Frasi, citazioni e aforismi sull’agonia

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’agonia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul dolore e la sofferenza, Frasi, citazioni, pensieri e aforismi sulla morte, Frasi, citazioni e aforismi sull’angoscia e Frasi, citazioni e aforismi sull’addio e la fine di un amore.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’agonia

Vado così forte in salita per abbreviare la mia agonia.
(Marco Pantani)

Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito.
(Albert Einstein)

Lei l’aveva aiutato a sopportare l’agonia con lo stesso amore con cui l’aveva aiutato a scoprire la felicità.
(Gabriel Garcia Marquez, L’amore ai tempi del colera)

Non c’è più grande agonia che recare una storia non raccontata dentro di te.
(Maya Angelou)

Sole d’autunno inatteso
vai componendo la tua stagione
ch’è tutta una dolcissima agonia.
(Vincenzo Cardarelli)

La certezza può essere dolore. L’incertezza è pura agonia.
(Giorgio Faletti)

La sincerità ti ammazza subito. L’ipocrisia è una lenta agonia.
(nonfaretardi, Twitter)

La gelosia è l’agonia dell’amore.
(Pedro Calderon de La Barca)

Con i forse si allunga l’agonia.
(GreyGoose, Twitter)

I minuti sembrano ore e le ore sembrano giorni.
Aspettare una risposta è l’agonia peggiore.
(Anonimo)

Nei dintorni di ogni agonia siede un tizio che osserva e indica.
(Virginia Woolf)

Giorni di ordinaria agonia.
(Valemille, Twitter)

Ogni atto di rassegnazione è una breve agonia.
(Nicolás Gómez Dávila)

La vita è una lunga agonia dopo la morte dell’amore.
(Daniel Pennac)

Accontentarsi tra un’agonia e l’altra è l’elisir dell’esistenza.
(Charles Bukowski)

Aprirsi al sole e all’aria, non pensare a nulla e sfuggire per un breve istante all’agonia del perché.
(Fabrizio Caramagna)

La speranza è l’ultima a morire, dicono. Non serve se non a prolungare inutilmente l’agonia.
(Jordi Doce)

La troppa quiete è sorella della pigrizia che rende gli uomini torbidi, miseri e buoni da niente, e li fa malati e morti prima dell’agonia.
(Ugo Foscolo)

Svegliati e vivi! La vita fa male perché per vivere c’è bisogno di essere intelligenti, attenti. Se vivi in maniera inconscia la vita è destinata a essere un’esperienza dolorosa, un’agonia. La vita può essere anche estatica, ma solo se sei sveglio, consapevole. La vita è un’opportunità, ma richiede moltissimo. È una sfida, è un’avventura, un’avventura momento per momento in un territorio senza mappe.
(Osho)

AGONIA
Morire come le allodole assetate
sul miraggio
O come la quaglia
passato il mare
nei primi cespugli
perché di volare
non ha più voglia
Ma non vivere di lamento
come un cardellino accecato.
(Giuseppe Ungaretti)

Il toro già mugghiava dalla fronte
alle cinque della sera.
La stanza s’iridava d’agonia
alle cinque della sera
(Federico Garcia Lorca)

Vengano infine le alte allegrie,
le ardenti aurore, le notti calme,
venga la pace agognata, le armonie,
e il riscatto del frutto, e il fiore delle anime.
Che vengano, amor mio, perché questi giorni
son di stanchezza mortale,
di rabbia e agonia
e nulla.
(José Saramago)

Il nostro Sole è una stella che ha una vita di circa 13 miliardi di anni e poiché circa 5 sono già trascorsi dalla sua nascita, la sua agonia inizierà tra 5 miliardi di anni. A quel punto inizierà a “morire” perché nel nucleo non vi sarà più idrogeno, la cui fusione oggi produce energia
(Luigi Bignami)

Agonia: l’aperitivo che precede la morte.
(Roberto Gervaso)

Come si evince dall’etimologia della parola, l’agonia è il momento cruciale che segna l’ultima fase della nostra vita, nella “lotta” decisiva che rende il distacco da questo mondo impegnativo e difficile e che prepara immediatamente alla morte. E se dal punto di vista fisiologico, l’agonia designa lo stadio finale dell’esistenza in cui si verifica il progessivo affievolimento delle funzioni vitali, dal punto di vista esistenziale nell’agonia si svolge il dramma ultimo dell’esistenza, che si gioca intorno alla scoperta/attribuzione di senso all’evento che interrompe definitivamente la vita.
(Piero Coda)

L’espressione più vivida dell’agonia, la più pregnante nei suoi significati, è certamente quella mitologica di Prometeo e, più tardi, quella di Cristo.
(Ivan Cavicchi)

Quando l’illusione sulla vita è morta, la vita non è altro che un’agonia prolungata.
(Henri-Frédéric Amiel)

Prolungare un addio, è dire cento, mille, diecimila volte addio, e ciascuno vi lacera tutta l’anima. In amore, come in altre cose, le più corte agonie sono le sole consigliabili.
(Paul Bourget)

La dolce agonia delle foglie nel vento che assaporano la libertà prima di morirne.
(Arianna_Carli, Twitter)

La farfalla apriva e chiudeva le ali, come seguendo il ritmo del mio respiro. Sulle dita mi rimase una polvere iridata e soave. La lasciai nella mia stanza mentre tentava ancora il suo immobile volo di agonia.
(Silvina Ocampo)

Agonia: dolorosa epopea dell’ago, costretto a vagare di continuo senza potersi mai conficcare stabilmente in nessun posto, a trapassare solo in modo transitivo. Porta con sé un filo per tornare indietro e uscire dal labirinto del tessuto, ma gli viene sempre reciso, ogni volta deve ricominciare da capo.
(Maria Sebregondi)

La conversazione con lui era convenzionale come quella con un agonizzante.
(EM Cioran)

La Chiesa e la teologia hanno assicurato a Dio un’agonia duratura. Soltanto la mistica, di tanto in tanto, lo ha rianimato.
(EM Cioran)

Molte anime nobili amano il prossimo loro soltanto quando è miserabile, ammalato, agonizzante; quando insomma sono sicure della loro superiorità.
(Ugo Ojetti)

Muoio ogni notte per resuscitare ogni mattina. Ogni notte è quella della Santissima Agonia.
(Georges Bernanos)

L’agonia è la suprema notte oscura della quale anche i perfetti hanno bisogno per l’assoluta purezza; per questo, meglio sia amara.
(Simone Weil)

Gesù sarà in agonia fino alla fine del mondo; non bisogna dormire durante questo tempo.
(Blaise Pascal)

La dolce agonia di affidarsi al destino.
(Buioscuro, Twitter)

Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
(Marguerite Yourcenar)

La verità, è un’agonia che non finisce mai. La verità di questo mondo è la morte. Bisogna scegliere, morire o mentire.
(Louis-Ferdinand Céline)

In passato spesso l’oscuro signore traeva piacere nell’invadere le menti delle sue vittime, creando visioni destinate a torturarle fino alla pazzia… Solo dopo aver estratto l’ultimo, intenso, grammo di agonia, solo quando letteralmente invocavano la morte, lui finalmente le uccideva.
(Dal film Harry Potter e l’Ordine della Fenice)

La domanda può essere formulata anche in questo modo: è meglio gridare e accelerare così la propria fine? Oppure tacere e guadagnarsi un’agonia più lenta? Ma esiste poi una risposta a queste domande?
(Milan Kundera)

Senza libertà cosa farete? Combatterete? Certo, chi combatte può morire, chi fugge resta vivo, almeno per un po’… Agonizzanti in un letto fra molti anni da adesso, siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi, per avere l’occasione, solo un’altra occasione di tornare qui sul campo ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai la libertà!
(Dal film: Braveheart – Cuore impavido)

Il mondo sappia che la prima bomba atomica è stata sganciata su Hiroshima, una base militare. Abbiamo vinto la gara per la scoperta dell’atomica contro i tedeschi. L’abbiamo usata per abbreviare l’agonia della guerra, per risparmiare la vita di migliaia e migliaia di giovani americani, e continueremo a usarla sino alla completa distruzione del potenziale bellico giapponese.
(Harry Truman)

John Cutter: Una volta ti raccontai che un marinaio mi aveva descritto il momento in cui si annega.
Robert Angier: Disse che era come andare a casa.
John Cutter: Ti ho mentito. Mi disse che era un’agonia.
(Dal film The Prestige)

Si chiama agonia, Matrix. Stimola direttamente i recettori nervosi del dolore – fino all’ultimo. Immagina il peggior dolore che tu abbia mai sentito nella tua vita, moltiplicato un migliaio di volte. Ora immagina che continui. Per sempre. Oh, è vero… non devi immaginarlo.
(Dal film Justice League Unlimited)

Il momento giusto non è arrivato, le parole giuste non sono state trovate; c’è solo l’agonia del desiderio nel mio cuore.
(Rabindranath Tagore)

Io, lo giuro, non ho paura della morte, ma l’agonia sì, mi fa paura, specialmente quando dura anni, e ti mozza il lavoro, e tu stai male, avresti bisogno di riposarti e di guarire, e invece continuano a tafanarti i padroni di casa, i letturisti della luce, Mara con la comunione e le palline del bimbo, le tasse, i rappresentanti di commercio, i datori di lavoro, i medici, i farmacisti, le cambiali, gli esattori dell’abbigliamento. L’agonia continua fino a che a tutti costoro sembri che ci sia il modo di levarti di corpo qualcosa ancora, e fino a che tu abbia la forza di continuare. Poi lasciano che tu muoia.
(Luciano Bianciardi)

Il vento geme giorno e notte, con lunghi sospiri.
Le acque si gonfiano e ruggiscono in cieca agonia.
Le scure acque blu sono colme di dubbi.
In nessun dove si scorge traccia di riva alcuna.
E un lamento infinito attraversa il mondo.
(Rabindranath Tagore)

Che cos’è l’agonia dello spirito? Avanzare verso la morte senza impadronirsi dell’acqua della vita.
(Rumi)