Scrittori di aforismi su Twitter, MaxMangione

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @MaxMangione (massimilianomangione). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Sono cresciuto a pane e film ironici, passando dal cosiddetto umorismo ebraico (Charlie Chaplin, Woody Allen, Mel Brooks, Zucker-Abrahams-Zucker, etc.) a quello più surreale inglese alla Monty Python. Era quindi ovvio che la mia passione per la scrittura (ai tempi dell’Università collaboravo con alcune riviste veneziane su temi locali) vertesse più sull’ambito ironico che quello fantasplatter. Poi, visto che Murdoch non mi chiamava per affidarmi la direzione delle sue Testate ho optato per un lavoro serio. Ma la passione è dura da reprimere. Così quando a Natale mi scaricai Twitter, iniziai a riversare lì dentro tutte le mie dis-avventure quotidiane con un tono leggero, ma spero anche intelligente. Il mio intento è sempre stato quello di giocare sugli stereotipi più noti cercando di metterli alla berlina senza però salire su nessun pulpito, che sia il rapporto padre/figli, italiano/stranieri, uomo/donna, e via così. Per farlo bene, ho dovuto conquistare energia e serenità negli anni, questo grazie soprattutto a mia moglie, fautrice del Controllo Totale Globale sul Marito ma anche mia musa ispiratrice e consolatrice. E madre dei miei tre piccoli eroi, protagonisti in molti dei miei tweet”.

@MaxMangione si è iscritto a Twitter nel dicembre 2013. “Twitter mi ha anche permesso di entrare in contatto con persone realmente straordinarie, con cui ho avuto l’onore di fare amicizia e coi quali abbiamo iniziato a collaborare a progetti comuni, come ad esempio la pagina Facebook Nel Nome del Clown, su cui vi consiglio di andare a buttarci un’occhiata”.

befunky_max_mangionebb

I tweet di @MaxMangione si possono definire come cortometraggi visivi. C’è quasi sempre una scena, dei protagonisti e un dialogo comico con degli effetti surreali. Si veda ad esempio uno dei suoi tweet più famosi: “- Papà facciamo un castello di sabbia? – Non ora amore. – Allora dico alla mamma che puoi accompagnarla per bancarelle. – Quante guglie?” oppure quest’altro tweet “- Secondo te ho preso troppo sole oggi? – Ma no. Spegni la luce e dormi. – È già spenta”. Sembra quasi di vedere la scena passare velocemente come in una specie di tv o fumetto. C’è sempre un’immagine di partenza, uno svolgimento e una conclusione imprevedibile. Il tutto all’insegna della velocità, della suspence e della sorpresa finale.

Ma quello che colpisce nei tweet dell’autore è anche la particolare comicità, intenta ad operare con l’imprevedibilità del mondo e a mostrare la percentuale di assurdo che le situazioni, le persone e le cose portano con sé. Spesso @MaxMangione riesce a creare legami improbabili tra contesti diversi e significati diversi con un effetto di straniamento umoristico. Così il gatto scopre che la spiaggia è meglio della sua lettiera, il sogno del cassetto si può restringere come un calzino, l’uomo nero viene associato alla sfera sessuale, i pandistelle urlano dal dolore se immersi nel latte, il cellulare è così antiquato che i messaggi si possono cancellare con la gomma, l’autan fa da aperitivo alle zanzare, etc. Molti di questi tweet vertono sul rapporto uomo/donna, padre/figli, marito/moglie con delle scene di vita quotidiana davvero esilaranti.

L’umorismo di @MaxMangione, nel suo assurdo straniamento, diventa così la percezione (improvvisa e inaspettata) di un mondo incompleto e fragile che fino a un momento prima si credeva perfetto e rispettabile e monolitico. Un mondo dove persino Dio, è costretto a creare di nuovo l’uomo, visto che il primo se ne è scappato velocemente (“Il sesto giorno Dio creò l’uomo. Poi creò la donna. Poi creò di nuovo l’uomo, che l’altro era scappato”).

Presento una selezione di tweet di @MaxMangione

**

MaxMangione, Tweet scelti

Papà mi compri una barbie?
– Ma se ne hai milioni!
– La mamma lo sa che hai due smartphone?
– …Vuoi Barbie Ballerina o Cantante?

Il sesto giorno Dio creò l’uomo. Poi creò la donna. Poi creò di nuovo l’uomo, che l’altro era scappato.

Mia moglie ha svegliato, lavato, vestito 3 figli e io sono davanti allo specchio che mi chiedo dove avevo già visto quel tipo che mi fissa.

– Papà facciamo un castello di sabbia?
– Non ora amore.
– Allora dico alla mamma che puoi accompagnarla per bancarelle.
– Quante guglie?

Ho portato il mio gatto al mare. Appena ha visto la spiaggia ha strabuzzato gli occhi e mi ha detto CAZZO QUESTA SÌ CHE È UNA LETTIERA!

Ho un sogno nel cassetto da troppo tempo. Ormai mi starà piccolo.

– Mamma e se di notte viene l’uomo nero?
– Lo mandi da me tesoro, che papà è a calcetto.

Attenzione: le ascelle non perdono colore, se le lavate.

Volevo trovare il mio posto nel mondo. Ma ci si è già seduto un altro.

– Secondo te ho preso troppo sole oggi?
– Ma no. Spegni la luce e dormi.
– È già spenta.

-Papà mi compri la motosega?
-SEI PAZZO? E’ pericolosa!
-Anche toccare il culo alla Tata è pericoloso, se lo sa la mamma.
-La vuoi a motore?

Mia moglie a colazione scalda così tanto il latte che puoi sentire i Pandistelle urlare dal dolore quando li immergi.

Tra una donna bella e una intelligente scelgo sempre la seconda, perché capisce al volo quando andarsene per lasciarmi con quella bella.

– Qual’è la tua posizione preferita per far sesso?
– Io seduto.
– E lei?
– Lei chi?

– Amore sono grassa?
– Ma no cara sei perfetta.
– Grazie tesoro!
– Sparecchio o vuoi ancora del plancton?

Il dubbio è alla base di ogni intelligenza superiore. O no?

– Papà ti piace il mio disegno?
– Cos’è? Una rana?
– No, sono dei bimbi che giocano.
– Hai fatto bene a sintetizzare il tutto con la rana.

Non credere a chi ti dice che sei stupido: tu sei una persona speciale.
E comunque questo set di pentole subaquee che hai preso ci serviva.

Ci sono zanzare ormai che l’autan lo usano come aperitivo.

Le sigarette migliori sono quelle dopo il sesso. Solo che la cenere ti cade sulla tastiera.

– Mio figlio si chiama Amore perché e l’ultima cosa che mia moglie mi ha detto prima di concepirlo. E il tuo?
– Vaitranquillo.

L’amore è questo: puoi litigare, picchiare, uccidere, bruciare il corpo, nascondere le ceneri, cambiare identità, ma poi si fa subito pace.

– Lei è qui per il posto da domatore di leoni?
– Già.
– Esperienze?
– Sono sposato da vent’anni.
– Inizia domani.

Mio figlio ha sbattuto la fronte e si è tagliato. Un mare di sangue. Meno male che c’ero io, che altrimenti non sveniva nessuno.

Il futuro dipenderà da te. Il passato è dipeso da te. Il congiuntivo dipenda da te.

– Non ti sembra di correre troppo?
– Guarda che hai frainteso.
– Ma se ti sei già messo sù il preservativo???
– …è che avevo freddo.

La mia ex aveva le mani piccole. Per anni ho creduto di essere superdotato.

– Che segno sei?
– Della croce.

– Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli, Un Anello per ghermirli e nel
buio incatenarli!
-E’ la prima volta che celebra un matrimonio?

– Salve, vorrei acquistare una casa.
– Lei è giovane e al primo impiego?
– Già.
– Le interessa una bella casetta di marzapane e canditi?

– Un bicchiere di acqua e menta, grazie.
– Sa che lei è splendida?!
– …oh, grazie!
– E qui c’è l’acqua.

– Buongiorno, vorrei un caffè d’orzo ristretto, macchiato con latte di riso, in tazza grande, grazie.
– Quanti granellini di zucchero?

La cosa che più odio quando sono in macchina è la coda. Per questo tengo i capelli sciolti.

Non chiedere cosa lo Stato può fare per te, chiediti invece cosa tu puoi chiedere a tuo zio che lavora in Regione.

In spiaggia mio figlio ha spinto una bimba tedesca. Suo padre mi ha sorriso, poi ha spinto 10 bimbi italiani.

– Caro, tu non vorresti un figlio?
– Sì cara, non lo vorrei.

Vorrei che tu mi guardassi come un marito guarda la porta d’uscita di Zara.

Gente disperata perchè la Scozia non diventerà indipendente e poi vive ancora a casa con mamma.

La mia ex era una ninfomane che frequentava abitualmente dark room. L’ho dovuta lasciare dopo che a cena dai miei è andata via la luce.

– Salve, sono qui per un piercing alla clitoride.
– Ok, si spogli.
– Posso tenermi il reggiseno, che mi vergogno?

Lo stuzzicadenti al ristorante solo se siete un’oliva.

Se il buon Dio la Domenica si è riposato invece di andare all’Ikea ci sarà un perché.

Non vedo l’ora che venga l’inverno per poter ricordare con nostalgia questa estate di merda.

Oggi mia figlia di 6 anni era irrequieta, si guardava in giro, annusava l’aria: si stanno già sviluppando i recettori femminili per i Saldi.

Una volta le zanzare dopo una certa ora sparivano. Adesso mi hanno detto di andare pure a dormire che chiudevano loro.

con questa moda della ceretta inguinale totale è diventato un casino capire se una è bionda naturale.

Per una seratona: tu e la tua donna vi spogliate, la baci, le spalmi olio di jojoba, la bendi, la leghi, ti rivesti ed esci con gli amici.

È una brutta cosa la gelosia. Ma prima o poi il divano dovrà accettare di dividermi con il letto.

Son convinto che un giorno verranno fuori tutti assieme i calzini spaiati e conquisteranno il mondo.

– Soffro di eiaculazione precoce.
– Sono una mignotta non un dottore bello mio, non saprei cosa farti.
– Lo sconto?

Non è vero che le donne non perdonano: mia moglie mi ha perdonato di non averle passato la crema solare, 7 estati fa.

– Porto fuori la tipa: pizza, cinema e poi a casa. Ma non ha voluto fare niente.
– Azz, che sfiga. L’hai più rivista?
– Si. Siamo sposati.

Credo che il tempo stia finalmente migliorando: ho visto gli animali uscire dall’arca.

Se una donna ti chiede un’opinione su un suo capo d’abbigliamento l’unica risposta plausibile è un rantolo e poi fingersi morto.

– Papà che cos’è il pompino?
– Hai presente quando le Winx fanno le magie?
– Si.
– Ecco, vai a vederti le Winx, vai cara.

Mia moglie ha spalmato tanta di quell’olio solare ai ragazzi che quando sono entrati in acqua il WWF ha fatto uscire tutti i cormorani.

– Salve, mi fa un panino grazie.
– con cosa glielo faccio?
– acqua, farina, lievito, le solite cose insomma.

Oggi la fila davanti all’Apple Store per l’iPhone6. Un paio di vecchietti si sono messi in coda pensando sia quella della Poste.
#iPhone6

Il mio oroscopo oggi mi consigliava di morire, per soffrire meno.

Per ogni uomo ci sono sette donne, davanti alla cassa della Coop.

Una volta una maga mi ha letto la mano e ha indovinato che ero single. Dai calli.

Le ragazze col piercing sulla lingua è perchè stanno con ragazzi con la calamita sul pisello?

– Ti va di uscire con me stasera?
– OH SIII, credevo non me lo avresti mai chiesto! Dove mi porti?
– In un Club per scambisti.

Non riesco a tirar fuori il meglio di me. Adesso provo con due prugne.

Noi siamo il sogno di qualcun’altro. E quello che mi sogna ha mangiato la peperonata.

Ci sono sette donne per ogni uomo. Avverto le mie che stasera sarei libero e potremmo fare una cosetta a otto.

Il bello dei cinesi è che uno può fare la fototessera di tutti gli altri.

Mia moglie non sopporta che passi le ore su Twitter. Così le ho detto che guardo video porno e lei è più serena.

Ma quelli che si tatuano il proprio nome, lo fanno per facilitare l’individuazione del cadavere?

Primo lunedì dopo le ferie. Ho la stricnina nascosta in un molare come le spie sovietiche, nel caso non ce la dovessi fare.

Il mio analista dice che la timidezza è una cosa naturale e che se la prossima volta ci vado io invece che mandarci mia madre.

Se me la dai dopo te la riporto.

Le persone lucide, riflettono bene.

Sono così stanco che se entrasse Charlize Theron nuda in camera per esprimere un desiderio le chiederei di andare al lavoro al posto mio.

– Papà andiamo in spiaggia?
– Ma se sta diluviando!
– Allora gurdiamo tutte le puntate vecchie delle Winx.
– Metto la muta da sub e andiamo.

Ho fatto la corte ad una tipa. Il suo ragazzo mi ha visto. Ma è andata tutto bene. Stanotte la Fatina dei Dentini mi ha riempito di soldi.

Stanotte una battaglia con uno zanzarone che non voleva saperne di morire. Ho dovuto finirlo con un paletto di frassino nel cuore.

– Ti amo, vuoi sposarmi?
– Volentieri, sappi però che non ho mai unito due in matrimonio prima.

Io la vorrei pure una storia seria, solo che quella cosa che dopo il sesso bisogna anche parlare, non so…

– Che segno sei?
– Più.

Di una donna non guardo solo il seno. Guardo pure l’altro.

Sto cercando di smettere di fumare per gradi. Per il momento non indosso più pantaloni a sigaretta.

Ma i 7 peccati capitali valgono anche in provincia?

Il bello dei figli piccoli è che quando son svegli non vedi l’ora che vadano a letto e quando dormono non vedi l’ora che si sveglino.

Le donne con il seno piccolo di solito hanno un bel viso, quelle col seno grande…non ne ho idea.

La cosa migliore di quest’estate è stata che a forza di schiacciare zanzare mi hanno preso in un gruppo di flamenco.

Vorrei un bombolone gigante, infilarmici dentro e dormire. E se mi vien fame dare un morso qua e là.

Il segreto della mia intelligenza? Mi circondo di idioti.

– Amore, sai che mi seguono più di 4.000 follower su Twitter!?
– Bravo, vedi se qualcuno ci butta la spazzatura che tu non lo fai mai.

Uomo: non puoi minimamente sperare di capire l’universo femminile se non sai nemmeno che cazzo di colore è l’ametista.

Ho visto una ragazza con gli shorts così aderenti che alla visita ginecologa il dottore non le ha nemmeno chiesto di spogliarsi.

Twitter una volta era tutta campagna.

Soffro di Parkinson: ogni pisciata, una sega.

Tutti insigniti del premio Montessori, coi figli degli altri.

Io odiavo quei cretini che attaccavano i disegni orrendi dei propri figli sul luogo del lavoro. Poi ho avuto dei figli.

– Da quando faccio yoga ho aumentato la mia durata sessuale.
– Sarà contenta la tua ragazza!
– No, dice che le occupo il bagno per ore.

Quando morirò vorrò essere cremato.
Con la Nivea.

Ho un cellulare così antiquato che per cancellare i messaggi devo usare la gomma.

– come hai capito che il tipo aveva figli piccoli?
– perchè quando stavo per fargli un pompino ha detto “ecco che arriva l’aereo zuummm!”

Se Dio ci ha fatto a sua immagine e somiglianza probabilmente la sera prima aveva fatto bagordi in disco.

Il guaio delle palestre è che le fanno troppo vicine alle gelaterie. La mia ad esempio è a soli 12 km di distanza.

Quello che inventa i bambini autopulenti fa i miliardi.

– Papà mi leggi un’altra favola?
– E’ tardi amore.
– Va bene vado a letto, a piangere, triste e sola.
– Sai che hai un futuro come Twitstar?

Da quando sono padre non posso più masturbarmi in pace in bagno che i miei figli spalancano la porta al grido di CAAACCCCAAAAA!

Sai che è quella giusta quando mentre si spoglia senti il tuo pene che fa la ola.

Mi è caduto il coltello sul piede. Ho tirato così tanti improperi che mi ha chiamato Sgarbi per sapere se poteva prendere nota.

Oggi il pantalone maschile va portato così stretto che se ti infili una monetina in tasca ti esce una palla dall’altra.

Se compro una maglia per figlio e sbaglio taglia, per mia moglie sono un idiota, se sbaglia lei allora è il mondo intero che si è ristretto.

Io al mare e il mio divano a casa. Certe volte la vita è ingiusta, lo so.

Sono campione italiano di apnea. Mi sono allenato a casa dentro la vasca da bagno quando moglie e figlia litigano furiosamente.

Il maschio Alfa è la donna.

Vorrei essere immortale, se non altro per vedere come finisce Beautiful.

– Dracula, qual’è il segreto per l’immortalità?
– Nutrirsi del sangue di vergini uomini.
– E tu dove li trovi?
– Tra gli utenti Twitter.

I tweet più apprezzati sono quelli più corti.
Magari fosse così anche nel sesso.

Il tipo che inventa il divano con il motore e il volante diventa miliardario.

Mia moglie ha una rara forma di emicrania. Le passa appena rimetto i preservativi nel cassetto.

Avevo un sogno nel cassetto, ma l’ho dovuto utilizzare che erano finite le mutande.

Mia moglie sta facendo le pulizie di primavera, ma a me non chiede aiuti. Il segreto? È rimanere immobile, col paralume in testa.