Le frasi più belle di Elvis Presley

Elvis Aaron Presley, o più comunemente Elvis Presley, (Tupelo, 8 gennaio 1935 – Memphis, 16 agosto 1977) è stato uno dei più celebri cantanti del Novecento, una vera e propria icona, fonte di ispirazione per molti musicisti e interpreti di rock and roll, tanto da meritarsi l’appellativo de “il Re del Rock and Roll” o “The King”.

Presento una raccolta delle frasi più belle di Elvis Presley, con in appendice una raccolta di citazioni di musicisti e critici musicali su Elvis Presley. Tra i temi correlati si veda Le frasi più belle di Bob Dylan, Le frasi più belle di Bruce Springsteen e Le frasi più belle e famose di Michael Jackson.

**

Le frasi più belle di Elvis Presley

Do something worth remembering.
Fai qualcosa che valga la pena ricordare.

Ambition is a dream with a V8 engine
L’ambizione è un sogno con un motore V8.

You’ve got to follow that dream , wherever that dream may lead.
Segui quel sogno, dovunque il sogno ti possa condurre.

I don’t know anything about music. In my line you don’t have to.
Non conosco niente di musica. Nel mio genere non è necessario.

Truth is like the sun. You can shut it out for a time, but it ain’t going away.
La verità è come il sole, puoi oscurarla per un po’ ma non se ne andrà mai.

When things go bad, don’t go with them.
Quando le cose vanno male non andare con loro.

If you let your head get too big, it’ll break your neck.
Se lasci che la tua testa diventi troppo grande, ti spezzerà il collo.

A little less fight and a little more spark, close your mouth and open your heart.
Un po ‘meno lotta e un po’ più di scintilla, chiudi la bocca e apri il tuo cuore.

I forgot to remember to forget.
Ho dimenticato di ricordare di dimenticare.

Some people tap their feet, some people snap their fingers, and some people sway back and forth. I just sorta do ‘em all together, I guess.
C’è chi muove le gambe, chi schiocca le dita, e chi si muove da una parte all’altra. Io faccio un po’ tutto assieme, direi.

I valori sono come le impronte digitali. Nessuno le ha uguali all’altro, ma le lasciamo ovunque.

Da piccolo, ero un sognatore. Leggevo i fumetti e diventavo l’eroe della storia. Guardavo un film, e diventavo l’eroe del film. Ogni sogno che ho fatto si è avverato un centinaio di volte.

Non sto provando ad essere sexy. È solo il mio modo di esprimermi quando mi muovo.

Signor presidente, lei mandi avanti il suo show, che io mando avanti il mio.

Molta gente sembra pensare che sia stato io a iniziare questo business, ma il rock esisteva molto tempo prima che arrivassi io. Nessuno canta questa musica come le persone di colore. Diciamo le cose come stanno: io non so cantare bene come Fats Domino.

Persi la mia direzione musicale ad Hollywood. Le mie canzoni, così come gran parte delle mie pellicole, erano una sorta di nastro trasportatore finalizzato alla distribuzione di serie…

Triste Luna, mi hai visto stare da solo,senza un sogno nel mio cuore, senza un amore tutto mio. Triste Luna, tu sapevi per quale motivo ero là. Mi hai sentito dire una preghiera per qualcuno a cui tengo veramente. Triste, triste Luna, senza un amore tutto mio.

Stammi a sentire, ragazzo, non andrai da nessuna parte. Dovresti rimetterti a guidare i camion.
(Jim Denny, manager di ‘Grand Ole Opry’, programma radiofonico settimanale di musica country trasmesso da Nashville, nel Tennessee, congedando il giovane Elvis Presley dopo un’esibizione nel 1954)

Okay, non lo farò.
(Ultime parole di Elvis Presley prima di morire. Rivolte alla fidanzata Ginger Alden)

**

Frasi e citazioni su Elvis Presley – Dicono di lui

Erano le 4 del mattino del 16 agosto. Avrei dovuto essere già a dormire, ma lui mi vide e mi disse di andare a letto.
Io dissi, okay, e mi baciò per darmi la buona nottecosì poi me ne andai in camera mia.
Poi lui arrivò e mi mi diede un altro bacio per augurarmi la buona notte.
Quella fu l’ultima volta che lo vidi vivo.
(Lisa Marie Presley)

I bianchi lo amavano. I neri lo amavano, lo amava la gente che amava la grande musica. Questo è quello che conta
(Lisa Marie Presley)

Fu grande quanto l’intera nazione stessa, fu grande quanto l’intero sogno. Ne incarnò proprio l’essenza e fu in combattimento mortale con essa. Nessuno prenderà il posto di quest’uomo. E’ stato come se fosse venuto e avesse sussurrato qualche sogno nell’orecchio di ognuno, ed in un modo o nell’altro tutti noi lo abbiamo sognato.
Ci sono stati molti uomini duri.
Aveva più talento lui nella sua unghia del piede che la maggior parte di quelli, se non tutti, che oggi sono chiamati stelle.
Ci sono stati pretendenti. Ci sono stati contendenti. Ma c’è stato un solo re.
(Bruce Springsteen)

Era un artista unico – un originale in un’area di imitatori.
(Mick Jagger)

Prima di Elvis, non c’era niente.
(John Lennon)

Prima di Elvis Presley il mondo era in bianco e nero. Poi è arrivato… ed ecco un grandioso technicolor.
(Keith Richards)

Con Elvis mi fu chiaro che si poteva usare il potere dell’immaginazione per trasformare se stessi, per trascendere le origini e le costrizioni dalle quali provenivi.
(Bruce Springsteen)

Elvis è stato il mio più grande eroe. A quel tempo, ero abbastanza stupido per pensare che, essendo nato lo stesso giorno, avrebbe significato qualcosa
(David Bowie)

Quando eravamo bambini a Liverpool tutto quello che volevamo era essere come Elvis Presley.
(Paul McCartney)

È folle il carisma che ha avuto, non ho mai visto nulla del genere fino ad oggi.
(Faith Hill)

Incarnava il rock ‘n’ roll, lo possedeva al 100% – era così.
(David Lynch)

La prima volta che ho sentito la voce di Elvis ho capito che non avrei lavorato per nessuno; nessuno sarebbe stato il mio capo…ascoltarlo per la prima volta è stato come scappare da una prigione.
(Bob Dylan)

Era la musica più bella del mondo. Se mai c’è stata musica che sanguina, era quella.
(Greil Marcus)

Uno stile e un brio che si avvicinano alla pura magia… ora si muove con la precisione di un atleta, ora con la grazia di un ballerino … sgargiante e appariscente, sexy e autoironico, lavora con l’istinto di un genio per dare poesia alla sua performance rock
(WA Harbinson)

Elvis è la più grande forza culturale del ventesimo secolo. Ha introdotto il ritmo in ogni cosa, musica, linguaggio, vestiti, è una rivoluzione sociale completamente nuova – gli anni ’60 nascondo con lui.
(Leonard Bernstein)

Elvis è stato un gigante ed ha influenzato tutti nel nostro mondo.
(Isaac Hayes)

Grazie ad Elvis ho deciso di interessarmi alla musica. Sono sempre stato un suo fan fin da ragazzo.
(Elton John)

Elvis è stato l’uomo più importante conosciuto e famoso che sia mai esistito su questo pianeta da quando nostro Signore Gesu scese in terra!.
(Carl Perkins)

Il mio idolo è Elvis Presley. Se vieni a casa mia puoi vedere suoi ritratti su ogni parete… Egli è stato il più grande uomo di spettacolo mai esistito.
(Eddie Murphy)

Io non ero solo un suo fan, ero suo fratello. Elvis è stato un gran lavoratore e il Signore lo amava. L’ultima volta che l’ho visto a Graceland, abbiamo cantato del gospel insieme. Gli voglio bene e spero di incontrarlo nell’aldilà.
(James Brown)

No, Elvis non è morto, è tornato a casa!
(Men in Black)

Riferiscono le cronache che l’America è in subbuglio per la morte di Elvis Presley. Oltre centomila persone si sono riversate a Memphis, sua ultima dimora, due donne sono rimaste uccise nella calca che si stringeva intorno alle spoglie del cantante. Il sindaco ha fatto abbrunare le bandiere in tutta la città, il presidente Carter è stato flagellato di proteste perché non aveva proclamato il lutto nazionale e uno gli ha gridato al microfono: «Noi americani dobbiamo più a Presley che a Washington e a Lincoln sommati insieme». Anche noi italiani dobbiamo qualcosa a Presley: una delle rare occasioni in cui preferiamo essere italiani piuttosto che americani.
(Indro Montanelli)