Frasi, citazioni e aforismi sull’abito da sposa

La tradizione dell’abito bianco da sposa risale all’Ottocento, anche se già nell’Antica Grecia le spose vestivano tuniche bianche. Le spose romane, invece, erano avvolte da veli gialli o arancioni. Nel Medioevo l’abito nuziale era coloratissimo,a tinte sgargianti, di tessuti preziosi, arricchito da gioielli, perché la sposa finiva per rappresentare lo status della famiglia e doveva apparire al meglio.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’abito da sposa. Tra i temi correlati si veda Le più belle frasi di auguri per il matrimonio da dedicare agli sposi, 200 frasi, aforismi, citazioni e battute divertenti sul matrimonio, Frasi, citazioni e aforismi sul bouquet e Frasi, citazioni e aforismi sui vestiti e l’abbigliamento.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’abito da sposa

Sposine mie dolcissime non trasformate il sogno dell’abito da sposa in un incubo, affidatevi solo a mani esperte e a tanto buongusto.
(Enzo Miccio)

Ricordate che la sposa non ha la borsetta né indossa il cappotto, nemmeno a temperature polari, quindi regolatevi di conseguenza. L’abito da sposa non deve però neppure essere troppo scollato né lasciare braccia e spalle completamente scoperte. Se la cerimonia si svolge in estate prevedete una giacchina leggera, intonata al vestito, da indossare all’interno della chiesa e da togliere quando ne uscite.
(Roberta Bellinzaghi)

Si vestì dell’abito da sposa, come un fiore avrebbe fatto dei petali. E ogni seta e raso sembravano stare nell’unico posto in cui dovevano essere. Era tutto semplicemente perfetto.
(Fabrizio Caramagna)

L’abito da sposa era di un bianco crema, con un’ombra di rosa sul fondo, come l’interno di una conchiglia.
(Rosamunde Pilcher)

Distese il vestito sul letto e guardò la stoffa color avorio. Era più morbido di qualsiasi cosa avesse mai toccato e sarebbe stato il suo abito da sposa.
(Emma Lang)

L’abito da sposa deve essere quello che avete sempre sognato, da scegliere secondo il vostro stile, romantico o con un tocco di originalità, classico o sbarazzino.
(Anonimo)

Mai acquistare un abito senza provarlo e non conta la taglia ma la silhouette e le proporzioni.
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

Quando mi capitano le madri che sul vestito tendono a mettere il becco, tendo a dare ragione alla sposa. Il giorno è tutto suo, l’abito deve farla sentire meravigliosa, darle un incedere maestoso.
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

I casi più difficili non sono le ragazze sovrappeso o carenti nel gusto, ma quelle con un fisico perfetto, alle quali tutti gli abiti stanno bene. Non finiscono di metterli e toglierli, incapaci di decidere. Quando succede, invito la cliente a ricominciare da capo. Che stile scegli? Tradizionale, neohippy, sexy, magari over the top? Da lì devi partire.
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

Io non concepisco di etichettare le persone o suddividerle in gruppi in base alla forma o alla taglia che portano e poi in base ad esse dirgli cosa indossare. Occorre conoscere innanzitutto la forma del proprio corpo e poi tenere conto che ogni abito ha un taglio unico e sarà indossato in modo unico. È pieno di articoli, libri e addirittura stilisti che si ostinano a suddividere i corpi in base alla forma dei frutti: a mela, a pera, quadrate etc. Non lasciate che nessuno vi paragoni a un frutto! Prima di fare alcuna considerazione su quale sia l’abito adatto al vostro corpo fate una sola cosa: provatelo!
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

Le varie parti dell’abito da sposa e i suoi accessori devono funzionare in proporzione tra di loro e con il corpo. Fate attenzione ai punti chiave del corpo che tocca l’abito e a come lo suddivide. Un abito proporzionato dovrebbe avere un corpetto lungo un terzo, o meno, dell’intero abito, mentre la gonna dovrebbe essere di due terzi o più. Ciò che è da evitare è un abito che tagli la figura in due o in tre o più parti. Occorre chiedersi: questo abito mi sta valorizzando? Ogni elemento è bilanciato e in proporzione?
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

Per chi ha la braccia troppo sottili è sicuramente consigliato un abito con le maniche oppure si può aggiungere un bolero o indossare lunghi guanti eleganti o una stola. Chi invece ha braccia piene può indossare abiti con sottili maniche in pizzo oppure scegliere un abito senza spalline perché le braccia nude possono confondersi con uno scollo nudo.
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

Busto e fianchi dovrebbero apparire proporzionati. Inoltre, siccome il busto è vicino al viso, bisognerebbe tenerlo in considerazione quando si sceglie il tipo di scollo. Se il busto è minuto si può scegliere uno scollo a cuore per aggiungere un po’ di curve; sono adatti anche uno scollo a V o un abito stile impero ed un corpetto con rouche o ricami incrociati. Se il busto è ampio può aiutare un po’ di scollo e, nuovamente, suggerisco un abito ad A, da evitare invece un abito con scollo che attraversa dritto il busto perché lo farebbe sembrare più ampio e le spalle più larghe.
(Randy Fenoli, designer e guru americano dei matrimoni)

“Lei lavora?”
“Sì, nella moda.Infatti si è fatta l’abito da sposa da sola”.
“Caspita!”
“Per cucirlo ha passato notti intere sveglia”.
(Banana Yoshimoto)

L’ultima volta che ho visto Thérèse ragazza, si tuffava nell’abito da sposa che Théo le tendeva. “Tuffarsi” è il verbo appropriato. Era un vestito blu notte che inghiottì il corpo della mia sorella astrale come se si fosse lanciata dall’alto dei cieli in un mare senza fondo. Poi la testa e le mani erano miracolosamente riaffiorate e il vestito si era acceso!
(Daniel Pennac)

Ero tentata di comprarmi l’abito da sposa dei miei sogni: in fondo… e se non avessi mai avuto occasione di indossarne uno? Immaginavo un abito lungo e un impalpabile velo trasparente che avrebbe rivelato il mio sorriso di pura felicità.
(Shelina Zahra Janmohamed)

Mi sorride e io ho già cercato la nostra compatibilità per segno zodiacale e ho provato l’abito da sposa in quel negozietto in centro
(Noebasta, Twitter)

– Cosa provi per me?
– L’abito da sposa.
*ABBANDONA LA CONVERSAZIONE*
*BLOCCA*
*CAMBIA NUMERO*
(TheSfigatto, Twitter)

Io non ci posso credere che il mio abito da sposa è lì nell’armadio fresco di tintoria e niente, non lo rimetterò mai più. Ma siamo scemepazze? Perché non decidiamo che all’anniversario si va a cena fuori vestiti da sposi? Solo io l’ho pagato quello che l’ho pagato? Sfruttiamoli.
(LaFede_C, Twitter)

Pensavo non avrei concluso nulla oggi e invece ho appena deciso il mio abito da sposa.
Di questo passo entro stasera divido un atomo
(clappi, Twitter)

Sono contraria al matrimonio, ma non all’abito da sposa e alle buste.
(Enzapet, Twitter)

Dopo cena non riuscì in nessun modo a sfilarsi l’abito da sposa.
Passò la notte in bianco.
(egyzia, Twitter)

Abito da sposa✅
Prenotazione chiesa✅
Bomboniere✅
Scelta viaggio di nozze✅
Scelta nome dei figli✅
Farlo lasciare con la fidanzata. (Da fare).
(Vento_nord, Twitter)

– Allora, com’è?
+ Mi piace, ma non mi farò coinvolgere troppo presto.
– Stasera allora usciamo?
+ Non posso, devo provare l’abito da sposa.
(Anonimo)

“Cosa farai quando il tuo idolo stara’ per sposarsi un giorno?”
Acquistare un abito da sposa, ovviamente!
(Anonimo)

Ho scoperto che ci sono donne che vanno a scegliere l’abito da sposa con la suocera.
E niente, mi sono molto intristita.
(ValeSantaSubito, Twitter)

Marghe mi ha fatto vedere il suo abito da sposa. Con quel coso addosso sembra una bomboniera in vetro di Murano. Soffiata a caldo. Un enorme avocado. Una gigantesca pastiglia Valda.
(Luciana Littizzetto)

Alcune vedove dimagriscono così tanto che riescono ad entrare di nuovo nell’abito da sposa. (Nicolae Petrescu Redi)

L’abito nuziale romano consisteva in una tunica recta (ovvero una tunica di lana confezionata con un telaio simile a quelli che si trovavano negli atria patrizi) stretta alla vita da una cintola di lana annodata in modo elaborato e caratteristico.
(Matthew Dennison)

Un tempo il velo testimoniava la castità prematrimoniale della donna, ancor di più se lungo. Negli attimi precedenti al matrimonio veniva utilizzato per proteggere la sposa dagli sguardi e dalle influenze maligne, e allo stesso tempo impediva allo sposo di vedere il volto della promessa fino a che non si trovava di fronte all’altare. In molte famiglie era usanza tramandare il velo da sposa di madre in figlia, soprattutto se la proprietaria aveva goduto di un felice matrimonio.
(Anonimo)

La voce femminile si diffonde dall’altoparlante, leggera e piena di promesse come un velo da sposa.
(Daniel Pennac)