Frasi, citazioni e aforismi sull’organo musicale

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’organo musicale. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla chiesa, Frasi, citazioni e aforismi sul suono, Frasi, citazioni e aforismi sul sacro e Frasi, citazioni e aforismi sull’orchestra.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’organo musicale

L’organo è l’unico strumento sul quale è possibile mantenere una nota tanto a lungo da produrre un’impressione di tempo e di eternità.
(Olivier Messiaen)

L’organo è in grado di rappresentare il senso del grandioso e del meraviglioso insiti nella sfera sacra.
(Olivier Messiaen)

L’organo è certamente il più grande, il più ardito, il più magnifico di tutti gli strumenti creati dal genio. È un intera orchestra da cui un’abil mano tutto può domandare, tutto ottenere.
(Honoré de Balzac)

L’organo è lo strumento musicale più potente che la storia del pianeta abbia mai prodotto e rappresenta un fiume che porta in sé tutti i registri, le altezze, i timbri, i volumi.
(Olivier Messiaen)

Se c’è qualcuno che deve tutto a Bach, questi è proprio Dio.
(E.M Cioran)

Ai miei occhi ed alle mie orecchie l’organo è il re di tutti gli strumenti. Troppo per quel che faccio, troppo poco per quel che potrei fare.
(Wolfang Amadeus Mozart)

Nella Chiesa latina si abbia in grande onore l’organo a canne, strumento musicale tradizionale, il cui suono è in grado di aggiungere un notevole splendore alle cerimonie della Chiesa, e di elevare potentemente gli animi a Dio e alle cose celesti
(Sacrosanctum Concilium)

Avevo 11 an­ni. Salii alla tribuna dell’organo da solo ed ebbi la sensazione di trovarmi davanti a u­na sorta di mostro. Vedevo solo le tastiere, la fila delle canne di facciata. Ma il suono che ne usciva dalla pancia era un mistero, aveva qualcosa di magico.
(Jean Guillou)

L’organo è un’entità dalle risorse infinite. Bisogna considerarlo come tale e non come uno strumento compiuto. Quando avrebbe raggiunto il suo stadio definitivo? Nel XVII? Nel XVIII? Nel XIX secolo? E dove? In Francia?  In Spagna? In Germania?
(Jean Guillou)

L’organo è lo strumento del Creatore per eccellenza.
(Jean Guillou)

Un suono d’organo antidoto al mattino cupo.
(Christine Busta)

Per sentire l’assoluto, mi basta una musica d’organo, l’odore di incenso e un tramonto da ammirare.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un certo taglio di luce,
nei pomeriggi d’inverno,
che opprime come il peso
degli accordi d’organo
in una cattedrale
(Emily Dickinson)

L’uomo è fatto di mille cangianti sfumature che risuonano come canne d’organo.
(Fabrizio Caramagna)

L’organo, da sempre e con buona ragione, viene qualificato come il re degli strumenti musicali, perché riprende tutti i suoni della creazione e dà risonanza alla pienezza dei sentimenti umani, dalla gioia alla tristezza, dalla lode fino al lamento. Inoltre, trascendendo come ogni musica di qualità la sfera semplicemente umana, rimanda al divino. La grande varietà dei timbri dell’organo, dal piano fino al fortissimo travolgente, ne fa uno strumento superiore a tutti gli altri. Esso è in grado di dare risonanza a tutti gli ambiti dell’esistenza umana. Le molteplici possibilità dell’organo ci ricordano in qualche modo l’immensità e la magnificenza di Dio.
(Papa Benedetto XVI)

In un organo, le numerose canne e i registri devono formare un’unità. Se qua o là qualcosa si blocca, se una canna è stonata, questo in un primo momento è percettibile forse soltanto da un orecchio esercitato. Ma se più canne non sono più ben intonate, allora si hanno delle stonature e la cosa comincia a divenire insopportabile. Anche le canne di quest’organo sono esposte a cambiamenti di temperatura e a fattori di affaticamento. È questa un’immagine della nostra comunità nella Chiesa. Come nell’organo una mano esperta deve sempre di nuovo riportare le disarmonie alla retta consonanza, così dobbiamo anche nella Chiesa, nella varietà dei doni e dei carismi, trovare mediante la comunione nella fede sempre di nuovo l’accordo nella lode di Dio e nell’amore fraterno.
(Papa Benedetto XVI)

Annunci

Sono suoni che non siamo più abituati ad ascoltare, eh? Che voce misteriosa: sembra venire dalle viscere della terra.
(Dal film La dolce vita)

L’organo è uno strumento che non si doma e non si improvvisa
(Anonimo)

Io mi rivolsi attento al primo tuono,
e Te Deum Laudamus mi parea
udire in voce mista al dolce suono.
Tale imagine a punto mi rendea
ciò ch’io udiva, qual prender si suole
quando a cantar con organi si stea,
ch’or sì, or no s’intendon le parole.
(Dante Alighieri, Purgatorio Canto IX)

tu unica e viva, tu canto
di grave organo e grido
di lenta carne e fiore e cibo, mia roccia
di paragone e tiepida
tana, mia donna, mia donna, tu unica,
tu viva…
(Gesualdo Bufalino)

Era nella sua voce d’organo,
in quel viluppo di note alte, cupe, distese,
nei farfugli, negli incagli,
la sua incomparabile musica.
(Elio Pecora)

Gli americani non ascoltano mai musica per organo se non in chiesa.
(Keith Jarrett)

L’organo: è vero, oggi si usa solo in certa musica contemporanea e per qualche improvvisazione. Eppure, pur sembrando legato al passato è uno strumento speciale e dal terreno ben più fertile di quello di altri strumenti: specie per le sue ricche potenzialità sonore che rendono possibile miscelarlo con timbri di vario genere.
(Kit Downes)

Anche se oggi la Chiesa non è più interes­sata alla musica come un tempo, l’organo resisterà.
(Jean Guillou)

Nel suono dell’organo c’è il futuro del mondo.
(Jean Guillou)

Annunci