini, Twitter)

L’uomo che non riesce a visualizzare un cavallo al galoppo su un pomodoro è un idiota.
(André Breton)

Prendono la pizza senza pomodoro perché gli fa acido, poi: “Me la fa con guanciale, provola, gorgonzola, un bue e due fette di pterodattilo”.
(Raramolecola, Twitter)

Se tornando a casa ti accorgi di avere solo pasta, pomodoro e melanzane non ti preoccupare.
E’ tutto nella Norma.
(darioloc81, Twitter)

Per quanto siate innamorati, non c’è nulla da fare: l’unica coppia perfetta rimane pomodoro & basilico.
(robgere, Twitter)

Uno per l’altra. Come la mozzarella ed il pomodoro, le trofie ed il pesto, il dito e la Nutella.
(RudyZerbi, Twitter)

Sono al ristorante ed ho ordinato un primo elaboratissimo da instagrammare e poi per me ho preso due spaghetti col pomodoro.
(IlFuGigiBi, Twitter)

Viva la pa-pa-pappa
col po-po-po-po-po-po-pomodoro
ah viva la pa-pa-pappa
che è un capo-po-po-po-polavoro
Viva la pa-pappa pa-ppa
col po-po-pomodor!
(Rita Pavone)

– Amore, prendi il pomodoro, quello concentrato
Sto facendo le boccacce davanti ad una cassa di pomodori, per vedere chi non si distrae
(IlBomma, Twitter)

Se sono triste, non mi concentro.
(cit. Un pomodoro)
(BarbyeTurica, Twitter)

Sapete perché il pomodoro non riesce a dormire? Perché l’insalata russa.
(Anonimo)

Ti amo
-Dimmi qualcosa che non so
Tecnicamente il pomodoro non è una verdura, è un frutto.
(pisnilab, Twitter)

Ho appena lanciato all’indietro una bottiglia di pomodoro.
Volevo lasciarmi il passato alle spalle.
[ADDIO]
(Valemille, Twitter)

Annunci