Frasi, citazioni e aforismi sulla bara

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla bara. Tra i temi correlati si veda Frasi di condoglianze per il lutto, Frasi, citazioni e aforismi sulla morte, Frasi, citazioni e aforismi sul funerale e Frasi, citazioni e aforismi sui cimiteri.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla bara

Per me, la morte è quando chiudono la bara.
(Roberto Gervaso)

E se, malgrado tutto, c’è più verità in un funerale che in un matrimonio o in qualunque altra celebrazione, lo si deve al lavoro del morto nella sua bara, alla sua maniera principesca, anche se fosse stato un vile o un bastardo, di imporre silenzio e rispetto su tutti quelli che erano ai suoi piedi, improvvisamente acquietati da un Dio a cui non pensavano mai.
(Christian Bobin)

La tua bara ha raggiunto l’orrenda fossa. E una parte di me se ne è andata nella terra fangosa insieme a te e si è coricata accanto a te ed è morta con te.
(Rosamund Lupton)

Quando morirò voglio essere uno di quelli che porteranno la mia bara.
(Daniele Luttazzi)

Ciò che mi terrorizza di più non è la morte in sé, ma il buio e l’aria viziata della bara. Una finestra vista mare o un tetto apribile solare potrebbe renderla meno soffocante e più luminosa.
(Jean-Paul Malfatti)

L’orrendo della morte è il suo cerimoniale. Quanto più bello sarebbe andarsene al cimitero da soli, a piedi.
(Alessandro Morandotti)

Deve essere noiosa la vita in una bara. È giusto che vi si collochino i morti.
(Francesco Burdin)

Il coperchio della bara è disadorno dal lato dell’utente.
(Stanisław Jerzy Lec)

Non importa quanto tu possa essere grande, sei sempre più piccolo della tua bara.
(Proverbio thailandese)

Un cinico è uno che, quando sente profumo di fiori, si guarda in giro per vedere dov’è la bara.
(Henry Louis Mencken)

Solo in cospetto della bara ci si rassegna a smettere di barare.
(Alessandro Morandotti)

Bara e alcova vi offrono, come buone sorelle, piaceri terribili e paurose dolcezze.
(Charles Baudelaire)

Il cosmo è una bara nella quale siamo sepolti vivi.
(Tomislav Markovic)

A me sembra che ciascuna cosa nella luce, nell’aria dovrebbe essere felice,
chiunque non è rinchiuso in una bara dentro la fossa nera sappia che non deve lamentarsi.
(Walt Whitman)

Diboscamento. Pensare che per ognuno di costoro − milioni! − ci vorrà una cassa di legno! È giusto dover diboscare tante abetaie per sotterrarle riempite di marcia e di stinchi?
(Giovanni Papini)

In una giornata plumbea passa un feretro scalcinato su una carrozza cigolante e impolverata, tirata da un ronzino e seguita da quattro parenti laceri, coi tacchi consumati. Dal marciapiede una signora dice al marito: «Quella sì è vera miseria! Scommetto che non c’è neanche il morto!»
(Carlo Dapporto)

Annunci

Dovevo andare a un funerale e fu un vero casino. Era la terza volta che lo rinviavano. La prima volta mancava la bara. La seconda volta pioveva. La terza non poteva lui.
(Gene Gnocchi)

Il giorno del funerale di un celebre attore, quando all’uscita della chiesa la bara viene accolta da un applauso, bisogna riportarla dentro e riuscire per l’ultimo bis.
(Dino Verde)

Quando un medico segue una bara, a volte la causa segue l’effetto.
(Robert Koch)

Non puoi vincere la Morte. Perché la Morte bara
(TristeMietitore, Twitter)

Ho un amico che lavora alle pompe funebri e non lo facciamo mai giocare a carte perché bara.
(Anonimo)

Quando uno nasce, lo mettono in una culla. Dopo qualche tempo la culla si capovolge, e diventa una bara. (Pedro Calderón de la Barca)

Tra la culla e la bara ogni cosa è incerta.
(Thomas Fuller)

Attenzione: per alcuni l’ideale d’uomo e racchiuso nelle misure standard d’una bara.
(Stanisław Jerzy Lec)

E mentre tu a fatica ti spiani la strada verso gli onori, in qualche bosco, con moto impercettibile, cresce l’abete della tua bara.
(Svend Clausen)

Crescere è un assassinio, non esistono altre parole, ti ritrovi a camminare sullo scheletro dei tuoi ricordi, la tua vita diventa un cimitero, e tu la bara di tutto.
(Isabella Santacroce)

Peccato che un crisantemo debba sporgersi da un carro funebre per mostrare al mondo la sua bellezza.
(Fabrizio Caramagna)

Non tutti quelli che seguono la bara piangono il morto.
(Proverbio tedesco)

Per alcuni la bara è il trampolino di lancio verso una gloria postuma.
(Anonimo)

In una di quelle grandi casse — cinquanta in tutto — su un mucchio di terra scavata da poco, giaceva il Conte! Era morto, o addormentato, non lo capivo — perché gli occhi erano aperti e immobili, ma senza l’aspetto vitreo della morte — le guance avevano il calore della vita pur nel loro pallore, e le labbra erano rosse come sempre.
(Bram Stoker, Dracula)

Dracula, poco prima dell’alba, torna finalmente nella sua bara. Cassa dolce cassa.
(Egyzia, Twitter)

Non seppellitemi in una bara d’amianto: è cancerogeno.
(Maurizio Sangalli)

Mi credevo, più di altri, immune dalla vanità: un sogno recente doveva disingannarmi. Ero appena morto. Mi portano un feretro di legno chiaro. «Avreste potuto metterci almeno un po’ di vernice!» – mi metto a gridare, prima di buttarmi sui becchini per picchiarli. Ne seguì una zuffa. Poi fu il risveglio, e il rossore.
(EM Cioran)

Si chiude la bara come se si avesse paura che i morti possano scappare.
(Georges Perros)

Il libro. L’eternità dentro una bara di carta.
(Valeriu Butulescu)

L’avaro in punto di morte rimpiange i soldi spesi per la bara.
(Proverbio)

Ogni volta che uno ride, leva un chiodo alla bara.
(Proverbio)

Meglio un letto di legno che una bara d’oro.
(Proverbio)

Trovata una pistola nella bara di un boss. All’inferno si incontrano brutti ceffi.
(Antonio Di Stefano)

Mia suocera è talmente cattiva che quando morirà dovremo buttare nella bara qualcosa di dolce, per aiutare i vermi.
(Mauroemme)

Vivere nel passato è quasi come vivere in una bara… è totalmente limitante, e finisce con l’essere un coperchio sulla tua crescita…
(Doug Firebaugh)

Col mare
Mi sono fatto
Una bara
Di freschezza
(Giuseppe Ungaretti)

In me stesso non guardo perché nulla
vi troverei…
E, venuta la sera, nel mio letto
mi stendo lungo come in una bara.
(Camillo Sbarbaro)

E’ bello un albero in un cimitero. Si direbbe una bara che si slancia.
(Pierre Doris)

Tutto passa, tutto si lascia, tutto finisce dentro una cassa.
(Proverbio)

La bara è l’unica cassa che vale più di ciò che conserva.
(Hasier Agirre)

Annunci