Le più belle frasi di Laura Pausini

Laura Pausini (Faenza, 16 maggio 1974) è una delle più importanti cantautrici italiane. Nel corso della sua carriera pluri-ventennale, Laura Pausini ha ottenuto numerosi premi, candidature e riconoscimenti tra i più prestigiosi a livello mondiale. Da molti anni, la cantante aderisce a molte iniziative di solidarietà e di beneficenza.

Presento una raccolta delle più belle frasi di Laura Pausini. Tra i temi correlati si veda Le più belle frasi di Tiziano Ferro, Le più belle frasi di Vasco Rossi e Le più belle frasi di Jovanotti.

**

Le più belle frasi di Laura Pausini

Perché una vita sola non può bastare
Per dimenticare quanto si può amare.
(Una storia che vale)

Scrivilo negli occhi
Fai di un attimo l’eternità.
(Se non te)

Lei la tua ragione il tuo perché
il centro del tuo vivere
(Uguale a lei)

Qui dove resto solo io
Dove resti solo tu
Dove il senso non ha più senso.
(Dove resto solo io)

Ho cercato la bellezza e l’ho trovata in fondo alla semplicità.
(Non ho mai smesso)

Marco se n’è andato e non ritorna più
Il treno delle 7:30 senza lui
È un cuore di metallo senza l’anima
Nel freddo del mattino grigio di città
A scuola il banco è vuoto, Marco è dentro me
È dolce il suo respiro fra i pensieri miei
Distanze enormi sembrano dividerci
Ma il cuore batte forte dentro me
(La solitudine)

La solitudine fra noi
Questo silenzio dentro me
È l’inquietudine di vivere
La vita senza te
Ti prego aspettami perché
Non posso stare senza te
Non è possibile dividere la storia di noi due.
(La solitudine)

Mi dispiace devo andare via
Ma sapevo che era una bugia
Quanto tempo perso dietro a lui
Che promette e poi non cambia mai.
(Strani amori)

Strani amori che
Fanno crescere e sorridere
Fra le lacrime
Quante pagine lì da scrivere
Sogni e lividi da dividere.
(Strani amori)

Fino a che rimani
sarà tu il migliore dei miei mali, tu sarai
Di quest’anni avari
l’oro nelle mani.
(Un fatto ovvio)

Sarà che hai preso tutto e l’hai buttato via
Qualsiasi cosa fu, qualunque cosa sia
Non ti accompagno più se non c’è più ragione
Si muore in mezzo a una frase o di frasi a metà.
(Frasi a metà)

Prendi le mie mani e baciami
Portami dove ti porterei
Dimmi cose da non crederci
Portami fuori di me dentro di noi.
(Enamorada)

Perchè con te ho imparato che felici
lo si è senza un miracolo
Con te guardare dalla stessa parte..
era già quello uno spettacolo
E poi ho capito che dorme di meno
chi ama un po’ di più.
(Mi tengo)

E più mi manchi, e più mi stai
Al centro dei pensieri miei
(Incancellabile)

Lei la tua ragione il tuo perché
il centro del tuo vivere
la luce di un mattino che,
che non perderai lei lo
specchio dove tornerai
dove ti riconoscerai
semplicemente come sei, uguale a lei.
(Uguale a lei)

Dio ma come si fa
A trovare il coraggio di andare
Anche quando vorresti restare
Dimmi come si fa a rialzarsi
Anche quando fa male
E continuare.
(Il coraggio di andare)

Tu usi troppe parole
dosi poco il silenzi
deponi le armi un momento
Non ci sono istruzioni
per l’uso della vita
ognuno ha la sua
matita.
(Ognuno ha la sua matita)

Quando l’amicizia
Ti attraversa il cuore
Lascia un’emozione
Che non se ne va.
Non so dirti come
Ma succede solo
Quando due persone
Fanno insieme un volo.
(Le cose che vivi)

E non c’è distanza
Non c’è mai
Non ce n’è abbastanza, se
Se tu sei già dentro di me.
(Le cose che vivi)

Se esiste un Dio non può scordarsi di me anche se
Fra lui e me c’è un cielo nero nero senza fine
Lo pregherò, lo cercherò e lo giuro ti troverò
Dovessi entrare in altre dieci cento mille vite
In questa vita buia senza di te sento che
Ormai per me sei diventato l’unica ragione
Se c’è un confine nell’amore giuro lo passerò
E nell’immenso vuoto di quei giorni senza fine
Ti amerò
(Non c’è)

Non c’è, non c’e il profumo della tua pelle
Non c’è il respiro di te sul viso
Non c’è la tua bocca di fragola
Non c’è il dolce miele dei tuoi capelli
Non c’è che il veleno di te sul cuore
Non c’è via d’uscita per questo amore
(Non c’è)

Stesso cuore, stessa pelle
Questo è il patto fra sorelle
Anime che mai potrà
Dividere la realtà
(Perché non torna più)

Tu sei l’esatto opposto di me
Per questo è splendido
L’abbraccio corrisposto che c’è
È un mondo inedito.
(Inedito)

Io tengo gli occhi aperti
Ho un sospiro, ho un bacio
Ma se non posso averti ..
Non sarà facile!
Una corona di spine sarà
(Troppo tempo)

Quando eri con me ..
il buio che scendeva con la sera ..
si fermava sulla porta di casa.
(Troppo tempo)

Io mi prenderò il mio posto
E tu seduta lì al mio fianco
Mi dirai destinazione paradiso
(Destinazione paradiso)

Vivimi senza paura
Che sia una vita o che sia un’ora
Non lasciare libero o disperso
Questo mio spazio adesso aperto.
(Vivimi)

Hai preso me
Sei la regia
Mi inquadri e poi mi sposti in base alla tua idea
(Vivimi)

Come ci siamo permessi di dirci che ognuno fa quello che può
Come ci siamo ridotti io e te
Come ci siamo permessi di dirci che ognuno fa il meglio per se
Bastava.
(Bastava)

Posso soltanto guardare il punto dove stai guardando tu
E posso solo pensare che ho già vinto se convinco te
Che sei speciale.
(Le cose che non mi aspetto)

Come le cose che non mi aspetto
Come quel grazie che arriva dritto
O quell’abbraccio che non smette mai
Di dare affetto.
(Le cose che non mi aspetto)

Su qualunque strada,
In qualunque cielo,
E comunque vada
Noi non ci perderemo.
(Le cose che vivi)

In qualunque posto sarai,
In qualunque posto sarò,
Tra le cose che vivi
Io per sempre vivrò.
(Le cose che vivi)

Sei nella mia vita più che mai
Oltre il muro dei silenzi miei
Un respiro di serenità
L´alba di una nuova libertà
(Amare veramente)

Ehi adesso come stai?
Tradita da una storia finita
E di fronte a te l’ennesima salita.
(Ascolta il tuo cuore)

Non siamo angeli In volo venuti dal cielo
Ma gente comune che ama davvero
(Gente)

**

Interviste

Esiste una ragazzina che è diventata una donna e certamente la mia anima è cresciuta come il mio fisico, i miei pensieri e i miei sogni. Hanno preso forme diverse, a volte mi hanno permesso di maturare scontrandomi con le mie paure.

Oggi credo nelle strade alternative, nei mondi inesplorati, nelle sorprese che la vita ti può regalare. Sono queste le cose che ti danno un sacco di forza.

Credo sinceramente che le persone sono fatte dalle mani che si danno, dalle promesse che ci legano. E credo che l’amicizia sia un valore assoluto, oggi nel mondo e nella nostra anima.

Mi piace che le persone prendano le canzoni e se le cantino, che siano intonati o stonati. Le canzoni sono di tutti. Poi è chiaro, se diventano famosi quelli che non sanno cantare c’è un problema in corso, ma la gente è giusto che canti, anche se non è intonata, la musica è fatta per essere felici, per divertirsi, piangere. La musica è di tutti

Se qualcuno deve invidiare qualcosa veramente di me non deve essere il successo, ma il rapporto che io ho con la mia famiglia.

Nessuna casa discografica mi prendeva in considerazione. Poi un giorno, quelli della mia attuale etichetta mi fecero un’audizione per pianoforte e voce. Al termine, mi dissero: “Tu per noi sei la nuova Mina”.

Non sono più esterofila e non credo che tutto ciò che arriva dall’America sia fatto meglio, anzi in certe cose sono più bravi gli italiani.

Non sono la Cher italiana, e non lo sarò mai.

Oggi mi sento più femminile perché ho imparato a essere spiritosa, a non fare drammi per delle scemenze, a stare bene con me stessa. Le donne lo dicono spesso, ma nessuno le ascolta mai.