Da tempo sostengo che in campo aforistico bisognerebbe far rispettare la normativa sul diritto d'autore, perché in nessun altro genere letterario come quello aforistico una cattiva selezione può danneggiare l'autore. Così capita che autori di grande rilievo (ma poco conosciuti dal pubblico) - a causa di una pessima selezione di aforismi comparsi (senza alcuna autorizzazione!) su alcuni siti internet - possano essere scambiati per autori di modesta qualità. E' il caso di Nunzio La Fauci, a mio parere una delle voci più interessanti dell'aforistica italiana contemporanea (e sicuramente uno dei miei preferiti).

Nunzio La Fauci (Palermo, 1953) ha studiato Lettere a Palermo e Linguistica a Pisa e a Parigi. (come scrive nella sua biografia "tuttavia nessuna altra esperienza formativa ha avuto per me più valore delle innocenti passeggiate della mia infanzia nella Valle dei templi di Agrigento"). Insegna adesso Linguistica italiana all'Università di Zurigo, come professore ordinario. Con la stessa qualifica, ha insegnato Linguistica generale all'Università di Palermo, dopo avere tenuto, come associato, gli insegnamenti di Linguistica teorica, nella stessa università, e di Dialettologia, nell'Università della Calabria.

[caption id="attachment_4157" align="aligncenter" width="296"] Nunzio La Fauci (Foto per gentile concessione dell'autore)[/caption]

Ha pubblicato diversi testi di linguistica tra cui, cito i più recenti, Il Belpaese Antonomasie e genio linguistico della nazione, Ets, 2011, Relazioni e differenze, Questioni di linguistica razionale, Sellerio, 2011, Compendio di sintassi italiana, Il Mulino 2009. L'autore ha anche un bellissimo blog, Apollonio Discolo,  in cui commenta usanze di parlanti e linguisti, in quella che definisce "una lingua non comune".

In campo aforistico Nunzio La Fauci ha pubblicato Foglie di cactus. Settantasei aforismi, (Ets, 2000), Modi di tacere (Ets, 2002), Spume d'aria (Ets, 2004), e Questo Quasi Nulla. Aforismi (1997-2007), Ets, 2008. Quest'ultimo libro raccoglie e riorganizza gli aforismi delle precedenti raccolte aggiungendo a quelli già pubblicati un centinaio di nuovi aforismi. Alcuni aforismi inediti compaiono anche nel già citato blog Apollonio Discolo.