Aleksandar Baljak ha guidato il Circolo Aforistico di Belgrado in qualità di Presidente fin dai primi anni ottanta ed è uno dei più attivi promotori di iniziative ed eventi legati all'aforisma serbo. Se gli scrittori di aforismi serbi hanno preso coscienza di se stessi in quanto movimento, uno dei meriti va sicuramente a lui. Una delle date che segnano l'aforisma serbo è il 1792, anno in cui viene pubblicata la prima silloge aforistica da parte di Mihailo Maksimovic, Piccolo abbecedario per bambini grandi, ma un'altra data importante che segna l'aforisma serbo è il 1987, anno in cui Baljak pubblica l'antologia Istorija afokalipse ("Storia dell'afocalisse", dove si coglie il gioco di parola tra "aforisma" e "apocalisse"). L'antologia - che comprende non solo aforisti, ma anche scrittori, pubblicisti, satirici i cui motti di spirito vengono qualificati a posteriori come aforismi - ha avuto la particolarità di includere e riunire autori condannati alla macchia, permettendo a loro di uscire allo scoperto e di leggersi a vicenda. L'antologia ha così creato la consapevolezza di un movimento aforistico in chiave anti regime. Baljak ha anche contribuito alla fondazione della manifestazione aforistica "Satira Fest" (tradizionalmente si svolge nel mese di ottobre ed è il più importante festival a livello europeo sull'aforisma) ed alla nascita del più importante premio letterario aforistico in Serbia, il "Radoje Domanović".

[caption id="attachment_3569" align="aligncenter" width="257" caption="Aleksandar Baljak (Foto per gentile concessione dell'autore)"][/caption]

Aleksandar Baljak è unanimemente considerato il più importante scrittore di aforismi serbo. Nel corso di quattro decenni ha scritto circa 300.000 aforismi ("scrivo ogni giorno 20-30 aforismi, il che significa tra i sette e i 10 mila all'anno") e ne ha pubblicati 5000. Ha pubblicato cinque raccolte di aforismi: Ubedili ste boga u meni (1982, 1990), U granicama demokratije (1988 – tri izdanja), Krvavi provod (1995), Sumnjivo okupljanje reči (2000), Rat je prvi poceo (2009). E’ anche autore di due antologie satiriche di aforismi: Istorija afokalipse (1987) e Vek aforizma (2000). E' stato tradotto in diverse lingue e ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui per ben cinque volte il prestigioso Radoje Domanović.