Presento una raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sul bonifico. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul denaro e i soldi, Frasi e aforismi su banche e banchieri, Frasi, citazioni e aforismi sulla carta di credito, Frasi, aforismi e battute divertenti sul bancomat e Frasi, aforismi e battute divertenti sull'assegno.

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sul bonifico

Bello sentirsi dire "Ti amo" ma vuoi mettere "Bonifico a tuo favore".
(Anonimo)

Certe volte hai soltanto bisogno di qualcuno che ti abbracci forte e ti dica: "Il bonifico te l'ho fatto".
(Anonimo)

Sul mio conto si fanno tante illazioni ma mai un bonifico.
(Darioloc81, Twitter)

Poi ti svegli e scopri che hai bisogno... di uno Sguardo... di un Sorriso... di un Abbraccio.... di un Bacio... e di un Bonifico.
(Emilia974, Twitter)

Aiutiamo quelli che non sanno cosa regalarci per Natale, con una breve lista:
- Soldi.
- Bonifici bancari.
- Assegni circolari.
(masse78, Twitter)

Tutti che mi chiedono 'come stai?' e nessuno 'qual è il tuo IBAN per farti un bonifico?'.
(Sil_Assenzio, Twitter)

Gabriele D'Annunzio (Pescara, 12 marzo 1863 – Gardone Riviera, 1 marzo 1938), soprannominato "il Vate e considerato uno dei maggiori esponenti del decadentismo, influenzò la cultura e il costume italiani ed europei per mezzo secolo. Nel romanzo Il piacere, composto a 25 anni, scrisse “Bisogna fare la propria vita come si fa un’opera d’arte”. E nel poema autobiografico Maia, Laus vita scrisse: "La mia anima visse come diecimila".

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi di Gabriele D'Annunzio. Frasi, citazioni e aforismi di Salvador Dalì, Le frasi più belle di Oscar Wilde e Le poesie più belle e famose di Giovanni Pascoli.

**

Frasi, citazioni e aforismi di Gabriele D'Annunzio

Memento audere semper - Ricordati di osare sempre.
(Motto di guerra dannunziano, legato alla memorabile “Beffa di Buccari”, 10-11 febbraio 1918)

Ama il tuo sogno se pur ti tormenta
Amalo come se fosse l'unico
amalo come se avesse l'anima
amalo e raccontagli di te
amalo e ricordalo in te
amane il suo passato
amane il suo presente
ora.

La mia anima visse come diecimila.
(Maia, Laus Vitae)

Ardisco non ordisco.

Osare l'inosabile.
(Motto scritto nelle bottiglie lanciate nelle acque di Buccari il 10 febbraio 1918)

Non vogliamo più la verità. Dateci il sogno. Riposo non avremo, se non nelle ombre dell’ignoto.
(Sul quotidiano romano La Tribuna)

Difendete la Bellezza! È questo il vostro unico officio.
(Le vergini delle rocce)

Tutto fu ambito
e tutto fu tentato.
Quel che non fu fatto
io lo sognai;
e tanto era l'ardore
che il sogno eguagliò l'atto.
(Maia, Laus Vitae)

Rosam cape, spinam cave - Cogli la rosa, attento alla spina.

Cum lenitate asperitas - Le difficoltà vanno trattate con dolcezza.

Hoc habeo, quodcumque dedi - Io ho quel che ho donato.
(Frase incisa all’ingresso del Vittoriale degli Italiani )