Frasi, citazioni e aforismi sul cittadino e la cittadinanza

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul cittadino e la cittadinanza. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulle elezioni, gli elettori e il voto, Frasi, citazioni e aforismi sull’Italia e gli Italiani, Frasi, citazioni e aforismi sui diritti e Frasi, citazioni e aforismi sulla politica.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul cittadino e la cittadinanza

Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo.
(Socrate)

Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.
(Margaret Mead)

Quando il cittadino è passivo è la democrazia che s’ammala.
(Alexis de Tocqueville)

C’è un’azione peggiore che quella di togliere il diritto di voto al cittadino, e consiste nel togliergli la voglia di votare.
(Robert Sabatier)

Ben informati, gli uomini sono dei cittadini; mal informati diventano dei sudditi.
(Alfred Sauvy)

Il fascismo è ovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità di esprimere ed attuare la sua volontà.
(Primo Levi)

Il cittadino che aiuta gli altri è la consolazione della patria.
(Publilio Siro)

Il buon cittadino è quello che non può tollerare nella sua patria un potere che pretende d’essere superiore alle leggi.
(Marco Tullio Cicerone)

Resistenza e obbedienza, ecco le due virtù del cittadino. Attraverso l’obbedienza assicura l’ordine; attraverso la resistenza, assicura la libertà.
(Alain)

I cittadini non dovrebbero temere i loro governanti, sono i governanti che dovrebbero temere i cittadini.
(Alan Moore)

Il governo ha per missione di fare in modo che i buoni cittadini siano tranquilli e che i cattivi non lo siano affatto.
(Georges Clemenceau)

L’uomo dimenticato è il pulito, silenzioso, virtuoso cittadino nazionale che paga i suoi debiti e le sue tasse e non si è mai sentito di fuori del suo piccolo ambito. … Egli lavora e vota – generalmente prega – ma la sua attività principale nella vita è quella di pagare.
(William Graham Sumner)

La cittadinanza è un atteggiamento, uno stato d’animo, una convinzione che il tutto sia più grande della parte, e che la parte debba essere umilmente orgogliosa di sacrificare se stessa affinché il tutto possa vivere.
(Robert A. Heinlein)

La cittadinanza è una dura occupazione che obbliga il cittadino a esprimere il proprio parere informato e ad attenervisi.
(Martha Gellhorn)

I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi.
(Giuseppe Prezzolini)

In Italia quella tra cittadino e legalità è una relazione sofferta, la cultura di questo Paese di corporazioni è basata soprattutto su furbizia e privilegio.
(Gherardo Colombo)

L’Italia è quel paese dove, se aggiungi dieci cittadini a dieci altri cittadini, non fai una addizione, ma venti divisioni.
(Fabrizio Caramagna)

Trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere.
(Piero Calamandrei)

L’educazione ha due scopi, da una parte forma lo spirito, dall’altra prepara il cittadino.
(Bertrand Russell)

Senza un’educazione civica costante non può esistere democrazia duratura.
(Ralph Nader)

Nessuno nasce buon cittadino; nessuna nazione nasce democrazia. Entrambi sono processi che continuano ad evolversi nel corso della vita.
(Kofi Annan)

La cittadinanza è l’occasione per fare la differenza nel luogo in cui appartieni.
(Charles Handy)

La carica politica più importante è quella di privato cittadino.
(Louis Brandeis)

Il solo titolo nella nostra democrazia che è superiore a quello di Presidente è quello di cittadino.
(Louis Brandeis)

I cattivi rappresentanti sono eletti dai bravi cittadini che non votano.
(George Jean Nathan)

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile.
(Pericle)

E’ proprio ad Atene che la cittadinanza ha raggiunto il suo pieno sviluppo e il “mestiere” di cittadino è diventato una realtà quotidiana.
(Claude Mossé)

La tirannia di un principe in un’oligarchia non è pericolosa per il bene pubblico quanto l’apatia del cittadino in una democrazia.
(Montesquieu)

I cittadini dovrebbero lottare per la difesa delle proprie leggi con un ardore pari a quello per la difesa delle proprie mura, non essendo quelle meno necessarie di questi per la conservazione di una città.
(Eraclito)

Senza una casa non ci può essere un buon cittadino.
(Andrew Johnson)

Non è sempre la stessa cosa essere un brav’uomo e un bravo cittadino.
(Aristotele)

La costituzione non prevede cittadini di prima e seconda classe.
(Wendell Lewis Willkie)

Io sono orgoglioso di essere cittadino italiano, ma mi sento anche cittadino del mondo, sicché quando un uomo in un angolo della terra lotta per la sua libertà ed è perseguitato perché vuole restare un uomo libero, io sono al suo fianco con tutta la mia solidarietà di cittadino del mondo.
(Sandro Pertini, Messaggio di fine anno agli Italiani, 1978)

Il nostro paese è il mondo e la cittadinanza l’umanità intera.
(William Lloyd Garrison)

Queste due parole, patria e cittadino, devono essere cancellate dalle lingue moderne.
(Jean-Jacques Rousseau)

Se un uomo è gentile e cortese con gli estranei si dimostra cittadino del mondo.
(Francesco Bacone)

Siamo cittadini del mondo. La tragedia dei nostri tempi è che non lo sappiamo.
(Woodrow Wilson)

Attraverso l’empatia, il rispetto e la conoscenza io mi sento Contemporaneo di tutti gli uomini e Cittadino in ogni luogo.
(Fabrizio Caramagna)

Il cittadino non è un consumatore. E’ un produttore di idee, convinzioni, impegno, solidarietà.
(François Bayrou)

L’antica distinzione tra uomo e natura, tra abitante di città e abitante di campagna, tra greco e barbaro, tra cittadino e forestiero, non vale più: l’intero pianeta è ormai diventato un villaggio, e di conseguenza il più piccolo dei rioni deve essere progettato come un modello funzionale del mondo intero.
(Lewis Mumford)

I diritti civili spettano all’uomo come tale, non al solo cittadino.
(Stefano Rodotà)

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
(Art. 3, Costituzione Italiana)

Nessuno può essere privato, per motivi politici, della capacità giuridica, della cittadinanza, del nome.
(Art. 22, Costituzione Italiana)

Il rifugiato è una persona che nel giustificato timore d’essere perseguitato per la sua razza, la sua religione, la sua cittadinanza, la sua appartenenza a un determinato gruppo sociale o le sue opinioni politiche, si trova fuori dello Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato.
(Convenzione di Ginevra, 1951)

La cittadinanza è uno status che viene conferito a coloro che sono membri a pieno diritto di una comunità. Tutti quelli che posseggono questo status sono uguali rispetto ai diritti e ai doveri conferiti da tale status.
(Thomas Humphrey Marshall)

I cittadini sono così spesso sondati che hanno perduto ogni opinione.
(Jean Baudrillard)

Essere cittadini significa che ogni quattro anni metti un segno da qualche parte e vai a casa e lascia che altri ragazzi gestiscano il mondo. È un’ideologia davvero distruttiva.
(Noam Chomsky)

Mai fidarsi troppo del giudizio dei cittadini. Basti pensare che nel referendum più famoso della storia hanno liberato Barabba.
(Maurizio Crozza)

Anche quando avremo messo a posto tutte le regole, ne mancherà sempre una: quella che dall’interno della sua coscienza fa obbligo a ogni cittadino di regolarsi secondo le regole.
(Indro Montanelli)

Ciò che non abbiamo avuto ieri, non lo abbiamo nemmeno oggi, ne l’avremo domani. Questo garantisce continuità alla sicurezza patrimoniale dei cittadini.
(Raša Papeš)

La guerra è l’essenza della disumanità. E’ disumanizzante. Può salvare lo stato, ma distrugge il cittadino.
(Christian Nestell Bovee)

Ho resistito ai miei genitori, poi ho resistito alla scuola, poi ho resistito a diventare un bravo cittadino. È come se tutto ciò che sono stato lo fossi stato fin dall’inizio. Non volevo che nessuno ci mettesse il naso
(Charles Bukowski)

I cristiani sono nella carne, ma non vivono secondo la carne. Dimorano nella terra, ma hanno la loro cittadinanza nel cielo. Obbediscono alle leggi stabilite, e con la loro vita superano le leggi. Amano tutti, e da tutti vengono perseguitati.
(Anonimo cristiano)

La nostra cittadinanza è nell’eternità; la storia è la nostra residenza temporanea.
(Erwin McManus)

Una repubblica senza cittadini riputati non può stare, né può governarsi in alcun modo bene; dall’altro canto, la riputazione de’ cittadini è cagione della tirannide delle repubbliche.
(Niccolò Machiavelli)

La legge fiscale italiana potrebbe essere scritta in geroglifici, per quanto ne riesce a capire il cittadino medio.
(Tim Parks)

Nei dissensi civili, quando i buoni valgono più dei molti, i cittadini si devono pesare e non contare.
(Marco Tullio Cicerone)

E’ il cittadino che fa la democrazia.
(George Bernanos)

Cittadino è colui che insieme partecipa al governare e all’essere governato, ed è diverso a seconda di ciascuna costituzione, però in rapporto alla costituzione migliore è colui che ha la facoltà, e sceglie, di essere governato e di governare, tendendo alla vita secondo virtù.
(Aristotele)

La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini.
(Leonardo Sciascia)