Frasi, citazioni e aforismi sulla signorilità

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla signorilità e l’essere signore. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul gentiluomo e il galantuomoFrasi, citazioni e aforismi sull’eleganza, Frasi, citazioni e aforismi sull’educazione, Frasi, citazioni e aforismi sulla volgarità e Frasi, citazioni e aforismi sulla maleducazione e i maleducati.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla signorilità

Ricordiamoci che il vocabolo signorilità risulta intraducibile in tutte le altre lingue europee. Tutto ciò è un lascito che può riempire l’anima di noi Italiani,
(Leonardo Cammarano)

Io lo guardavo affascinato. Nessuno degli altri uomini che conoscevo teneva in tanta considerazione il proprio aspetto e il proprio abbigliamento. In quei pochi momenti, quell’aria di signorilità che avevo subito rilevato nello sconosciuto, era diventata ancora più evidente. Era qualche cosa di magnifico che emanava dalla sua stessa persona. Tutto ciò che gli apparteneva dava l’impressione di essere stato sottoposto a un uso prolungato e a dure fatiche, ma denotava uno stile, una distinzione, una «classe».
(Jack Schaefer)

Il denaro fa l’uomo ricco, l’educazione lo fa signore.
(Proverbio)

Tutti i soldi del mondo non comprano la signorilità e l’educazione.
(Proverbio)

Puoi essere un signore con poco e essere un poveraccio con una montagna di soldi
(raramolecola, Twitter)

Un signore mi apre la porta del negozio e mi cede il passo.
E all’improvviso anche una giornata pesante diventa più bella.
(egyzia, Twitter)

La signorilità vera non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia, ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa.
(Anton Čechov)

La signorilità è l’arte di non mettere in difficoltà il proprio interlocutore o commensale.
(Giancarlo Signore)

La signorilità non è un abito comune che puoi acquistare ovunque, ma è un abito da sartoria che hai cucito addosso.
(CannovaV, Twitter)

Alla fine resterà solo la nostra signorilità. Se ne avremo avuta.
(Beno Fignon)

La signorilità è quella cosa che ti rimane anche se cadi in povertà
(Ivana Proietti Cosimi)

– Perde con la stessa signorilità con cui vince, Mr. Bond?
– Non lo so. Non ho mai perso.
(Dal film 007 – Mai dire mai)

Mi piace la signorilità di chi sa reagire ad una situazione senza contaminarla dalle proprie sofferenze.
(cleX71, Twitter)

Un signore lo riconosci da quello che dice, e non dice.
(CryScRyx, Twitter)

La signorilità del perdono,
la volgarità del rancore.
(cristianik, Twitter)

– Dammi una definizione di signorilità.
– Potrei dire, semplicemente, Portago. Un giorno chiese a Ferrari: “Commendatore, quando ne avrà la disponibilità, mi piacerebbe potere correre in Spagna o in Portogallo”. “Marchese de Portago, per la prossima gara in Spagna ho già preso accordi diversi”. “Fa niente, vorrei solo che lei sapesse che mi farebbe molto piacere”. Avrebbe potuto dire che le auto erano sue, che aveva il diritto di correre ma era un signore.
(Luca Delli Carri)

Annunci

Era di modi gentili, e nel parlare e nel vestire e in tutti i tratti, d’una squisita signorilità naturale, che né il contatto della ruvida gente del paese, né le faccende a cui attendeva, né le abitudini di rilassata pigrizia, a cui quella vuota e misera vita di provincia induceva per tanti mesi dell’anno, avevano potuto mai; non che arrozzire, ma neppure alterare d’un poco.
(Luigi Pirandello)

Dalla sua signorilità fisica non era assente la signorilità intellettuale: mancando la seconda, la prima non sarebbe stata completa.
(Marcel Proust)

La signorilità è la madre delle virtù.
(Anonimo)

Signori si nasce, e io lo nacqui.
(Totò nel film Signori si nasce)

Dove l’ignoranza parla, l’intelligenza tace.
E’ una questione di stile.
Signori si nasce.
(Anonimo)

Signori si nasce.
Educati si diventa.
Cafoni si resta.
(kanguchic, Twitter)

Vi ricordate l’esilarante battuta di Totò: «Signori si nasce. E io lo nacqui!»? In realtà, non si nasce né signori né raffinati né insigni, lo si diventa con un serio esercizio. Si può ereditare per nascita di essere conti o marchesi, blasonati e patrizi: frutto di condizioni meramente estrinseche è appartenere alla classe aristocratica o plebea. La «nobiltà dello spirito», come ammonisce Musil, è invece l’unica che ci conferiamo da soli con un impegno severo, anche nei piccoli comportamenti.
(Gianfranco Ravasi)

Bisogna avere signorilità soprattutto nella sconfitta
(Anonimo)

I signori sanno sempre quando è ora di andare.
(ChiaraBottini, Twitter)

Ci sono signori veri, signori che sembrano e signori che vogliono sembrare.
(Proverbio)

Signore è colui che non dice mai d’esserlo.
(Ugo Ojetti)

Amo nel gatto l’indifferenza suprema e la signorilità con la quale si trsferisce dai salotti alle grondaie.
(François-Renè De Chateaubriand)

I gran signori son quasi le sole persone da cui si impara quanto dai contadini.
(Marcel Proust)

Santi e signori stan sempre in cima alla scala.
(Proverbio)

– Fragilità.
– dolcezza.
– sensualità.
– sincerità.
– ironia.
– freschezza.
– signorilità.
– unicità.
le donne sono questo e molto altro.
(PasqualeListone, Twitter)

La signorilità è quello che ci resta degli antenati ricchi dopo che sono finiti i soldi.
(John Ciardi)

Come il signore si vede dal modo come tratta coi poveri, così l’elegante sa stare fra gli ineleganti, senza metterli in disagio.
(Riccardo Bacchelli)

Non avessimo bisogno delle donne saremmo tutti signori.
(Giovanni Arpino)

Al primo sguardo poteva dare un’impressione di goffaggine e quasi di degradazione, ma a un’osservazione più attenta si rivelava in lui il gran signore, assolutamente padrone di sé, e si capiva che aveva ricevuto un’educazione tra le più aristocratiche.
(Fëdor Dostoevskij)

Tutti signori fin quando non ci sono da sputare il più lontano possibile i semini del cocomero.
(IlfuGigiBi, Twitter)

Enorme, signorile la casa che ci aveva accolte, piena di cortiletti segreti e di stanze nascoste che mi hanno insegnato i labirinti della vita
(Marcela Serrano)

Annunci