In occasione dell'inaugurazione del Festival internazionale di Roma «Letterature», ideato e curato da Maria Ida Gaeta e giunto alla nona edizione (quest’anno sarà dedicato al capolavoro felliniano la Dolce vita il cui titolo viene ribaltato in «La vita dolce. Il ritmo del pensiero»), nel corso della prima serata il filosofo Gillo Dorfles ha risposto a 10 domande tratte dagli aforismi di Flaiano (di cui quest'anno ricorre il centenario della nascita, si veda anche il link ai miei 8 articoli e in particolare il link a una selezione di aforismi di Flaiano tratti da Diario degli Errori e Don't Forget)

In questo gioco di domande e risposte, è interessante vedere come una forma tipicamente affermativa come l'aforisma (a tal proposito il poeta e critico W.H. Auden nel suo Viking Book scrive "che lo scrittore di aforismi non argomenta nè spiega, egli asserisce; ed è implicito in questa asserzione il convincimento che egli sia più saggio e più intelligente del suo lettore") venga trasformata in una forma interrogativa e dubitativa. E come il pensiero filosofico di Gillo Dorfles, a contatto con "la domanda aforistica", si trasformi a sua volta in un aforisma.

Elenco qui di seguito i 10 aforismi di Flaiano  (accanto a ognuno dei 10 aforismi ho inserito la domanda dell'intervistatore in forma di aforisma di Flaiano e la relativa risposta di Gillo Dorfles). In fondo all'articolo c'è il video completo con le domande e le risposte (si ringrazia l'utente Alexpietrogiacomi1 che ha inserito il video su Youtube).