Frasi, citazioni e aforismi sulla penna

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla penna. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sullo scrivere e la scrittura, Frasi, citazioni e aforismi sulla matita e Frasi, citazioni e aforismi sui libri e la lettura.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla penna

Carta e penna. L’universo nelle mie mani.
(Sami Feiring)

Tra il mio pollice e l’indice
sta la comoda penna
(Séamus Heaney)

La penna è la lingua dell’anima.
(Miguel de Cervantes)

Non mi aspettavo che l’atto di scrivere aprisse tante porte, come se la vecchia penna stilografica di mio padre non fosse affatto una penna, ma uno strano tipo di passe-partout.
(Stephen King)

La penna è uno strumento di scoperta piuttosto che un semplice strumento di registrazione
(Billy Collins)

Si stava meglio prima, con il calamaio e la penna di piuma. Ti ricordava di non perdere mai la leggerezza nel comprendere la parola.
(oppyum, Twitter)

Usando la penna come una bacchetta magica, realizzava l’incantesimo.
(Richard Bach)

Chiedete penna e calamaio; eccovi della carta bianca. Sedetevi, signore, dipingete secondo la vostra idea della bellezza
(Laurence Sterne)

Si chiama penna. È come una stampante, collegata direttamente al mio cervello.
(Dale Dauten)

Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo.
(Malala Yousafzai)

Una buona testa e un buon cuore sono sempre una combinazione formidabile. Ma quando ci aggiungi una lingua o una penna colta, allora hai davvero qualcosa di speciale.
(Nelson Mandela)

Essere la prima della classe non ha nessuna importanza, se non puoi studiare affatto. Quando qualcuno ti toglie la penna di mano, allora sì che capisci davvero quanto sia importante l’istruzione.
(Malala Yousafzai)

Occorrerebbe per la penna, come si usa per ogni micidiale strumento, il porto d’armi…
(Gesualdo Bufalino)

In fondo a ogni penna dorme un angelo, con milioni di stelle nei suoi pugni chiusi. Scrivere è cercare di aprire quei pugni e prendere un manciata di stelle.
(Fabrizio Caramagna)

Ho speso un’ora pensando un verso
che la penna non vuole scrivere.
Tuttavia esso è qui dentro
inquieto, vivo.
Esso è qui dentro
e non vuole uscire.
Ma la poesia di questo momento
inonda tutta la mia vita.
(Carlos Drummond De Andrade)

Tenevo
in mano la penna e dove
trovavo sole immergevo la punta
e scrivevo versi.
(Nikifòros Vrettàkos)

Scivola la penna
verso l’inguine della pagina,
e in silenzio si raccoglie la scrittura
(Valerio Magrelli)

La penna non è stata posata sulla carta
la carta è ancora tutta bianca
bianca è la data
bianchi luogo ora
provenienza destinazione
perché percome
(Bartolo Cattafi)

La penna corre spinta dallo stesso piacere che ti fa correre le strade. Il capitolo che attacchi e non sai ancora quale storia racconterà è come l’angolo che svolterai uscendo dal convento e non sai se ti metterà a faccia con un drago, uno stuolo barbaresco, un’isola incantata, un nuovo amore.
(Italo Calvino)

Una vestaglia grigia con dentro Bartleboom. Due pantofole grigie con dentro i suoi piedi. Foglio bianco sullo scrittoio, penna e calamaio. Scrive. Bartleboom. Scrive.
(Alessandro Baricco)

Non v’ha cosa che pesi men della penna, né che più di quella diletti: gli altri piaceri svaniscono, e dilettando fan male; la penna stretta fra le dita dà piacere, posata dà compiacenza, e torna utile non a quegli soltanto che di lei si valse, ma ad altri ancora e spesso a molti che son lontani, e talvolta anche a quelli che nasceranno dopo mille anni.
(Francesco Petrarca, Epistole)

La Bic è la cosa che più d’ogni altra mi ricorda l’essere umano. E capace d’imprese grandiose – compilare schedine vincenti e assegni scoperti -, di azioni mediocri – scrivere liste della spesa e biglietti d’auguri – e di crimini orribili – vergare condanne a morte e lettere d’amore.
(Marco Presta)

Quando prendo la penna in mano non mi può succedere più nulla. Il destino dovrebbe prenderne nota.
(Karl Kraus)

Mi sono svegliato ricordando l’odore della penna multicolore profumata che avevo da piccolo. Credo sia il profumo della felicità.
(diodeglizilla, Twitter)

Io, nella penna multicolore, cercavo di abbassare tutti i colori contemporaneamente [fotografia del mio saper scegliere, da sempre]
(e_senzaimmagini, Twitter)

La penna è uno scettro, ma come sono pochi i re tra gli scrittori!
(Khalil Gibran)

Scrivere non è difficile. Basta prendere carta e penna, sedersi e buttare giù quello che ti passa per la mente. Scrivere è facile – è farsi passare qualcosa per la mente che è difficile.
(Stephen Leacock)

Quando mi viene il blocco dello scrittore sembro sempre un’anima in penna.
(GMartelloni, Twitter)

La parola tedesca che mi piace tanto è “kugelschreiber” – “penna”. Tante sillabe per dire “penna”…
(Dal film The Informant!)

Uno scrittore bravo ha la penna in una mano e la lima nell’altra. Come dice Canetti: “Una frase sola è netta e bella. Già la successiva le toglie qualcosa”.
(Fabrizio Caramagna)

Mi chiedono se, quando comincio un libro, uso l’Olivetti o la penna. La penna, naturalmente. Essendo essa quasi un fisico prolungamento di me, mentre il tasto è soltanto uno strumento vicario che rompe il ritmo, che rallenta e allontana il parossismo felice della copula creativa. Tanto varrebbe suonare il piano coi guanti, fare all’amore col preservativo…
(Gesualdo Bufalino)

Scrivere è un’attività così astratta che mi serve la materialità di carta e penna.
(Patrick Modiano)

Ho orrore della macchina per scrivere, che dà a qualsiasi scritto l’aspetto volgare di una circolare, e mi sconvolge l’idea che certi scrittori abbiano potuto abbandonare la penna, il calamaio, quella specie d’intimità tra sé e quello che si scrive − le opere ne risentono e ne ho piacere.
(Paul Léautaud)

La penna è più potente della spada.
(Edward Bulwer-Lytton)

Inchiostro e fotografia stanno soppiantando carri armati e soldati. La penna diventa di giorno in giorno più potente della spada.
(Marshall McLuhan)

La penna è più potente della spada, e decisamente più comoda per scrivere.
(Marty Feldman)

Fu un giorno fatale quello in cui il pubblico scoprì che la penna è più potente della pietra e che può essere offensiva quanto un mattone. Si è messo alla ricerca del giornalista, lo ha trovato, trasformato, e ne ha fatto il suo zelante e ben pagato servitore.
(Oscar Wilde)

Carta e penna possono accendere più fuochi di tutti i fiammiferi del mondo.
(Malcolm Forbes)

E che alcuni di voi me li immagino con la penna rossa pronti a correggere ogni minimo sbaglio. Anche nella vita.
(enzapet, Twitter)

Grande scrittore è quello che intinge in inchiostro infernale la penna che strappa dall’ala di un arcangelo.
(Nicolás Gómez Dávila)

Quando si scrive delle donne, bisogna intingere la penna nell’arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali delle farfalle.
(Denis Diderot)

Se i mari fossero inchiostro, le canne penne, i cieli pergamene e tutti gli uomini scribi, non basterebbero a descrivere la complessità del governo
(Talmud)

La parola muore già sotto la penna.
(Johann Wolfgang Goethe)

Spesso con la penna mi graffio la mano e soltanto allora so che ho vissuto ciò che ho scritto.
(Karl Kraus)

Un tempo le penne d’oca servivano agli scrittori per scrivere. Oggi le oche scrivono in proprio.
(Gianni Monduzzi)

L’oca è l’animale ritenuto simbolo della stupidità,a causa delle sciocchezze che gli uomini hanno scritto con le sue penne.
(Anonimo)

Una reflex non fa di te un fotografo
un microfono non ti rende una star
una penna non fa di te un poeta
ma nulla può impedirti di crederlo.
(cicciogia, Twitter)

Sciaguratamente, tendiamo a pensare a matita e a parlare con la penna ad inchiostro
(Alexa1163, Twitter)

N.: alla sua penna sono appesi una moglie, diversi figli, una madre e una serva. Bisogna tenerne conto, quando si giudica la sua prosa.
(Leo Longanesi)

La penna che non scrive è quella con cui stai per prendere un appunto importante.
(Diego De Silva)

Poche cose sono sicure come il non trovare una penna funzionante quando devono dettarti qualcosa al telefono.
(Darioloco81, Twitter)

Ricordatevi che siamo comunque quelli che pensavano di sistemare una penna con un colpo di alito.
(Tremenoventi, Twitter)

Ho scritto con la biro sulla sabbia che forse ne vale la penna.
(GMartelloni, Twitter)

Il libro deve desiderare penna, inchiostro e scrivania: ma di solito sono penna, inchiostro e scrivania a desiderare il libro. Perciò oggi i libri valgono così poco.
(Friedrich Nietzsche)

Fuori della penna non c’è salvezza.
(Italo Svevo)

Io penso effettivamente con la penna, perché la mia testa spesso non sa nulla di ciò che la mia mano scrive.
(Ludwig Wittgenstein)

Nella mano dell’ignorante pesa più la penna che la zappa.
(Proverbio)

Ci sono 3 cose che non tornano mai indietro:
1) La parola detta.
2) L’occasione persa.
3) La penna dopo aver detto:
“Si chiama Pietro”.
(masse78, Twitter)

Voi occidentali siete troppo attaccati alle cose. Siete fissati sulle cose. Uno perde, ad esempio, la sua penna e da allora non fa che pensare alla penna persa, senza dirsi che la penna non ha alcun valore, che si può scrivere anche con un lapis. In Occidente vi preoccupate troppo delle cose materiali.
(Tiziano Terzani)

La tua mente è un libro; Dio è la penna.
(Michael Bassey Johnson)

Alcuni uccelli non sono fatti per stare in gabbia. Le loro penne sono troppo luminose.
(Stephen King)

Le parole lasciate sul foglio, la penna sul tavolo. E tutte le cose tra le righe che non sono riuscito a scrivere, tornano là dove sono sempre state. Nell’indicibile.
(Fabrizio Caramagna)