Le 50 più belle frasi in latino sulla felicità con traduzione

Su alcuni siti di aforismi ci sono raccolte di frasi e detti in latino che contengono delle traduzioni fin troppo libere (quando non dei veri e propri strafalcioni). Quando cercate delle frasi in latino badate sempre alla qualità della fonte.
Qui sotto troverete delle traduzioni di qualità.

Presento una raccolta delle 50 più belle frasi in latino sulla felicità con traduzione in italiano. Tra i temi correlati si veda Frasi, detti e proverbi latini, Le 90 più belle frasi in latino sull’amore con traduzione in italiano e Le 50 più belle frasi in latino sull’amicizia con traduzione in italiano.

**

Le 50 più belle frasi in latino sulla felicità con traduzione

In virtute posita est vera felicitas.
La felicità vera è nella virtù.
(Lucio Anneo Seneca)

Quid datur a divis felici optatius hora?
Che mai possono darci gli dei di più bramato che l’ora felice?
(Catullo)

Felix est non aliis qui videtur, sed sibi.
E’ felice chi è giudicato tale da se stesso, non dagli altri.
(Anonimo)

Felicitas multos habeat amicos.
I felici hanno molti amici.
(Erasmo da Rotterdam)

Felix qui nihil debet.
Felice è colui che non deve nulla a nessuno.
(Anonimo)

Un uomo felice è più raro di un corvo bianco.
Felix ille tamen corvo quoque rarior albo
(Giovenale)

Felix sua sorte contentus.
Felice è chi si accontenta della sua sorte.
(Anonimo)

Est vera felicitas felicitate dignum videri.
E’ vera felicità il riconoscersi degni di essere felici.
(Plinio il Vecchio)

Felicitas semper subiecta est invidiae. Sola miseria caret invidia.
La felicità è sempre soggetta all’invidia. Solo la miseria non è invidiata da nessuno.
(Anonimo)

Numquam felix eris, dum te torquebit felicior.
Non sarai mai felice, finché ti tormenterai perché un altro è più felice.
(Lucio Anneo Seneca)

Difficilius est temperare felicitati, qua te non putes diu usurum.
È molto difficile il sapersi moderare nella felicità della quale reputiamo non poter godere lungamente.
(Tacito)

Animi laetitia interdum dolorem corporis mitigat.
La serenità dell’anima mitiga talora il dolore del corpo.
(San Girolamo)

Felix qui potuit rerum cognoscere causas.
Felice colui che può conoscere la causa delle cose.
(Virgilio)

Beatus enim nemo dici potest extra veritatem projectus.
Nessuno può chiamarsi felice se si trova fuori dal vero.
(Lucio Anneo Seneca)

Pacata posse omnia mente tueri.
Felice chi può guardare ogni cosa con mente tranquilla.
(Lucrezio)

Beatus quicumque contentus est iis rebus quas natura ei tribuit.
Beato è chiunque è contento delle cose che la natura gli ha concesso.
(Anonimo)

Qui beatus est, non intellego, quid requirat, ut sit beatior.
Non comprendo cosa voglia cercare per essere più felice chi è già felice.
(Marco Tullio Cicerone)

In bonis exterioribus non est felicitas.
La felicità non è nei beni fuori di noi.
(Aristotele)

Nemo malus felix.
Non vi è malvagio felice.
(Giovenale)

Felicitas est superba.
La felicità è superba.
(Curzio Rufo)

Animos inmoderata felicitas rumpit.
Una esagerata felicità fiacca gli animi.
(Lucio Anneo Seneca)

Animus gaudens aetatem floridam facit.
Un’anima felice mantiene giovani.
(Anonimo)

Nihil est aliud bene et beate vivere nisi honeste et recte vivere
Il vivere felicemente non è che vivere con onestà e rettitudine.
(Marco Tullio Cicerone)

Miscentur tristitia laetis.
Le cose tristi si mescolano a quelle liete.
(Ovidio)

Nihil est ab omni parte beatum.
Nulla è felice in tutti i suoi aspetti.
(Orazio)

Liber inops servo divite felicior.
È più felice un povero libero che uno schiavo ricco
(Anonimo)

Contra felicem vix deus vires habet.
Contro un uomo felice anche un dio, a stento, ha la meglio.
(Publilio Siro)

Quam est felix vita, quae sine odiis transiit.
Quanto è felice la vita che è trascorsa senza odi.
(Publilio Siro)

Inritare est calamitatem, cum te felicem voces.
Dichiararsi felici equivale ad attirarsi disgrazie.
(Publilio Siro)

Tanto brevius omne quanto felicius tempus.
Quanto il tempo è più felice altrettanto è più breve.
(Plinio il Giovane)

Beatus ille qui procul negotiis.
Beato colui che sta lontano dagli affari.
(Orazio)

Nemo potest non beatissimus esse, qui est totus aptus ex sese, quique in se uno sua ponit omnia.
È impossibile che non sia felice chi dipende totalmente da se stesso e che punta tutto soltanto su di sé.
(Marco Tullio Cicerone)

Donec eris felix, multos numerabis amicos, tempora si fuerint nubila, solus eris.
Finché sarai felice conterai molti amici, ma se i tempi saranno nuvolosi, ti troverai solo.
(Ovidio)

Non est beatus, esse qui se non putat.
Non è felice chi non si considera felice.
(Publilio Siro)

Numquam non miser est, qui quod timeat cogitat.
Non è mai felice chi pensa alle sue paure.
(Publilio Siro)

Patiens et fortis se ipsum felicem facit.
L’uomo paziente e forte si costruisce la propria felicità.
(Publilio Siro)

Magis deos miseri quam beati colunt.
Più gli infelici che i felici adorano gli dei
(Lucio Anneo Seneca)

Nihil est tam miserabile quam ex beato effici miserum.
Non vi è nulla così degno di commiserazione come chi da felice è diventato infelice e povero.
(Marco Tullio Cicerone)

Etiam nimia peritur laetitia.
Si muore anche di troppa felicità.
(Anonimo)

Felicitas in socordiam vertit.
La felicità rende l’uomo ignavo.
(Tacito)

Non semper temeritas est felix.
Non sempre la temerità porta alla felicità.
(Tito Livio)

Est felicibus difficilis miseriarum vera aestimatio.
Per chi è felice è difficile comprendere realmente le altrui disgrazie.
(Quintiliano)

Dicique beatus ante obitum nemo supremaque funera debet.
Nessuno deve dichiararsi felice non solo prima di essere morto, ma prima di essere sepolto.
(Ovidio)

Felix inprobitas optimorum est calamitas.
La felicità del malvagio è sciagura per gli onesti
(Publilio Siro)

Omnis instabilis et incerta felicitas est.
Ogni felicità è sempre instabile e incerta.
(Seneca Il Retore)

Est quadem flere voluptas.
Anche nel pianto vi è una certa volutta.
(Ovidio)

Non è mai felice chi pensa alle sue paure.
Numquam non miser est, qui quod timeat cogitat
(Publilio Siro)

Nulla homini maior poena est quam infelicitas.
Non c’è per l’uomo peggior castigo che l’infelicità.
(Publilio Siro)

O vita misero longa, felici brevis!
O vita troppo lunga per chi soffre e troppo breve per chi è felice!
(Publilio Siro)

Nulla e huius vitae horis fluat felicitatem laedens.
Nessuna fra le ore di questa vita trascorra intaccando la vostra felicità.
(Iscrizione sulla meridiana)