Aforismi, frasi e citazioni. Una guida al sito Aforisticamente

Menzionato da importanti testate giornalistiche tra cui Il Sole 24 ore e New Yorker, vincitore di importanti premi internazionali, Aforisticamente è considerato uno dei siti web più importanti al mondo sull’aforisma contemporaneo (dal 1980 ai giorni nostri).

Qui di seguito una mappa per orientarsi nel sito.

Aforismi per autore (Italia), dalla B di Baroni alla Z di Zuccarino

Aforismi per autore (nel mondo), dalla A di Raúl Aceves alla Z di Urszula Zybura

Aforismi per nazione, dalla A di Argentina alla T di Turchia

Aforismi, frasi, pensieri e battute dei migliori autori di Twitter

Calendarismi: frasi e aforismi sul calendario ovvero la contemporaneità vista attraverso il modello della forma breve (Natale, San Valentino, Festa della donna, Giornata mondiale della poesia, etc)

Ebook gratuiti di aforismi

Frasi e aforismi finanziari (la crisi economica, le banche e i banchieri, l’inflazione, la tasse, il denaro, etc)

Aforismi sul corpo umano e le sue parti ovvero il frammento sul frammento

Spiritualità (Karma, Anima, conosci te stesso, destino, etc)

Aforismi sul cibo e la cucina

Collana editoriale Aforisticamente

Contatti: fabrizio.caramagna AT gmail.com

**

Koan
Calembour
note, enigmi, frasi
citazioni, frammenti, lampi
limerick,  sentenze, haiku, apoftegmi
precetti, battute, proverbi, koan, ritratti, tweet
agudezas, massime, motti di spirito, epigrammi, paradossi
aforismi, aforemi, metaforismi, euforismi, anaforismi, poesismi, afasismi
indovinelli, aneddoti, epitaffi, formule, voci, schegge, brevità
schizzi, saggezza in pillole, detti, slogan, greguerias
microsaggi, intermezzi, parabole, pensieri
sciarade, instantanee, graffiti
definizioni
Witz

Pubblicato in Mappa del sito | Contrassegnato | 5 commenti

Frasi, citazioni e aforismi sulle carezze

“Se non sai che fare delle tue mani, trasformale in carezze” scriveva (Jacques Salomé). Presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sulle carezze e il gesto di accarezzare. Per gli articoli correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulle mani e Frasi, citazioni e aforismi sugli abbracci.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulle carezze

carezze_touch

Ho imparato che ogni giorno dovresti spingerti a toccare qualcuno. La gente ama una carezza affettuosa, o soltanto un amichevole pacca sulla schiena.
(Maya Angelou)

Dovremmo essere spontanei come i bambini che, quando vogliono una carezza, ti prendono la mano e se la mettono sul viso
(mesmeri, Twitter)

Ho una carezza che da grande vorrebbe farti da abbraccio.
(guidofruscoloni, Twitter)

Se non sai che cosa fare delle tue mani, trasformale in carezze.
(Jacques Salomé)

I dinosauri si sono estinti perchè non li accarezzava nessuno.
(Anonimo)

Questo è quello che mi sento quando mi carezzi. Come milioni di piccoli universi che nascono e muoiono nello spazio tra il dito e la mia pelle
(Iain Thomas)

Ero pronta ad affrontare un Pugno in più. Non una Carezza in meno.
(Ziacoca, Twitter)

Il desiderio si esprime attraverso la carezza come il pensiero attraverso il linguaggio.
(Jean-Paul Sartre)

In una carezza, in un abbraccio, in una stretta di mano a volte c’è più sensualità che nel vero e proprio atto d’amore.
(Dacia Maraini)

Le persone che sanno accarezzare sono quelle che amano di più. La carezza è il gesto d’amore più intenso di tutti.
(istintomaximo, Twitter)

E poi arriva una carezza. Quando mano te l’aspetti
(Texxmat, Twitter)

Persino nelle carezze mi accorgo di essere nelle tue mani
(devandrea, Twitter) Continua a leggere

Pubblicato in Frammenti sul corpo umano | Contrassegnato | Lascia un commento

Scrittori di aforismi su Twitter, Rosafantasia

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @rosafantasia (La Maestrina). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autrice scrive di sé: “Sono una persona normale e per normale intendo quello che è normale per me. Sono determinata, coerente con me stessa, sognatrice quando dormo e realista quando sono sveglia”.

rosa_fantasia_opt

@rosafantasia si è iscritta a Twitter nel ottobre 2011 “ma per due anni circa non l’ho quasi mai usato, è nel novembre 2013 che leggendo alcuni personaggi ho iniziato ad apprezzare questo social ed in seguito a buttar giù qualcosa di mio” mi confida l’autrice, che aggiunge: “Scrivo su Twitter prima di tutto perché mi diverte, per me è un muro dove appunto i pensieri così come mi passano per la testa, e mi piace che altre persone ci si ritrovino”.

In un suo tweet @rosafantasia afferma “Il problema è che le cose che scrivo le penso davvero” e in un altro aggiunge “Dire quello che penso si è rivelata quasi sempre un’arma a doppio taglio, credo che continuerò a tagliarmi”, ed è proprio in questa autenticità, talvolta sofferta, che però si accompagna sempre a un forte senso dell’umorismo, che si coglie l’identità dell’autrice, sempre pronta a mettere in risalto – e a smontare – gli aspetti più assurdi della realtà. E in questa opera di “smontaggio” l’autrice non può non infilare anche se stessa, come appare nel suo profilo: “Sono una persona semplice, mi smonto facilmente” o in uno dei suoi tweet più retwittati: “Ti fai in quattro e ti ritrovi a pezzi”.

Questo dire “quello che si pensa” ha come oggetto principale l’amore che viene colto in tutti i suoi aspetti contradditori. Malsano come l’aria condizionata (“L’amore è come l’aria condizionata, lo sai che fa male ma la spari sempre al massimo”), illusorio (“Come sarebbe che se accetto di venire a prendere un caffè con te, non si fissa anche la data del matrimonio?!), vendicativo (“Vorrei fare un corso di guida sicura, per essere sicura di metterti sotto quando ti incontrerò per strada”), geloso (“Tu credi. Egli crede.Io voglio le prove”), il più delle volte assente (“Un giorno mi dovrai spiegare per quale misterioso motivo vivi benissimo anche senza di me”), quasi sempre deludente (“Se ti consiglia cosa metterti invece di cosa toglierti, non è quello giusto” o anche “Era un uomo molto attraente, poi mi scrisse “hihihi”).

Che poi l’amore diventa anche un pretesto per parlare della coppia (“Vista la velocità con cui i rapporti si consumano, tra un po la gente celebrerà i matrivorzi, una roba simile agli apericena”), dei rapporti uomo/donna (“Mentre un uomo invia un sms senza pensarci più di tanto, non sa che la donna ci farà analisi logica e grammaticale”) e più in generale dell’universo maschile colto nei suoi aspetti contradditori e umoristici (“Guardate che non è necessario ammazzarvi di palestra tutti i giorni per assomigliare a Big Jim, basta che vi taglìate il pisello”).

Quello che si coglie nei tweet di @rosafantasia è la ricerca di un senso che sfugge e anche una malcelata difficoltà a stare dietro alle cose. “Non ho mai perso tanto tempo in vita mia come in questa” scrive in un tweet e in un altro aggiunge “L’oroscopo dice che mi stanno accadendo un mucchio di cose bellissime, ma non mi dice dove”. In fondo vivere è la cosa più difficile del mondo, e ce lo spiega bene anche @rosafantasia che in un altro tweet scrive: “La gente va a vivere all’estero, io in tre anni ancora sbaglio il verso del caldo e freddo della doccia di casa mia”.

Presento una selezione dei migliori tweet di @rosafantasia

**

@rosafantasia, tweet scelti

Ci sono “mi manchi” che non si possono dire, sono quelli che rispettano la felicità di qualcuno lontano da noi

Ho parlato di voi a mia mamma, ha detto: l’importante è che non me li porti a casa

Mentre un uomo invia un sms senza pensarci più di tanto, non sa che la donna ci farà analisi logica e grammaticale

Non ho mai perso tanto tempo in vita mia come in questa

Se ti consiglia cosa metterti invece di cosa toglierti, non è quello giusto

Non posto foto ma ce l’ho il bagno

Mangio un biscotto senza grassi, senza latte, senza uova, senza biscotto

Mia figlia sta crescendo ed io non posso più inventarmi l’inglese mentre canto.

Ti fai in quattro e ti ritrovi a pezzi.

Tu credi
Egli crede
Io voglio le prove

Io e te abbiamo ancora tanto da dirci, dobbiamo solo smettere di usare le parole

Ciao, volevo dirti che la stupida gara del non cercarsi, l’hai vinta tu

L’amore è come l’aria condizionata, lo sai che fa male ma la spari sempre al massimo

Vista la velocità con cui i rapporti si consumano, tra un po la gente celebrerà i matrivorzi, una roba simile agli apericena

Ci litighi e ci fai pace senza nemmeno parlarci, l’amore è anche questo

Perché andare a correre oggi, se puoi andare a correre anche mai

Le zanzare mi si buttano addosso, come la gente ai buffet gratis

Il massimo che posso fare per spiegare un tweet è riscriverlo tutto maiuscolo

Ciao, ti va di amarmi come nei miei film mentali?! Continua a leggere

Pubblicato in Aforismi su Twitter | Contrassegnato | Lascia un commento

100 frasi, citazioni e aforismi sul dolore e la sofferenza

I punti di vista di scrittori, filosofi, scienziati e artisti sul dolore e la sofferenza sono stati molteplici e spesso contraddittori. Per alcuni il dolore è un insegnamento e uno strumento per conoscere se stessi, per altri il dolore – insieme alla morte – è la più grande maledizione che possa colpire l’uomo.

Presento qui di seguito una selezione di oltre 100 frasi, citazioni e aforismi sul dolore e la sofferenza. Tra gli articoli correlati si veda anche Frasi, citazioni e aforismi sulla felicità.

**

100 frasi, citazioni e aforismi sul dolore e la sofferenza

dolore_pain

Non abbiamo il diritto di chiederci, quando il dolore arriva, “Perché è successo a me?” a meno che non ci poniamo la stessa domanda ogni volta che proviamo un senso di felicità.
(Anonimo)

Il dolore è il gran maestro degli uomini. Sotto il suo soffio si sviluppano le anime.
(Marie von Ebner-Eschenbach)

Incominciai anche a capire che i dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci.
(Hermann Hesse)

L’uomo è nato per soffrire e ci riesce benissimo.
(Roberto Gervaso)

Il dolore è ancor più dolore se tace.
(Giovanni Pascoli)

Tutti gli uomini sanno dare consigli e conforto al dolore che non provano.
(William Shakespeare)

Concediti un momento di dolore quando le sventure della vita ti visitano. Tuttavia, non trascorrere le tue giornate nella costruzione di un monumento in loro onore.
(Dodinsky)

Il dolore è l’agonia di un istante, l’indulgere nel dolore è l’errore di una vita.
(Benjamin Disraeli)

Ci sono dolori che hanno perduto la memoria e non ricordano perché sono dolori.
(Antonio Porchia)

Il dolore peggiore che un uomo può soffrire: avere comprensione su molte cose e potere su nessuna.
(Erodoto) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi, Frammenti sul corpo | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi su Ebola

Il nome Ebola deriva dal fiume Ebola nello Zaire (oggi Repubblica Democratica del Congo), un tributario del fiume Congo dove avvenne l’epidemia del 1976. Secondo l’Oms l’Ebola è senza dubbio la più grave emergenza sanitaria dei tempi moderni.

Presento una selezioni di frasi, citazioni e aforismi sul virus Ebola. Per gli articoli collegati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui virus e batteri e Frasi, citazioni e aforismi sulla malattia

**

Frasi, citazioni e aforismi su Ebola

Ebola

L’epidemia di Ebola in Africa occidentale è senza dubbio la più grave emergenza per la salute pubblica dei tempi moderni.
(Margaret Chan , direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità)

L’Ebola non è una malattia africana. Questo è un virus che è una minaccia tutta l’umanità.
(Gayle Smith, direttore del Consiglio Nazionale di Sicurezza negli Stati Uniti)

Ebola non è ancora l’Apocalisse, ma una specie di prova generale.
(David Quammen)

La terra sta cercando di sbarazzarsi dell’infezione del parassita umano.
(Richard Preston)

Ebola ce l’ho davanti quando il dottore mi racconta come si muore: l’agonia subdola e crudele ti uccide con una serie di emorragie brutali, dal naso, dagli occhi, dalla bocca ti esce la vita e fino all’ultimo il malato è cosciente.
(Domenico Quirico, descrivendo Ebola nel suo viaggio in Sierra Leone)

Un virus non è veramente vivo, nel senso formale della parola, in quanto non può fare nulla al di fuori di un ospite. Ebola è un filovirus, ed è appunto a forma di filo. Un involucro di proteina circonda un filamento di RNA, il cugino più semplice del DNA. Si potrebbe dire che è pura informazione con le istruzioni per la replica.
(Anonimo)

Vide particelle del virus a forma di serpenti. Erano cobra bianchi aggrovigliati tra loro, come i capelli di Medusa. Erano il volto della natura stessa, la dea oscena che rivela la sua nudità. Queste forma di vita erano di una bellezza mozzafiato. Fissandole, si trovò ad essere catapultato fuori dal mondo umano in un mondo dove i confini morali sfocavano e infine si dissolvevano completamente. Era perso nello stupore e ammirazione, anche se sapeva di esserne la preda.
(Richard Preston)

Ebola non ha mai smesso di prendersi gioco degli esseri umani: è rimerso e si è nascosto per una ventina di volte prima dell’ultima deflagrazione – che ci tiene con il fiato sospeso – e si è rapidamente circonfuso di un’aura horror che nemmeno l’Aids degli anni 80 assunse. Sì è arrivati a dire e a ripetere che fa sanguinare a morte, sciogliendo addirittura le persone, ma non è proprio così.
(David Quammen)

Non credo che moriremo di Ebola. Mi preoccupano molto di più i virus influenzali, quelli che si trasmettono con sinistra facilità, per via aerea.
(David Quammen)

Atterriamo a Freetown: ci accolgono due grandi bidoni di clorina, l’acqua cola a fiumi sull’asfalto, ci mettiamo in fila paziente per lavarci le mani: «Ebola out» ingiunge un cartello perentorio che presiede all’abluzione moderatamente salvifica. Una infermiera ci attende per misurare la temperatura: 36.5, mi mostra, e la segna su un modulo da compilare. Contiene una infinità di domande: l’ultima febbre, caso di vomito, diarrea…
(Domenico Quirico, descrivendo Ebola nel suo viaggio in Sierra Leone)

È con l’autista che commetto l’errore: gli allungo la mano, lui si ritrae stupefatto. Qui non si usa più, è vietato come una scortesia che può uccidere. Il contagio, le secrezioni, le bave e i sudori che corrompono: da questo momento in poi Ebola è cosa mia,
(Domenico Quirico, descrivendo Ebola nel suo viaggio in Sierra Leone)

Si succedono continui i posti di blocco, tronchi sulla strada, soldati e poliziotti con il mitra e sotto una baracca un addetto con il termometro laser che misura la temperatura. Mi accorgo, ad ogni controllo, di diventare irrazionalmente più nervoso: e se la temperatura risultasse troppo alta? Ci sono sbalzi troppo repentini a ogni passaggio, questi termometri forse sono mal tarati… Di colpo attraversiamo un villaggio deserto, silenzioso, poche persone si aggirano tra case sbarrate, rifugiati nel fondo della loro malattia ci guardano con una sorta di sospettoso stupore.
(Domenico Quirico, descrivendo Ebola nel suo viaggio in Sierra Leone)

Non si può fare un’equazione tra Ebola e Africa, perché grazie al cielo sono solo tre i Paesi maggiormente colpiti e perché la gran parte di quel continente è invece in crescita e in evoluzione.
(Mario Calabresi)

Per i microrganismi siamo prede perfette: incredibilmente numerosi, in molti casi indifesi (nelle nazioni povere) e troppo spesso arroganti (in Occidente)
(David Quammen)

Abbiamo dedicato questi anni ad aggiornare smartphone e sistemi operativi. Ebola ci ha dato una sveglia. Ci ha detto che è venuto il tempo di aggiornare vaccini e antibiotici.
(Fabrizio Caramagna)

I virus sono gli unici rivali nel controllo del nostro pianeta. Dobbiamo essere attenti a tenere il passo con loro.
(Joshua Lederber)

Tutti i soli si sforzano di accendere la tua anima; un microbo la estingue.
(Antonio Porchia)

Pubblicato in Frammenti sul corpo umano | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi sull’alba

Secondo una ricerca dell’Università di Nagoya, in Giappone, il canto del gallo non è una risposta al sorgere del sole. In un ambiente di luce artificiale il gallo cantava comunque ogni 23,8 ore.

Presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sull’alba. Per gli articoli correlati si vedano frasi, citazioni e aforismi sul mattino e frasi, citazioni e aforismi sul tramonto.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’alba

alba_sunrise

Puoi svegliarti anche molto presto all’alba, ma il tuo destino si è svegliato mezz’ora prima di te.
(Proverbio Africano)

C’è un momento in ciascuna alba in cui la luce è come sospesa; un istante magico dove tutto può succedere. La creazione trattiene il suo respiro.
(Douglas Adams)

Quando un’alba o un tramonto non ci danno più emozioni, significa che l’anima è malata.
(Roberto Gervaso)

La brezza all’alba ha segreti da dirti.
Non tornare a dormire.
(Rumi)

Avevi l’abitudine di andare ogni mattina a spiare l’arrivo della luce in giardino. Con in mano la prima tazza di caffè, coglievi la fortuna di esistere, di risvegliarti con la natura qui, in questo angolo del pianeta, di rianimarti e di toccare terra, prima di affrontare lo sforzo di vivere… Respiri avidamente il giorno nuovo, inedito, e capisci che questo, niente più di questo rappresenta ancora la felicità: bere l’aria scura.
(Colette Nys-Mazure)

Non c’è niente di più bello che la bellezza dei boschi prima dell’alba.
(Raymond Carver)

Chi non ha mai visto il mare alle sei del mattino, non conosce il mare
(Anonimo) Continua a leggere

Pubblicato in aforismi | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi sulla gentilezza

Il 13 novembre si celebra la Giornata Mondiale della Gentilezza. Ricorre infatti in questa data la giornata d’apertura della Conferenza del “World Kindness Movement” tenutasi a Tokyo nel 1997 e conclusasi con la firma della Dichiarazione della Gentilezza. Sul sito dell’associazione “Gentletude” è possibile leggere il Manifesto della gentilezza.

Qui di seguito presento una ampia selezione di frasi, citazioni e aforismi sulla gentilezza e l’essere gentili (con molti inediti in lingua italiana), per celebrare la gentilezza non solo oggi, ma tutti i giorni dell’anno: in un mondo aggressivo, arrogante e competitivo, la gentilezza si rivela sempre più una risorsa vincente, una forza rivoluzionaria, in grado di cambiare il mondo.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla gentilezza e l’essere gentili

gentilezza_kindness

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre
(Platone)

Gentile è chi ti legge negli occhi e abbassa lo sguardo, mentre sorride. Gentile è chi ti sfiora con le parole. Amo i fortemente gentili.
(Ceciliaseppia, Twitter)

Sii gentile quando possibile. È sempre possibile
(Dalai Lama)

Oggi regala a un estraneo uno dei tuoi sorrisi. Potrebbe essere l’unico sole che vede durante il giorno.
(Anonimo)

Ovunque ci sia un essere umano, vi è la possibilità per una gentilezza.
(Seneca)

Una parola gentile è come un giorno di primavera.
(Proverbio russo)

Se non ci dessero nulla coloro che non ci devono nulla, poveri noi!
(Antonio Porchia)

Custodisci bene dentro te stesso questo tesoro, la gentilezza. Impara a dare senza esitazione, come perdere senza dispiacere, come acquisire senza grettezza.
(George Sand)

Sii un arcobaleno nella nuvola di qualcun altro.
(Maya Angelou)

Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile.
(Gandhi)

Per avere labbra attraenti, pronuncia parole gentili…
(Audrey Hepburn) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi sul desiderio e i desideri

Dai bambini agli anziani, tutti abbiamo dei desideri. I desideri possono durare pochi minuti o per sempre, possono essere realistici o al contrario possono risultare inverosimili! Qualcuno si è divertito a stilare una classifica dei dieci desideri più importanti o “più desiderati” nella vita dell’uomo. Al primo posto c’è il desiderio di restare per sempre giovani, al secondo il desiderio di essere felici, al terzo il desiderio di diventare immortali, al quarto di tornare indietro nel tempo, al quindi di non perdere mai la persona amata. Al sesto posto c’è il desiderio di essere sani. Al settimo posto c’è quello di innamorarsi. All’ottavo posto essere famosi. Al nono posto viaggiare per il mondo. E solo al decimo posto c’è il desiderio di diventare ricchi. Curiosamente tra i primi dieci desideri non c’è quello di fare del bene al prossimo.

Qui di seguito presento una ampia selezione di 100 frasi, citazioni e aforismi sul desiderio e i desideri. Per gli articoli correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla speranza.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul desiderio e i desideri

desideri_desire_wish

Sarebbe da stupidi, non credi? Passare una vita intera a desiderare qualcosa senza mai agire.
(Dal film Blow)

Ardere di desiderio e tacere è la più grande punizione che possiamo infliggere a noi stessi.
(Federico García Lorca)

Sfuggo ciò che m’insegue. Ciò che mi sfugge inseguo.
(Orazio)

Non rovinare quello che hai desiderando ciò che non hai. Ricorda che ciò che ora hai un tempo era tra le cose che speravi di avere.
(Epicuro)

Molti uomini, come i bambini, vogliono una cosa ma non le sue conseguenze.
(José Ortega Y Gasset)

Noi non sappiamo ciò che vogliamo ma siamo pronti a mordere qualcuno per ottenerlo.
(Will Rogers)

Il desiderio è ancora più forte
quando è appeso a un filo.
(Miguel Ángel Arcas)

La differenza tra quello che desideriamo e ciò che temiamo è appena più spessa di una ciglia.
(Jay McInerney)

Coloro che reprimono il desiderio, lo fanno perché il loro desiderio è abbastanza debole da essere represso.
(William Blake)

È nella natura del desiderio di non poter essere soddisfatto, e la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo.
(Aristotele)

Un desiderio è la madre di tutte le delusioni.
(Anonimo)

Ho un solo desiderio per l’aldilà, che non vengano a cercarmi i rompiballe.
(Alda Merini) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | 2 commenti

Scrittori di aforismi su Twitter, Ftzj

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @Ftzj (Fitzgiulio). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Ho un buon lavoro, due figlie molto graziose e una moglie praticamente perfetta, che ha scoperto il modo di compatirmi senza allarmarmi”.

@Ftzj si è iscritto a Twitter nel ottobre 2011. “Cosa vado cercando su Twitter non lo so. Altre conferme, forse: come tanti. Mi piace pensare, però, che il social network sia solo un contenitore per le cretinate che mi verrebbero comunque in mente. Altre volte mi pare di vederlo come un curioso esperimento antropologico, benché, modificando di poco le prospettive, capisco che anche la distribuzione delle droghe sintetiche per strada possa essere considerato allo stesso modo. La realtà dei fatti è che mi sono iscritto a Twitter nel misero tentativo di far parte di un gruppo di individui di un noto forum di prodotti Apple che non mi badava. Uno mi maltrattava pure. Poi le cose sono un po’ cambiate, ma ormai usavo l’account in un altro modo”.

ftzj_a_opt

Come altri umoristi di Twitter, @Ftzj non si lancia in crociate contro le istituzioni, la politica, le ideologie, le leggi economiche, i sistemi educativi e molti altri macro aspetti di un mondo che continua a funzionare male. L’orizzonte di @ftzj sono le “persone” (parola che ricorre spesso in Twitter), osservate e descritte attraverso due figure simbolo, l’uomo e la donna visti nella loro perpetua contrapposizione. Ognuno dei due sessi viene colto nei suoi tic, nelle sue debolezze e nelle sue manie. Sulle donne l’autore scrive tweet esilaranti come: “Le donne dicono di amare gli uomini capaci di sorprenderle. Butti un petardo in cucina mentre sono di spalle e succede il finimondo” oppure “Ho messo la voce femminile nel Tom Tom, mi ha detto: ‘Gira a destra più avanti, dopo quella bruna vestita da bagascia”. E ovviamente per par condicio sugli uomini @ftzj scrive: “L’uomo è un essere elementare: gli dai una macchina, guida. Una penna, scrive. Gli dai un’aspirapolvere, immagina di infilarci il pene” o anche “Volevo dire agli uomini che portano braccialetti fino a metà avambraccio: è passato già molto tempo dalla morte di Spartacus nel 71 A.C”.

All’interno della contrapposizione tra uomo/donna, degni di nota sono anche i tweet sul rapporto moglie/marito, dove spesso la donna assume il ruolo del capo (“Ciao, sono Giulio. 41 anni. Una laurea. Una figlia in prima elementare. Dopo averle fatto fare i compiti, mia moglie li ricontrolla”) e il rapporto tra i due componenti familiari non è più basato sull’amore e sul sesso (“- Ho iscritto me e mia moglie ai mondiali di sesso. – Siete così bravi?! – No, lo facciamo ogni 4 anni”), ma sul più banale e grezzo conteggio dei sacchi della spazzatura: “È la tua donna. Non puoi nasconderle nulla. Lei sa quanti sacchetti della spazzatura sei in grado di portare contemporaneamente” o sull’unione di due nevrosi. Si veda ad esempio l’ordine: “Se vuoi sposarti la domanda è: “Ho bisogno di qualcuno accanto che metta le cose esattamente dove non le ho lasciate io?”.

Ma le vittime dei paradossi e dei lazzi dell’autore non sono solo uomo/donna ma anche singoli personaggi che perseverano con umana diabolicità nei loro atteggiamenti così umani e al tempo stesso così ridicoli. Ho usato il termine di personaggi, ma in realtà sono tipi umani, caricature, stereotipi di persone come le milf (“Oggi, fuori da scuola, ho detto che, se serve, i bambini vanno anche sculacciati: ho sollevato un milfaio”), i barbieri (“Prima di morire vorrei: – visitare la Cina – guidare una Ferrari – uscire dal barbiere coi capelli tagliati come gli avevo chiesto”), quelli che indossano marche e capi di moda (“Capirei di più i cappellini idioti con scritto “Boston” in Italia se sapessi che qualcuno negli USA li porta con la scritta “Pordenone”), i bevitori di caffè (“Mi rimane sempre il dubbio che chi mescola il caffè in senso antiorario sia un satanista”), e ovviamente la gente di Twitter (“Quando non so dove andare, vengo su Twitter. Ci sarebbero le panchine del parco, ma lì i drogati sono meno socievoli”). L’elenco di tipi umani è davvero lungo, e tra questi  va ricompreso anche l’autore che con grande autoironia prende in giro le sue debolezze: “La gente gioca a poker e io non reggo lo stress della busta della Coop che non si apre mentre la cassiera accumula prodotti sul banco” o “Io e mia figlia concordiamo sul fatto che questa è un’epoca difficile per crescere un padre” o “C’è un video di me sul divano tipo quello della Costa Concordia. Accelerato di 10 volte, mi sposto di 13 cm a sinistra in 14 ore”.

Quello che viene fuori nei tweet di @Ftzj è la rappresentazione di un mondo incompleto e fragile (e anche nevrotico) dove nessuna qualità – per quanto utile e rispettabile – può salvarci dal ridicolo.

**

@Ftzj, Tweet scelti

Producono da 20 anni assorbenti che assorbono il doppio dei precedenti. Prima o poi troveranno una donna, nel letto, liofilizzata.

Purtroppo le persone, come le scarpe, per capire che sono sbagliate devi farci un po’ di strada.

– Scusi, hostess?
– Sono un uomo, non si dice hostess
– Vabbè. È l’hostesso.

Quando non so dove andare, vengo su Twitter. Ci sarebbero le panchine del parco, ma lì i drogati sono meno socievoli.

La gente gioca a poker e io non reggo lo stress della busta della Coop che non si apre mentre la cassiera accumula prodotti sul banco.

Io e mia figlia concordiamo sul fatto che questa è un’epoca difficile per crescere un padre.

Un saluto a tutti gli uomini che stanno con donne “mi trucco un attimo” e dal cesso esce Nefertari
il trono
8 schiavi con tamburi
5 cammelli

Le donne dicono di amare gli uomini capaci di sorprenderle. Butti un petardo in cucina mentre sono di spalle e succede il finimondo.
Mah.

Ho messo la voce femminile nel Tom Tom, mi ha detto: “Gira a destra più avanti, dopo quella bruna vestita da bagascia”.

Oggi sei giovane e sano, domani sei quello che fa 16 km con la freccia della macchina accesa.

Ciao, sono Giulio.
41 anni.
Una laurea.
Una figlia in prima elementare.
Dopo averle fatto fare i compiti, mia moglie li ricontrolla.

– Scusa il ritardo, è molto che aspetti?
– Insomma, 39% di batteria…

Non sono necessarie grandi distanze per separare una coppia. A volte bastano quei 14-15 cm di qualcun’altro. Continua a leggere

Pubblicato in Aforismi su Twitter | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi sull’ingiustizia

Siamo sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia, commessa contro chiunque, in qualsiasi parte del mondo, come sostiene il rivoluzionario Che Guevara, oppure, come ribatte più cinicamente il moralista Vauvenargues, “ogni ingiustizia ci offende solo quando non ci procura alcun profitto”.

Qui di seguito presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sull’ingiustizia. Tra gli articoli correlati si veda anche Frasi, citazioni e aforismi sulla giustizia e i giusti.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’ingiustizia

ingiustizia_injustice

Il bruco fa tutto il lavoro, ma è la farfalla che si prende tutta la pubblicità.
(George Carlin)

Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia, commessa contro chiunque, in qualsiasi parte del mondo. È la qualità più bella di un buon rivoluzionario.
(Che Guevara)

Un’ingiustizia fatta all’individuo è una minaccia fatta a tutta la società.
(Montesquieu)

Scusando spesso ti metterai nella condizione di creare delle ingiustizie.
(Publilio Sirio)

Spesso è più facile indignarsi per una ingiustizia commessa dall’altra parte del mondo che per una oppressione e discriminazione a mezzo isolato da casa.
(Carl T. Rowan)

Ingiustizia. Un peso che, fra tutti quelli che addossiamo agli altri, o portiamo noi stessi, risulta leggerissimo quando viene dalle nostre mani, e pesantissimo quando ci grava sulle spalle.
(Ambrose Bierce)

Vi sono due cose alle quali bisogna assuefarsi, se non si vuole trovare la vita insopportabile: le ingiurie del tempo e le ingiustizie degli uomini.
(Nicolas de Chamfort)

Non so che cosa voi chiamiate una società perfetta. Ma non v’è società vivente fuori di quella che è animata dall’ineguaglianza e dall’ingiustizia.
(Paul Claudel)

Nella parte di questo universo che noi conosciamo c’è grande ingiustizia e spesso il buono soffre e spesso il cattivo prospera e si fa fatica a dire quale delle due realtà sia più irritante.
(Bertrand Russell)

Molto è dato a pochi e poco è dato a molti. L’ingiustizia si è divisa il mondo e niente è distribuito equamente tranne il dolore.
(Oscar Wilde)

Tutta l’educazione si riduce a questi due insegnamenti: imparare a sopportare l’ingiustizia e imparare a soffrir la noia.
(Ferdinando Galiani)

Qual è l’età in cui conosciamo il giusto e l’ingiusto? L’età in cui sappiamo che due più due fa quattro.
(Voltaire)

Perché lagnarsi? Eppure tutti si lagnano. Quelli che non hanno avuto niente della preda muoiono gridando all’ingiustizia e quelli che ne hanno avuto parte trovano che avrebbero avuto diritto ad aver una parte maggiore.
(Italo Svevo)

Il ricco commette ingiustizia e per di più grida forte, il povero riceve ingiustizia e per di più deve scusarsi.
(Siracide) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, aforismi e citazioni sulla giustizia e i giusti

Che cosa è la giustizia? Nel corso dei secoli i punti di vista degli scrittori e dei filosofi sono stati differenti. Per il giornalista e critico cinematografico francese Robert Brasillach “La Giustizia, è seimila anni di errori giudiziari”. Per il filosofo e sociologo Pierre-Joseph Proudhon La giustizia è invece “la stella centrale che governa la società, il polo intorno al quale ruota il mondo politico, il principio e la regola di tutte le transazioni. Nulla avviene fra gli uomini che non sia in nome del diritto, nulla senza invocare la giustizia”. Secondo alcuni scienziati la giustizia non è solo una idea astratta. Il senso di giustizia e il desiderio, esclusivamente umano, di punire l’imbroglione nascono in una “porzione” di cervello: l’area dorsolaterale della corteccia prefrontale.

Presento una selezione di frasi, aforismi e citazioni sulla giustizia e i giusti. Tra gli articoli correlati si veda anche Frasi, citazioni e aforismi sull’ingiustizia.

**

Frasi, aforismi e citazioni sulla giustizia e i giusti

giustizia_justice

È facile essere buoni. Difficile è essere giusti.
(Victor Hugo)

Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai delinquenti, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
(Albert Einstein)

Il vero giusto è colui che si sente sempre a metà colpevole dei misfatti di tutti.
(Khalil Gibran)

Giustizia ritardata è giustizia negata.
(Montesquieu)

La giustizia è come un treno che è quasi sempre in ritardo.
(Evgenij Evtušenko)

Che la giustizia in Italia non funziona lo dicono soprattutto coloro che le impediscono di funzionare.
(Roberto Gervaso)

La Giustizia, è seimila anni di errori giudiziari.
(Robert Brasillach)

La Giustizia può essere cieca; ma che olfatto! Riconosce le classi sociali a chilometri di distanza
(Millor Fernandes)

È dimostrato che si può sopravvivere tre giorni senza acqua, due mesi senza cibo e tutta la vita senza giustizia
(Jan Sobotka)

Serve che la macchina della giustizia venga fatta funzionare. Servono nuove assunzioni, nuovo personale, stanziamenti per le spese, aprire la cancelleria. Ci sono tribunali in cui manca la carta per le fotocopie. È come se i politici non avessero interesse a farla funzionare la macchina della giustizia. La politica latita su questo versante, dai tempi… più o meno di tangentopoli. E così abbiamo una giustizia lenta; ma una giustizia lenta non è giustizia. In Italia delinquere conviene, diceva anni fa il giudice Piercamillo Davigo e le cose nel frattempo non sono certo migliorate.
(Daniele Luttazzi)

Mi ricordo quando ‘legale’ si riferiva a una cosa di giustizia, ora significa un certo tipo di scappatoia.
(Charles Whiting)

Non è necessario essere avvocato o magistrato per sapere che la legalità e la giustizia sono lontani dall’essere sinonimi.
(Adolphe-Basile Routhier)

Se talvolta inclinassi la bilancia della giustizia, fa che ciò avvenga non sotto il peso dei doni e dei favori, ma per un impulso di misericordia.
(Miguel de Cervantes)

Amo la vita e amo la giustizia; se, però, non potessi avere l’una e l’altra, rinuncerei alla vita pur di mantenere la giustizia.
(Mencio)

Fai ciò che è giusto, sebbene il mondo possa perire.
(Immanuel Kant)

Sconfiggere la povertà non è un atto di carità, è un atto di giustizia.
(Nelson Mandela) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | Lascia un commento

Frasi, citazioni e aforismi sul mese di novembre

Il nome “Novembre” deriva dal latino novem, “nove”, Nell’antico calendario romano novembre era il nono mese dopo marzo. Fino al 470 a.C. era seguito da Maglio, mese di caccia imperiale.

Presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sul mese di novembre. Per gli altri eventi dell’anno si veda la sezione Calendarismi

**

Frasi, citazioni e aforismi sul mese di novembre

november_a

Novembre
Il mondo è stanco, l’anno è vecchio,
Le foglie sbiadite sono liete di morire …
(Sara Teasdale)

L’anno ha sedici mesi: novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, novembre, novembre, novembre.
(Henrik Nordbrandt)

Nessuna ombra, nessun brillare, nessuna farfalla, niente api, niente frutta, niente fiori, niente foglie, nessun uccello
Novembre!
(Thomas Hood)

Ed è novembre. I pomeriggi sono più laconici e i tramonti più austeri. Novembre mi è sempre sembrato la Norvegia dell’anno.
(Emily Dickinson)

Non è da ieri che imparai a conoscere
l’amore per i giorni desolati
di novembre, prima della caduta della neve;
(Robert Frost)

E’ novembre.
Presto, cogliamo questi ultimi lampi
di bellezza della terra esausta che si prepara a morire.
(Ardengo Soffici)

Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile.
È l’estate,
fredda, dei morti.
(Giovanni Pascoli, Novembre)

Addio sorrisi dell’albe rosate,
Addio tramonti che d’oro parete!
Novembre porta le tristi giornate
E delle nebbie la bigia quïete!
(Olindo Guerrini)

Possiamo ancora trovare una via
Perché niente dura per sempre
Nemmeno la fredda pioggia di novembre.
(November Rain, Gun’s Roses)

Novembre è un punto interrogativo a matita, mai capito. Detesto il grigio sdraiato sui tetti ma non riesco a non farmi piacere il suo odore.
(saraturchina, Twitter)

I mattini sono più miti di com’erano –
Le noci stanno diventando marroni –
La guancia della bacca è più paffuta –
La Rosa è fuori città.
L’Acero indossa una sciarpa più gaia –
Il campo una veste scarlatta –
Per non essere fuori moda
Mi metterò un ciondolo.
(Emily Dickinson)

Un anno in più. Getta il seminatore
la semente nei solchi del terreno.
Due coppie di buoi arano;
mentre passano nubi cenerine
si fan più scuri i campi,
i bruni seminati,
i grigi oliveti.
(Antonio Machado)

Novembre dà un gran ballo
alle foglie raminghe dei fossi.
E’ d’obbligo il costume giallo
con gale di nastri rossi.
(Francesco Pastonchi)

I giorni son sempre più brevi
le piogge cominceranno.
La mia porta, spalancata, ti ha atteso.
Perché hai tardato tanto?
(Nazim Hikmet)

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | 1 commento

Frasi, citazioni e aforismi sull’abitudine e la routine

Anche i grandi geni avevano le loro abitudini. Honoré del Balzac beveva fino a 50 tazze di caffè al giorno. Immanuel Kant faceva sempre la sua passeggiata alle tre e mezza (era così puntuale che i vicini potevano regolare l’orologio). Marcel Proust si svegliava tra le tre e le sei di pomeriggio. Beethoven si svegliava all’alba e preparava lui stesso il caffè, contando ogni mattina 60 chicchi per tazza. Albert Einstein amava suonare Mozart al violino durante le escursioni di birdwatching.

Presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sull’abitudine. Tra gli articoli correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul cambiamento e il cambiare vita

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’abitudine e la routine

abitudine_habits

Nessuno osa dire addio alle proprie abitudini. Più di un suicida s’è fermato sulle soglie della morte pensando al caffè dove andava a giocare tutte le sere la sua partita a domino.
(Honoré de Balzac)

Le abitudini rendono la vita meno eroica ma più comoda.
(Roberto Gervaso)

Si cambia più facilmente religione che caffè.
(Georges Courteline)

Si fa l’abitudine a tutto, anche al continuo peggioramento di ciò che già era ai limiti della sopportazione.
(John Maxwell Coetzee)

Un arcobaleno che dura un quarto d’ora non lo si guarda più.
(Goethe)

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
(Pablo Neruda)

L’abitudine è, fra tutte le piante umane, quella che ha meno bisogno di un suolo nutritivo per vivere e la prima a spuntare sulla roccia apparentemente più desolata.
(Marcel Proust)

Talvolta si prende come cattiva abitudine l’essere infelici.
(George Eliot)

Essere depressi è un’abitudine; essere felici è un’abitudine; e la scelta spetta a te.
(Tom Hopkins) Continua a leggere

Pubblicato in Calendarismi | Contrassegnato | Lascia un commento