Frasi, citazioni e aforismi sull’inettitudine

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’inettitudine e l’inetto. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’impotenza, Frasi, citazioni e aforismi sull’apatia, Frasi, citazioni e aforismi sull’incapacità e gli incapaci e Frasi, citazioni e aforismi sui vigliacchi e i codardi.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’inettitudine

Si può avere del genio ed essere un inetto.
(EM Cioran)

Depose la penna, richiuse tutto in un cassetto, e si disse che l’avrebbe ripreso più tardi, forse già il giorno appresso. Questo proposito bastò a tranquillarlo; ma non ritornò più al lavoro. Voleva risparmiarsi ogni dolore e non si sentiva forte abbastanza per studiare la propria inettitudine e vincerla
(Italo Svevo)

Chi non ha le ali necessarie quando nasce non gli crescono mai più. Chi non sa per natura piombare a tempo debito sulla preda non lo imparerà giammai e inutilmente starà a guardare come fanno gli altri, non li saprà imitare.
(Italo Svevo)

L’inettitudine indica l’incapacità dell’uomo di agire, come se una sorta di freno gli impedisse di vivere la vita che vorrebbe.
(Anonimo)

Un mattino, al risveglio da sogni inquieti, mi trovai trasformato in un enorme inetto.
(Maurizio Manco)

Vedevo sempre ciò che non avevo espresso, restavo colpito solo da ciò che avrei dovuto esplicitare, guardavo sempre il dover essere e mai l’essere, in una sorta di pauperismo, guidato dalla sensazione di inadeguatezza e fallimento.
(Vittorino Andreoli)

Avete presente quella sensazione di inettitudine? Quella credo che sia una delle peggiori sensazioni che si possano mai provare.
Non abbastanza intelligente, non abbastanza interessante, non abbastanza preparato, non abbastanza socievole, non abbastanza, mai.
(smagen, Twitter)

Fare ogni cosa senza farla mai veramente. Essere dovunque senza mai esserci veramente. Deve essere questa l’inettitudine.
(Fabrizio Caramagna)

L’inettitudine in Svevo si manifesta come riflesso dell’inazione, dello stato di rinunzia e di quiete e della lontananza dalla lotta.
(Giuseppe Searpat)

L’inettitudine è sostanzialmente un indebolimento, un’insicurezza psicologica, che rende l’eroe incapace alla vita.
(Mirza Mejdanija)

L’inettitudine è anzitutto incapacità di agire efficacemente, e mostra a sua volta l’azione come tipico luogo problematico.
(Giulio Savelli)

L’inetto è contraddistinto dall’incapacità di vivere e di prendere parte al presente, offuscato com’è dall’illusione della propria superiorità. È costantemente intento ad analizzare se stesso, ciò nonostante non è in grado di comprendere chi egli sia, che cosa voglia e quale debba essere il suo ruolo nella vita.
(Edoardo Ferrari Mela)

L’inettitudine è quella condizione d’impotenza o inadeguatezza.
(Barbara Giovanelli)

Invece di sentirti “inadatto” quando sei con certe persone, prova a sentirti “sprecato”: fa miracoli.
(Syria Chadee)

Si può talvolta supplire all’insufficienza; all’incapacità si può riparare talvolta; l’inettitudine è, o pare più disperata.
(Niccolò Tommaseo)

A poco a poco l’uomo probabile e la vita probabile incominciavano ad occupare il posto dell’uomo vero e della vita vera che erano pura immaginazione e illusione.
(Robert Musil, L’uomo senza qualità)

Un uomo senza qualità non dice di no alla vita, dice “non ancora!” e si risparmia.
(Robert Musil, L’uomo senza qualità)

Il problema è la diffusa tendenza ad amplificare doti e abilità degli avversari per deresponsabilizzarsi, per consolarsi nella propria inettitudine
(Wu Ming Foundation)

Quanto più gravi sono i problemi, tanto maggiore è il numero di inetti che la democrazia chiama a risolverli.
(Nicolás Gómez Dávila)

Il patetico alibi dei falliti che giustificano la propria inettitudine con gli errori degli altri.
(Fragmentarius)

Il destino è la scusa degli inetti
(ImLost73, Twitter)

Piangersi addosso è il balsamo degli inetti.
(Wu Ming Foundation)

L’epoca attuale è l’epoca dell’aurea mediocrità e dell’insensibilità, dell’amore dell’ignoranza, della pigrizia, dell’inettitudine all’azione e della pretesa di trovare tutto pronto.
(Fëdor Dostoevskij)

Vi sono più utensili che lavoranti, e di questi ultimi sono più gli inetti che gli eccellenti.
(Jean de La Bruyère)

Oggi qualcuno si sveglierà con la voglia di cambiare il mondo. Ma nel momento decisivo si ritroverà circondato da raccomandati inetti
(IdeeXscrittori, Twitter)

Un inetto è un ladro della fiducia di chi ha creduto in lui.
(Vittorio Zucconi)

L’obiettivo sottinteso del “progresso” è, non esattamente, forse, il cervello sotto spirito, ma comunque un orribile abisso subumano di mollezza e inettitudine.
(George Orwell)

Fintanto che ti definisci inetto, hai una ragione bell’e pronta per evitare di metterti d’impegno.
(Wayne Dyer)

Si può sopportare molto meglio di guardare chiaramente in faccia la propria sfortuna che la propria inettitudine.
(Arthur Schopenhauer)

In genere le occupazioni teoretiche rendono inetti alle cose pratiche e queste viceversa a quelle.
(Arthur Schopenhauer)

Perché il Signore operi in noi e per mezzo di noi, dobbiamo dirgli che siamo disposti a lottare, anche se ci vediamo deboli e inetti
(San Josemaría Escrivá de Balaguer)

Ma come avete fatto occhi?
Come hai fatto testa?
Come hai fatto cuore.
Un esercito di stupidi inetti.
(LaPugile, Twitter)

Totò ha venticinque anni, tempra sdegnosa,
molta cultura e gusto in opere d’inchiostro,
scarso cervello, scarsa morale, spaventosa
chiaroveggenza: è il vero figlio del tempo nostro.
Non ricco, giunta l’ora di «vender parolette»
(il suo Petrarca!…) e farsi baratto o gazzettiere,
Totò scelse l’esilio. E in libertà riflette
ai suoi trascorsi che sarà bello tacere.
Non è cattivo. Manda soccorso di danaro
al povero, all’amico un cesto di primizie;
non è cattivo. A lui ricorre lo scolaro
pel tema, l’emigrante per le commendatizie.
Gelido, consapevole di sè e dei suoi torti,
non è cattivo. È il buono che desidera il Nietzsche
«….in verità derido l’inetto che si dice
buono, perchè non ha l’ugne abbastanza forti….»
(Guido Gozzano, Totò Merumeni)

Totò opra in disparte, sorride, e meglio aspetta.
E vive. Un giorno è nato. Un giorno morirà.
(Guido Gozzano, Totò Merumeni)

Io vivevo sempre nella vergogna della mia inettitudine.
(Franz Kafka)

A misurare il proprio valore sulla base dei fallimenti o dei successi, si finisce col sentirsi inetti, buoni a nulla.
(Wayne Dyer)

Amore, stendi tu i panni? E poi
Le magliette vanno girate
Il lenzuolo si mette così
I calzini li devi accoppiare
Levati inetto, faccio io!
(raramolecola, Twitter)

Fatevi plagiare dall’intelligenza, ché dall’inettitudine è troppo facile.
(Emilia974, Twitter)

Quante mogli credono che i mariti siano stupidi o inetti, perché non vivono in quel quadro fantastico che si sono costruite nell’infanzia?
(Erich Fromm)

Ho come l’impressione che la lagnosità di una persona sia direttamente proporzionale alla sua inettitudine.
(Anonimo)

Più inetto, più presuntuoso.
(Proverbio)

In questo universo l’inettitudine è direttamente proporzionale alla superbia, in quello parallelo pure.
(L’incompiuto, Twitter)

Sensi di colpa. Non ho saputo valorizzare la mia inettitudine trasformandola in un’inspiegabile posizione di prestigio.
(IdeeXscrittori, Twitter)