Frasi, citazioni e aforismi sulla libertà di stampa

Il 3 maggio è la giornata mondiale dedicata alla libertà di stampa e alla sicurezza dei giornalisti (si chiama “World Press Freedom Day” ed è stata istituita dall’Unesco nel 1993).

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla libertà di stampa. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla libertà e Frasi, citazioni e aforismi sul giornalismo e i giornalisti.

 

**

Frasi, aforismi e citazioni sulla libertà di stampa

Freemedia

Anche quando viene chiusa la bocca, la domanda resta aperta.
(Stanislaw Jerzy Lec)

Fino a quando un Paese non ha la libertà civile e la libertà di informazione e una stampa indipendente, allora non esiste nessuna componente dell’opinione pubblica in grado di controllare il comportamento del governo.
(Andrei D. Sakharov)

Peggio del sentir parlare di tutta questa violenza è che non ci venga consentito di sentire queste cattive notizie in televisione.
(Charles Kurault)

La parola è la civiltà. La parola, anche la più contraddittoria, mantiene il contatto – è il silenzio che isola.
(Thomas Mann)

Quando la verità non è libera, la verità non è vera.
(Jacques Prévert)

Impedire a una persona che fa il suo lavoro con passione di raccontare il mondo che la circonda è un’impresa impossibile. La mia vita è difficile, certo, ma soprattutto umiliante… Vivere così è orribile.
(La giornalista Anna Politkovskaja)

Continueremo a informare, a fare inchieste, a intervistare, a commentare, a pubblicare e a disegnare su tutti i soggetti che ci sembrano legittimi, in uno spirito di apertura, di arricchimento intellettuale e di dibattito democratico. Lo dobbiamo ai nostri lettori. Lo dobbiamo alla memoria di tutti i colleghi assassinati. Lo dobbiamo all’Europa. Lo dobbiamo alla democrazia.
(editoriale comune di alcuni giornali europei dopo il sanguinoso attentato terroristico presso la redazione di Charlie Hebdo)

Ci sono Paesi in cui per il giornalista il «pericolo» viene associato soltanto all’andare a raccontare le guerre all’estero e Paesi in cui ci vuole coraggio a descrivere ciò che accade sotto casa. Ci sono Paesi in cui le due cose convivono.
(Mario Calabresi)

Se si vuole conoscere il barometro della libertà di espressione di un paese, non bisogna guardare al primo ministro, ma al vignettista della stampa.
(Anonimo)

Una democrazia cessa di essere democrazia se i suoi cittadini non partecipano al suo governo. Per partecipare in modo intelligente, devono sapere quello che il loro governo ha fatto, sta facendo e prevede di fare. Ogni volta che qualsiasi ostacolo, non importa quale sia il suo nome, si frappone a queste informazioni, una democrazia è indebolita, e il suo futuro in pericolo. Questo è il significato di libertà di stampa.
(Walter Cronkite)

Da quando tengo una colonna sull’umorismo ho un forte interesse per la libertà di stampa. Le persone, che cercano di fare la stessa cosa che sto facendo io, nel 95 per cento dei paesi del mondo sono in un gulag o agli arresti domiciliari o senza lavoro. Per qualche motivo sono pochi i governi in grado di gestire la satira. I miei eroi nel mondo sono uomini e donne di questi paesi che, pur conoscendo la conseguenze, persistono nel mettere i loro leader in ridicolo.
Il problema, se c’è un problema in questo paese, è che, siccome abbiamo una stampa libera, il popolo non ha idea di cosa vuol dire vivere in un paese che non ce l’ha.
(Art Buchwald)

La libertà di stampa non è un privilegio, ma una necessità organica all’interno di una grande società. Senza critiche e articoli affidabili e intelligenti, il governo non può governare. Poiché non c’è altro modo adeguato per mantenersi informati su ciò che la gente del paese sta pensando e facendo e volendo.
(Walter Lippmann)

La stampa libera può, naturalmente, essere buona o cattiva, ma è certo che senza libertà non potrà essere altro che cattiva.
(Albert Camus)

I giornalisti sono stati divisi. Alcuni sono chiamati per il briefing, altri per un interrogatorio.
(Aleksandar Čotrić)

Il giornalista assassinato informa oggettivamente.
(Vesna Denčić)

Se la stampa non è libera, se il discorso non è indipendente e viene ostacolato, se la mente viene incatenata o resa impotente attraverso la paura, non fa alcuna differenza sotto quale forma di governo si vive, io sono un suddito e non un cittadino
(Sen. William E. Borah)

Se la libertà di stampa significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuol sentirsi dire.
(George Orwell)

E’ dovere di un giornale stampare le notizie e scatenare l’inferno.
(Wilbur Storey)

La notizia è quella che viene da Nord, Est, Ovest e Sud, e se proviene da un solo punto cardinale, allora è un articolo classista e non una notizia.
(Benjamin Disraeli)

Quando la stampa è libera e ogni uomo in grado di leggere, tutto è sicuro.
(Thomas Jefferson)

Un vero giornalista non deve niente a chi governa il suo paese. Egli deve tutto al suo paese.
(Vermont Royster)

La censura è il bastone bianco dei ciechi del pensiero.
(Pascal Mourot)

Il necrologio è stato censurato, perché qua e là affiorava un pessimismo infondato.
(Milan Todorov)

In tutto il mondo, ovunque ci siano i capitalisti, la libertà di stampa significa libertà di comprare i giornali, di comprare gli scrittori, di corrompere, comprare e falsificare “l’opinione pubblica” per il bene della borghesia.
(Vladimir Lenin)

La gente a volte immagina che solo perché ha accesso a tanti giornali, canali radio e televisivi, può avere un’infinità di opinioni diverse. Poi scopre che le cose sono esattamente l’opposto: la potenza di questi diffusori amplifica solo l’opinione prevalente in un certo tempo, al punto da coprire qualsiasi altra opinione.
(Amin Maalouf)

Nei Paesi con libertà di stampa, le cose importanti da sapere sono di solito quelle che non accade di leggere perché i giornali sono liberi di non stamparle.
(Bergeret)

Sono libero di avere una opinione, e questo è bello. Ma vorrei anche essere libero di non avere un’opinione.
(Sacha Guitry)

Quando un milionario ha dieci giornali e dieci milioni di persone non hanno i giornali – questa non è la libertà di stampa.
(Anastas Mikoyan)

Rispetto ad altri paesi, l’Italia ha poi la variante giudiziaria: da noi il sistema politico e quello affaristico hanno il vizio di usare l’arma delle querele come minaccia e la richiesta di risarcimenti esorbitanti e sproporzionati rispetto all’eventuale danno ricevuto per scoraggiare i cronisti, i direttori e gli editori e per renderli più gentili e «distratti».
(Mario Calabresi)

La libertà di stampa è anche la serenità di lavorare, di raccontare senza ritorsioni, senza che il proprio privato sia utilizzato come un’arma per far tacere.
(Roberto Saviano)

Non si può scrivere un articolo, nella speranza che non rovini la cena di nessuno.
(Julian Assange)

Il potere è un qualcosa legato alla percezione. Non hanno bisogno di essere in grado di ucciderti. Hanno solo bisogno che tu pensi che siano in grado di ucciderti.
(Julian Assange)

È possibile essere informati sui propri governanti, o si può essere ignoranti e qualcun altro, che non è ignorante, governerà su di voi.
(Julian Assange)

Guai al paese in cui si vendono più facilmente i giornalisti dei giornali.
(Nicolae Petrescu Redi)

Crederò veramente nella libertà di stampa quando un giornalista potrà scrivere ciò che pensa del suo giornale. Nel suo giornale.
(Guy Bedos)

Con i giornali, a volte c’è disordine; senza di loro, c’è sempre schiavitù.
(Benjamin Constant)

Amo la libertà della stampa più in considerazione dei mali che previene che per il bene che essa fa.
(Alexis de Tocqueville)

La libertà di stampa è una benedizione quando siamo inclini a scrivere contro gli altri, e una calamità quando ci troviamo ad essere sopraffatti dalla moltitudine dei nostri assalitori.
(Samuel Johnson)

La gente esige la libertà di parola per compensare la libertà di pensiero, che invece rifugge.
(Sören Kierkegaard)

Non è la libertà che manca. Mancano gli uomini liberi.
(Leo Longanesi)