Frasi, citazioni e aforismi sulla penitenza

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla penitenza. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul peccato e i peccatori, Frasi, citazioni e aforismi sulla cenere, Frasi, citazioni e aforismi sul pentimento e Frasi, citazioni e aforismi sulla confessione.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla penitenza

Dio gradisce “il cuore penitente”, dice il Salmo, il cuore che si sente peccatore e sa di essere peccatore.
(Papa Francesco)

Dio dagli uomini non esige la raffinatezza, esige la penitenza.
(Fulton J. Sheen)

La nostra opera per le anime è grande, ma senza penitenza e molto sacrificio sarà impossibile.
(Madre Teresa di Calcutta)

Da’ a un altro ciò di cui ti privi. Così la tua penitenza corporale contribuirà al benessere di chi è nel bisogno.
(San Gregorio Magno)

Dodici stelle per arrivare alla somma perfezione: amor di Dio, amore del prossimo, obbedienza, castità, povertà, presenza in coro, penitenza, umiltà, mortificazione, preghiera, silenzio, pace
(San Giovanni della Croce)

Chi vuol far penitenza trova per tutto un sacco di ceneri.
(Proverbio)

Non peccare più è la miglior penitenza.
(Proverbio)

Penitenza fatta per forza a Dio non garba.
(Proverbio)

Quantunque tarda, la penitenza è sempre buona.
(Proverbio)

Tre giorni ha l’uomo: ieri, oggi e domani; se non fa penitenza oggi, ieri e domani sono perduti.
(Proverbio)

Dobbiamo apprendere la capacità di fare penitenza, di lasciarci trasformare, di andare incontro all’altro.
(Papa Benedetto XVI)

Le porte del paradiso sono due: innocenza e penitenza.
(Papa Giovanni XXIII)

La penitenza non è un tagliando dello spirito, ma un un serio cammino di riconciliazione guidato dalla Scrittura.
(Don Marco Mani)

La penitenza è una specie di giudizio che si svolge in un tribunale occulto. Quindi essa non si può mai celebrare pubblicamente o solennemente.
(San Tommaso d’Aquino)

La penitenza, cancellando tutti i difetti, restaura la perfezione
(Sant’Ambrogio)

Quando il peccatore fa penitenza, i suoi peccati diventano dei meriti agli occhi di Dio.
(Talmud)

Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai
(Frase con cui, il Mercoledì delle ceneri, il celebrante sparge un pizzico di cenere benedetta sul capo o sulla fronte dei fedeli per ricordare loro la caducità della vita terrena e per spronarli all’impegno penitenziale della Quaresima. Il Mercoledì delle Ceneri è il primo giorno della Quaresima)

Nella liturgia cristiana le ceneri indicano la penitenza, richiamano la caducità della vita terrena e la necessità della conversione
(Anonimo)

La Quaresima è un periodo di penitenza, anche di mortificazione, ma non fine a se stesso, bensì finalizzato a farci risorgere con Cristo, a rinnovare la nostra identità battesimale, cioè a rinascere nuovamente dall’alto, dall’amore di Dio.
(Papa Francesco)

Certo, la quaresima porta con sé un abito penitenziale, fatto di serietà e di severità. Eppure la metánoia, il vocabolo greco neotestamentario tradotto spesso con “penitenza”, in realtà significa “conversione della mente”, quindi un mutamento certo non indolore, ma per una nuova serenità e lievità dello spirito.
(Gianfranco Ravasi)

L’assenza di rancore è prova della penitenza sincera; ma chi trattiene il rancore dentro di sé anche se crede di fare penitenza, è simile a colui che in sogno crede di correre.
(Giovanni Climaco)

Peccato vecchio, penitenza nuova
(Proverbio)

Cosa vale la penitenza se non avete intenzione di riparare i torti ai quali avete concorso? E senza la penitenza la confessione è una beffa!
(Robert Louis Stevenson)

La penitenza è farmaco di tale efficacia che abbiamo l’impressione che Dio medesimo muti consiglio.
(Sant’Ambrogio)

Per la salvezza del peccatore è indispensabile che il peccato venga cancellato. E ciò non può verificarsi senza il sacramento della penitenza, in cui opera la virtù della passione di Cristo mediante l‘assoluzione del sacerdote unita agli atti del penitente, il quale coopera con la grazia nella distruzione del peccato
(San Tommaso d’Aquino)

Dio non guarda che all’interiorità, la Chiesa non giudica che dall’esteriorità. Dio assolve appena vede la penitenza nel cuore; la Chiesa quando la vede nelle opere.
(Blaise Pascal)

Chi pecca, e fa peccare altrui, ha da far due penitenze in una volta.
(Giulio Cesare Croce)

I preti e le donne danno la penitenza ma non la fanno.
(Proverbio)

La penitenza è l’ultimo peccato delle donne.
(Alphonse Karr)

Ogni scrittore dovrebbe soffrire la penitenza di leggere i suoi testi di fronte a una platea disincantata per rendersi conto che avrebbe potuto crearli più corti.
(Juan Varo Zafra)

Penitenziagite – Fate penitenza.
(Citato nel romanzo Il nome della rosa, di Umberto Eco. Abbreviazione in volgare della frase latina “Poenitentiam agite, appropinquabit enim regnum caelorum – Fate penitenza, che il regno dei cieli è vicino”, Vangelo secondo Matteo)

Credere al Vangelo non è anzitutto esperienza di digiuno, sacrificio e penitenza ma di pienezza, soddisfazione e realizzazione.
(Don Cristiano Mauri)

Quelli che passano il tempo a fare penitenze… fanno un allenamento… del tutto inutile. S’infliggono da soli una quantità pazzesca di violenze di ogni genere… finendo a volte anche per morire. E, nonostante tutto, passano tutta la loro vita a fare questo… e quelle sofferenze diventano una vera e propria ossessione… E qualche volta, ma solo i più fortunati, si rendono conto che tutto quello che hanno fatto… è stato assolutamente inutile per la loro vita.
(Buddha)

Dei peccati dei signori fanno penitenza i poveri.
(Proverbio)